LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse


28 commenti

Impagabile

è impagabile il risultato elettorale di oggi.

Ho sbagliato le previsioni di 2 regioni, ma chissenefrega.

Me ne frego, come disse qualcuno, perchè sto godendo troppo.

voi comunisti, voi votanti dell’Italia dei Valori, come al solito non avete capito nulla.

Il PDL ha perso una valanga di voti.

Ma non li ha persi per merito vostro.

Li ha persi perchè tutte le persone che conosco che avevano votato PDL, in due anni si sono rotti il cazzo di alcune cose che sono:

  1. FINI
  2. Le varie sparate inopportune del Silvio, tipo dare dell’abbronzato ad Obama, farsi beccare sulla D’Addario e le stronzate sulla lotta al cancro.

Ma non è la fine di tutto.

E’ un litigio tra innamorati.

Gli elettori del PDL hanno dato un segnale chiaro e forte, ovvero che si sono rotti il cazzo di queste cose e dove c’era la Lega i voti sono passati di qui, dove la Lega non c’è sono rimasti a casa e non sono andati a votare.

Chi è davvero di destra non può votare Fini, ed ha votato noi, l’unico partito di destra rimasto in Italia.

Voi cazzari avete conquistato voti solo con l’IDV, perchè essendo votati da fondamentalisti chiaramente ha preso voti.

Poi avete vinto dove era ovvio, io ho parenti in Toscana ed in Umbria e quelli votano a Sinistra A PRESCINDERE.

Ma chi maggiormente ha dimostrato di non essere attraente per gli elettori, è il PD che ha perso voti su basi nazionali.

In Veneto siete stati DOPPIATI, 60% contro 30%.

Vendola è stato eletto per una scelta politica infelice di non allearsi con l’UDC, perchè i voti della Poli Bortone davano la vittoria, scelta stupida e vittoria meritata vostra.

Loiero lo hanno votato 1/3 degli elettori, ben contenti di come voi lottiate contro la ‘ndrangheta.

Qui al Nord, dove si produce la ricchezza del paese, la Lega che ben sa rappresentare gli interessi concreti delle persone abbiamo STRAVINTO, a riprova che tutte le stronzate sulla crisi del Nord Est e la perdita di consenso della destra, che avete scritto per mesi, erano e sono stronzate.

Certo, ci sarà una resa dei conti.

Perchè la Lega così forte peserà a livello nazionale, ed avremo finalmente il federalismo ed anche chi è vissuto sulle spalle nostre dovrà iniziare a rimboccarsi le maniche ed a razionalizzare spese e clientelismo.

E soprattutto il Sud ci guadagnerà, perchè con la responsabilizzazione civile e penale degli amministratori locali, i cittadini del Sud potranno prendere a calci chi li malgestisce.

Perchè voi trogloditi che odiate la Lega a prescindere, non avete capito che i cittadini del Sud sono VITTIME del malgoverno e con il federalismo finalmente anche al Sud ci sarà lavoro e ricchezza.

Avete insultato la Lega, ci avete dato dei nazisti, come al solito non avete capito un cazzo, ed i risultati elettorali lo hanno dimostrato….


40 commenti

Ho deciso di candidarmi alle elezioni regionali

vota Antonio,vota Antonio,vota Antonio.....

Riporto qui sotto il testo della nota che ho scritto su FB il giorno dopo aver accettato per raccontare come sono arrivata alla decisione.

Una scelta criticabile…………..

Lo so, probabilmente molti di voi grideranno alla scandalo appena leggeranno cosa sto per scrivere.Circa un mese fa mi era stato chiesto di candidarmi nelle liste IDV alle elezioni regionali.
Chi me lo doveva chiedere ( Alfredo Colangelo che ospita gratuitamente in un suo server il sito http://www.noberlusconiday.org ) rispose -CONOSCENDOMI BENE – che era sicuramente un NO.
E difatti confermai : sicuramente NO.

La scorsa settimana parlando con Marco Manneschi , dell’IDV aretina, durante un volantinaggio per i SIT IN del 30 gennaio mi fece riflettere una sua affermazione mentre mi diceva che ero ancora in tempo a cambiare idea per la candidatura.

Mi disse più o meno : E’ un momento di emergenza democratica dobbiamo stare uniti….

La cosa finì lì, ma nella mia testa partirono una serie di pensieri e di riflessioni sul nostro essere contrari a questa strada ( quella elettorale ).
Mi sono chiesta e continuo a chiedermi se è il caso di buttare al vento questa che comunque è una opportunità di poter dire la nostra in altre sedi che non siano la piazza.
Mi sono chiesta e continuo a chiedermi se veramente non ci interessa cosa succede alle elezioni quando la gente voterà di nuovo i soliti nomi, turandosi il naso….
Mi sono chiesta e continuo a chiedermi se la presenza di appartenenti al popolo viola nelle liste potrà portare qualcosa di nuovo anche in questa sede…

Ancora in piena riflessione mi confronto con Gemma Valentini ( Popolo viola di Arezzo- Valtiberina nonchè attivissima precaria della scuola ) e le chiedo consiglio.
Inutile dire quale è stato il suo consiglio, visto che anche lei è stata contattata ed ha accettato.
Entusiasta Gemma mi dice dai Franca accetta … ed io, quasi scherzando, ” quasi quasi visto che ci sei anche tu .. così facciamo il popolo viola all’interno delle liste IDV ….”

Due giorni dopo ( ieri mattina ) una telefonata di Marco che mi chiede se ci ho ripensato….tempo per decidere : pochi minuti ed una domanda ” eventualmente posso essere indicata come indipendente ? ”
La sua risposta è sì.
La mia risposta è sì.

Ancora oggi non so se ho fatto bene, i miei sentimenti sono altalenanti.
Una cosa è certa : dovevo dirvelo subito.

Per trasparenza e lealtà.

So che questa mia scelta probabilmente mi creerà qualche problema/critica/ interpretazioni dietrologiche, ma non importa.
Questa è la verità, i fatti sono andati così.
Chi ci vuol credere ci creda, e chi non ci vuol credere pazienza….nemici come prima…
Franca

( cliccate qui per leggere i commenti )

P.S. : Oggi so che sono capolista nella circoscrizione di Arezzo, come indipendente ovviamente.

venerdì la prima conferenza stampa per presentare la lista e via………….



7 commenti

Meno tasse per i nuovi proletari, gocce del mare azzurro

Ogni giorno che passa sono sempre di più i nuovi proletari.  A differenza del glorioso passato bolscevico oggi però non vediamo bandiere rosse a far loro da ala nè si ode l’entusiasmo dei rimasugli comunisti ancora annidati nel nostro paese.

Del resto anche come proletari sono un pò mediaticamente sfigati. Tutta gente che non ha ombrelli come gli operai della FIAT , gente che non sale sulle gru o sui tetti perché non è nella loro mentalità ed anche perché sopra il loro negozietto non c’è neanche spazio per una canadese né troverebbero il cronista dell’Unità che affannosamente gli sventaglia il microfono sotto la bocca.

Da gennaio a giugno 2009 hanno chiuso in Italia 36.000 negozi. 6.000 AL MESE. 200 al giorno. A fine anno le previsioni di Confesercenti sono di meno settantamila.  Soprattutto a conduzione famigliare. Resistono le grandi catene. Un calcolo prudenziale, pur tenendo conto dell’apertura di nuovi negozi, è di almeno 200mila persone senza lavoro quest’anno. I negozi chiudono per la crisi, per la mancanza di ottimismo dei consumatori, per la concorrenza dei supermercati e per le tasse. Sui primi tre punti è difficile intervenire, sull’ultimo invece si può. I negozianti devono pretendere l’uguaglianza fiscale di fronte alla legge. Io non mi sono stracciato le vesti per la morale offesa dallo scudo fiscale ma se i grandi evasori pagano il 5% per rientrare in Italia ripuliti e verginelli anche il commercio al dettaglio deve avere un’aliquota massima del 5%.

Berlusconi e Tremonti stiano attenti , l’incazzatura delle persone  per bene che hanno votato credendo all’idea di  meno tasse e più sicurezza è incommensurabilmente superiore agli strepiti dei dipietristi e dei moralisti a gettone anche perchè si ode di meno ma vale di più.

Questa è la base sociale del pdl e continuando così rischiano di perdere il potere quello vero e non per storie di donnine o per improbabili corresponsabilità mafiose. Ma per promesse non mantenute.

Ed un segnale si può dare anche fra qualche mese alle regionali.

Noi non facciamo manifestazioni folkloristiche e di solo impatto mediatico come il No Berlusconi Day, una manifestazione che serve solo per selezionare una nuova classe dirigente di qualche partitino della sinistra.

Nè partecipiamo con grande interesse alla trappola del tifo scattata in questi giorni su mafia si e mafia no.

Noi  lavoriamo in silenzio e vediamo una situazione pessima intorno a noi , tutto è più o meno come prima ed il tempo passa.

L’unica nostra arma è semplicemente ragionare e poi non andare a votare ed ho l’impressione che molti stiano sottovalutando un “certo fastidio” nell’elettorato pdl.

Attenti, questi molti, che un “certo fastidio” non è registrabile dai sondaggi, men che meno nella parte moderata del paese, da sempre restia a reagire in maniera immediata e veritiera di fronte ai sondaggi.

Attenti che da che mondo é mondo siamo noi le vere gocce – parafrasando un titolo letto in questo blog – la moltitudine di gocce che insieme fanno il mare. Fossi in te non mi preoccupaerei del mare viola , Silvio, ma di quello azzurro che è poi l’unico vero colore del mare…

Niente taglio dell’Irap, neanche in formato mini, niente alleggerimento dell’Irpef e niente cedolare secca sugli affitti: sul tavolo ci sono  4 miliardi di euro da spendere e questi serviranno per interventi “strutturali”, dal welfare alle piccole e medie imprese, e non per misure “mirate”. Sembra il programma di Epifani.

La misura è colma, per me già da tempo.

A proposito degli altri, dall’altra parte dell’emisfero purtroppo certe benefiche minacce di allontanamente si sono rivelate illusorie: Veltroni non  e’ più andato in africa come promesso e D’Alema non ci ha lasciati soli per andare a fare mister PESC in europa e sono di nuovo ambedue in giro a fare danni.

Questi due per il pd sono una cappa mortale.

Alfredo Cantera