Lo stato prefascista ha una stampella: i terzisti

Standard

Ieri ho intravisto una Rosa Bindi psicologicamente un pò sotto scacco  da quel verme di Vespa ed allora ho capito che qualcuno le ha fatto evidenti pressioni : ora una cosa è abbassare i toni altra è dimenticare le ragioni.

La colpa come sempre sta negli abitatori delle terre di mezzo, località secondo me troppo frequentata anche dal nostro Presidente della Repubblica, che lì trova cattiva compagnia.

Molti che si sentono terzi rispetto alla lotta in corso  per  la  democrazia , in queste ore la menano giù contro chi combatte il berlusconismo a testa alta e senza infingimenti.

A proposito di S.B.  sarà meglio che mi spieghi in parole diverse da quelle usate fino ad ora.

Io considero l’attuale situazione politica itailana simile , molto simile a quella successiva alla fine della prima guerra mondiale. Non mi va in questa occasione di spiegare perchè volendo entrare immediatamente in tema con quanto voglio dire.

Quindi a parere di chi scrive, scontando le naturali evidentissime differenze culturali e tecnologiche dovute al trascorrere  non invano di quasi un secolo,  siamo di nuovo in situazione  prefascista.

Certo ora esistono ancora dei contrappesi interni ed esteri che garantiscono la legittimità formale degli atti di governo, ma non più quella sostanziale.

A causa dell’esistenza di questa formale legittimità ancora in piedi,  ogni atto violento contro colui che rappresenta il  33 % degli italiani  – cifra raggiunta scontando anche quelli che non vanno più a votare schifati dal contesto degli ultimi 20 anni – è da condannare come inutile ed esecrabile. Usare violenza oggi è assolutamente illegittimo ed anzi diventa funzionale al pagliaccio insanguinato che, seppur non mangerà torrone tra natale e capodanno, subito dopo tornerà a fare le corna in giro per il mondo in perfetta salute coi suoi amici dittatori comunisti , quelli che solo lui conosce bene ed ama e coi quali fa affari personali gettando disdoro sul nostro paese.

A noi ci piace batterlo in estrema salute, non ci piacciono le facce sanguinolemnte e tristi del vecchio sbattuto dell’altra sera.  Ma non venisse a parlare di odio lui che coi suoi ne sparge in gran quantità tutti i giorni, come molti qui dentro hanno notato e ben spiegato tant’é che non ci torno più sopra.

Ciò chiarito spendendo le parole (poche) che merita  l’accaduto passo ad altro e cioè mi concentro non tanto sugli avversari diretti ma su quelli indiretti, coloro che come tante rane in queste ore stanno gracidando nello stagno della ipocrisia e dei poteri forti – i loro datori di lavoro -  che pare siano finalmente stati “sostenuti” dal viso pallido con la faccia gonfia, il  loro premier.

Visto come di nuovo gracidano in coro, le altre sei sorelle della editoria?

Data la mia condizione fisica attuale di paziente utente della sanità e considerata l’atmosfera natalizia incombente  vi racconterò una storia come tra il sonno e la veglia, un incubo come fosse una favola, quindi  coltivando chiari intenti metaforici ma non solo.

Forse serve anche per esorcizzare ma vi avverto subito che trattasi di argomenti capziosi ed un pò tendenziosi svelati al solo ed esclusivo scopo di convincervi della inutilità e della pericolosità di una certa etnia: i terzisti.

Negli ultimi tempi ho coltivato una  certa avversità  per questa categoria di persone.

I terzisti sono coloro che “non comprendono tutta la tua enfasi sulla difesa della costituzione” che non ritengono questa ( la costituzione)  minacciata dalle “battute e sfoghi personali del premier”  né condividono il tuo giudizio sulla incapacità di S.B. di governare( “anzi in campo economico ha fatto bene“). Sul “conflitto di interessi” che secondo te inquina l’attività governativa ti rispondono “dovevate pensarci voi prima” (come se questa obiezione sanasse la carenza, che fantastici questi liberali all’italiana…) e ritengono il  tuo giudizio “eccessivamente sprezzante verso le doti morali” dello statista di arcore.

Loro “non dicono di no, ma...” , “dopotutto, comunque è stato votato“, del resto ” si  tratta  di salvare l’Italia e comprendere che occorre venirsi incontro” e che “la verità sta nel mezzo” ed amenità simili a questa,  frutto di una evidente prossimità col mondo degli affari, dove ci si viene incontro sulle somme di denaro e non certo di una particolare sensibilità ai temi istituzionali, come vorrebbero farti credere.

Sui princìpi dire che la verità sta nel mezzo significa essere complici dei delinquenti.

Insomma una versione riveduta e corretta del “ma anche” veltroniano in salsa mediobanca, per capirci.

Parlavo di situazione prefascista e voglio svelarla con una favola.

Per poter parlare fra umani occorre esser d’accordo su cosa è successo, sulla invasione degli ultracorpi, altrimenti è inutile. Ed allora a questo punto io provo a riassumere questa storia così come ora riesco a vederla.

Molti secoli fa dal punto di vista politico, in realtà circa vent’anni fa, un signore importante , il capo degli alieni  chiamati ultracorpi ( il riferimento migliore e più adatto al nostro caso è però il film di Carpenter, ESSI VIVONO ) ordinò ai suoi  un sondaggio molto serio:  capire cosa volevano gli umani di quel tempo. Egli aveva il possesso quasi esclusivo di due droghe formidabili  per gli umani , il calcio e la televisione ed aveva anche tanti debiti e molti scheletri nell’armadio da nascondere . Gli serviva il potere politico “umano” , gli serviva come l’aria e tutto sommato fino ad allora gli era  stato benigno, tranne piccoli focolai di resistenza ormai risalenti nel tempo.

Ma l’alleato che fungeva un pò da cavallo di troia degli ultracorpi nel frattempo era stato scoperto in alcune magagne dai suoi simili e si era dato latitante.  Sicchè il nobile alieno rimase scoperto per un pò in termini di potere e così  fece fare il famoso sondaggio di cui sopra,  che ebbe un esito favorevole alla sua volontà di dominio ed alla sua necessità di nascondimento.

Il sondaggo confermò che gli umani se la passavano male, erano sconcertati e confusi in quegli anni ;  venivano fuori malconci da decenni di uso ed abuso di altre droghe di stato o antistato, erano rimasti un pò tesi per una certa strategia e pare volessero divertirsi edonisticamente dopo decenni di impegno mal riposto, così girava voce.

Pertanto erano quasi tutti molto sensibili e ben disposti verso le lusinghe del calcio e della televisione, droghe peraltro , specie la prima , già pesanti e potentissime all’epoca: con qualche variazione qualitativa e quantitativa entrambe avrebbero creato una dipendenza ancor maggiore ed estesa all’arco intero della giornata.

In definitiva l’alieno capì per tempo che le cose erano messe in modo tale che altro che farli distrarre, divertire e dimenticare i guai precedenti! La situazione era tale da poter spingere la dipendenza in profondità ed addirittura impossessarsi degli umani direttamente

Pian piano la formula segreta delle due droghe funzionò ed i seguito gli umani abbassarono di molto i loro anticorpi, cominciando a vedere nero quando era bianco e viceversa. Le cose , i ricordi, le credenze che prima erano fisse nella memoria come convincimenti sbiadirono pian piano verso la leggenda, mentre enormi stupidaggini che al massimo in passato avrebbero preso il tempo mecessario per una risata incredula , divennero pian piano delle verità, delle nuove credenze collettive.

Il principe degli ultracorpi  aveva chiaro  lo spazio vuoto che gli si presentava davanti:  il sondaggio glielo aveva confermato, molti ultracorpi già avevano preso possesso di tantissimi umani e quindi le condizioni per l’assalto finale erano tutte presenti.

Questa è in breve la storia che gli umani resistenti, i non posseduti, raccontano dopo vent’anni ai loro figli prima di addormentarli, come fosse una favola. Modificano qualcosa nei termini e romanzano un pò alcuni spunti ma lo fanno solo per non tradirsi davanti al neopotere conformista terzista che vuole a tutti i costi normalizzare la situazione.

Questi ipocriti  sanno bene che questa è la vera storia del nostro popolo,  che è la verità di quanto accaduto, ma si comportano e desiderano che tutti si comportino come se non ci fossero delle anomalie enormi, come se insomma non ci fosse stato l’impossessamento alieno ma ci sia un normale  avvicendamento al potere tra umani in condizione di parità e democrazia.

Ci tengono tanto, i terzisti, a questo. E noi dobbiamo deluderli.

E’ inutile dire che i resistenti avevano particolari occhiali che gli permettevano di vedere la realtà e cioé il vero aspetto degli alieni dopo essersi impossessati dei corpi umani.

Inutile perchè i resistenti già lo sanno e ringraziano madre natura, qualche buona lettura o da piccoli le avventure di Che Guevara o quelle di Zorro. Anche la Tigre di Mompracem, Sandokan , aveva avuto il suo ruolo di crescita umana formidabile per i più giovani prima della invasione degli ultracorpi, e quindi rendiamo grazie anche a Salgari.

Gli altri umani , dicevo, purtoppo non possono capire né crederti se non sulla parola perchè dopo la lobotomia per loro Sandokan, per esempio, era divenuto un capo del casalesi.

Inoltre ormai sono quasi tutti visitati internamente dagli alieni.

I terzisti invece potrebbero capire  ma non ti danno soddisfazione,  questi bastardi, e la storia provoca in loro qualche sbadiglio di sussieguo mentre ti guardano “che sei il solito esagerato

Vedete anche voi come sono i terzisti?

E’ una particolare etnia di umani che più di ogni altra ha collaborato con gli ultracorpi : invece di combattere questi ultimi sapendo bene chi in realtà essi fossero , esattamente come lo sapevamo noi resistenti,   si sono dati da fare per ostacolarci, intralciarci e sostanzialmente non veicolare questa storia relegandola nello spazio della fantasia popolare. Una etnia  che ha fatto di tutto per non svelare che il re è nudo, per avallare il suo dominio e l’effetto delle sue droghe.

E’ questa etnia infatti la più colpevole, perchè gli altri, la maggioranza, i posseduti , non contestano alcunchè  vivendo in  un’altra dimensione, quella della droga: chi è drogato non partecipa ai dibattiti ma semplicimente vive da drogato.

Mentre chi drogato non é  conosce bene la genesi dell’attuale dominio degli ultracorpi,  avrebbe gli occhiali per vedere ma non vuole farlo ed anzi condanna e combatte quei pochi umani dotati di occhiali e consapevolezza. Maledetti terzisti , perché?

Questa è la piccola storia del mio rapporto con questa etnia strana , i terzisti, ovvero coloro che sanno la verità ma per imbecillità o interesse la combattono

Fine prima parte

Crazyhorse 70

About these ads

47 pensieri su “Lo stato prefascista ha una stampella: i terzisti

  1. un cavallo sontuoso rimette le cose a posto
    devo farti mio malgrado i complimenti
    i fascisti direbbero: hai tirat fuori le palle
    io ti dico : ben fatto, ributtiamogliela addosso la merda di queste ore a questi falsari…

    • concordo in pieno specialmente sul giudizio storico politico nonchè sul fastidio epidermico che provocano anche a me i “terzisti”: ma vorrei capire a chi ti riferisci in special modo

      • azzecato anche l’esempio metaforico del film ESSI VIVONO
        perchè veramente tra noi e questi c’è una distanza abissale
        come fossero marziani, basta leggere quel che sproloquia il sig. panattoni per capire come costoro siano veramente dei marziani

  2. a dimostrazione che anche le BR pensavano di salvare l’Italia…

    tra voi e Curcio la differenza è che voi, purtroppo, siete a piede libero

  3. provocata ti rispondo:
    tra te ed un naziskin che va in giro di notte con altri dieci a picchiare donne e bambini africani la differenza è che tu muori dalla voglia di farlo ma non sapresti come dirlo ai tuoi…
    bello che hai pensato alle br e non ai partigiani che han fatto fuori il tuo duce, per fortuna nostra e di tutti gli italiani onesti e per bene.

    • io non picchio le donne, io faccio corsi di difesa personale patrocinati dal telefono azzurro rosa, qui a brescia.

      tu parli ancora una volta a sproposito, ma è ovvio.

      tu sei la peggior umanità che ci sia in italia, una nostalgica delle BR e fanatica di estrema sinistra, non mi stupirebbe scoprirti terrorista tra qualche anno.

      • tu fai quei corsi solo come copertura
        poi coi tuoi camerati fai le ronde e picchi donne e persone indifese e straniere, lo sanno tutti…
        la palestra come copertura di un fascista bresciano

        • Bertoldino, non fare accuse gratuite. Né tu ne nessuno, qui, sa cosa fa Marco Panattoni quando non scive su questo blog.
          Dire che va in giro a picchiare la gente è un’accusa gravissima, non devi permetterti di dire una cosa del genere.

          • potrei mandare anche la copia dei volantini, ma gente simile direbbe che sono una copertura.

            io sono sempre stato molto bravo a combattere, ed ho sempre odiato i bulli perchè è troppo facile prendersela con qualcuno più piccolo di te o più leggero.

            per questo motivo, gratis, ho fatto questi corsi di difesa per donne, visto che a parole tutti si indignano per gli stupri, nei fatti nessuno faceva un cazzo.

            quindi, ho dedicato il mio tempo e le mie competenze come maestro di arti marziali, per una cosa che ritenevo doverosa.

            Gli sport da combattimento sono la mia passione, ho 38 anni ed ho 30 anni di pratica ininterrotta, quando non lavoro sono in palestra.

            E chi ha un minimo di conoscenza di chi fa il pugile o sport da combattimento, sa che non andiamo in giro a picchiare la gente.

            perchè chi fa sport come i nostri vuole il confronto 1 contro 1 con qualcuno bravo e pesante quanto te, di modo che si vede chi è più forte.

            che senso ha picchiare, in gruppo poi, gente più debole o indifesa?

            cosa dimostra?

            accusarmi di picchiare la gente è ignoranza pura.

            dopo ti allego in video dello sport che insegno e faccio, guardalo di modo che capisci che chi fa uno sport simile non ha bisogno di fare a pugni in strada e men che meno di aggredire gente inerme.

              • molto istruttivo massacrare di calci e pugni uno che è già a terra.
                Non ho niente contro gli sport violenti.
                Preferisco pero’,almeno quelli di squadra.
                In questo video ho visto degli individui, soli (proprio come è il CITTADINO oggi,lontano da qualsiasi idea di SOCIALE), scaricare tutta la propria frustrazione (o magari il proprio ego smisurato) contro un altro avversario (il NEMICO),anche dopo averlo mandato a terra!

                E adesso ho capito da dove viene il tuo modo di pensare.
                picchia, picchia, se serve a farti sentire piu’ vivo!
                E se cade, PICCHIA PIU’ FORTE.
                Detto questo, non ho niente contro questo sport.
                Sei tu a starmi pesantemente sul cazzo.
                Arrogante del NULLA, proprio come i tuoi esponenti “del nord”.

                • questo sport si chiama MMA (Mixed Martial Arts)

                  è lo sport da combattimento più ambito dagli atleti e più pagato al mondo.

                  è la versione moderna dei gladiatori, basato su onore, rispetto e sprezzo del pericolo.

                  gli atleti battono i guantini e si abbracciano ogni volta che finisce un match.

                  è lo sport da combattimento più visto negli USA.

                  chiaramente tu hai scambiato l’agonismo per frustrazione, e la lotta a terra (ammessa) per prevaricazione.

                  sono contento di starti sul cazzo, perchè tu con gli ideali NOBILI che ci sono dietro a questo sport non c’entri nulla, ed era preoccupante esserti simpatico…

          • cerca piuttosto di rivolgerti al tuo amico fascista tutte le volte che ha inventato di sana pianta accuse di terrorismo, che ha insultato le persone senza motivo inclusi parenti ed affini
            solo l’altra sera ha insultato più volte rosellina
            senza che nessuno ha detto nulla
            ed ora io che dico quelo che penso di lui e cioè che è un bulletto da web da due soldi mi vieni a fare la morale che non devo escludere che magari è vero che va in palestra? Ecchisenefrega
            non gli da mica il diritto di venire a fare lo squadrista in questo blog…
            non sarai un altro di quei terzi incomodi del post anche tu?

  4. che noia le offese di Rosellina.

    il sottoscritto, gratis, ha promosso ed insegnato in prima persona corsi di difesa personale, riservati a sole donne, per insegnare come reagire ad aggressori ed a stupratori.

    e la simpatica amica delle BR dice che vorrei picchiare donne e bambini…

    ma ho capito che risponderle a tono, non serve.

    meglio evidenziare i fatti, ci sbatte il muso più forte….

  5. anch’io e così chiudo ogni discorso con te per oggi
    non mi sorprenderei se la polizia di brescia ti trovasse coinvolta in qualche schifosa violenza contro delle donne

        • io a differenza tua ho fatto cose concrete per migliorare la situazione, organizzando eventi sportivi e donando anche soldi importanti al telefono azzurro rosa oltre ai miei corsi gratuiti.

          tu parli, parli e scrivi qui sul blog.

          questa è la differenza

    • che noia le stupidaggini del bulletto bresciano adoratore del pagliaccio
      ripete accuse di essere brigatisti a chi ha sempre combattuto il brigatismo a favore della lotta a viso aperto e senza violenza
      se continua gli do’ del pedofilo
      cosi’ la smette
      ma è appiccicoso frustato ed insulso senza argomenti
      pare gasparri

  6. io non scopro nulla quel che dici tu è spazzatura
    sei un bulletto fascista
    vedo che ridi
    speriamo che dopo tutti questi ah ah ah ah
    sparisci

    • tu parli, io faccio cose concrete.

      se questo è essere bulletto fascista, ben venga.

      meglio che una sognatrice amante dei terroristi come te, faranduccia….

  7. Francamente mi sembra la solita demonizzazione per screditare in toto categorie di persone indipendentemente da ciò che diranno nel merito delle questioni, benché alcuni passaggi siano condivisibili (non sopporto i Pierluigi Battista di turno che vengono spacciati come equilibrati e imparziali, per esempio).

    Ergersi a paladini della Costituzione mentre contemporaneamente, ormai senza più nemmeno accorgersene, ci si pulisce il popò con alcune sue parti piuttosto importanti è abbastanza divertente. Sempre per esempio.

    C’è poco da ironizzare anche sul “dopotutto è stato eletto”, appunto perché… dopotutto è stato eletto. Quel mandato non consente a Silvio di fare ciò che vuole, come crede lui, ma nemmeno si può far finta che non esista o pretendere dimissioni ogni due per tre, come si vorrebbe dall’altra parte della barricata.

    In generale noto un abuso del motto “il fine giustifica i mezzi” (è Silvio, è prefassista, quindi bisogna applaudire come dei bonobo a qualsiasi cacata venga detta contro di lui). E le invettive alla “o sei con me o sei contro di me” sono abbastanza infantili (il manicheismo e la realtà sono quasi sempre inconciliabili) e non portano a nulla di buono.

  8. vedo che le stai prendendo pure da Franca, ieri le hai prese da darti e fatti e pure oggi
    grafomane oggi ho visto che le hai prese da altre parti su facebook
    panettoni ma che sei il punching ball di tutti?
    eh eh eh
    il divertimento di tutti
    poverino…

  9. ti lascio ad altri
    che ti sistemano per benino
    tra ieri ed oggi hai perso sette otto incontri per ko
    poverino
    fai pena
    sai l’orgoglio? ah ah ah
    il punching ball

  10. sembra che questi 15 anni di insulti personali a tutta la sinistra ce li siamo inventati noi…
    ed ora basta con le lacrimuccie torniamo a combatterlo, c’e’un’aria come di prostrazione…
    come dice l’articolista di questo post
    al massimo il berlsucoide non mangerà il torrone a natale
    e chissene frega!!!

  11. Pingback: Prefascismo e stampelle delle borghesia « Le terre della gramigna

  12. facciamo un commento al post….

    io leggo ogni giorno IL SOLE 24 ORE ed ITALIA OGGI. Guardo almeno due telegiornali, e se posso RAI 3 per sentire l’altra campana.

    leggo 1 libro a settimana.

    e voto, nel pieno possesso delle mie facoltà mentali, Lega Nord.

    E con convinzione.

    Ma non perchè il Silvio ha le televisioni.

    Nè perchè il Silvio sia onesto.

    Non ne sono certo ma non mi pongo il problema.

    Voto Lega Nord perchè su:

    1) immigrazione
    2) islam
    3) sicurezza
    4) economia

    dicono cose che condivido appieno.

    Non ho tirato giù io le Due Torri, non ho fatto l’attentato a Madrid o a Londra ed esiste un fondamentalismo islamico pericoloso.

    E la Lega è l’unica che se ne occupa.

    Sono stanco di pagare tasse su tasse per vedere l’inefficienza del sud, visto che oltre l’emilia romagna c’è una voragine di inefficienza che inghiotte il denaro anche delle mie tasse, e se la Lombardia fosse autonoma avremmo il PIL del Belgio.

    E la Lega, è l’unica che ha sempre parlato di federalismo fiscale.

    Io ho scelto consapevolmente di votare Lega, pur considerando ciarlataneschi avvenimenti come l’acqua del Po ed altro, perchè nel panorama politico è l’unica che raccoglie alcune mie istanze.

    Voi, l’autore del post e gli esimi commentatori di sinistra, non avete capito che chi vota a destra non vota per ideologia.

    Vota perchè tra tutto il panorama politico, trova nel PDL o nella Lega i soggetti che IN PARTE raccolgono le loro istanze politiche.

    In Italia non esiste il regime.

    In Italia la gente si è rotta i coglioni.

    E la Sinistra, dal PD all’IDV, non ha proposte che raccolgano almeno in parte le istanze della gente, o verrebbero votati.

    Potete dire stronzate sul regime, sul controllo dei media o potreste fare proposte politiche serie.

    Fortunatamente per il centro destra, parlate di regime e dite stronzate.

    Se Casini si alleasse con il PD, escludendo Di Pietro e la Sinistra Radicale, e si candidasse Casini contro il Silvio, potrebbe addirittura vincere.

    Ma fortunatamente non accadrà mai, visto che voi perdete tempo a parlare di regime, organizzate cose inutili come il No Berlusconi Day e vi allontanate sempre di più dalle istanze della popolazione.

  13. in realtà le cose stanno prorpio come dice l’autore del post
    in più devo dire che s.v. ha avvelenato sciantemente i pozzi così che chi verrà dopo dovrà bere per molto tempo le sue schifezze
    io penso comunque che non ci sia solo un problema di democrazia, ma anche
    inoltre
    tornando all’economia da cui ci si vuole distrarre furbescamente
    io penso che se i 40.000 precari fatti fuori questa estate con un tratto di penna da quella mignotta del capo della gelmini
    incontrano per strada il delinquentone
    altro che statuine sul viso…
    tornando all’odio che lui ha istillato
    vi ricordo qualche chicca:
    ” Non faremo prigionieri” avv. Previti prima di una tornata elettorale
    “Quelli di sinistra devono andare a morire ammazzati” Renato Brunetta
    “Abbiamo pronti 300.000 fucili pronti a marciare su Roma” umberto bossi
    “I nostri soldati venivano portati in villeggiatura al fronte” (signor B)
    “sotto mussolini gli antifascisti andavano in villeggiatura” ( sempre b.)
    “Non capisco come in Italia ci siano ancora così tanti coglioni che votano a sinistra” (signor B)
    “I magistrati sono antropologicamente diversi” (signor B)
    “Col tricolore mi ci pulisco il culo” umberto bossi
    “Una pallottola costa solo 300 lire” umberto bossi
    “Liberatevi dall’oppressione di questa elite di merda” renato brunetta
    “Gli stiamo facendo un culo cosi’” (brunetta)
    “Gli Italiani sono come bambini di undici anni e nemmeno tanto svegli” (signor b, parlando delle sue televisioni)
    “Il Presidente della Repubblica è un uomo della Prima Repubblica che ha attraversato tutti i miasmi della politica… un orditore di colpi di Stato… Un serpente, traditore, golpista… Altro che impeachment! andrebbe processato davanti all’Alta Corte per attentato alla Costituzione…
    (signor B. parlando di Scalfaro)
    per non dire delle istigazioni razziali e delinquenziali di gentilini e borghezio che hanno armato decine, centinaia di violenze fasciste contro gli stranieri…non sono mandanti questi ?
    se potessero

  14. leggete qui e poi fate una bella pernacchia a tutti i fascisti che parlano di mandanti
    mandateli a fare in culo

    Marco Travaglio

    Ebbene sì, han ragione Cicchitto, Capezzone e Sallusti, con rispetto parlando. Inutile negare l’evidenza, non ci resta che confessare: i mandanti morali del nuovo caso Moro siamo noi di Annozero e del Fatto, in combutta con la Repubblica e le procure rosse. Come dice Pigi Battista sul Corriere, abbiamo creato “un clima avvelenato”, di “odio politico”, roba da “guerra civile”. Le turbe psichiche che da dieci anni affliggono l’attentatore non devono ingannare: erano dieci anni che il nostro uomo, da noi selezionato con la massima cura (da notare le iniziali M.T.), si fingeva pazzo per preparare il colpo. E la poderosa scorta del premier che si è prodigiosamente spalancata per favorire il lancio del souvenir (come già con il cavalletto in piazza Navona) non è che un plotone di attivisti delle Brigate Il Fatto, colonna milanese Annozero. Siamo stati noi. Abbiamo spacciato per cronaca giudiziaria il racconto dei processi Mills, Mondadori e Dell’Utri, nonché la lettura delle relative sentenze, mentre non era altro che “antiberlusconismo” per aprire la strada ai terroristi annidati nei centri di igiene mentale. Ecco perché non ci siamo dedicati anche noi ai processi di Cogne, Garlasco, Erba e Perugia: per “ridurre l’avversario a bersaglio da annichilire” (sempre Battista, chiedendo scusa alle signore).
    Ci siamo pure travestiti da leader del centrodestra e abbiamo preso a delirare all’impazzata. Ricordate Berlusconi che dà dei “coglioni” alla metà degli italiani che non votano per lui, dei “matti antropologicamente diversi dal resto della razza umana” ai magistrati, dei “golpisti” agli ultimi tre presidenti della Repubblica, dei fomentatori di “guerra civile” ai giudici costituzionali e ai pm di Milano e Palermo, dei “criminosi” a Biagi, Santoro e Luttazzi, che minaccia Casini e Follini di “farvi attaccare dalle mie tv” perché “mi avete rotto il cazzo” e invoca “il regicidio” per rovesciare Prodi? Ero io che camminavo in ginocchio sotto mentite spoglie e tre chili di cerone. Poi, già che ero allenato, mi sono ridotto a Brunettaper dire che questa “sinistra di merda” deve “morire ammazzata”. Ricordate Bossi che annuncia “300 uomini armati dalle valli della Bergamasca”, minaccia di “oliare i kalashnikov” e “drizzare la schiena” a un pm poliomielitico, sventola “fucili e mitra”, organizza bande paramilitari di camicie verdi e ronde padane perché “siamo veloci di mano e di pallottole che da noi costano 300 lire”? Era Santoro che riusciva a stento a coprire il suo accento salernitano con quello varesotto imparato alla scuola di dizione.
    Ricordate Ignazio La Russa che diceva “dovete morire” ai giudici europei anti-crocifisso? Era Scalfari opportunamente truccato in costume da Mefistofele. E Sgarbi che su Canale5 chiamava “assassini” i pm di Milano e Palermo e Caselli “mafioso” e “mandante morale dell’omicidio di don Pino Puglisi”? Era Furio Colombo con la parrucca della Carrà. E chi pedinava il giudice Mesiano dopo la sentenza Mondadori per immortalargli i calzini turchesi? Sandro Ruotolo, naturalmente, camuffato sotto le insegne di Canale5. Chi si è introdotto nel sistema informatico di Libero e poi del Giornale di Feltri e Sallusti per accusare falsamente Dino Boffo di essere gay, Veronica Lario di farsela con la guardia del corpo, Fini di essere un traditore al soldo dei comunisti? Quel diavolo diPeter Gomez. Chi ha seviziato Gianfranco Mascia, animatore dei comitati Boicotta il Biscione? Chi ha polverizzato la villa della vicedirettrice dell’Espresso Chiara Beria dopo una copertina sulla Boccassini? Chi ha spedito a Stefania Ariosto una testa di coniglio mozzata per Natale? Noi, sempre noi. Ora però ci hanno beccati e non ci resta che confessare. Se ci lasciano a piede libero, ci impegniamo a non dire mai più che Berlusconi è un corruttore amico di mafiosi. Lui è come Jessica Rabbit: non è cattivo, è che lo disegnano così.

  15. “erano rimasti un pò tesi per una certa strategia …” Questa costruzione è veramente forte,anche dal punto di vista letterario, mi hai fatto sorridere…

  16. Pingback: Lo stato prefascista ed i terzisti – Seconda parte « LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

  17. L’ego assolutamente dilatato di Panettoni Marco ,sul quale non azzardo ipotesi, dovrebbe indurre a non frequentare questo sito dal titolo equivoco. L’acredine e la presunzione nulla hanno a che fare con la conoscenza.

  18. Pingback: Per loro un numero ossessivo: RGnm 1531/09. Per noi un appello : teniamo gli occhi aperti in questa notte scura « LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

  19. Pingback: Berlusconi e Dell’Utri iscritti nel registo degli indagati per le stragi del 93 | Morino

  20. Pingback: I giorni della merla, i giorni più freddi, la notte della democrazia. « LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

  21. Pingback: I giorni della merla, i giorni più freddi, la notte della democrazia. : NO BERLUSCONI DAY

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...