LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse


9 commenti

Informazione : la chiusura del cerchio

Avevo promesso da tempo un breve post per dimostrare l’importanza del web ( anche autoprodotto e per autoprodotto intendo i blogger non professionisti ) nel settore dell’informazione  e parziale garanzia di un circuito dell’informazione democratico.

Questo argomento mi sta particolarmente a cuore ed è oggetto di miei studi e ricerche.

In particolare mi affascina il concetto di WEB come Agorà virtuale.

Io ritengo che il WEB realizzi la funzione di Agorà virtuale.
Il Web è una piazza ideale dove discutere e i blog sono il nucleo fondante di questa democrazia dialettica.

Nei blog l’individuo svolge più funzioni : può proporre un’idea, un pensiero ) oppure commentare notizie postate da altri.
L’informazione ufficiale, quella fatta dai media tradizionali, viene affiancata in maniera sempre più consistente dalla funzione dei blog.
Che realizzano la massima circolazione delle idee e dell’informazione.
Il numero dei blog presente su Internet è in continua crescita, anche se una sorta di selezione naturale premia alcuni e boccia molti.

Andrà avanti chi saprà utilizzare questa potente arma di democrazia “informatica” nel migliore dei modi, correggendo il tiro con un continuo controllo del feedback del proprio blog.

Su questo argomento  ho relazionato lo scorso ottobre a Roma al Bar Camp radicale.

Sinteticamente,  per non annoiarvi.

Fino a poco tempo fa , funzionava così :

carta stampata —> WEB ( giornali on line ) –>blogger—> aggregatori

Per farla breve un esempio ( che non è assolutamente isolato, ce ne sono altri importanti e anche lontani nel tempo )  a dimostrazione che il cerchio si è chiuso con il percorso inverso .

Ecco qui sotto un articolo di Repubblica di oggi 5 maggio, che cita un blog  ( Terrorpilots ) dove viene messa in dubbio la veridicità  delle foto scattate alla famosa festa di compleanno della 18enne Noemi dove Berlusconi ha fatto visita,causa scatenante delle ire di Veronica Lario, la moglie.

Premier e Noemi, tormentone web -“Quelle foto non sono vere”

Premier e Noemi, tormentone web "Quelle foto non sono vere"

ROMA – Berlusconi che brinda sorridente. Abbraccia giovani e anziani. Sorride con il calice in mano. Anticipate da Studio Aperto (mentre Chi le pubblicherà nel prossimo numero) le foto della festa dei 18 anni di Noemi Letizia

Sul web insomma si è scatenato un vero e proprio tormentone che mette in dubbio l’autenticità degli scatti. Ritoccate? Levigate? Create ad arte? Interrogativi che nascono dalla definizione, che secondo i blogger è a volte incerta, a volte troppo nitida, “come se Cavaliere fosse inserito artificialmente”.

Sul blog Terrorpilots, tanto per citarne uno, si fa notare il “velo” che circonda Noemi: segnale, assicurano in molti, di un ritocco. O si insiste su un inserimento, definito “forzato”, della figura del Cavaliere in mezzo ad una coppia. E sono davvero molti, che nei vari blog, parlano esplicitamente di fotomontaggi.

Su Macchianera, poi, la buttano in burla: “Debutta in società! Da oggi, con un paio di forbici e della semplice colla vinilica potrai anche tu iniziare a vantarti di essere figlio di Papi!”.

E così, quelle che dovevano diventare prove inconfutabili, della assoluta “trasparenza” della partecipazione del Cavaliere, rischiano di trasformarsi in un boomerang. Già alle prese con la causa di divorzio che in quella ormai famosa festa a Casoria ha trovato il suo via ufficiale. diventano un caso.

Scattate da Livio Anticoli, uno dei fotografi dello staff di Berlusconi, le immagini raffigurano un Cavaliere in piena forma. Forse – secondo il popolo di internet – troppo in forma.

Franca Corradini

Annunci


9 commenti

Il Teatrino dei tonni e la mattanza

tonnoTutti hanno capito che era orchestrato ma nessuno che provi a resistere alla tentazione di stargli appresso.

E così lui perpetua i soliti giochino ed una marea di tonni abboccano.

Resoconto della pesca con la rete a strascico.

ATTO I)  Lui fa lo scemo con due squinzie in cerca di gloria , facendo scrivere i servi piu’ vicini a lui della possibilità di candidare letterine e veline, addirittura con corsi e selezioni.

ATTO II) Strali scandalizzati di ciò che rimane della sinistra ufficiale ed ufficiosa pensosa e triste sulla amoralità e sul merito .

Senso di stantio e di triste rito anche in chi sarebbe d’accordo ( con gli strali ) .

Pezzi scandalizzati sul femminismo ed i diritti lesi delle donne da parte di chi in concreto , per dirne una , è dai tempi dello statuto dei lavoratori che ha smesso di occuparsi di condizione della donna che lavora.

La variante aggiuntiva Veronica è solo un giochino un po’ piu’ raffinato e tendenzioso che si inserisce opportunamente nella solita trama.teatrino

Tutti zitti ed attenti , parla la moglie , per qualche scemo addirittura un modello politico per il futuro : eccola che esplode e  ribatte che sta  perdendo la pazienza .

ATTO III) Lui stralcia 4 nomi , nega tutto , fa l’offeso con gli strepitanti e con la moglie ed ottiene il solito ritorno di immagine del martire che fà tanto e viene disturbato e vilipeso dalla traditrice.

Lei in realtà ha detto anche altro , solo per rendere culturalmente credibile ed appetitosa la sparata in certi ambienti-tonni ( Napoleone e la prossima dittatura ) ma il coro ufficiale dei servi della Comunicazione di Regime sommerge tutto coi fischi , anche e specialmente la parte accettabile ed interessante.

ATTO IV) Come da copione il buon senso comune riconosce e sommerge la ex attrice di accuse di ingratitudine e di “ ma da che pulpito…” e  bastona lei perché disturba il manovratore e lo “ tradisce “ col nemico .

Risultato : rimane sullo sfondo del tutto inefficace il lato interessante , in primo piano vince il povero Premier non capito dalla moglie irriconoscente  e traditrice.

Coro ed applausi.

5 punti in più nei sondaggi e di nuovo il vento in poppa grazie al solito giochino di distrarre , far parlare di sé ed anzi controllare e “stimolare “ positivamente il corpo elettorale.

Ed ai sinistri come al solito la figura degli speculatori d’accatto che non accettano il responso elettorale o ben che và, di chi guarda nel buco dell’altrui serratura .

Intanto passa un nuovo primo maggio semioscurato con tanta musica retorica e poco altro sul merito dei problemi del non lavoro.

Che fare. Quindi?berlusconi_lario_871977061

Non ho ricette ma almeno evitiamo di buttarci nella rete a pesce, appunto come i tonni .

Proviamo a stare di sguincio , fuori dal teatrino, dentro i problemi , dettiamo noi l’agenda , controinformiamo.

E’ ora di finirla col gossip orchestrato e con la ricerca del personaggio da contrapporre , anche questo significa essere vittime dell’agenda di Berlusconi

Altro che Veronica fans club , lei è solo una comparsa ben pagata e funzionale ai giochino elettorali del marito padrone.

Cavallo Pazzo


8 commenti

Se quelli di destra fanno morire dalle risate, quelli di sinistra fanno piangere…e parecchio !

Me lo ero perso questo brano.

L’ho visto stamani seguendo i link in entrata  del  blog.

L’ha scritto Tisbe il 29 dicembre ( citandoci )   e  poichè è breve e lo riporto integralmente in calce.

Cara Tisbe, se a te  quelli di destra fanno ridere, a me quelli di sinistra fanno piangere…………..

In questo blog, in un recente passato , ho spiegato più volte anche perchè.

Te lo riassumo in poche parole : la sinistra , quella ” coerente”,  l’ho conosciuta  molto da  vicino .

Talmente da vicino da rimanerne schifata.

Non ultimo il comportamento con le donne……. vicine e lontane…..democratico a parole.

Ora  uso proprio te come esempio.

Stabilire che sia un parametro ideologico a fare  più o meno coerente una persona, è già un errore, una possibile via che porta all’intollerenza.

Intolleranza ( ed ora lo faccio io l’errore  ma solo  nel constatare una realtà ) che appartiene alla gente di sinistra tanto quanto alla  gente di destra.

Sarebbe l’ora di finirla di dividere il mondo in ROSSI e NERI non credi ?

Discutiamo delle nostre idee,delle nostre opinioni, dei progetti, delle  nostre speranze come esseri pensanti e non come appartenenti a schieramenti…..

Ti sembra una richiesta condivisibile o almeno un tentativo praticabile  ?

O il dogma “rosso” non consente questa possibilità ??

Franca Corradini

P.S. : La tua foto in alto l’ho presa dal sito-fantasma che ti annunciava come possibile vincitrice del concorso LA BLOGGER PIU’ SEXY…….

Pensa se lo scherzetto, un pochetto crudele, ti fosse stato condito ( COME CREDO IO  ) dai  tuoi coerenti amici di sinistra …..

ECCO IL PEZZO DI TISBE :

A me quelli di destra mi fanno morire dalle risate. Hanno una coerenza…
Li vedi e li senti tutti presi a giustificare le guerre, convinti di essere i salvatori del mondo. Si immaginano tutti impettiti andare in giro per il pianeta come pionieri dei diritti umani, esportatori della democrazia, del consumismo, del liberalismo e della … cocacola! Già, perché tutta la felicità di questo mondo ce la dà la cocacola.
Sì, loro le guerre le fanno per portare la pace, per esportare il modello occidentale… per esportare i diritti, contro quei cattivoni che impiccano i gay, proibiscono alle donne di studiare, fanno gli attentati uccidendo donne, vecchi e bambini.
Già, questi signori di destra predicano i diritti per le culture altre, mentre in casa propria al primo delitto, al primo errore di un qualsiasi cittadino (meglio se gay, straniero o tossico) invocano il ripristino della pena di morte.
Ragazzi, diritti per tutti.. No, che dico! Diritti solo per gli eletti… Brindiamo!
I cattivi sono cattivi e vanno eliminati fisicamente, i buoni sono buoni e devono vivere felici e contenti.
E chi è cattivo lo decide la destra! Chiaro!?!


11 commenti

Mattbeck e Violet per favore chiarite pubblicamente il dubbio che circola nel web

Inutile nasconderlo, il dubbio che Mattbeck e Violet siano la stessa persona è serpeggiato da tempo in molti, sia su Fainotizia di Radio Radicale  soprattutto dopo l’episodio della cancellazione improvvisa dei due nick e annessi post e commenti, sia  in altri blog.

Recentemente sempre su Fainotizia di Radio Radicale  a seguito di un curioso fenomeno di sovrapposizione dei due profili….

Io ho  appoggiato la vicenda di Violet Rouet dopo essermi scritta con lei  ( e inizialmente lo confesso  capendoci poco  di tutta la vicenda e non per colpa dell’italiano incerto di Violet…. ) ,successivamente ci furono delle incomprensioni.

Poco tempo fa un chiarimento e di nuovo l’appoggio, in questo caso  pubblico, qui sul blog ed altrove.

Così come molti altri si sono mobilitati con i propri blog.

Marco Panattoni a margine di una di queste  mie iniziative scrisse che  Mattbeck era ….non ricordo cosa e Violet non esisteva e quindi qualcuno mi stava prendendo in giro.

Io ribadii che Violet esisteva perchè avevo parlato con lei telefonicamente.

Ieri per caso sono capitata su Fainotizia e vedo che questi dubbi  sono lontani dall’essere risolti.

Inoltre tutto tace da parte di Mattbeck e Violet da fine settembre ormai.

I loro spazi sono silenziosissimi.

Circola voce  nel web che il dubbio sia nato dal fatto che scrivono dallo stesso IP.

Per quanto ne so io Matteo è di Firenze ( e l’ho conosciuto personalmente un anno fa ) e Violet vive in Sicilia.

Allora chiedo pubblicamente ad entrambi di farsi vivi anche con un commento in modo da dimostrare che non scrivono dallo stesso IP ( qui  in questo blog si vede questo dato ).

Oppure se  c’è una spiegazione logica a questo fatto  la diano : è la miglior cosa.

Questi dubbi nuocciono alla causa che sembrava vitale portare avanti.

Scrivo tutto questo pubblicamente perchè pubblicamente questa storia è nata , pubblici sono i sospetti e pubblica deve essere la spiegazione.

Franca Corradini

P.S. : Doveroso e corretto nei confronti di chi ci legge dire che c’è un altra persona che ha lo stesso IP di Violet, l’ho  visto qui nei commenti:

Per ora non ne faccio il nome, l‘ho contattato  ma non mi ha mai risposto.


2 commenti

Preghierina di ringraziamento laica semiseria

Oggi, strappo alla regola, parlerò di me e di una cosa che mi riguarda .

Il 1° di settembre, dopo 19 anni di pendolarismo, finalmente sono trasferita nella città dove abito.

Lavorerò all’Istituto d’Arte di Arezzo a pochi passi da casa.

Senza entrare nei particolari, lunghi da spiegare e difficili da esporre, voglio esprimere la mia gioia con una preghierina di ringraziamento laica e semiseria .

Chi mi conosce , come amica o come nemica , capirà quali sono le parti serie e quelle che non lo sono.

E capirà anche il perchè ……

Dedicata ai miei nemici, con l’augurio che siano sempre tanti ed in buona salute  !

Grazie di esistere Fainotizia di Radio Radicale,

grazie di essermi capitata tra i piedi il 31 dicembre 2006,

grazie agli amici di quel tempo,

grazie di aver buttato fuori Marco Panattoni,

favorendo così la crescita di questo blog,

grazie a Marco Panattoni per aver voluto condividere LA CONOSCENZA RENDE LIBERI con me,

grazie ai detrattori che hanno fatto aumentare la popolarità del blog,

grazie ai nemici che ogni giorno hanno visitato Fainotizia di Radio Radicale, e LA CONOSCENZA RENDE LIBERI nel timore di leggere il loro nome o fatti e circostanze che li riguardavano,

grazie al web di esistere,

grazie all’invenzione del blog,

grazie alla libertà di espressione con l’augurio di lunga vita,

grazie a coloro che sopportano ogni giorno il mio stare al pc per tante ore,

grazie a me, che tra alti e bassi ( molti bassi ) , ho continuato imperterrita a scrivere………

Franca Corradini


Lascia un commento

il primo BarCamp italiano sulla democrazia

Radio radicale sta organizzando il primo BarCamp italiano sulla democrazia

http://www.fainotizia.it/demcamp

Ecco uno stralcio del comunicato :

Il BarCamp è un tipo di incontro caratterizzato dalla mancanza di una scaletta prefissata di relatori e in cui non esiste un pubblico passivo.

Argomenti di discussione e relatori si propongono inizialmente sul sito internet, e il giorno del BarCamp si ritrovano in un luogo informale dove hanno a disposizione una sala per discutere con i partecipanti. In Italia se ne sono organizzati già diversi con la partecipazione di centinaia di persone.Obiettivo del DemCamp è quello di mettere a confronto blogger, attivisti, movimenti, comitati di cittadini e organizzazioni civiche sulla crisi della democrazia e le iniziative e le nuove forme di partecipazione politica necessarie per contrastarla.Da subito è possibile aderire al comitato promotore e proporre argomenti da discutere nel corso del BarCamp.

A mio parere ogni momento di confronto è utile come momento di crescita culturale. Pertanto invito chi ci legge ad aderire all’iniziativa.

Ecco le istruzioni : in questa pagina è possibile iniziare da subito a proporre argomenti di discussione per il BarCamp: http://barcamp.org/demcamp
Il comitato organizzatore del DemCamp è ancora aperto.

Per farne parte basta compilare questo modulo ( cliccare qui sotto ):

radioradicale.it/aderisci-al-comitato-promotore-del-barcamp-esperimenti-democratici

Franca Corradini

il blog La conoscenza rende liberi  è iscritto