LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse


3 commenti

Lo stalking passa alla Camera, ma c’è chi ha votato contro ( dal blog di Alex Menietti )

E’ finalmente passata in Parlamento la proposta di legge sullo stalking, che da anni attendevamo in Italia.

Solo l’anno scorso, le persecuzioni hanno riguardato più di sei milioni di donne (fonte: Secondo Voi, Mediaset) tra i 14 ed i 59 anni d’età.
La proposta passata poteva essere migliore.

La Mussolini, per esempio, aveva proposto un’assistenza legale gratuita alle vittime delle persecuzioni: perché se in moltissimi casi le vittime non denunciano il fatto, è bene aiutarle a farlo. Se potevano esserci sì miglioramenti, potevano però esserci anche risultati migliori.

Della notizia passata sui giornali, non mi ha stupito tanto il voto compatto a favore anche da parte dell’opposizione, ma piuttosto il fatto che un gruppo parlamentare, seppur piccolo, abbia votato contro.

Sono i liberaldemocratici.

E allora cominciano a frullarmi i più svariati pensieri per la testa. Mi chiedo quanto valga un ideale quando si parla di sicurezza delle donne (e non solo). Mi chiedo se c’è veramente qualche cittadino che non vuole vedere riconosciuto questo tipo di reato, dal momento che due parlamentari han votato contro (e i parlamentari son la voce dei cittadini, no?).

segue sul blog di Alex