LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse


26 commenti

Iniezioni pelviche, mignottocrazia, seggi in vendita : berlusconi getta sempre più l’Italia nel fango

cavallo pazzoFonte Le Nouvel Observateur edizione 06/08/2009 (citazioni tratte da un articolo di Serge Raffy)

“Povera Italia, terra di Dante e Michelangelo, diventata berluscolandia, abbandonata a un Don Giovanni patetico, che corre freneticamente dietro alla sua eterna giovinezza a colpi di iniezioni pelviche, impianti capillari, operazioni di chirurgia estetica, sedute di trucco. Con quell’eterno sorriso “Ultrabrite”, come una maschera di Scaramouche. Un Michael Jackson paracadutato in un teatro della commedia dell’arte. Silvio il donnaiolo, che pesca nei book delle ragazze del suo impero televisivo la carne fresca utile ai suoi baccanali”.

[…]

“Esiste un nastro, una registrazione che rischia di alimentare ancor più lo scandalo”.

dovecarfagna_gelmini01g

“Mara Carfagna, amante quasi ufficiale, e Maria Stella Gelmini, l’altra “bimba” (nel senso americano del termine), si interrogano reciprocamente per sapere come soddisfare al meglio il primo ministro. Evocano le iniezioni che deve farsi fare prima di ogni rapporto”.

————-
Sbertucciati dai francesi , presi in giro in tutto il mondo, credibilità internazionale : zero carbonella .
Tra le varie altre cose Paolo Guzzanti accusa il regime di cui fino a poco tempo fa faceva parte di vendere i seggi parlamentari per 500.000 euro e di tali mazzette già si tratta in una indagine che nasce in Abruzzo. Vedi anche Mazzette per i seggi indagato Cicchitto

Vi ricordate l’anno scorso lo scandalo delle parole pronunciate dalla figlia Sabina Guzzanti?

La Guzzanti insulta la Carfagna:”E’ uno sfregio che sia ministro” La ministro annuncia querela “contro la figlia del parlamentare di Forza Italia”

ROMA – “A me non me ne frega niente della vita sessuale di Berlusconi. Ma tu non puoi mettere alle Pari opportunità una che sta lì perché t’ha succhiato l’uccello, non la puoi mettere da nessuna parte ma in particolare non la puoi mettere alle Pari opportunità perché è uno sfregio”.

Quella di Sabina Guzzanti contro Mara Carfagna è probabilmente l’invettiva più insultante e violenta della sua lunga e controversa carriera. L’attrice partecipa alla manifestazione “No Cav” di piazza Navona e sul palco si scatena in un attacco furibondo contro la ministro delle Pari opportunità, il cui nome era circolato nei giorni scorsi a proposito delle intercettazioni ” calde”  che coinvolgevano il presidente del Consiglio.

continua qui

Sembravano battute uscite da pensieri scandalosi e da presupposizioni senza alcuna prova, sembravano…

ricordo bene come Mara Carfagna fece il gesto di chiudere lì la questione , dopo aver minacciato sconquassi, chiedendo le scuse…

lo sapete perché la favorita del sultano non hai mai inteso veramente procedere  dal punto di vista penale  ? Perché l’altra parte avrebbe potuto  chiedere la prova liberatoria della verità dei fatti addebitati con l’insulto.

Ed allora le intercettazioni ” distrutte” secondo Ghedini e non rilevabili penalmente contro Berlusconi, potevano essere riesumate per dimostrare la verità dell’assunto della Guzzanti.

Ma a ciò non si arriverà perché la prima dell’harem si é fermata prima che questo rischio diventasse concreto…meglio evitare, ha pensato bene il zoccolone travestito da suora!

Qualche tempo fa, ormai un’altra epoca , i radicali portarono un pò di attrici porno alla ribalta nel parlamento: ricordo le stridule voci scandalizzate della destra moralista e bacchettona di allora , quella stessa gentaglia cialtrona che ora tace imbarazzata di fronte a questa mignotte di lusso che assumono entrambe quell’aria compita di chi vorrebbe far credere che é lì per meriti professionali ed invece é solo passata per il letto grande di Villa Certosa, quello dove in genere dorme Putin…

Crazyhorse70