LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse


8 commenti

Fosse solo il problema della figlia….

Da tempo volevo scrivere un post su questa vicenda, ma non ne ho mai avuto l’opportunità.

Leggendo il dibattito nato sotto un recente post, voglio scrivere due righe su quella che, secondo me, è una faccenda ben più pesante per l’onorevole Di Pietro di quella della figlia citata nei commenti da Marco.

Da molto tempo circolava la voce dell’incarico da TRE MILIONI DI EURO assegnato da Di Pietro al giudice di Brescia , Guglielmo Ascione che lo assolse per ben due volte.

Sulla parcella – che dalla cifra iniziale di 5 milioni è scesa, poi, a 3,2 milioni – ha acceso un faro anche la Corte dei conti. I giudici contabili voglio appurare se la Serenissima – per ottenere una rimodulazione della concessione dal 2013 al 2026: per altro, manca ancora la firma del decreto interministeriale – abbia, o meno, sprecato denaro (la maggioranza dei soci è composta da enti pubblici), configurando un danno alle casse dell’Eario. (m.mar.) ( SCONTRO FABRIS-DI PIETRO SUL CASO ASCIONE )

Anche Mastella nel gennaio fece riferimento a Guglielmo Ascione, il “giudice di Brescia” e ai fatti già menzionati.Ascione successivamente aveva presentato querela per diffamazione nei confronti di Mastella. Dopo la richiesta di archiviazione del pm Ascione aveva presentato opposizione. Ma la sua istanza è stata respinta dal gip, che ha emesso ordinanza di archiviazione.

La notizia è del 10 luglio 2008

Roma, 9 lug. (Apcom) – L’ex ministro della Giustizia, Clemente Mastella, non diffamò il giudice di Brescia Guglielmo Ascione quando, in un’intervista del gennaio scorso, parlò dell’incarico che gli era stato assegnato dall’allora ministro Antonio Di Pietro. Parole, quelle dell’ex Guardasigilli, che per il gip di Torino Elisabetta Chinaglia sono state pronunciate nell’esercizio delle sue funzioni e comunque possono rientrare nel “diritto di critica”. Per questo, riferisce un comunicato stampa del leader dell’Udeur, il procedimento per diffamazione a carico di Mastella è stato archiviato.

Saranno tutte fandonie????

Franca Corradini

altre chicche sulla ricattabilità di Di Pietro raccolte da Giomo