LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Baratto : una forma nobile di economia

Lascia un commento

jazz1La prossima edizione di Barattowave, mercato Ecoscambio,sarà il prossimo 17 marzo a partire dalle ore 10,30 alle ore 18,30 sempre nello spazio del nuovo parcheggio di via Mecenate ad Arezzo.

Il sapore antico di un commercio che si basa sullo scambio è aperto “ad ogni uomo di buona volontà”.

Forse il termine migliore non è scambio ma contraccambio, perché nasconde in sé il restituire oltre che il dare ma con un significato più sociale e più fraterno. Partecipare è facile sia che si voglia aprire un proprio banchino sia che si voglia usare l’occasione di BarattoWave per liberarsi di qualcosa che oggi non ci serve più, con altro invece di più utile.

C’è però anche un’altra occasione e cioè quella di far vivere ai nostri figli un esperienza educativa unica: non si buttano via le cose ma si reciclano sempre e la sua forma più nobile per reciclarle è proprio il baratto.

Non è cosa da poco questa ultima opportunità nell’epoca per eccellenza dello spreco e nello stesso tempo della perdita di valori collegata anche ad un uso annoiato di tecnologie avanzatissime che non rispondono a vere esigenze personali e non ridanno quasi mai quello che all’apparenza promettono, entrando così in un circuito consumistico alienante che sempre porta all’isolamento e mai alla socializzazione.

BarattoWave ha soprattutto questa funzione educativa.

Certamente è il rischio/problema per i più giovani e giovanissimi ma anche per i nuovi dipendenti adulti da sms, chat e commercio in rete, che si ritrovano perduti tra le fredde nuove esperienze di comunicazione che regolano alla fine solo dei dialoghi agli specchi e scprire di colpo questa triste realtà è spesso causa di vere e proprie patologie.

Non è un caso che oggi la psicologia è obbligata ad occuparsi in maniera sempre più seria di questa problematica e al solito la risposta e la cura viene sempre dalla piazza.

La piazza è il luogo di incontro ed il mercato è la sua festa.

Il baratto, lo scambio,obbligano la trattazione e dentro alla trattazione si inseriscono empatie favorevoli all’amicizia.

Anzi il germe che porta alla “sana malattia” del legame amicale, risiede proprio nell’incontro e nel confronto. Non so se riesco a comunicare quanto di apparentemente secondario si nasconde dietro ad un evento come BarattoWave?

In più (e questo è il regalo aggiuntivo della festa BarattoWave) intorno alle ore 16, ormai è divenuta una consuetudine, si esibiranno il duo jazz composto da Roberto Casi alla chitarra e Michela Cartocci voce e magari con la sorpresa di qualche gradito ospite. Certamente ci sarà la piccola Lorenza Casi al cembalo, come già è capitato al suo debutto la scorsa volta e questa presenza ci serve a ricordare ancora una volta che BarattoWave è la festa dei bambini a cui partecipano anche i grandi più che il suo contrario e la presenza di Lorenza all’interno dell’esecuzione jazz ha proprio questo intento.

Roberto Casi


					
Advertisements

Autore: francacorradini

essere pensante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...