LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse


Lascia un commento

L’anti-fannullone è…..un copione


2giu-qrnl70_renato-brunetta_friend_excDivertente questa notizia che mi è stata segnalata da un lettore del blog.

C’è poco da aggiungere, gustatevela.

Solo una cosa : almeno nel mio ambiente ( scuola ) i provvedimenti brunettiani    (  brunetteschi , brunettacci, bruniferi ??? boh ?  )  hanno penalizzato soprattutto chi ha reali problemi di salute.

Come era ampiamente prevedibile d’altronde.

I fannulloni continuano a fare i fannulloni : come sempre, pur essendo presenti  al lavoro …….

Franca Corradini

Brunetta il copione ( L’espresso del 12 febbraio )

Uno dei pochi testi scientifici firmati dal ministro anti-fannulloni è letteralmente plagiato da un ben più noto studio americano del 1980

Non sarà un fannullone, ma un po’ copione sì. Il ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta, docente di Economia, ha pubblicato nel 1987 (editore Marsilio), assieme ad Alessandra Venturini, una delle sue (poche) opere scientifiche, ?Microeconomia del lavoro?.

Ora che il politico veneziano ha toccato i vertici della notorietà, non lesinando le critiche ai dipendenti pubblici nullafacenti, insegnanti inclusi, qualche suo (ex) collega è andato a riprendesi il trattatello. E ha scoperto, già a un primo sguardo, che interi brani erano letteralmente tradotti o parafrasati, e numerosi grafici ricopiati pari pari, da un più noto testo americano del 1980 (?Labor Economics?, prima edizione del 1970, edito da Prentice-Hall, Inc.) dei professori Belton M. Fleisher e Thomas J. Kniesner .

continua


5 commenti

Pulizia nella pubblica amministrazione ?

Prima Nicolais e la battaglia contro i dipendenti pubblici fannulloni.

Poi il Ministro Fioroni e la battaglia contro le mele marce.

Di nuovo Nicolais ed il licenziamento dei dipendenti pubblici che si macchieranno di reati quali corruzione, concussione e peculato anche in caso di patteggiamento della pena.

Ora Brunetta con i dipendenti fannulloni…

Giusto, sbagliato non voglio parlare ora di questo.

Ora voglio sapere perchè si parla , sempre e solo , di dipendenti.……

I dirigenti ……tutti santi ????

NO, senz’altro. Anche perchè dietro un dipendente che si “permette ” certe cose c’è sempre un dirigente od un para-dirigente che, nella migliore delle ipotesi, fa il gioco delle tre scimmiette !!!

Scrive una persona che lavora nella pubblica amministrazione da 30 anni.

Che anni fa , ha dovuto continuare a “convivere” – gomito a gomito – con il proprio dirigente da lei denunciato per molestie sessuali con l’aggravante dell’abuso di potere”…………….

e non solo….ma ve lo risparmio

E tutto ciò in un ambiente , quello scolastico, che avrebbe bisogno ben altri esempi.

Altrochè mele marce di Fioroni.

A proposito ne avesse beccata una di mela marcia !!!!

Sono gli alberi ad essere infetti……..il minimo che può capitare è che le mele nascano e crescano marce !

Lo insegna il contadino : per avere frutti sani occorre curare le pIante fin dalla semina, ma soprattutto è il terreno dove crescono che deve essere particolarmente fertile e SANO !

Quindi, per ora , mera UTOPIA…..

Franca Corradini


2 commenti

Preghierina di ringraziamento laica semiseria

Oggi, strappo alla regola, parlerò di me e di una cosa che mi riguarda .

Il 1° di settembre, dopo 19 anni di pendolarismo, finalmente sono trasferita nella città dove abito.

Lavorerò all’Istituto d’Arte di Arezzo a pochi passi da casa.

Senza entrare nei particolari, lunghi da spiegare e difficili da esporre, voglio esprimere la mia gioia con una preghierina di ringraziamento laica e semiseria .

Chi mi conosce , come amica o come nemica , capirà quali sono le parti serie e quelle che non lo sono.

E capirà anche il perchè ……

Dedicata ai miei nemici, con l’augurio che siano sempre tanti ed in buona salute  !

Grazie di esistere Fainotizia di Radio Radicale,

grazie di essermi capitata tra i piedi il 31 dicembre 2006,

grazie agli amici di quel tempo,

grazie di aver buttato fuori Marco Panattoni,

favorendo così la crescita di questo blog,

grazie a Marco Panattoni per aver voluto condividere LA CONOSCENZA RENDE LIBERI con me,

grazie ai detrattori che hanno fatto aumentare la popolarità del blog,

grazie ai nemici che ogni giorno hanno visitato Fainotizia di Radio Radicale, e LA CONOSCENZA RENDE LIBERI nel timore di leggere il loro nome o fatti e circostanze che li riguardavano,

grazie al web di esistere,

grazie all’invenzione del blog,

grazie alla libertà di espressione con l’augurio di lunga vita,

grazie a coloro che sopportano ogni giorno il mio stare al pc per tante ore,

grazie a me, che tra alti e bassi ( molti bassi ) , ho continuato imperterrita a scrivere………

Franca Corradini


24 commenti

Assenteismo,visite fiscali e genialità di Brunetta

Mai letta una cosa così stupida e controproducente.

Brunetta vuol combattere l’assenteismo della pubblica amministrazione, quindi diminuire i costi indotti dagli impiegati malati, aumentandoli ( i costi non gli impiegati… )

Mi spiego meglio e cercherò di farlo usando un linguaggio non burocratico per facilitare la lettura ai non addetti ai lavori.

Visita fiscale anche per un solo giorno di malattia.

Un giorno di malattia del dipendente costa mediamente allo Stato 70 euro.

Una visita fiscale , secondo stime molto approssimative, costa alle ASL circa 200 Euro di cui circa 40 rimborsati dall’amministrazione richiedente.

E qui già i conti non tornano.

Poi ci sono considerazioni di vario carattere.

L’obbligo della visita fiscale ed eventuali decurtazioni di stipendio valgono per assenze fino a 10 giorni .

Se Brunetta si avvalesse di buoni ( o discreti.. basterebbe ) collaboratori , come d’altro canto dovrebbe fare Gelmini, saprebbe che una iniziativa analoga era già stata attuata in passato con pessimi risultati. Difatti ad essere penalizzati furono solo i dipendenti che realmente erano ammalati. I “lavativi” non faticarono a trovare medici compiacenti che compilavano certificati di malattia per assenze più lunghe driblando gli incovenienti.

Inoltre, se Brunetta si avvalesse di statistiche e studi , scoprirebbe che sono molto rari i casi in cui un medico fiscale smentisce il medico curante. Per vari motivi , alcuni anche seri :

  1. solo il medico curante ha una visione generale dello stato di salute dell’individuo, quindi è in grado di giudicare se un una banale influenza innestata su altre patologie necessita , ad esempio , di 8 giorni di assenza anzichè di 3 …
  2. cane non mangia cane…
  3. inesperienza dei medici addetti alle visite fiscali , spesso giovanissimi

Ed ancora, le ASL, giustamente, devono dedicare le loro risorse ( sempre più scarse ) all’attività di cura e prevenzione.

Pertanto in molte regioni di sono poste un limite giornaliero nel numero di visite da effettuare proprio per meglio assolvere al loro compito primario, e bene hanno fatto !!

Per finire, sono passati tempi di questo genere di assenteismo.

Sono rimasti invece i tempi di coloro che approfittano del loro ruolo per trarne vantaggi economici e non. Danneggiando in modo molto più consistente le casse dello Stato e l’immagine della pubblica Amministrazione……….ah ,questi non sono i piccoli Travet che ogni tanto hanno il raffreddore…

Franca Corradini