LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

regole del blog

conoscenzaL’idea del blog LA CONOSCENZA RENDE LIBERI e del sito omonimo e dei blog “figli” ( a cui si accede tramite l’home page del sito ), è nata dal desiderio di creare un punto di incontro tra idee diverse.

Confronto aperto, leale che si realizzerà in un clima civile con toni pacati.


Il blog è aperto a tutti.
Chiunque può inviare pezzi per la pubblicazione.

Non sono tollerati :

  1. BESTEMMIE
  2. INSULTI PERSONALI
  3. Insulti gratuiti ( che non abbiano a che fare con l’argomento del  post che si sta commentando )

Qualche parola forte che SOTTOLINEI l’argomento  può essere ACCETTABILE  purchè non vi siano ripetute segnalazioni negative  da parte dei lettori.

Insulti fuori contesto , bestemmie ed in particolar modo insulti PERSONALI SARANNO SANZIONATI.

SANZIONI:

PRIMA VOLTA : AMMONIZIONE con cancellazione del post o del commento
SECONDA VOLTA: MODERAZIONE PER UNA SETTIMANA DEI COMMENTI DELL’INSULTATORE  e non si pubblicano post  PER UNA SETTIMANA e/o cancellazione nel caso che il redattore posti da solo.
TERZA VOLTA : IDEM COME SOPRA PER UN MESE con cancellazione.
QUARTA VOLTA
: AD LIBITUM

Si potrà avere diritto ad una spiegazione/giustificazione, una sola in risposta alla sanzione.

Per il resto si applicano le leggi vigenti civili e penali ed i principi della Costituzione Italiana sui reati di apologia.

Alcuni redattori possono pubblicare da soli i propri post: sono quelli che trovate nella colonna  a fianco.

Chi  desidera  pubblicare può inviare i pezzi  a :

redazione@laconoscenzarendeliberi.it

file di testo ( txt ) o word senza particolari formattazioni per semplificare la  pubblicazione.

possibilmente corredati da un immagine allegata in formato originale ( jpg – gif – jpeg).

In caso contrario provvederemo a sceglierla ed  inserirla.

La pubblicazione avverrà in modo da non sovraccaricare il blog di pezzi nella stessa giornata.


Per commentare è sufficiente indicare un indirizzo mail e il vostro nome o nick.

Solo il primo commento sarà soggetto a moderazione.

Se la mail risulterà falsa il commento non verrà approvato.

La responsabilità degli scritti ( post e commenti ) è personale .

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.
Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte dalla rete internet. Qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del sito che provvedera’ alla loro pronta rimozione.
Il titolari del blog non sono responsabili per il contenuto dei commenti e degli articoli per i quali rimangono responsabili gli autori.

Annunci

2 thoughts on “regole del blog


  1. Care amiche e cari amici, cittadini europei
    anche se abbiamo già avuto il piacere di conoscerci assieme agli auguri per un passabile 2009 vi inviamo il Manifestino in forma ridotta del costituendo Partito Federalista Repubblicano. Vi saremo grati se vorrete fornirci le vostre considerazioni per un’azione che mira a creare in tempi brevi le condizioni per un progresso completo della società nazionale e di quella europea. Il nostro progetto vuole affrontare i problemi del nostro tempo in forma organicaca con spirito innovativo. Siamo semplici cittadini liberi da qualsiasi condizionamento di cultura liberale e federalista che non intendono riesumare alcun partito nazionale od europeo ma farne uno completamente nuovo per struttura organizzativa ovvero per Statuto. Scripta manent verba volant. Purtroppo la gente per bene è talmente schifata di come viene fatta la politica specie nel Brutto Paese (mai stato dal punto di vista della politica Bel Paese) che si è rinchiusa ancor più nel proprio privato. Anche i cittadini responsabili sono convinti che non sia possibile fare un partito politico diverso da quelli oggi in attività gestori di clientele e di malversazione. Nel giugno del prossimo anno dovremo eleggere il quasi inutile e costoso Parlamento dell’Unione Europea, una unitile e costosa unione politica che non risolve i problemi gravosi del nostro tempo. L’unione politica che ci serve in fretta è quella federalista che può iniziare dai paesi che hanno fondato per primi la comunità europea. Lo dobbiamo fare anche per il futuro della liberaldemocrazia oggi fortemente in “deficit democratico” per l’esistenza delle oligarchie nazionali generate dall’ attuale modello di Statuto adottato dalla prevalenza dei partiti politici europei e da tutti quelli del Brutto Paese. Ci attende un lavoro impegnativo. Nessuno potrà affermare onestamente dopo la presentazione del nostro progetto, che si rivolge a tutti i cittadini europei e non alle dirigenze politiche al potere che lo rifiuteranno per ragioni di sopravvivenza, che non è stato mai presentata una proposta politica che avesse le connotazioni federaliste europee e di una democrazia matura di cittadini responsabili. Nessuno potrà appropriarsi impunemente della nostra proposta che vuole altresì dimostrare che non è necessario essere professionisti della politica per formulare un progetto dai contenuti innovativi spesso auspicati dai cittadini di buon senso che hanno deciso di rimanere muti di fronte ad una gruppo di imbonitori sfaccendati che li depreda tutti i giorni. Nell’attuale situazione tutti i cittadini hanno il dovere morale di partecipare attivamente a creare le condizioni per un futuro migliore altrimenti non avranno il diritto di lamentarsi se le cose andranno male. Per terminare questa breve introduzione ci preme mettere in evidenza che la nostra cultura di riferimento è quella liberale e federalista ad iniziare da quella dei grandi della Costituzione Americana ma che siamo disposti ad imparare da tutte le altre culture affini alla nostra compresa quella della grande socialdemocrazia, Nel P.F.R. chi avrà la più alta responsabilità non sarà più importante del semplice iscritto. A cura della ZONA DI ATTIVITA’ FEDERALISTA EUROPEA – “Jean ORDNER” – LIGURIA Dicembre 2008

    Cittadini Europei ribadito che la libertà e la responsabilità sono alla base di una società civile, preso atto che la crisi perdurante dei paesi dell’area dell’Unione Europea ha origine dalla sopravvivenza dello stato nazionale sovrano e dall’involuzione della democrazia liberale in democrazia di una ristretta classe di professionisti della politica, considerato che i responsabili della crisi sono le inamovibili élites generate dagli Statuti dei vecchi partiti nazionali contrarie a qualsiasi cambiamento e ricambio che minacci la loro permanenza al potere preso atto che la crescita e la tutela della persona deve procedere nella direzione dell’attuazione della federazione europea e di una democrazia matura di cittadini responsabili liberati dalle tutele opprimenti dei propri delegati diventati una chiusa aristocrazia incontrollabile, considerato che i partiti sono tuttora necessari al sistema di democrazia rappresentativa occidentale perchè concorrono a determinare la politica nazionale ed europea, ribadita la necessaria separazione tra strutture statali e strutture religiose e l’importanza dei principi religiosi nella crescita completa della persona, preso atto che gli attuali partiti nazionali sono dominati da arroganti oligarchie che non intendono rinnovarsi per darsi la dimensione sovranazionale necessaria per formare una solidale coscienza europea presupposto per costruire in tempi accettabili lo stato federale europeo, convinti che i cittadini europei debbono essere i protagonisti del cambiamento e che gli eletti dal popolo non debbano possedere alcuna specializzazione per l’assunzione di qualsiasi responsabilità pubblica e di partito, convinti della piena validità dei principi liberali e federalisti come quello fondamentale che non esiste un uomo più importante di un altro uomo e che sia urgente fare un partito nuovo di dimensione europea per attuare una democrazia matura un gruppo di semplici cittadini liberi da qualsiasi condizionamento e di cultura liberale e federalista fondano per necessità il
    PARTITO FEDERALISTA REPUBBLICANO EUROPEO (P.F.R.E.)
    sovranazionale e decentrato che intende contribuire a realizzare gli obbiettivi seguenti:
    una coscienza europea per fare la federazione europea degli stati pronti a farla, una democrazia matura di cittadini responsabili, la partecipazione alla politica attiva come servizio, una informazione e formazione continua per meglio deliberare, la diffusione dei principi liberali e federalisti europei e altro che esalti il rispetto per la dignità della persona nella libertà.
    Il P.F.R.E. ha concepito uno Statuto innovativo rispetto a quello dei vecchi partiti che: fissa il numero e riduce la durata dei mandati pubblici e di partito, le elezioni primarie per la scelta dei delegati, la pari opportunità, l’autonomo contributo dei giovani alla definizione delle scelte politiche, l’ abolizione del sistema di cooptazione, la riduzione degli apparati e centri di potere, l’efficace controllo dei cittadini sull’ operato dei delegati, l’ introduzione rapida nello Statuto di strumenti che aumentino la partecipazione ed impediscano la formazione del sistema di oligarchia, definisce il ruolo dei vari Segretari politici come Coordinatori delle decisioni delle Assemblee, il divieto assoluto del cumulo degli incarichi, proclama l’eguale importanza di Governo ed Opposizione. Il P.F.R.E. ha sostituito l’attuale concezione élitaria e centralista del partito nazionale dominata da professionisti della politica e dal capo carismatico con quella assembleare decentrata che affida ai cittadini responsabili la scelta dei propri rappresentanti in base ai programmi stabiliti dalle Assemblee. Proponiamo un cammino faticoso e impegnativo che se richiederà molto coraggio,umiltà ed altruistico senso del servizio produrrà senza dubbio cambiamenti radicali e risultati positivi e duraturi. FACCIAMO QUALCOSA DI VERAMENTE RIVOLUZIO NARIO E LIBERALE: REALIZZIAMO L’UNIONE FEDERALE DEI POPOLI D’EUROPEA. IL P.F.R.E NON HA CAPI MA OORDINATORI. L’esiguità dello spazio ci impedisce di aggiungere altro. cell.: +393409786485 – Skype: ritugior A cura della ZONA DI ATTIVITA’ FEDERALISTA EUROPEA – Jean ORDNER – LIGURIA Dicembre 2008

  2. oggi con la prof di matematica mi sono annoiata moltissimo però mi piace un ragazzo come prof mi piace francese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...