LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse


9 commenti

Nora e le capre ……( storie vere di gente VERA – 1° puntata )

Da oggi in poi voglio parlare solo di cose positive, di fatti concreti, di persone che cercano di cambiare il mondo con le proprie scelte di vita , professionali e sociali.

mi sono stancata di seguire i balletti continui dei nostri politicanti….

mi sono stancata delle continue scoperte di escort minorenni..festini e orge  istituzionali varie …

mi sono stancata  dei…  sì mi candido, no ,non mi candido dei vari Montezemolini..

mi sono stancata  dei ….appoggio il governo, no voto la sfiducia .. dell’imitazione più riuscita di Neri Marcorè….

…..dei “dagli all’immigrato che delinque” che  chiudono occhi e turano il naso se la delinquentella di colore è minorenne e ben carrozzata, ma soprattutto ha spupazzato il capo dell’esecutivo…

….delle  demagogiche salite sui tetti di Bersani…

…. delle scoperte dell’acqua calda di Nichi….

….della Camusso che , neo eletta,  fa vecchi discorsi  di minaccia di sciopero generale che probabilmente non verrà mai  proclamato..

….della Camusso che  fa la giovanetta  che canta e balla Bella Ciao..

….delle sciarpe viola indossate e poi dismesse velocemente …

eccetera, eccetera eccetera

E quindi di parlerò di Nora Kravis, newyorchese trapiantata in toscana da molti anni ormai.

Mi ha cercato lei,un giorno dopo aver letto,  sulla mia bacheca facebook , un post dove mi dicevo nauseata ( non ricordo da cosa ) e che avrei spento il pc per fare la maglia….

Mi scrive  dicendomi di volermi far conoscere la sua produzione di cashmere.

Ci scriviamo e telefoniamo più volte  nel giro di pochissimo.

Ora è  qui davanti a me, finalmente dopo tanti appuntamenti mancati per imprevisti continui.

( Un segno del destino ?

Un incontro che non dovevamo avere o un incontro che doveva esserci a tutti i costi ?? )

Nora è la prima allevatrice di capre da cashmere in Europa e in Italia.Cashmere sostenibile  ( marchio registrato ) , completamente tracciabile.

Nora ha un carattere deciso e forte.

Idee chiare e una grande competenza.

Mi parla dei suoi progetti e di quelli che vorrebbe sviluppare  anche con l’aiuto dell’Onlus che io ho recentemente fondato….

E qui mi fermo, fine della prima puntata…

Un pò per scaramanzia, un pò per proteggere e non dare in pasto ai lupi  il progetto che intendiamo attuare..un grande progetto !

Vi linko uno dei suoi siti dove potrete vedere chi è Nora , cosa ha fatto fino ad ora…

eccolo : http://www.chianticashmere.com/Homepage/

Alla prossima, non me ne vogliate se vi tengo in sospeso.

Franca



Lascia un commento

Appello del Popolo Viola Arezzo e Toscana in aiuto di Emergency Toscana

Servono circa 3.000,00 euro per le spese vive di un Concerto organizzato dal GRUPPO EMERGENCY TOSCANA che si terrà ad AREZZO il 27 GIUGNO 2010 e dove si esibiranno Artisti Toscani , evento seguito dal Trio Medusa su Radio Deejay.

Il Concerto servirà a raccogliere fondi per il funzionamento del Poliambulatorio di Palermo aperto nel 2006 per garantire assistenza sanitaria gratuita ai migranti (con o senza permesso di soggiorno) e alle persone residenti in stato di bisogno.

CHIEDIAMO A TUTTI VOI di fare un piccolo versamento per sostenere le spese del concerto.

Questo sarà il contributo del POPOLO VIOLA AREZZO E DEL POPOLO VIOLA TOSCANO alla realizzazione dell’iniziativa.

SENZA IL VOSTRO AIUTO IL CONCERTO NON SI POTRA’ TENERE !!!

AIUTATE EMERGENCY !

COME EFFETTUARE IL VERSAMENTO :

poste pay : 4023 6005 7022 7035

oppure

Bancoposta :

IT-50-L-07601-14100-000099381402

( intestati a Franca Corradini )
Concerto Emergency Arezzo

L’AMBULATORIO :
Fatta eccezione per alcune figure sanitarie e non sanitarie che garantiscono la continuità e l’organizzazione del servizio, il personale medico, paramedico e amministrativo del centro opera a titolo volontario e gratuito.

Il progetto è stato realizzato con la collaborazione della direzione generale dell’Azienda unità sanitaria locale di Palermo, che ha ristrutturato e messo a disposizione i locali per la conduzione delle attività.

Ambiti di intervento:
medicina di base
odontoiatria
oculistica
pediatria
ostetricia e ginecologia
cardiologia e patologie del metabolismo
supporto psicologico-neuropsichiatrico
otorinolaringoiatria
dermatologia
infettivologia
orientamento socio-sanitario.

evento Facebook con le istruzioni per le donazioni

Il Popolo Viola Arezzo e Toscana in aiuto di Emergency Toscana


40 commenti

Ho deciso di candidarmi alle elezioni regionali

vota Antonio,vota Antonio,vota Antonio.....

Riporto qui sotto il testo della nota che ho scritto su FB il giorno dopo aver accettato per raccontare come sono arrivata alla decisione.

Una scelta criticabile…………..

Lo so, probabilmente molti di voi grideranno alla scandalo appena leggeranno cosa sto per scrivere.Circa un mese fa mi era stato chiesto di candidarmi nelle liste IDV alle elezioni regionali.
Chi me lo doveva chiedere ( Alfredo Colangelo che ospita gratuitamente in un suo server il sito http://www.noberlusconiday.org ) rispose -CONOSCENDOMI BENE – che era sicuramente un NO.
E difatti confermai : sicuramente NO.

La scorsa settimana parlando con Marco Manneschi , dell’IDV aretina, durante un volantinaggio per i SIT IN del 30 gennaio mi fece riflettere una sua affermazione mentre mi diceva che ero ancora in tempo a cambiare idea per la candidatura.

Mi disse più o meno : E’ un momento di emergenza democratica dobbiamo stare uniti….

La cosa finì lì, ma nella mia testa partirono una serie di pensieri e di riflessioni sul nostro essere contrari a questa strada ( quella elettorale ).
Mi sono chiesta e continuo a chiedermi se è il caso di buttare al vento questa che comunque è una opportunità di poter dire la nostra in altre sedi che non siano la piazza.
Mi sono chiesta e continuo a chiedermi se veramente non ci interessa cosa succede alle elezioni quando la gente voterà di nuovo i soliti nomi, turandosi il naso….
Mi sono chiesta e continuo a chiedermi se la presenza di appartenenti al popolo viola nelle liste potrà portare qualcosa di nuovo anche in questa sede…

Ancora in piena riflessione mi confronto con Gemma Valentini ( Popolo viola di Arezzo- Valtiberina nonchè attivissima precaria della scuola ) e le chiedo consiglio.
Inutile dire quale è stato il suo consiglio, visto che anche lei è stata contattata ed ha accettato.
Entusiasta Gemma mi dice dai Franca accetta … ed io, quasi scherzando, ” quasi quasi visto che ci sei anche tu .. così facciamo il popolo viola all’interno delle liste IDV ….”

Due giorni dopo ( ieri mattina ) una telefonata di Marco che mi chiede se ci ho ripensato….tempo per decidere : pochi minuti ed una domanda ” eventualmente posso essere indicata come indipendente ? ”
La sua risposta è sì.
La mia risposta è sì.

Ancora oggi non so se ho fatto bene, i miei sentimenti sono altalenanti.
Una cosa è certa : dovevo dirvelo subito.

Per trasparenza e lealtà.

So che questa mia scelta probabilmente mi creerà qualche problema/critica/ interpretazioni dietrologiche, ma non importa.
Questa è la verità, i fatti sono andati così.
Chi ci vuol credere ci creda, e chi non ci vuol credere pazienza….nemici come prima…
Franca

( cliccate qui per leggere i commenti )

P.S. : Oggi so che sono capolista nella circoscrizione di Arezzo, come indipendente ovviamente.

venerdì la prima conferenza stampa per presentare la lista e via………….



2 commenti

Non voglio più essere socio Coop

coop

Questa sera  ( 12 dicembre  n.d.r. ) stavo per caso guardando la televisione mentre la trasmissione Mi manda Rai tre parlava di un fatto successo in una coop in Toscana.

Vianello ha invitato in studio alcuni dipendenti della Coop Firenze che sono stati licenziati (dico licenziati!) perché durante il turno di notte mangiavano chi una merendina, chi una caramella, che qualche altra stupidaggine prelevando da un magazzino appositamente realizzato per contenere la merce che arrivava scondizionata e quindi non più vendibile.

Nessuno prelevava merce per portarla in casa, ma solo, durante una breve pausa dal lavoro, cibo per uno spuntino.

Sono stati filmati (!) denunciati e licenziati, con una sproporzione tra ciò che è stato fatto dai dipendenti e reazione della Coop a mio avviso allucinante. Persino la magistratura ha ordinato alla Coop di far tornare al lavoro i dipendenti. Inoltre un sindacalista della Cgil in studio ha detto che solo alcuni dei dipendenti sono stati licenziati, qualcun’altro ha avuto una diffida e un altro dipendente non ha subito conseguenze. Il presidente della Coop Vanni era in studio e non ha risposta a questa accusa.

Mentre, per il resto ha detto che non recede dall’iniziativa giudiziaria e perseguirà i dipendenti fino all’ultimo grado di giudizio.
Siccome la Coop siamo noi e a me non piace più essere socio di una cooperativa con un presidente che non si rende conto che dietro un licenziamento c’è una famiglia messa sul lastrico con tutto ciò che questo comporta, domani vado alla Coop di Sansepolcro e riconsegno la mia tessera e spero che siano in molti a farlo e così, il sig. Vanni capirà che i soci della cooperativa che presiede non sono d’accordo con lui. Se saremo in molti a farlo, metteremo pressione sulla coop.

Un caro saluto

Marco V

.