LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Caro Silvio, ce l’ho avvelenata e vorrei dartela : si può morire di piacere

1 Commento

Dopo un briciolo di serietà torniamo al cazzeggio.

Niente discorsi seri, solo puro cazzeggio. Prendendo spunto da  altri , da frasi e vignette satiriche e combinando il tutto a casaccio. In gran parte non è farina del mio sacco, quindi, ma improbabile cazzeggio ed altre stravaganze . Un mio divertissement nel mettere tutto in pentola senza pensarci troppo.

Spero nessuno si offenda e ringrazio gli inconsapevoli fornitori : Spinoza, Toscani, Pillinini, Giuda e ed altri anonimi creativi.

Quando scoppio’ l’epidemia dell’AIDS giro’ la voce, forse una leggenda, che una prostituta americana su di un boing 747 in direzione Los Angeles scrisse col proprio rossetto sullo specchio del bagno del pilota con cui aveva scopato  – e che non doveva stargli molti simpatico – : benvenuto nel meraviglioso mondo dell’aids.

Io non dico l’aids ma qualche altra bella malattia invalidante , dolorosa,magari non mortale…possibile che non c’é nessuna brava donna che abbia pensato bene di lasciargli un ricordino ?

Un bel pube avvelenato , magari, avrebbe fatto miracoli…

Il leccaculaggio di Minzolini batte il guiness dei primati e Fede in confronto fa la figura dell’autoironico intelligente.

In questi giorni il Mediterraneo è in rivolta contro i regimi corrotti: Algeria, Tunisia, Albania e ora Egitto. Abituato a sminuire e smussare, annacquare e trasformare in qualcos’altro le notizie negative sul boss, il barboncino lo fa ora con tutte le notizie, tranne la cronaca nera.

Ecco perchè per non destare troppo clamore, sul TG1 la notizia è stata attenuata da Augusto Minzolini in “mari localmente mossi”. E spazio velocemente alla mostra per cani di San Pierdarena.

Mi chiedo: il berlusca interviene da  SANTORO, FLORIS , GAD LERNER, ma …UN GIORNO IN PRETURA, mai?

Se ne frega del caos egiziano perchè impegnato in cose turche: inquirenti parlano di cocaina, confermando il vecchio detto perbenista che gli Spinelli sono solol’inizio

 

Queste sono delle gemelline newyorkesi piu’ o meno dell’età del premier italiano.

Si sono rifatte completamente e perciò ritengono anche loro di avere qualche chance con il nano: purtroppo per loro non si tratta di apparire minorenni, ma occorre esserlo sul serio…

Vi ricordate quando Casini disse che se Cuffaro fosse andato dentro egli si sarebbe dimesso? Non solo non lo ha fatto ma ha offerto questa grande testimonianza di vicinanza e rispetto per Cuffaro, colui sulla cui innocenza aveva giurato.

E quindi continua a giurarci sopra, assicurandogli il rispettoso sostegno suo e della famiglia…

 

 

 

 

Ieri al tg1 ha spiegato che questo governo ha fatto il proprio dovere e continuerà a farlo… a sentire la Minetti, invece,  non pare che sia stata una grande perfomance :  c’ha il culo flaccido, speriamo Vespa ci risparmi il plastico. Poi ha aggiunto che dietro questa storia di Ruby c’è un disegno per rovinarlo, beh ciò non è affatto vero perchè, altro che disegno,  c’è di più, ci sono addirittura delle foto e pare che ne arriveranno ancora…

Pochi giorni fà è successo un macello perchè è morto Silvio Berlusconi.

Nell’immediatezza si è pensato ad un infarto fulminante. E’ uscita la voce che  a trovare il corpo  sia stato Sandro Bondi che, non riuscendo a dormire a causa di alcuni incubi, voleva unirsi a lui nel lettone per cercare affetto e protezione.

Ed invece pare l’abbia trovato riverso nel lettone di Putin e Sandro Bonaiuti, ancora incredulo, ha dichiarato che in realtà è Veltroni ad essere morto e che Silvio vive ancora.

Poi, rassegnato, ha aggiunto che Berlusconi sta continuando la campagna elettorale in paradiso per ottenere il posto che gli spetta alla destra del padre.

Disperata la moglie Veronica, che ha subito telefonato a Cacciari per farsi consolare.

Emilio Fede è apparso distrutto al TG4. È stato 20 minuti in video con il volto rigato dalle lacrime senza riuscire a

pronunciare parola. Subito dopo però l’hanno  beccato su un

sito d’inserzioni lavorative a pubblicare il seguente annuncio “Servitore fedele libero da vecchio padrone, ne cerca uno nuovo da servire. Ruoli ricopribili: direttore di telegiornale e giornale, portavoce, compagno di merende.”

Casini, saputa la triste notizia, per la prima volta in vita sua si è fatto una sega… a Porta a Porta.

Vespa ha subito ordinato un plastico della villa di Arcore per dimostrare che l’assassino è Veltroni.

Dopo tutto ciò, durato qualche minuto, si è saputo che a morire era stato un altro Silvio Berlusconi, della cui dipartita inverce mi dispiace

COMO 22 Gennaio 2011 – SI chiamava come il premier, Silvio Berlusconi, e proprio questa omonimia lo aveva reso famoso, come quando ai giornalisti aveva dichiarato “Sono io l’unico Berlusconi operaio”. Oggi pomeriggio Silvio Berlusconi, operaio 57enne di Veniano, in provincia di Como, è morto in un incidente di montagna. È scivolato su un lastrone di ghiaccio ed è precipitato per 30 metri in una scarpata nel corso di una escursione al rifugio Menaggio nell’alpe denominata “Forcoletta”. La salma è stata recuperata dai medici del 118 accorsi sul posto con un elicottero.
Operaio in tessitura, Silvio Berlusconi viveva a Veniano (Como) e spesso la sua omonimia era stata al centro di servizi giornalistici, specialmente in occasione delle elezioni politiche, dal momento che il Silvio Berlusconi comasco era un sostenitore del centrosinistra. Ironizzò ad esempio quando il premier si definì «Presidente operaio». «Di Silvio Berlusconi operaio ci sono soltanto io» disse l’omonimo, che raccontò anche di avere rifiutato le candidature che gli erano state offerte da liste civetta, ansiose di poter vantare un Silvio Berlusconi capolista..

Quest’ultima foto qui a sinistra  l’ho messa senza commenti o didascalia, non è necessario.

Leggendola e pensando intensamente puo’ accadere il miracolo: una intera compagine di governo in preda all’herpes simplex, che si propaga sessualmente, dopo gli innumerevoli binga bunga del vecchio flaccido.

Sarebbe la prova che sono lì tutti per meriti “particolari” ed avrebbe inoltre  l’effetto positivo che nessuno dei servi sopravviva al Papi: tutti pieni di croste, tutti dimessi per motivi di salute, all’unisono!

La degna fine del berlusca e del suo governo: battuti da un virus genitale!

Crazyhorse70

Annunci

One thought on “Caro Silvio, ce l’ho avvelenata e vorrei dartela : si può morire di piacere

  1. Pingback: Caro Silvio, ce l'ho avvelenata e vorrei dartela : si può morire …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...