LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Non facciamo la sciocchezza di non andare a votare

24 commenti

Anche il satiro con la testa  asfaltata ha compreso l’importanza delle prossime amministrative.

Vuole che diventino un banco di prova del governo.

So che molti  ( io stessa negli anni ero arrivata a farlo ) in mancanza di alternative valide avevano deciso di non andare a votare.

So che molti schifati dal comportamento  dei politici di qualunque colore avevano deciso di buttare al vento questa grande possibilità democratica.

Le statistiche parlano chiaro, l’astensionismo, già altissimo, è in aumento.

Tutti sapete che non votando favoriamo chi della politica ha fatto  ormai una “professione”, spesso eticamente scorretta, sporca, se non addirittura connivente con il malaffare , mafia, camorra e tutta la merda umana.

Non è il momento di lasciare il campo a questa gentaglia.

Andiamo a votare, mandiamo a votare, invitiamo a votare !!!!

Poi se non trovate nessun nome per cui valga la pena di consumare la penna, esprimetevi graficamente come meglio credete..ma  andate a votare.

Non lasciamo che per un puro meccanismo matematico  diventi maggioranza ciò che invece è minoranza.

Io mi sono candidata in due comuni, Arezzo e Montevarchi  nella speranza che , offrendo il mio nome, il mio essere sempre dalla parte dei più deboli e della giustizia , qualcuno si convinca ad utilizzare questo grande strumento democratico….uno dei pochi che ci rimane.

La mia campagna elettorale sarà questa : non importa chi voterete, ma andate a votare !

Franca

Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

24 thoughts on “Non facciamo la sciocchezza di non andare a votare

  1. penso che sinche’ non reintrodduranno il meccanismo preferenziale e sinche’ non vi saranno alternative di voto valido,saremo un enormita’ a non votare e soprattutto a non credere a chi racconta la solita storia che vi candidate per chissa’ quale missione,i fatti purtroppo parlano da soli sia a destra che a sinistra e votare per fare gli ultra’che si schierano,interessa solo i celebrolesi

  2. Bisogna andare a votare, è stata una grande conquista negli anni decorsi e non lasciamocela sfuggire di mano dai conti di quelli che stanno su a manovrare su tanti fessacchiotti che pensano loro.Gentaglia dittatoriale deve smetterla di fare i conti a tavolino sugli ITALIANI che lavorano e vogliono essere amministrati.

  3. Demetrio: ricorda che non votando non hai allora nessun diritto di lamentarti, nemmeno io impazzisco all’idea di votare ma nell’opposizione qualche spiraglio di scelta c’è, eppoi ricordati che non stiamo vivendo più in un paese normale: se Berlusconi continuerà la sua marcia trionfale ci accorgeremo prestissimo che la nostra indifferenza l’avremo pagata cara, carissima, i tempi delle vacche grasse stanno finendo e saranno cavoli amarissimi per tutti

    • w silvio belrusconi

    • Scusa Bimba..ehm ehm quale sarebbe lo spiraglio ? Premetto che ho sempre votato a sx ma votare per il male minore e da anni che mi sembra una assurdita’..La realta’ e’ che il csx quando ha avuto l’occasione sia come governo ( conflitto di interessi) sia come opposizione non l’ha sfruttata e mi tocca rivedere facce come veltrusconi e d’alema che hanno rovinato un partito..In fondo quando e’ salito al governo Prodi avevamo chiesto in primis una cosa sola…mettere all’angolo berlusconi.e’ stato fatto ? no..quindi…la loro indifferenza ( parlo dei politici di sx e csx) e la loro ignavia e il loro tornaconto la stiamo pagando noi..adesso…
      Ci e’ rimasta una cosa sola da fare…ma non siamo maturi neanche per quello…se poi il tempo delle vacche magre servira’ a milioni di italioti ad aprire gli occhi…ben venga qualcosa di peggio..cosi’ finalemnte sapremo chi sta da una parte e chi dall’altra..
      ciao

  4. se non si cambia la legge elettorale non serve votare,qualcuno dovrebbe avvertire il berlusca che è questa la cosa piu’ importante,dopo puo’ anche farsi fottere.

  5. Spiacente per tutti i comunistellisinistrelli, ma silvio berlusconi e’ il miglior politico del momento e la sinistra ci riporterebbe alla fame e miseria, no grazie! vogliamo di nuovo silvio.

    • tiu rispondo così: ormai chi è con S.B. o è in malafede o è come un drogato.
      Nel primo caso è un piccolo malfattore che vuole spazio e libertà per delinquere, nel secondo caso è un cerebroleso che se trova S.B. al letto con un bambino e questi dice che lo sta salvando dalla strada, beh …lui ci crede e continua a votarlo

    • fanculo tu e quel pezzo di merda di un nano malefico che sta rovinando il paese e un fanculazzo grande a tutti voi fascisti del popolo dellammore!!!!!!!!

  6. come dicevano i latini, tertium non datur

  7. Le elezioni sono truccate,(vedi Formiconi ), inoltre quelle amministrative non contano nulla perchè i soldi per le promesse da mantenere vengono dal governo centrale e la gente critica la incompetenza locale anzichè centrale.Ecco perchè non voto.
    Diverso è il referendum,lì si che conta l’espressione della volontà del popolo ed infatti ogni volta,a turno,invitano a disertarlo .

  8. Non andare a votare, è una precisa scelta politica.
    Non presentarsi al seggio ha, come conseguenza, l’abbassamento del numero dei votanti. Questo dato si riflette direttamente sul “quorum” cioè sul numero di voti che servono per essere eletti. Un quorum più basso può aprire la possibilità dell’elezione alle seconde e terze scelte; rende inoltre possibile un “colpo di mano” di una minoranza decisa e accorta, cosa impensabile con percentuali di voto “bulgare”.
    Inoltre, non secondario, se uno non si presenta al seggio, sarà difficile sapere quello che pensa, politicamente (e questo non lo digerisce nessun governo, democratico o dittatoriale che sia).
    Completamente diverso il discorso per il referendum.

    • Non andare a votare è una precisa NON scelta politica.
      Ha come conseguenza che continueranno a vincere le elezioni chi si fa piu pubblicita, le prime scelte, perche la massa vota loro.
      Se uno non si presenta al seggio, politicamente non conta niente. Io governante potrò costruire asili o pagare i miei amichetti mafiosi, tanto tu continuerai a non votare, quindi non ho interesse a cercare di guadagnarmi il tuo voto, so benissimo che non voterai neanche la prossima volta, e non dirmi di no, lo sai bene anche tu

    • Concordo pienamente ! ( con Gaetano )

  9. Siiiiiiiiii tutti a votare eccome è un diritto soprattutto per farla finita con sto cocainomane malato di demenza senile e paranoico clown con gli occhietti da pocello sbollito , mi hai rotto i coglioniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii falso come i quattrini di cuoio !!!!!!

  10. non votare è un diritto
    non una sciocchezza
    anche se sembra altro
    berlusconismo non si combatte così
    estemporeneamente
    la televisione è contagiosa

  11. Osteria!
    Questa è proprio bella, anzi, succulenta.
    Il voto! Quale cosa più succulenta aspettano i nostri politici?
    Nella realtà e nella mia esperienza posso solo dire di avere sempre votato, proprio per le ragioni esposte nell’articolo, ma allo stesso tempo l’esperienza e la conoscenza di alcune tecniche elettorali mi hanno fatto diminuire la mia voontà. Ora non voto più. Non è solo una questione di schifo o altro, tanto a che servirebbe? La questiona è ben diversa: sono i numeri.
    Anche se andassimo tutti a votare invalidando la scheda o lasciandola bianca si formerebbe un governo di transizione, che potrebbe anche essere un governo tecnico nominato dal presidente della repubblica: dalla padella alla brace!!!
    No, non andiamo a votare, perché i sistemi delle scelte elettoriali sono sovranazionali e dipendenti da strategie che nessuno può immaginarsi. Nessuno che non sia riattabile viene eletto. Le scelte del popolo sono solo una buffonta colossale, ed il bello è che la gente ci crede pure, se sapesse come funziona, scaraventerebbe dalle scale del palazzo tutti, scribacchini compresi.
    Non andate a votare nelle politiche, nelle amministrative. Se invece avete timore di qualche altra fantastica ritorsione (che non esiste) votate scheda bianca, oppure annullatela facendo una croce che copre tutta la scheda, senza lasciare fuori nessun segno.

    • Bravo, complimenti.
      Supponendo l’impossibile, cioè che on vada a votare nessuno, il giorno dopo il vuoto di potere è colmato da qualcuno… e lo scenario mi fa rabbrividire.

      Se, come scenario meno fantascentifico, immaginiamo che si astengano 1uasi tutti…Ve lo immaginate?
      Una elezione in cui – poniamo – non va a votare l’85% degli Italiani. Sai cosa succede? Che il governo se lo fanno lo stesso, con la maggioranza che emerge dal restante 15%. E state sicuri che quelli che ci vanno, a votare, mettono la croce sui partiti meno rpesentabili.
      Scommettiamo?

  12. e si è creata la solita disamina alla ultràs…
    votare èun diritto/dovere.Non è un obbligo, comunque andare per mandare via qualcuno mi sembra assurdo… Esprimere il proprio disagio annullando la scheda mi sembra più “efficace”. Peccato che non si possa più votare la ‘nobile’ scheda bianca di un tempo, quando va bene equiparata alla nulla, quando va male..

  13. Per chi a sinistra non vuole votare perché “sono stufo di votare il male minore”, oppure perché “non mi sento raprpesentato”, sappia che se non vota PERDE IL DIRITTO MORALE DI LAMENTARSI, e se ne pentirà amaramente una volta che Berlusconi avrà portato a termine i suoi disegni eversivi.

    Punto.
    Il resto sono pippe mentali.

  14. ORE 22 di oggi 15
    referendum consultivo regionale: la Sardegna supera il quorum con largo anticipo
    NO NETTO E SENZA APPELLO AL NUCLEARE siamo andati tutti a dire NO!

  15. Osteria!Questa è proprio bella, anzi, succulenta.Il voto! Quale cosa più succulenta aspettano i nostri politici?Nella realtà e nella mia esperienza posso solo dire di avere sempre votato, proprio per le ragioni esposte nell’articolo, ma allo stesso tempo l’esperienza e la conoscenza di alcune tecniche elettorali mi hanno fatto diminuire la mia voontà. Ora non voto più. Non è solo una questione di schifo o altro, tanto a che servirebbe? La questiona è ben diversa: sono i numeri.Anche se andassimo tutti a votare invalidando la scheda o lasciandola bianca si formerebbe un governo di transizione, che potrebbe anche essere un governo tecnico nominato dal presidente della repubblica: dalla padella alla brace!!!No, non andiamo a votare, perché i sistemi delle scelte elettoriali sono sovranazionali e dipendenti da strategie che nessuno può immaginarsi. Nessuno che non sia riattabile viene eletto. Le scelte del popolo sono solo una buffonta colossale, ed il bello è che la gente ci crede pure, se sapesse come funziona, scaraventerebbe dalle scale del palazzo tutti, scribacchini compresi.Non andate a votare nelle politiche, nelle amministrative. Se invece avete timore di qualche altra fantastica ritorsione (che non esiste) votate scheda bianca, oppure annullatela facendo una croce che copre tutta la scheda, senza lasciare fuori nessun segno.
    +1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...