LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse


5 commenti

C’era una volta un Brunetta socialista e lo Statuto dei Lavoratori…

Come ho già scritto in un precedente post nella botte piccola sta il vino buono…..

Pardon mi sono confusa ho scritto, o meglio ho citato, alcune fonti che illuminano sul passato del Ministro Brunetta.

Fare dell’ironia sui cm di altezza del Ministro è troppo facile , quasi da vigliacchi.

Anche perchè secondo De Andrè questa circostanza potrebbe rendere molto appetibile il Ministro da altri punti di vista … prova ne è la stangona bionda che si porta in giro mano nella mano…

Cercherò di essere seria, ora.

Mi chiedo come è possibile che dopo quasi 20 anni di direzione di una fondazione in titolata al padre dello Statuto dei lavoratori  ( Brodolini ) e quindi necessariamente a tutela dei diritti dei lavoratori, si passi a tanto accanimento contro i lavoratori pubblici .

Pentimento ?

Ci si rende conto di aver dato troppi diritti  ai lavoratori , in particolare a  quelli pubblici ?

Ci si è resi conto che l‘eccesso di diritti ha ubriacato di libertà i dipendenti pubblici ???

Qualcosa di strano deve essere successo…   a parte la miopia di provvedimenti che finiranno per colpire chi ha necessità reali e veritiere.

Per  sopperire ad  eventuali falsi certificati medici la cosa migliore forse era rivolgersi all’Ordine dei medici in modo che strigliassero direttamente chi i certificati li compila…

Per il resto , RIBADISCO, i  fannulloni vanno cercati non solo tra i lavoratori ma , anche e soprattutto tra  dirigenti e  funzionari e tra chi , presente risulta, ma lo è solo per il cartellino dell’orologio…………

Franca Corradini