LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Mafia S.p.A.

28 commenti

mafiaLa mafia non si è affatto dissolta con l’arresto dei boss Riina e Provenzano, latitanti per anni e catturati dallo Stato solo quando erano diventati ormai vecchi ed inutili. Quella che sembra morta è la mafia tradizionale, messa sotto processo dalle inchieste di Falcone e Borsellino, assassinati dai sicari della cosca più feroce dell’epoca, i Corleonesi. Oggi, la mafia è più ricca e potente di prima, non è scomparsa solo perché non ammazza più, usando le armi e compiendo stragi sanguinose per eliminare i suoi nemici, siano essi tenaci sindacalisti come Placido Rizzotto, attivisti politici come Peppino Impastato, giudici integerrimi come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Ci sono altre mafie che continuano a massacrare le persone: la Camorra del clan di Casalesi, la ‘Ndrangheta calabrese o alcune tra le più efferate mafie straniere. La mafia siciliana evita di ammazzare perché non vuole più esporsi alle facili ritorsioni dello Stato, per offrire l’impressione di non esistere più. Infatti, rinuncia a mostrarsi, preferisce ripararsi dietro una facciata apparentemente più rispettabile e borghese.

Dunque, ciò significa che la mafia non esiste più? Niente affatto. La mafia ha solo imparato a dissimularsi meglio. Essa continua ad agire indisturbata in una veste nuova. L’assetto del potere mafioso si è aggiornato in forme moderne. Anche la mafia ha subito un processo di mutazione antropologica e culturale. Dunque, la mafia si è ristrutturata, diventando un’holding company molto potente, una corporation tecnologicamente avanzata, un’impresa finanziaria multinazionale. Insomma, la mafia è a capo di un impero economico globale ed oggi è la prima azienda del sistema capitalistico italiano, una grossa compagnia imprenditoriale che vanta il più ricco volume d’affari del Paese.

Come racconta Roberto Saviano nel suo best seller Gomorra, la mafia è diventata una potente società finanziaria. La nuova mafia è fondamentalmente un’organizzazione imprenditoriale che esercita i suoi affari con un obiettivo primario: il profitto economico. Per raggiungere il quale è disposta a tutto, anche a servirsi dei mezzi più sporchi e disonesti. E per vincere la competizione è pronta a minacciare, corrompere, ad eliminare fisicamente i suoi avversari. Alla stessa maniera di altri gruppi imprenditoriali, come le imprese multinazionali che uccidono gli attivisti politici e sindacali in America Latina o in Africa perché si oppongono alla loro ingerenza economica e militare.

Lucio Garofalo

Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

28 thoughts on “Mafia S.p.A.

  1. la mafia lavora nel silenzio, coi politici, con la finanza, con la massoneria che in meridione é ancora potente e nessuno ne parla…
    e lavora pure coi tagli di questo governo alle forze dell’ordine: che cazzo di controllo del territorio si può fare se hai una macchina mezza rotta pochi uomini con turni faticosi , poca benzina e devi farti vedere in certi posti e puoi farlo solo a spizzichi e bocconi?
    Anche così si aiuta la mafia, impedendo il controllo nei fatti.

  2. Denunciata all’Interpol Pm Firrao(di famiglia piduina neoborbonica) di Siena e Ispettore Stramaglia(parente famiglia mafiosa Stramaglia di Bari, collusa con Provenzano) di Poggibonsi per presunto Favoreggiamento,di un falso Re di Svevia,Barbaccia, cugino accompagnatore di Provenzano, la pm ,e per collusione l’ispettore con elementi responsabili di commercio internazionale di cocaina, truffe, prostituzione e definiti da giudici spagnoli associazione a delinquere di stampo mafioso massonico.

    L’inghilterra invasa da falsi Ordini equestri del falso Ordine teutonico del Falso Re di Svevia Barbaccia di Poggibonsi, i cui membri sono indicati dai giudici spagnoli associazione a delinquere mafiosa internazionale.Chiesto al Dicastero Interni e a Sua Maestà l’espulsione di tale Ordine Fasullo di Barbaccia, parente famiglia appartenente Gotha mafia e cugino accompagnatore di boss Provenzano

    Ucle consumatori ha chiesto al Ministro Interno Spagnolo e a Sua Maesta’ il Re di Spagna di smantellare tutti falsi Ordini illegittimi Equestri Teutoni di Josè Manuel Mosquero Gran Master falso Ordine Bonaria e Gran master Falso Ordine Teutone del Falso re di Svevia Paolo Francesco Barbaccia , cugino dell’accompagnatore di Provenzano ,famiglia Gotha mafia, colluso con Mosquero in falso Ordine Bonaria e con Mingolla, torturatore ,membro compagnia della morte,secondo stampa e giudici spagnoli, trafficante droga, con Aldo Colleoni, Gran Master ordine Bonaria e Teutone , falso docente universitario in Mongolia , rinviato a Giudizio per truffa,falso a Macerata e colluso con Gran Master Ordine falso Bonaria e Teutone , con ispettore anticrimine PoggibonsiStramaglia, si dice,parente con Clan mafioso Stramaglia pugliese .Barbaccia, colluso con Ordine Costantiniano neoborbonico ,non riconosciuto da Sua Maestà Re Juan Carlos ,penetra la Spagna , tramite Josè Manuel Mosquero y Castel , con ordini fasulli Teutoni gemellati con Ordine Costantiniano illegittimo , per combattere quello vero spagnolo, con il responsabile movimento neoborbonico italiano,Salvatore Lanza ,colluso,in ordine Teutone e Bonaria.L’ordine Costantiniano Spagnolo di Sar il Principe don Carlos Borbon, nominato da Sua Maestà il re quale sovrano legittimo Ordine Costantiniano, si ritrova in Spagna destabilizzato dagli Ordini Costantiniani illegittimi Italiani della Dinastia Borbone-Crociani. Secondo quanto afferma l’ex presidente Cossiga che ha rifiutato l’Ordine Costantiniano del Borbone italiano,alcune associazioni neoborboniche sono scese a patto con la mafia e massoneria deviata. Certamente Barbaccia e’ colluso con la neoborbonica Marina Salvatore, addetta di sette sataniche neoborboniche ove dice ci siano magistrati neoborbonici sotto cappucci rossi.Stranamente Stramaglia, gran priore ordine Bonaria e Teutone di Barbaccia,collega di Josè Manuel Mosquera y Castel ,denuncia i giornalisti che su blog affermano che Barbaccia sia cugino accompagnatore boss Provenzano(anche se e’ circostanza che ammmette lo stesso Barbaccia, per intimorire la stampa) e la Pm Francesca Firrao di Siena , neoborbonica ,collusa con Marina Salvatore ,cui svela le sue decisioni in anteprima ,come scrive la stessa Marina Salavtore sul blog Megaride, e’parente ex cassiere P2 , Ruggero Firrao, e perseguita giornalisti e legittima erede Federico II di Svevia.

  3. http://www.intopic.it/forum/italia/silvio-berlusconi/46588/

    FALCONE E’ VIVO:SI E’ RIFUGIATO IN SPAGNA OVE CONTINUA LA SUA LOTTA ALLA MAFIA!

    FALCONE VIVE!

    FALCONE E BORSELLINO SONO VIVI:SON TORNATI PER TOGLIERE IL BAVAGLIO ALLA STAMPA! ORA CONTINUANO LA LORO LOTTA IN SPAGNA! OVUNQUE VEDIATE UN MAGISTRATO RIBELLE PER AMORE DI GIUSTIZIA E VERITA’ SAPPIATE CHE LI’ E’ LA DIMORA DEL LORO SPIRITO INDENNE E IMPERITURO ! NON UNO, MA MIGLIAIA SONO I GIUDICI CHE ANELANO ALLA VERA LOTTA AL MALE:NON LASCIAMOLI SOLI! DIFFONDETE LA NOTIZIA che ” FALCONE E BORSELLINO SONO VIVI!”SONO PAZZI COLORO CHE PENSAVANO DI AVERLI ASSASSINATI!”SAPPIATE COGLIERE LA LORO EREDITA’ NELL’ORA IN CUI AI FALCHI , AQUILE E COLOMBE,SI OPPONGONO I CORVI! GRIDATE SULLE PIAZZE , ALLA LUCE E NELL’ORA DELLE TENEBRE ED OVUNQUE C’E’ L’ INGIUSTIZIA :”FALCONE E BORSELLINO SONO VIVI! A GRIDARLO SIANO ANCHE QUEI GIUDICI ED EROI DI GIUSTIZIA E VERITA’, LASCIATI SOLI NELL’ORTO DI GETSMANI,NELL’ORA IN CUI IL CORAGGIO E’ADDITATO COME FOLLIA E LA VILTA’ VIEN SPACCIATA PER SAGGEZZA!”(CLUB FALCONE E BOSELLINO SONO VIVI)
    —————————————————–

    Falcone e Borsellino vivono ancora ,ma non in Italia! Il loro spirito e’emigrato indignato in Spagna e rivive nella lotta di magistrati spagnoli contro l’internazionale della droga e del malaffare che oggi si serve anche della copertura di falsi principi e dell’esercito di Falsi Ordini equestri, definiti” associazione a delinquere di sette mafiose sataniche”, dai giudici spagnoli. Tali Ordini Spagnoli, Bonaria e Teutonico, per i quali lo stesso falso re di Poggibonsi raccoglie donazioni e soldi a Poggibonsi, fanno capo e sono collusi con il cugino dell’accompagnatore di Provenzano , Paolo Francesco Barbacccia , che usa indebitamente,usurpandolo e disonorandolo ,il cognome di Federico II von Hohenstaufen. Non riuscendo ad aggiungerselo, si e’ aggiunto quello della nonna Viscardi(poeretta non sapeva di essere imperatrice di Sicilia e si sarà pure spaventata dall’altro mondo, ove vedendo solo la verità,invano tira l’orecchio al nipote per ammonirlo di non spararla troppo grossa la balla…) che tenta di spacciare da epiteto comune a tutti i furbi, nel cognome Altavilla, solo perchè Ruggero Altavilla era Furbo ossia Viscardo.Cio’ dopo che e’fallito il progetto di farsi adottare da un certo Caspis,che si è invece scoperto ,fosse falso re , come emerge dal libro ove e’ indicato ,falso Re di Svevia che annovera le peripezie araldiche di Tre falsi Re di Svevia,ossia Caspis, BARBACCCIA, Calabria)ed Pamom autore P. Poli.Non abbiamo letto il libro ma letto i passi essenziali su internet .Tutti gli storici e provateci a controllare, concordano con il defunto storico che,può aver avuto mille difetti, ma non quello di aver sbagliato su Barbacccia.La periza araldica del Falso Re di Svevia di Godrano residente a Poggibonsi, infatti ,e’ stata stesa da Lo Piccolo. La saggezza popolare ci indurrebbe a concludere che lui , definito parente di famiglia appartenente Gotha mafia e clan Provenzano,abbia come perito Lo Piccolo, non a caso. Ma visto che la Pm Firrao evita accuratamente di chiedere al perito Lo Piccolo se sia parente del clan loPiccolo come tutti affermano e chiede invece se sia parente di Barbaccia, ci irrita, perche’ fà sospettare abbia voluto rendere manifesta la prova che era decisoria per chiudereil cerchio!L’Ispettore Stramaglia (GRAN MASTER di Giustizia dell’Ordine Bonaria,e Ordine teutonico entrambi falsi di principi e certo falso principe Josè Manuel Mosquera y Castel , alleato di torturatori anlio(Alfredo)Mingolla noto come falso vescovo Alfredo Mingola Montrezza, Me venditori di cocaina, noto omicida)non siaccorge poi che sia l’interrnazionale del traffico droga prostituzione riciclaggio ecc)e porta avanti una denuncia di diffamazione contro storici e giornalisti che dicono praticamente solo un millesimo di quanto affermano i Giudici Spagnoli e la stampa spagnola contro BARBACCIA ed i suoi Ordini(ossia solo , essendosi candidato alle elezioni era di pubblio interesse sapere che sia un parente di famiglia definita dai giudici Gotha mafia), si beccano una querela curata dall’Ispettore Stramaglia (dicono parente del clan mafioso usura e stupefacenti Stramaglia di Bari )che si scopre sia un Gran Priore dell’Ordine di Barbacccia definito associazione a delinquere mafiosa piduina in Spagna.La Pm Firrao, ahimè,sembra scelta su misura:borbonica famiglia di estrazione piduina.E’giusto che i frutti non siano giudicati dall’albero,ma solo se non finiscono con il marcire ai piedi di esso.

    Abbiamo letto sentenze di giudici spagnoli sui falsi ordini del falso principe di Poggibonsi ed i commenti relativi ai falsi ordini equestri del falso Re di Poggibonsi Paolo Francesco Barbacccia Viscardi,per caso.Dovete scusarci se non usiamo farina del nostro sacco e ricorriamo ad ampie citazioni, ma a proposito di giustizia, non troviamo di meglio che dar la parola a chi se n’è occupato più a lungo di noi. Recentemente sugli scaffali sono arrivati due libri dedicati alla materia: uno è firmato da Stefano Livadiotti, giornalista de L’Espresso, l’altro da Stefano Zurlo del Giornale. Pur con titoli differenti (Magistrati, l’ultracasta e La legge siamo noi), trattano dello strapotere dei giudici, da entrambi definiti categoria di intoccabili, che neppure di fronte agli errori o ai reati più gravi è chiamata a rispondere. E’ Evidente che la Pm Francesca Firrao di Siena abbia preso una cantonata o abbia sbagliato in buona fede ,sino a prova contraria, ove consenta ancora al falso re di Svevia ,a capo di una multinazionale di patacche definita dai magistrati spagnoli” truffa di criminali”.E’ legittimo sospettare che la Pm con Stramaglia, sia palesemente favoreggiatrice di un falso re di Svevia a capo di ordini definiti dai giudici vera associazione a delinquere di stampo mafioso -massonica deviata. Non abbiamo pregiudizi sulla Pm , ma la circostanza che ,sebbene informata della vera cifra della vicenda,sembri voglia scendere per ogni abisso per aiutare questo individuo amico di assassini, falsari, satanisti,spacciatori di cocaina, torturatori,ci fa temere che essendo di estrazione piduina neoborbonica,abbia interessi a difendere costui, in un territorio crocevia di mafie, della p2e di logge massoniche deviate , dando prova diun presunto patto oscuro tra compari di malaffare tra forze dell’ordine e nel tribunale di Siena.Attendiamo fiduciosi l’esito dell’esposto al Csm,alla luce dello tsunami di giudici che stigmatizzano e marchiano il Falso re di Svevia di tutti i reati dei soci in malaffare.Ma non ci fermeremo all’inerzia del Csm,definito “Mostro” da Brunetta. I suindicati volumi attingono agli atti della Disciplinare del Consiglio superiore della magistratura, la sezione che dovrebbe vigilare sul comportamento delle toghe, e ciò che vien fuori è un atto d’accusa implacabile, al cui confronto gli interventi della comune delinquenza appaiono teneri ammonimenti. Diamo voce al cronista del settimanale debenedettiano: «Quella dei giudici e dei pubblici ministeri (…) (…) è la madre di tutte le caste. Uno Stato nello Stato, governato da fazioni che si spartiscono le poltrone in base a una ferrea logica lottizzatoria e riescono a dettare l’agenda alla politica. Un formidabile apparato di potere che, sventolando spesso a sproposito il sacrosanto vessillo dell’indipendenza, e facendo leva sull’immagine dei tanti magistrati-eroi, è riuscito a blindare la cittadella della giustizia, bandendo ogni forma di meritocrazia e conquistando per i propri associati un carnevale di privilegi». Gli aneddoti raccolti dai due colleghi offrono un’immagine devastante di chi è chiamato ad amministrare la giustizia. Non solo ma nelcaso di Siena vi e’l’aggavanteche un Pm sia scesa in campo a combattere giornalisti per difendere ed occultare una associazione a delinquere di stampo mafioso.Siamo certi che la Pm si ravveda ,in virtù della sua giovane età e forse buona fede, che ci invita a non infierire pubblicamente sulla stessa che con il suo operare resta fortemente sospettata voglia essere solo una pistola in affitto della mafia.La invitiamo sapendo che ci legge, a non alimentarne la temerarietà,poichè alla luce della vera identita’ sia le forze dell’ordine che la Pm danno prova ,non inquisisendolo per i reati emersi nell’associazione a delinquere ,di cui il falso re di Svevia fa parte , di esserne loro stessi parte nel medesimo disegno criminoso. Niente è piu’ forte della verità ed e’ per questo che siamo sereni!
    FALCONE E’ VIVO:SI E’ RIFUGIATO IN SPAGNA OVE CONTINUA LA SUA LOTTA ALLA MAFIA!

    FALCONE VIVE!

    FALCONE E BORSELLINO SONO VIVI:SON TORNATI PER TOGLIERE IL BAVAGLIO ALLA STAMPA! ORA CONTINUANO LA LORO LOTTA IN SPAGNA! OVUNQUE VEDIATE UN MAGISTRATO RIBELLE PER AMORE DI GIUSTIZIA E VERITA’ SAPPIATE CHE LI’ E’ LA DIMORA DEL LORO SPIRITO INDENNE E IMPERITURO ! NON UNO, MA MIGLIAIA SONO I GIUDICI CHE ANELANO ALLA VERA LOTTA AL MALE:NON LASCIAMOLI SOLI! DIFFONDETE LA NOTIZIA che ” FALCONE E BORSELLINO SONO VIVI!”SONO PAZZI COLORO CHE PENSAVANO DI AVERLI ASSASSINATI!”SAPPIATE COGLIERE LA LORO EREDITA’ NELL’ORA IN CUI AI FALCHI , AQUILE E COLOMBE,SI OPPONGONO I CORVI! GRIDATE SULLE PIAZZE , ALLA LUCE E NELL’ORA DELLE TENEBRE ED OVUNQUE C’E’ L’ INGIUSTIZIA :”FALCONE E BORSELLINO SONO VIVI! A GRIDARLO SIANO ANCHE QUEI GIUDICI ED EROI DI GIUSTIZIA E VERITA’, LASCIATI SOLI NELL’ORTO DI GETSMANI,NELL’ORA IN CUI IL CORAGGIO E’ADDITATO COME FOLLIA E LA VILTA’ VIEN SPACCIATA PER SAGGEZZA!”(CLUB FALCONE E BOSELLINO SONO VIVI)
    —————————————————–

    Falcone e Borsellino vivono ancora ,ma non in Italia! Il loro spirito e’emigrato indignato in Spagna e rivive nella lotta di magistrati spagnoli contro l’internazionale della droga e del malaffare che oggi si serve anche della copertura di falsi principi e dell’esercito di Falsi Ordini equestri, definiti” associazione a delinquere di sette mafiose sataniche”, dai giudici spagnoli. Tali Ordini Spagnoli, Bonaria e Teutonico, per i quali lo stesso falso re di Poggibonsi raccoglie donazioni e soldi a Poggibonsi, fanno capo e sono collusi con il cugino dell’accompagnatore di Provenzano , Paolo Francesco Barbacccia , che usa indebitamente,usurpandolo e disonorandolo ,il cognome di Federico II von Hohenstaufen. Non riuscendo ad aggiungerselo, si e’ aggiunto quello della nonna Viscardi(poeretta non sapeva di essere imperatrice di Sicilia e si sarà pure spaventata dall’altro mondo, ove vedendo solo la verità,invano tira l’orecchio al nipote per ammonirlo di non spararla troppo grossa la balla…) che tenta di spacciare da epiteto comune a tutti i furbi, nel cognome Altavilla, solo perchè Ruggero Altavilla era Furbo ossia Viscardo.Cio’ dopo che e’fallito il progetto di farsi adottare da un certo Caspis,che si è invece scoperto ,fosse falso re , come emerge dal libro ove e’ indicato ,falso Re di Svevia che annovera le peripezie araldiche di Tre falsi Re di Svevia,ossia Caspis, BARBACCIA, Calabria)ed Pamom autore P. Poli.Non abbiamo letto il libro ma letto i passi essenziali su internet .Tutti gli storici e provateci a controllare, concordano con il defunto storico che,può aver avuto mille difetti, ma non quello di aver sbagliato su Barbacccia.La periza araldica del Falso Re di Svevia di Godrano residente a Poggibonsi, infatti ,e’ stata stesa da Lo Piccolo. La saggezza popolare ci indurrebbe a concludere che lui , definito parente di famiglia appartenente Gotha mafia e clan Provenzano,abbia come perito Lo Piccolo, non a caso. Ma visto che la Pm Firrao evita accuratamente di chiedere al perito Lo Piccolo se sia parente del clan loPiccolo come tutti affermano e chiede invece se sia parente di ****, ci irrita, perche’ fà sospettare abbia voluto rendere manifesta la prova che era decisoria per chiudereil cerchio!L’Ispettore Stramaglia (GRAN MASTER di Giustizia dell’Ordine Bonaria,e Ordine teutonico entrambi falsi di **** e certo falso principe Mosquera alleato di torturatori e venditori di cocaina, noto omicida)non siaccorge poi che sia l’interrnazionale del traffico droga prostituzione riciclaggio ecc)e porta avanti una denuncia di diffamazione contro storici e giornalisti che dicono praticamente solo un millesimo di quanto affermano i Giudici Spagnoli e la stampa spagnola contro BARBACCCIA ed i suoi Ordini(ossia solo , essendosi candidato alle elezioni era di pubblio interesse sapere che sia un parente di famiglia definita dai giudici Gotha mafia), si beccano una querela curata dall’Ispettore Stramaglia (dicono parente del clan mafioso usura e stupefacenti Stramaglia di Bari )che si scopre sia un Gran Priore dell’Ordine di Barbacccia definito associazione a delinquere mafiosa piduina in Spagna.La Pm Firrao, ahimè,sembra scelta su misura:borbonica famiglia di estrazione piduina.E’giusto che i frutti non siano giudicati dall’albero,ma solo se non finiscono con il marcire ai piedi di esso.

    Abbiamo letto sentenze di giudici spagnoli sui falsi ordini del falso principe di Poggibonsi ed i commenti relativi ai falsi ordini equestri del falso Re di Poggibonsi Paolo Francesco Barbacccia Viscardi,per caso.Dovete scusarci se non usiamo farina del nostro sacco e ricorriamo ad ampie citazioni, ma a proposito di giustizia, non troviamo di meglio che dar la parola a chi se n’è occupato più a lungo di noi. Recentemente sugli scaffali sono arrivati due libri dedicati alla materia: uno è firmato da Stefano Livadiotti, giornalista de L’Espresso, l’altro da Stefano Zurlo del Giornale. Pur con titoli differenti (Magistrati, l’ultracasta e La legge siamo noi), trattano dello strapotere dei giudici, da entrambi definiti categoria di intoccabili, che neppure di fronte agli errori o ai reati più gravi è chiamata a rispondere. E’ Evidente che la Pm Francesca Firrao di Siena abbia preso una cantonata o abbia sbagliato in buona fede ,sino a prova contraria, ove consenta ancora al falso re di Svevia ,a capo di una multinazionale di patacche definita dai magistrati spagnoli” truffa di criminali”.E’ legittimo sospettare che la Pm con Stramaglia, sia palesemente favoreggiatrice di un falso re di Svevia a capo di ordini definiti dai giudici vera associazione a delinquere di stampo mafioso -massonica deviata. Non abbiamo pregiudizi sulla Pm , ma la circostanza che ,sebbene informata della vera cifra della vicenda,sembri voglia scendere per ogni abisso per aiutare questo individuo amico di assassini, falsari, satanisti,spacciatori di cocaina, torturatori,ci fa temere che essendo di estrazione piduina neoborbonica,abbia interessi a difendere costui, in un territorio crocevia di mafie, della p2e di logge massoniche deviate , dando prova diun presunto patto oscuro tra compari di malaffare tra forze dell’ordine e nel tribunale di Siena.Attendiamo fiduciosi l’esito dell’esposto al Csm,alla luce dello tsunami di giudici che stigmatizzano e marchiano il Falso re di Svevia di tutti i reati dei soci in malaffare.Ma non ci fermeremo all’inerzia del Csm,definito “Mostro” da Brunetta. I suindicati volumi attingono agli atti della Disciplinare del Consiglio superiore della magistratura, la sezione che dovrebbe vigilare sul comportamento delle toghe, e ciò che vien fuori è un atto d’accusa implacabile, al cui confronto gli interventi della comune delinquenza appaiono teneri ammonimenti. Diamo voce al cronista del settimanale debenedettiano: «Quella dei giudici e dei pubblici ministeri (…) (…) è la madre di tutte le caste. Uno Stato nello Stato, governato da fazioni che si spartiscono le poltrone in base a una ferrea logica lottizzatoria e riescono a dettare l’agenda alla politica. Un formidabile apparato di potere che, sventolando spesso a sproposito il sacrosanto vessillo dell’indipendenza, e facendo leva sull’immagine dei tanti magistrati-eroi, è riuscito a blindare la cittadella della giustizia, bandendo ogni forma di meritocrazia e conquistando per i propri associati un carnevale di privilegi». Gli aneddoti raccolti dai due colleghi offrono un’immagine devastante di chi è chiamato ad amministrare la giustizia. Non solo ma nelcaso di Siena vi e’l’aggavanteche un Pm sia scesa in campo a combattere giornalisti per difendere ed occultare una associazione a delinquere di stampo mafioso.Siamo certi che la Pm si ravveda ,in virtù della sua giovane età e forse buona fede, che ci invita a non infierire pubblicamente sulla stessa che con il suo operare resta fortemente sospettata voglia essere solo una pistola in affitto della mafia.La invitiamo sapendo che ci legge, a non alimentarne la temerarietà,poichè alla luce della vera identita’ sia le forze dell’ordine che la Pm danno prova ,non inquisisendolo per i reati emersi nell’associazione a delinquere ,di cui il falso re di Svevia fa parte , di esserne loro stessi parte nel medesimo disegno criminoso. Niente è piu’ forte della verità ed e’ per questo che siamo sereni!

  4. Lei ospita sul suo blog i commenti del blogger che sia in concorso con una persona inviata al giudizio. Per tanto per il diritto di cronaca dobbiamo dare la possibilità al lettore di sentire un’altra campana contro quelle di una calunniatrice (l’ultima denuncia di persecuzione telematica alla polizia postale il 05/10/2009 )

    http://www.teutonici.com/araldo3.htm
    Nota. Per diritto di cronaca e trasparenza immagine.

    Visto i continui attacchi calunniose mossi da parte del Blogger “heraldrynet” sulle pagine “Heraldry Veruli Saxe Coburgo Gotha” ci troviamo costretti e obbligati ad informare i lettori, le Istituzioni, Associazioni e privati che vengono continuamente contattati da parte di “ignoti” a proposito dell’Ordine Teutonico Dinastico,del Gran Maestro, dei suoi collaboratori e delle persone assolutamente estranee, che è stata già fissata la data del processo per calunnia e diffamazione che vede imputata la sig.ra Kathrin Ira Yasmine Aprile von Hohenstaufen Puoti, mentre in risposta alla querela della sig.ra Gelsomina Aprile (sedicente Yasmin Hohenstaufen) contro il Gran Maestro del nostro Ordine P.pe Paolo Francesco **** Viscardi, dal medesimo è stata depositata una contro querela nei confronti dell’utente “heraldrynet” e della sig.ra Gelsomina Aprile (sedicente Yasmin Hohenstaufen) per diffamazione, falso, calunnia e persecuzione telematica con più azioni di disegno criminoso.

    L’udienza avrà luogo il 24 giugno 2009 alle ore 9.00 presso il Tribunale di Siena.

    ***
    L’ultimo aggiornamento – 25.06.2009.
    Per diritto di cronaca.

    A proposito dell’udienza penale del 24 giugno 2009. La prima udienza ha avuto luogo in contumacia. La prossima è fissata per il 24 febbraio 2010 sempre presso il Tribunale di Siena alle ore 12.00.

  5. E portaci per testimone a tuo favore Mosquera , Mingolla, Colleoni, Stramaglia, Gelli e Provenzano!

  6. Noi riteniamo che i giornalisti e storici i quali hanno sottoscritto querela in Spagna contro Barbaccia,ed hanno affermato quanto sul sito inquisito http://www.federicostupormundi.it/a_proposito_dei_d.htm, abbiano detto ben poco e tutto sia nulla rispetto alla realtà dei fatti.La Pm Firrao, famiglia borbonica di estrazione piduina, se vorrrà continuare a correre per ogni abisso, darà solo corpo al legittimo sospetto di essere realmente collusa con Stramaglia, mafia, p2, sette sataniche neoborbonica, internazionale dei narcotrafficanti, crimini, prostituzione.In quel covo schifoso non ci sarà il processo a semplici intestatarie di un sito che lo avevano revocato, ma alla libera stampa che vi ha gia’ trascinato presso giudici spagnoli.La Pm Firrao se spontaneamente, essendo parte lesa e collusa con Stramaglia,sospetta collusione con club satanici neoborbonici di Marina Salvatore, non demanda il processo a Genova, renderà nulli tutti gli atti, quindi Barbaccia, non sfuggirai alla Giustizia, perchè ormai il caso e’ sotto gli occchi dei magistrati di mezzo mondo!

  7. Ma questo e’ proprio il segno che lo Stato è caduto nella merda!Si arresta e si ammazzia un povero ragazzo come Cucchi, per pochi grammi di cocaina e si lascia libero Barbaccia, Mingolla, Mosquera, un Ispettore di polizia come StraamgliA colluso con Ordini equestri di narcotrafficanti!

    Che schifo!

  8. Mingolla collega del Barbaccia, aveva con sè 350 kg di cocaina!Orden Bonaria cocaabbonamento?

  9. Sedicente e’ Barbaccia ,il falso re di Svevia ,che abusa del cognome Hohenstaufen, che non avrà mai, non chi lo ha suoi suoi documenti storici ed anagrafici dal 1250 ai giorni nostri!come si permette questo pataccaro di chiamare sedicenti i veri Hohenstaufen!Da quanto in quà l’accompagnatore di Provenzano era discendente di Federico II ed altezza Imperiale? Altezza Imperiale della minchia?

  10. Ai Sensi Autotutela contro diffamazioni, calunnie, falso , intimidazioni di Barbaccia
    DENUNCIATA A INTERPOL PM FIRRAO PRESUNTO FAVOREGGIAMENTO MAFIA: Falsi Ordini di Barbaccia, cugino accompagnatore Provenzano,”Associazione a delinquere mafiosa massonica di falsi nobili, truffatori internazionali mercanti di droga,cocaina ,prostituzione,satanisti, crimini , torture,in scomparse giovani donne,pedofilia.L’Ispettore Stramaglia in falsi Ordini con criminali internazionali.
    DENUNCIATO AD INTERPOL FALSO ORDINE DINASTICO TEUTONICO FALSO PRINCIPE BARBACCIA GEMELLATO CON ORDEN BONARIA FALSO PRINCIPE JOSE’ MANUEL MOSQUERA 1 e Mingola narcotrafficante

  11. VOGLIAMO SAPERE DALLA CASSAZIONE E CSM SE E’ LECITO CHE PM DI SIENA FIRRAO COLLUSA CON Ispettore STRAMAGLIA e FORZE DELL’ORDINE SIA GUARDIANA DI BARBACCIA FALSO RE DI SVEVIA CUGINO ACCOMPAGNATORE PROVENZANO, COLLUSO IN ORDINI MAFIOSI! SAPPIAMO CHE MOLTI GIUDICI SONO COLLUSI CON MAFIA ,SETTE SATANICHE!ORA CHE NE AVETE LE PROVE,QUALI PROVVEDIMENTI CONTRO LA PM FIRRAO?
    IL VOSTRO SILENZIO E’ SOLO LA PROVA CHE SIETE PARTE INTEGRANTE DI PATTI OSCURI TRA STATO E MAFIA?
    DENUNCIATO AD INTERPOL FALSO ORDINE DINASTICO TEUTONICO FALSO PRINCIPE BARBACCIA GEMELLATO CON ORDEN BONARIA FALSO PRINCIPE JOSE’ MANUEL MOSQUERA

    IN RELAZIONE A RICHIESTA TRASFERIMENTO ATTI A GENOVA,ALLA LUCE DELLA CONCLAMATA INDIVIDUAZIONE MAFIOSA DEGLI ORDINI DI STRAMAGLIA E BARBACCIA E FIRRAO; QUALI PROVVEDIMENTI PRENDE LA CASSAZIONE E CSM?E’ VERO CHE AI GIUDICI E’ CONSENTITA L’IMPUNITA’ E PASSEPartout A DELINQUERE?

    il Blog “Ai Sensi autotutela contro le calunnie e diffamazione di Barbaccia”, ci induce smascherare costui , attraverso una confutazione pubblica della sua rozza e mastodontica mistificazione e truffa,e stalking persecuotrio diffamatorio contro legittimi eredi di Federico II, perchè di truffa colossale si tratta non solo contro la Storia, ma contro la credulità popolare!E’ d’obbligo sollecitare confutazione giudiziale ed extragiudiziale , sollecitando una indagine sul suo operato, soprattutto alla luce del concorso e collusione con Ordini Fasulli definiti chiaramente associazione a delinquere di stampo mafioso, massonico deviato e satanico!Trattasi, a questo punto di pubblico pericolo.Toccava alle forze dell’Ordine , smascherare Barbaccia,.Invece le forse dell’Ordine sono solerte a massacrare un povero ragazzo come Cucchi, per due bustine ,ma ad inginocchiarsi a Barbaccia Gran Priore di Narcotrafficanti,e venditori di cocaina.Individui come l’ispettore Stramaglia, Gran Master di Barbaccia, sono elementi da arrestare in flagranza di reato.(Stramaglia di famiglia appartenente alla corona unita barese , di narcotrafficanti, Gran master, del Fasullo Re di Svevia, cugino dell’accompagnatore di Provenzano, è la riprova che la mafia è ormai penetrata nello Stato.) La conferma è che tutore della virginità di Barbaccia, elemento colluso con criminali , narcotrafficanti, dediti a pedofilia ,prostituzione, pornografia per mercati dediti a prostituti transessuali, riciclaggio armi, truffe internazionali , sia La Pm Firrao di origine cosentina, famiglia borbonica piduina, è solo la spia dell’Orgia del Potere della mafia e nuova P2, sette sataniche, che celebra il patto oscuro Mafia -Stato. Ora tutti sappiamo chi è Barbaccia e di quale specie siano magistrati e sbirri che lo difendono! Ora tutti sanno che Barbaccia non è solo parente di famiglia appartenente Gotha Mafia, ma cellula viva della mafia collusa con elementi dello stato, chiesa , magistratura, forze dell’Ordine!Barbaccia, calunniatore di professione, come si puo’ notare dai reperti , corpo di reato sottoindicati, e’ la riprova di come l’insulto sia sintomo diabolico, ovvero diabolica calunnia abbreviata,ovvero “Esti i loidoria , diavoli sintomos”.Infatti abbiamo fornito le prove di come sia colluso non solo con sette sataniche , ma anche mafiosamente e crassamente innestato nel palinsesto della mafia di cui sono favoreggiatori elementi come Stramaglia e Firrao ed il Tribunale di Siena!Il vero Scandalo è che le campagne antimafie sono condotte soltanto per rivalita’ di cosche e rivalità per sostituirsi …scambiando campagne pianificate per interessi privati, per antimafia.Non si spiega altrimenti perche’ si tolleri una fogna a cielo aperto come gli ordini equestri del falso Re di Svevia Barbaccia da giudici, polizia ,Ministero Interno spagnolo ,definiti “associazione a delinquere mafiosa di sette sataniche!Questa è stata la nostra vera battaglia contro la mafia!Aver smascherato che dietro una semplice vicenda araldica, c’era la fogna della mafia!(COMITATO UNCLE; ASS. STAMPA STORICA; GIOVANI ANTIMAFIA; FREE PRESS ASS)

  12. ——–
    Publicado por Martín Armada Teixido en martes, septiembre 02, 2008
    Etiquetas: Control Mental, Misterio, Satanismo, Sectas
    3 comentarios:
    antisectas dijo…
    Me ha llamado la atención que un antiguo líder de la OTO, Jorge Labbe Isla, sea ahora el responsable en Chile de la secta Orden Bonaria, un grupo folklórico liderado José Manuel Mosquerá y Casteló.
    ¿Se podría denominar a la Orden Bonaria como secta atrapada en el satanismo y la depravación homosexual, según eso y lo que apunta la noticia sobre gays?

    Orden Bonaria: farsa y estafa
    by d.l. Friday, Feb. 04, 2005 at 9:57 PM

    José Manuel Mosquera y la falsa y estafadora Orden Bonaria

    José Manuel Mosquera lleva una carrera loca, propia de un psicópata (tiene un evidente tratorno bipolar demostrado), por apropiarse de títulos nobiliarios que hinchen su ego.
    Para satisfacer sus ansias, se ha autoproclamado recientemente con títulos nobiliarios falsos gran maestre de una inexistente Orden Bonaria de las Islas Canarias, orden declarada apócrifa y falsa desde la central con este texto: “Ante la aparición de apócrifas y seudo órdenes autodenominadas “Orden Bonaria” y a fin de no confundir a las personas de buena fé, el Consejo Magistral por resolución unánime 05/04 de fecha 8 de mayo de 2004, ha dispuesto suspender cualquier Priorato, Bailiato o Representación alguna de ésta Soberana Orden en todo el territorio español; por lo que de ahora en más los Caballeros Bonarios Españoles dependerán directamente de la Sede Magistral Unica, residente en la Ciudad de Buenos Aires, Argentina”.
    El deseo de confundir es cierto, porque el farsante Mosquera, que no tiene más título que su carnetr de identidad, luego vende a precio de oro titulines a un buen número de incautos que se dejan timar o estafar. Recientemente ha tenido que acudir a los juzgados por estafas y timos de la época en que sólo era un españolito de a pie.
    El Soberano Gran Maestre e Insigne Señor:
    S.A.S. Duque don Rubén Alberto Iº de Gavaldá y Castro, ha sido acusado de homosexual por Mosquea en Internet, antes lo amaba. Es evidente que esto refleja un transtorno bipolar y la necesidad de un tratamiento psiquiátrico, más cuando media Canarias sabe el gusto del señor Mosquera por los “pantalones”. No hay rincón gay de Canarias por el que no haya sido visto, y no siempre vestido de hombre…
    Este es uno de los mensajes de los que cuelga el psicópata Mosquera, que de “flor” maquillada con faldas pasa a machote: “ASI Y TODO ESPERO QUE EL AMANTE DEL SEÑOR GAVALDA Y EL SEÑOR VALENTIN FLORES, EL “MOSEÑOR” GRECO LIEBANA, HAGAN EL CUADRO DE LAS TRES GRACIAS, DESNUDITOS, COMO NIÑOS, Y HAGAN LAS CERDADAS Y PERRERIAS DE ENGAÑOS”.
    Otra calumnia del españolito de apie Mosquera es hablar de ayudas a chicas que eran insultadas por nuestro gran maestre. Mosquera vuelve a olvidar porque fue investigado cuando dirigía una orden neotemplaria fraudulenta hace años: los crímenes de varias chicas desaparecidas.
    Sería interesante redondear lo expuesto comentando que no hagan caso de las expulsiones de Mosquera, que no tiene potestad ni para vestirse con faldas, nuestro gran maestre es un hombre de bien y que los interesados han de dirigirse a:
    http://www.ordenbonaria.com

    29 de septiembre de 2008 21:02
    Anónimo dijo…
    SE HA INTERPUESTO DENUNCIA ANTE LAS AUTORIDADES ESPAÑOLAS POR LAS DIFAMACIONES DE ESTOS Y OTROS BLOG. SE HAN OCULTADO DATOS CONFIDENCIALES, QUE ESTÁN EN MANOS DE LAS FUERZAS DE ORDEN PÚBLICO.
    http://bonarianews.eu/archivos/DEN
    UNCIA.pdf

    26 de noviembre de 2008 13:46
    Anónimo dijo…
    La secta Orden Bonaria del timador José Manuel Mosquera y Casteló ha sido denunciada por la revista Interviu en su número 1722 del 27 de abril de 2009.
    El artículo titulado El Timo de la Orden Bonaria nos muestra al falso príncipe que engaña a políticos, deportistas, militares…
    Por los periodistas Alberto Gago y Luis Rendueles.

    Sitio gentileza del experto en sectas internaional Juan Contreras Bustos
    http://sites.google.com/site/lafalsaordenbonaria/
    Ecco i colleghi di Barbaccia e Stramaglia:Satanisti!Ecco chi difende la Pm Firrao!
    4 de mayo de 2009 18:57
    Publicar un comentario en la entrada

    Enlaces a esta entrada
    Crear un enlace

    Entrada más reciente Entradas antiguas Página principal
    Suscribirse a: Enviar comentarios (Atom)

  13. In relazione al fascicolo aperto presso la Procura di Genova nei confronti Pm Firrao presunta collusione clan Provenzano, Barbaccia e clan Stramaglia, attraverso ispettore anticrimine Stramaglia di Poggibonsi, denunciato il Procuratore Capo di siena Tito salerno al CSM e alla Procura di Genova, per presunto favoreggiamento clan Provenzano(il giudice è stato anche candidato alla Lega Meridionale sponsorizzata da Provenzano(Iddu ed Feltrinelli)

    Fatti coperti da Segreto istruttorio dati in anteprima dal Tribunale di Siena a narcotrafficanti, definiti mafiosi , delinquenti in Ordini equestri Spagnoli Teutonico e Bonaria del falso Re di Svevia Barbacc ia , dichiarati dalla magistratura e stampa spagnola Associazione a delinquere mafiosa satanica, con Barbaccia,dell’accompagnatore di Provenzano e parente di famiglia appartenente Gotha mafia

  14. A Sua Eccellenza l’Ambasciatore di Spagna Roma
    E Fiscalia Madrid ,
    La Fondazione Federico II di Edimburgo dei Principi Aprile von Hohenstaufen Puoti , legittimi discendenti di Federico II ed Isabella d’Inghilterra, denunciano il Signor Josè Manuel Mosquera ,di abuso del cognome Hohenstaufen, e dei titoli e Ordine Dinastico Teutone del legittimo Casato von Hohenstaufen, in concorso con il Signor Paolo Barbaccia di Poggibonsi, definito da numerosi libri e storici italiani e tedeschi , falso re di Svevia.Si fa presente che il ministero Esteri Italiano ha definito illegittimo l’ Ordine di Barbaccia e perseguibile ,ma in Italia l’assolua ignoranza in proposito non facilita inibizione di tali abusi, essendo stati aboliti titoli nobiliari.L’abuso del Signor Mosquera e del Signor Barbaccia, entrambi definiti da atti giudiziari, e dalla stampa o di famiglia mafiosa o truffatori internazionali, sta creando gravi pregiudizi all’immagine dei legittimi Hohenstaufen.
    Voglia pertanto il ministro Interno Spagnolo, ed il Procuratore di Madrid e Siviglia, inibire al Signor Mosquera e Barbaccia tali abusi in Spagna.Tra l’altro Mosquera e Barbaccia hanno gemellato l’Orden falsa Bonaria con quello Falso Teutonico, in tutto il mondo, oltre che in Italia e Spagna,tramite individui ,definiti delinquenti , narcotrafficanti , dediti a pedofilia, prostituzione , ecc, ecc, dai giudici e media spagnoli.I due signori sono liberi di praticare quanto ritengono, ma senza abusare o servirsi del cognome o patrimonio storico degli Hohenstaufen, un cognome che non appartiene al falso Re di Svevia Barbaccia e che non ha ottenuto nemmeno tramite una causa , dal Tribunale italiano.Falsamente infatti, Barbaccia aveva affermato di aver ottenuto riconoscimento, ma e’ stato smentito dal Ministero Giustizia.False inoltre le motivazioni addotte dal Barbaccia al Prefetto di Siena che trattasi di Ordine Dinastico.I Barbaccia non sono degli Antiochia, ramo naturale di un figlio di Federico II ed anche se lo fossero e non lo sono, perchè i d’Antiochia sono vitali a Ragusa, Caltanissetta ed Agrigento, potrebbero al massimo fregiarsi del titolo di Conte d’Alba e Celano , ma mai appropriarsi di Ordini dinastici o cognome degli Hohenstaufen. Il Cognome Barbaccia, derivante da una colonia di mercenari mammalucchi berberi, è sempre stato tale anche quando erano vivi i d’Antiochia, come possono discenderne?Vedi La Storia dell’Ospedale degli Inglesi di Viterbo. Tommaso Barbaccia di Marineo, della famiglia di Godrano nel 1320 viveva tra le rovine dell’ospedale e fittava due letti fatiscenti ai viandanti, proprio mentre i d’Antiochia con il Rege milite Federico d’Antiochia erano a pochi passi e non si conoscevano nemmeno.
    In fede
    Hohenstaufen Foundation.

  15. Ho letto di questi commenti, vorrei il vostro parere.Marco di Bisceglie.
    http://www.falsosbonarios.com/index.php?opti…;id=10&Itemid=10
    Il Falso re di Svevia, non e’ solo parente di famiglia appartenente Gotha mafia, ma colluso in ordini falsi equestri definiti Associazione a delinquere mafiosa e di massoneria deviata! Sono tutti a dirlo, ed il sito incriminato era solo atto dovuto, dei club federicani,essendo il falso Re di Svevia, personaggio pubblico.Ci sorprendiamo di Berlusconi perchè è donnaiolo, di Marrazzo che preferisce i trans, eppure il Falso Re di Svevia che e’ colluso in Ordini di Trans come Mosquera, dedito a prostituzione, cocaina, truffe, pedofilia ,assassini come vien definito dalla polizia spagnola,la fà franca perche’ la Pm Firrao è favoreggiatrice di costui con Stramaglia. Tutti sanno che la mafia corrompe poliziotti e carabinieri e Magistrati. Non c’è da scandalizzarsi che il falso Re di Svevia sia a piede libero e che crei problemi a giornalisti e storici che denunciano ed è doveroso una associazione a delinquere!E’ inutile perseguitare la legittima erede che si rifiuta di riconoscerlo! In Spagna siamo stati in 49a sottoscrivere la denuncia con firma autenticata e nome a cognome.Oltre ai nominativi di trecento studiosi che sottoscrivono tutto cio’ che e’ oggetto della denuncia contro un falso re di svevia che si ritiene calunniato, solo perch’ si e’detto che era cugino dell’accompagnatore di Provenznao. Mentre sotto c’era di peggio!

    Chiede aiuto all’armata Brancaleone del Falso Ordine Bonaria,ammucchiata di assassini, narcotrafficanti, mafiosi, satanisti, commercianti di cocaina, narocotraffici, pedofili prostituti, che sono liberi di fare cio’ che vogliono, a noi non interessa:questo e’ un problema della magistratura, purchè non usino il cognome Hohenstaufen e si prendano il falso Re di Svevia con il suo cognome anagrafico che non e’ Hohenstaufen , ma Barbacccia Viscardi; e non osi piu’ rubare cio’ che non gli apprtiene!A noi non interessa lottare la masnada dei delinquenti,poichè questo doveva essere compito del Tribunale di Seina, denuciato di favoreggiamento di una associazione a delinquere mafiosa.A noi interessa difendere solo il cognome di Federico II da questo ladro di identita’altrui :il Falso Re di Svevia Barbaccia di Poggibonsi, cugino dell’accompagnatore di Provenzano. Se crede di poter regalare il cognome Hohenstaufen , un cognome altrui, ad una famiglia estranea agli Antiochia Svevi , si sbaglia!Non serve allearsi con L’Orden Bonaria, definito associazione mafiosa dai giudici spagnoli, anche senza di noi.
    Anzi ,suggella che effettivamenenon e’ solo parente di famiglia appartenente Gotha mafia, ma colluso con la mafia!Il Falso Re di sveia ha già’ messo nell’occhio del ciclone, l’Ordine Bonaria.Non serveallearsi con Stramaglia, poichè l’Ispettore Stramaglia si e’ solo esposto ed ha fatto capire di essere Gran Priore dell’ordine fasullo Teutone che raccoglie fondi, intestandoli sul conto del falso re di Svevia per L’orden Bonaria.SServe di un Lo Piccolo per la sua perizia araldica e per difendersi di Stramaglia, ossia del parente di una famiglia mafiosa , come dice la stampa, dedita ai narcotraffici ed usura.La Pm Firrao, neoborbonica, in contatto a suo dire di Marina Salvatore che afferma che sotto cappucci rossi vi sia Alto magistrato neoborbonico… e la stessa corre per ogni abisso per difendere un esponente di un Ordine definito associazione mafiosa a livello internazionale. Si tratta di una borbonica , di famiglia piduina ed i giudici spagnoli dicono trattarsi di Ordini falsi mafiosi e massonici deviati!
    Insomma abbiamo detto semplicemente la verità che tentava di occultare Stramaglia e la Firrao!Toccava a loro scoprire le collusioni mafiose del falso re di svevia. I giudici spagnoli non sono pazzi!Sia chiaro è un avvertimento alla mafia! Mollate il cognome Hohenstaufen e questo spaventapasseri di Poggibonsi,poichè le aquile volano alto, molto in alto…e non vi daranno tregua!Per un punto Martin perse la cappa!Il Falso Re di Svevia è meno di un punto!
    Octonews
    Venezia
    Mercoledì, 28 Ottobre 2009 0 Segnala Abuso
    Ecco il messaggio di europress:”Un Appello alla Fratellanza Universale, Al Supremo Consiglio Logge Madri Usa e al Supremo Consiglio Legittimo Scozzesimo, dai Grandi Ispettori del Supremo Magistero del Legittimo Scozzesimo! .
    “Noi Figlia della Vedova!La Sovrana Assoluta Gran Master Del Supremo Magistero Legittimo Scozzesismo Sovrana Potentissima Principessa Yasmin ,e’ oggetto di persecuzione , stalking diffamatorio persecutorio,intimidatorio, di un certo falso Re di Svevia di Poggibonsi che, impunemente , confidando nella pazienza dell’aquila saggia che lascia cantare gli uccellini, sapendo di poterli con calma ammutire in disciplinate armonie di note di Mozart, è cresciuto spudoratamente , alimentato dal suo temerario pedegree plebeo, ma indubitabilmente ,per scelta, associatosi in sette massoniche deviate e mafia, come affermano i giudici spagnoli. Questo è atto di offesa al Sublime Seggio della Saggezza della Nostra Augusta Sovrana e pertanto siamo ad Ordinare il Decreto Divino del Sublime Seggio,che desidera che venga affidato alla Giustizia il Falso Re di Svevia che ha peccato in eccesso di superbia, confidando in un Ispettore di Polizia infedele allo Stato Italiano ,poiche’colluso in ordini equestri definiti mafiosi dai magistrati, confemando la tendenza a delinquere della sua famiglia di appartenenza:Stramaglia! Gravi le responsabilità della Pm Firrao che avrebbe , se non fosse,stata neoborbonica di famiglia piduina, cercare la verità e rinviare a giudizio il falso Re di Svevia, sedicente Principe Barbacccia , collega di altri sedicenti nobili collusi in associazioni definite mafiose dai giudici. Ella ancora dolosamente non riconosce che Le minacce del falso re sono pericolose poichè provengono da ambiente definito di delinquenti!”Ormai il virus della corruzione si è impadronito anche della Magistratura!” Ma ci appelliamo a quei magistrati che, anche senza essere iniziati, quotidianamente edificano il tempio di Gerusalemme della Giustizia.” Alla mafia che piu’tale non si puo’definire, per camaleontica evoluzione, inviamo un messaggio nitido ed inequivocabile:non lasciate offendere e derubare ad un Guitto l’albero della Sancta Progenie Hohenstaufen,poiche’ la fratellanza Mondiale sdradichera’ per Ordine Divino l’albero stesso della mafia in tutte le sue camaleontiche tonalità !”
    Emmanuel!Deus meumque Jus!

    Lascia un Commento

  16. Denunciato al CSM, dall’associazione Libera stampa antimafia , il Procuratore Capo di Siena dr Tito Salerno, presunta collusione mafia,sette e P2

    In relazione al fascicolo aperto presso la Procura di Genova nei confronti Pm Firrao presunta collusione clan Provenzano,con Barbaccia, falso Re di Svevia, ispettore Stramaglia clan Stramaglia, attraverso ispettore anticrimine Stramaglia di Poggibonsi

    Fatti coperti da Segreto istruttorio dati in anteprima dal Tribunale di Siena a narcotrafficanti, definiti mafiosi , delinquenti in Ordini equestri Spagnoli Teutonico e Bonaria del falso Re di Svevia Barbaccia , dichiarati dalla magistratura e stampa spagnola Associazione a delinquere mafiosa satanica, con Barbaccia, cugino dell’accompagnatore di Provenzano e parente di famiglia appartenente Gotha mafia

  17. Di Newsantimafia (inviato il 19/11/2009 @ 08:
    11Lamberti
    November 19th, 2009 at 11:00
    Invitiamo il Dr Cantaluppi ed il Presidente della Regione Sicilia on Lombardo a prendere le distanze , ove si ritengano estranei, da associazione a delinquere falsi Ordini equestri Orden Bonaria di un trans prostituto falso Principe Mosquera, truffatore internazionale, secondo giudici spagnoli, prendendo pubblicamente atto che l’Orden Bonaria di Barbaccia, Mosquera, Mingolla, Stramaglia(rispettivamente il cugino accompagnatore Provenzano, falso re di Svevia, il secontdo dedito a prostituzione, mercato dei trans, pedofilia, falsario, truffatore internazionale, inquisito per scomparso di ragazze, omicida, secondi giudici e stampa spagnola, il terzo narcotrafficante, torturatore della Comapgnia della morte, sedicente falso Vescovo , il quarto ispettore anticrimine Poggibonsi, clan Stramaglia narcotrafficanti, corona unita) collega dei suindicati cui appartiene Cantaluppi, è definita da giudci spagnoli,associazione a delinquere mafiosa e di sette sataniche, massoneria deviata di narcotrafficanti internazionali.(antimafia libera stampa)

  18. In Spagna la polizia afferma che il falso principe Mosquera Gran Master di Barbaccia, cugino dell’accompagnatore di Provenzano, nel falso ordine Teutonico, sia legato all’ambiente del parente ,famoso narcotrafficante , condannato a 10 ergastoli.Ha fondato il falso Ordine Bonaria di cui e’ elemento di spicco Mingolla narcotrafficante, torturatore, unitamente a Stramaglia, ispettore di Poggibonsi, amico del Barbaccia e suo Gran master nell’Ordine fasullo. Secondo la stampa, l’ispettore anticrimine di Poggibonsi, Stramaglia Giuseppe , è collegato con il clan Stramaglia di Bari, narcotrafficanti, corona unita.Ma la Pm Firrao(famiglia borbonica piduina)difende Stramaglia e Barbaccia, unitamente al tribunale che finge di non sapere, anzi querela i giornalisti che dicono semplicemente la verità, ossia che barbaccia è cugino dell’accompagnatore di Provenzano e sia solo diventato Re , con la falsa perizia araldica di Lo Piccolo.Stranamente tutte le denunce , prima di Stramaglia erano sempre state archviaate. Si scopre che Stramaglia è pataccaro del barbaccia, e suo Gran Master , entrambi comaster nel falso Ordine Bonaria con altri truffatori di Mosquera.Prima dell’arrivo del Procuratore capo dr Tito Salerno di Stilo, già in servizio a CZ(Bell’ambientino giudiziario a sentire De Magistris.Inoltre Salerno è ex candidato di una Lega Meridionale identificata dalla Mazzoccchi quale sponsorizzata da Provenzano)tutte le denunce di Barbaccia , contro i giornalisti che pubblicavano la recensione del libro di Pelliccioni di Poli(Tre Falsi Re di Svevia, ossia Barbaccia, Caspis, Calabria, ed Pamom)e la lettera del Ministero Giustizia che affermava l’inesistenza di riconoscimento della Procura della nobiltà del Barbaccia,o che fosse doveroso, quale candidato alle elezioni, identificare quale parente di famiglia appartenente Gotha Mafia

    Dandeny Munoz-Mosquera è stato un trafficante di droga colombiano e uno degli elementi di spicco del cartello di Medellin.

    È considerato responsabile di centinaia di omicidi, fra i quali quelli di traditori del cartello, di esponenti del cartello di Cali e di ufficiali di polizia colombiani. È anche il responsabile della bomba sul volo di linea Avianca 203, che fece 107 vittime.

    Nel 1991, Munoz Mosquera fu arrestato a Queens, quando fu trovato in possesso di un passaporto falso. Ci fu una prima condanna a suo carico di sei anni. In seguito fu dimostrato che era uno dei capi del cartello di Medellin, e fu accusato di aver prodotto, esportato e distribuito sul territorio statunitense tonnellate di cocaina, di aver partecipato ad estorsioni ai danni di grandi imprese e di essere il responsabile degli omicidi di due cittadini americani.

    Attualmente sta scontando la sua condanna a dieci ergastoli nella prigione federale di massima sicurezza di Florence, in Colorado.

  19. Il signor Sante De
    Angelis che si interessa di beatificazioni, dovrebbe spiegare a sua Santità il Papa come possa conciliare il suo ufficio con il ruolo di Gran Priore di Falsi Ordini equestri, definiti associazione a delinquere,di settee staniche, che fanno capo al falso principe Mosquera, prostituto transessuale, truffatore internazionale ,omicida, secondo il ministero Interno Spagnolo , inquisito per scomparsa di giovani ragazze e di Mingolla narcotrafficante, torturatore, o con falso Re di Svevia Barbaccia , cugino accompagnatore di Provenzano, o con Stramaglia, ispettore di Poggibonsi, parente del clan narcotrafficanti di Bari.Dovrenne inoltre spiegare la siua condizione in merito alle accuse nei suoi confronti formulate di truffe
    http://www.fainotizia.it/2009/11/28/storie-di-truffe

  20. Mi chiedo: se siete cosi consapevoli delle malefatte delle persone sopracitate, perchè siete gli unici ad esserne a conoscenza? Le autorità, ciò che dite, neanche lo prendono in considerazione. Penso invece che la vostra sia una forma di diffamazione motivata dalla vostra invidia egoismo ed egocentrismo. I commenti NON appartengono ai veri intestatari. Inoltre, chi utilizza parole così volgari non può essere soltanto che una persona di basso livello e inadatta alla frequentazione di ambienti d’alto rango.
    Penso che la dobbiate finire di creare ‘Blog Fantasma’ al fine di deteriorare l’immagine di persone che possono dimostrare di fare solo del bene.
    Volete far credere di essere numerosi ma siete in pochi e invece di rendervi utili per la società passate la vostra giornata davanti a un PC a perdere tempo nella realizzazione multipla di Blog diffamatori, sciocchi e inutili. Vi chiedo perfavore: cominciate a fare qualcosa di utile all’asilo ci siete già stati!!!

  21. questo Signore che si chiama semplicemene Barbacia e si è aggiunto il cognome della nonna viscardi che è niente moltiplicato con nulla ,che si auodefinisce Re di Svevia ,con una perizia contestata da tutto il mondo, che vive a Poggibonsi e da anni accusa ingiustamente la legittima erede di Federico II di diffamarlo ma pare che ci riesca bene da solo a incrementare l’autodiffamazione.Chi lo diffama è alla principessa assolutamente estraneo , ma come si verifica nel sito indicato egli pedissequamente accusa ingiustamente sapendolo innocente l’ostacolo ai suoi castelli di sabbia che sono caduti miseramente e non se n’è accorto. Basta leggere la stampa spagnola e dell’arresto dei suoi più stretti collaboratori e dei magistrati spagnoli ed interpol che sono risaliti al vertice dell’organizzazione in Poggibonsi.

    http://www.fainotizia.it/2009/11/28/storie-di-truffe

    http://www.fainotizia.it/2009/11/28/storie-di-truffe
    giudice imparziale
    Arezzo
    22 ore fa 0 Segnala Abuso
    Puo’ forse il falso Re di Svevia Barbacia Viscardi negare che è tesoriere di Mosquera, suo Gran Priore , di cui è Gran Priore negli interscambiati gemellaggi con l’ispettore Stramaglia di Poggibonsi (maestro di giustizia del Barbacia Viscardi )che sarebbe Gran Priore di giustizia di Mosquera, definito a capo di una associazione a delinquere mafiosa di sette massoniche deviate e definito da giudici spagnoli falso principe e truffatore internazionale, prostituti trans ,collusi con Mingolla narcotrafficante , torturatore,indagati per scomparse di giovani ragazze, pedofilia, mercati d’organi, riciclaggio, ed arrestato con alcuni complici?

    http://sites.google.com/site/lafalsaordenbonaria/

  22. Il nome del tesoriere e socio di Mosquera , falso principe prostituto trans che è stato arrestato con dei complici , è Paolo Francesco Barbaccia di Poggibonsi, che si è aggiunto Viscardi ,indicato dagli storici come Falso Re di Svevia, e che abusa del cognome che non ha ,ossia Hohenstaufen , perseguitando con il socio gran priore della loro giustizia l’ispettore anticrimine di Poggibonsi Stramaglia(secondo la stampa parente clan narcotrafficanti Stramaglia)

  23. E costoro sono i persecutori dei legittimi eredi di federico II!
    La magistratura fa finta di non vedere?Servono forse voti della mafia per i comunisti?

  24. Questa pagina ospita sul suo blog i commenti del blogger che sia in concorso con una persona inviata al giudizio. Per tanto per il diritto di cronaca dobbiamo dare la possibilità al lettore di sentire un’altra campana contro quelle di una calunniatrice (l’ultima denuncia di persecuzione telematica alla polizia postale il 05/10/2009 )

    http://www.teutonici.com/araldo3.htm
    Nota. Per diritto di cronaca e trasparenza immagine.
    L’ultimo aggiornamento -24.02.2010.
    Per diritto di cronaca.
    ***

    La seconda udienza altrettanto ha avuto luogo in contumacia.
    La parte imputata nuovamente ha revocato il difensore (la terza volta, come ci risulta) appena prima dell’udienza, esattamente come è avvenuto la prima volta.
    La Corte ha stabilito di convocare la nuova udienza, alla base dell’art. 108 Cod. Proc. Penale in data del 3 marzo 2010 così che il nuovo difensore dell’imputata possa prendere cognizione degli atti e informarsi sui fatti oggetto del procedimento, e durante la quale con procedura d’ufficio sarà fissato il giorno della prossima udienza..

    ***.
    L’ultimo aggiornamento – 25.06.2009.
    Per diritto di cronaca.

    A proposito dell’udienza penale del 24 giugno 2009. La prima udienza ha avuto luogo in contumacia. La prossima è fissata per il 24 febbraio 2010 sempre presso il Tribunale di Siena alle ore 12.00.
    ***
    Visto i continui attacchi calunniose mossi da parte del Blogger “heraldrynet” sulle pagine “Heraldry Veruli Saxe Coburgo Gotha” ci troviamo costretti e obbligati ad informare i lettori del nostro sito, le Istituzioni, Associazioni e privati che vengono continuamente contattati da parte di “ignoti” a proposito dell’Ordine Teutonico Dinastico e del Gran Maestro, che è stata già fissata la data del processo per calunnia e diffamazione che vede imputata la sig.ra Kathrin Ira Yasmine Aprile von Hohenstaufen Puoti, mentre in risposta alla querela della sig.ra Gelsomina Aprile (sedicente Yasmin Hohenstaufen) contro il Gran Maestro del nostro Ordine P.pe Paolo Francesco **** Viscardi, dal medesimo è stata depositata una contro querela nei confronti dell’utente “heraldrynet” e della sig.ra Gelsomina Aprile (sedicente Yasmin Hohenstaufen) per diffamazione, falso, calunnia e persecuzione telematica con più azioni di disegno criminoso.

    L’udienza avrà luogo il 24 giugno 2009 alle ore 9.00 presso il Tribunale di Siena.

  25. la famiglia ci aiuta ad avere una vita migliore rispettando noi stessi a altri e punendo colori che nn hanno fatto del bene. Questa e’ il governo giusto, nn parole perse in parlamento!!

  26. SONO SORPRESO CHE SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI SI PRATICHI UN RITO CHIARAMENTO SATANICO MAFIOSO, ANCHE PERCHè TUTTI GLI ESPERTI E STORICI DELLE MAFIE E DEI COSTUMI DELLE DRINE, MAFFIE E CAMORRA CONCORDONO , COME AFFERMAVA LEONARDO SCIASCIA che è un segnale preciso dei Boss che cercono di imporre una sacralizzazione della loro persona , in soldoni, significante che sono loro i santi cui debbono assoggettarsi pure i veri santi e Cristo.Questo per la civile convivenza è insostenibile ed è corpo di reato, non solo ma semiotica satanica.Chiunque favorisce o omette tale denuncia , dev’essere incriminato per associazione a delinquere e favoreggiamento mafia .Azione penale dev’essere d’ufficio e nel caso dei magistrati per compiacere la mafia non solo omettono l’azione penale, debbono essere loro stessi incriminati per collusione con la mafia.Non possiamo negare che vi sono infiltrazioni pesanti della mafia nelle istituzioni e nella magistratura e sarebbe il caso di verificare l’attendibilità o meno dell’interpol che afferma che molti nomi di altisonanti giudici italiani non sono omonimia , ma parentela con clan mafiosi.Verifichiamoli e troveremo che dice la verità!Gli uomini si giudicano dai frutti e guarda caso Proprio il Procuratore Capo del Tribunale di Siena si è scoperto di estrazione mafiosa, parente del boss Salerno colluso con Provenzano é stato proprio il tentativo di scherzare con i santi, a smascherarlo!I suoi Pm Firrao Francesca , nipote del cassiere Firrao P2 ,ovviamente collusa con la P2 e satanismo, amica della satanista Marina Salvadore, cui preannunciava le sue decisioni, hanno ingiustamente accusato un sito amatoriale federicostupormundi.it che non conteneva alcuna accusa , ma solo la rettifica del Ministero Giustizia contro le balle gigantesche del falso Re di Svevia, Paolo Barbaccia, con Perizia araldica di un lo Piccolo clan Provenzano, procacciatogli dal cugino personale Framcesco Barbaccia , definito nel volume l’altra mafia, capo della famiglia mafiosa di Marineo, accompagnatore ed alter ego di Provenzano, che fosse falsa la notizia diffusa dal barbaccia di aver ottenuto una sentenza che lo dichiarava discendente degli Antiochia, ramo bastardo di Federico II.Il Ministero Giustizia non solo smentiva, ma allertava la stampa, con dei links giudiziari, a non prestar fede al personaggio , in quanto protagonista di alcuni libri che lo definiscono Falso re di Svevia e per giunta parente di famiglia appartenente gotha Mafia.Per i giornalisti era atto dovuto pubblicare tale smentita , visto che era un candidato alle elezioni politiche Lega nord siena(voti o).Per strafare il socio di Barbaccia, ovvero l’Ispettore stramaglia con l’AMICA FIRRAO , ha stravolto i capi d’accusa inventando con la temeraria Firrao che prima di aprire l’inchiesta scriveva su un biglietto rinvenuto per caso che bisognava rinviare subito a giudizio la vera erede di Federico II che detiene il cognome Hohenstaufen(vero ostacolo per Barbaccia da piazzare sul trono di Federico II, quale falso Re non riconosciuto dai veri discendenti di Federico II che detengono il cognome Hohenstaufen negato dal Tribunale a Barbaccia..Chi ha condotto le indagini appartiene, tramite i familiari di Bari Stramaglia, al clan Buscemi Provenzano ed è gran Priore di Barbaccia , che gemella i suoi fasulli ordini teutonici dichiarati tali da tre interpellanze parlamentari, con il Re della mafia internazionale ,falso Principe Mosquera, o Tadmur leader sette staniche e prostituzione trans internazionale, pedofilia , arrestato per truffa in Spagna , in cui Barbaccia e lo stesso Stramaglia erano coinvolti quali Gran Priori in appelli congiunti in raccolte fondi pesudoumanitari pubblici anche per 52 milioni, sottratti ai poveri.Questo nucleo di criminali è appoggiato e difeso da Tito Salerno,e secondo la Mazzocchi ,autrice di Iddu, Cossiga, Scalfaro, Magri, Cavalli, l’ex Candidato della Lega Meridionale Tito Salerno era votato dalla ndrangheta, non solo ma Provenzano mira a impadronirsi della Sicilia tramite ndrangheta, mafia, servizi segreti p2e secondo Scalfaro, tramite il falso Re di Svevia che per decollare deve mettere a tacere tutte le critiche intimidendo tutti con l’arma giudiziaria di Tito Salerno, il quale invece di preoccuparsi del pedegree mafioso di costoro rinvia a giudizio la legittima erede di Federico II, quale bersaglio simbolico, per articoli su Antisistema usciti quando AVEVA SOLO 4 ANNI E RIPRESI DAL VOLUME DI PELLICCIONI DI POLI TRE fALSI RE DI SVEVIA , ossia Barbaccia, Caspis, Calabria, ed Pamom ove Barbaccia viene ripreso come colui che durante una processione a Barletta esige dal parroco che faccia inchinare il Santo che combatteva la mafia e gli usurai ai suoi piedi.Scherzare con Sant’Antonio è un grosso azzardo, poichè la combriccola di Tito Salerno ha scherzato con il fuoco , incriminando persone vittime da oltre 20 aNNI, calunniate e perseguitate da Barbaccia , non solo, ma è evidente l’uso della giustizIa a favore di codici mafiosi.Denunciare tale libro o articolo ed attribuirne la notizia alla legittima erede che era estranea ai blogg e al sito , è UN VERO CRIMINE:tra l’altroUN SITO a lei dedicato da fans, ma come ammette il garante privacy disdettato, anche se i dati anagrafici errati dati dai dei fans resero impossibile formalmente la disdetta, come ammette l’ufficio registro, dimostra solo la volontà di Tito Salerno di proteggere mafiosi che praticano riti mafiosi.Non solo dunque di anamnesi mafiosa, ma cellule vive della mafia che usano la giustizia come pistola in affitto dei mafiosi in carcere.e’ stata condotta una indagine dall’espresso, ma è chiaro che il movimento contro la Malagiustizia pretenderà una interpellanza sul caso e la rimessione a Genova dei processi Barbaccia, per chiare prove di collusione mafiosa del Procuratore capo Tito Salerno ed i suoi giudici e Pm, ultimo Natalini che si scopre aderente ad una loggia piduina riverniciata.

  27. Finalmente lo Stato italiano riconosce che il rito di far inginocchiare le statue dei santi, ai piedi di un boss sia una consuetudine mafiosa.E adesso la circostanza che a praticarlo abitualmente sia Barbaccia, come la definiscono giuridicamente i Pm Natalini, Firrao ed il Procuratore capo di Siena?Loro hanno sempre saputo…e tentato di minacciare ed intimidire i giornalisti che lo disvelavano.Chiara prova che sono giudici mafiosi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...