LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Addio per sempre a L’aquila bella mè

2 commenti

“L’AQUILA BELLA ME'” è la frase che ha sempre espresso il sentimento quasi carnale degli aquilani per la loro (ex) città. Chissà se anch’essa piano piano andrà nel dimenticatoio insieme al centro storico non più ricostruito, insieme al ricordo di quel tessuto connettivo che l’uomo ha sbriciolato ancor peggio che la natura matrigna.

Perchè dico l’uomo? Perchè anche se in ritardo ormai tutti gli abruzzesi hanno capito che gli è stata promessa una cosa mentre se ne sceglieva un’altra.

Dopo due anni l’Aquila è messa come il giorno dopo il terremoto.

E sarà così anche in futuro perchè il governo ha scelto un altro modello di sviluppo per gli aquilani, che ancora in 39.000 sono fuori di casa, mentre qualche migliaio è nelle new towns intorno alla ( ex ) città capoluogo.

Hanno scelto senza dirlo  – ma anzi facendo promesse contrarie a bizzeffe –  di fare tanti piccoli nuclei intorno al sistema dei centri commerciali,  dove la gente si troverà per consumare ed incontrarsi, centri commerciali che diverranno i nuovi punti di aggregazione economica e sociale, al posto delle vie , dei vicoli, dei negozi delle piazze e dei mercati.

Mentre il centro storico sarà un museo a cielo aperto gestito commercialmente.

Niente più L’Aquila, ma l’aquila 2,3,4,5,6, ecc. come Milanodue ma senza Milano 1, una bella schifezza, un regalo alle banche ed alla finanza, la distruzione di nuclei millenari, dopo le case tritate da ju terremute, la citta tritata da berlusconi.

Niente che non fosse previsto, peraltro, ecco qua sotto tutto quel che sapevamo ed abbiamo detto da subito.

In ordine cronologico alcuni dei nostri post, dai più recenti ai piu’ vecchi :

L’Aquila non c’é più, solo casette di legno lontane e centri comerciali

Ai terremotati illusioni e bruscolini, alle cosche che ricattano miliardi di euro

Terremoto : perché agli aquilani non daranno le case e perché li salasseranno di tasse senza sconti…

Controinformazione: le informazioni che non ti danno le sette sorelle della (dis)informazione

Abruzzo : cronaca di una morte annunciata

Controinformazione a 4 mani: perché papi ha preso l’ultima curva prima della fine e perché l’ Abruzzo finirà a banche e mcdonald e casette isolate con gli sponsor

Solite cialtronerie : se la new town é come a San Giuliano meglio le tende

Lo sciacallo e la controinformazione

L’avvoltoio che sorvola il disastro

Rosellina970

Advertisements

Autore: rosellina970

ricercatrice univeritaria-ufficio contratti

2 thoughts on “Addio per sempre a L’aquila bella mè

  1. non so più cosa altro aggiungere se non che si riducono ogni giorno di più gli spazi normali, nel senso di democratici, per opporsi a questo governo di idoti e delinquenti…

  2. è come se a Roma due milioni di romani fossero costretti ad andarsene per sempre ed un milione a trasferirsi in casette di legno introno al raccordo anulare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...