LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

ZONA ROSSA

4 commenti

Immagine ripresa da qui

La legge è passata. Nonostante le grandi contestazioni dell’ intero mondo dell’Istruzione Pubblica,  quella privata sentitamente ringrazia. Quella confessionale ancor di più…

Li abbiamo lasciati soli  nella zona rossa” anche l’isteria prenatalizia della periferia sud est di Roma rimane coinvolta gioiosamente  dall’allegro passaggio del corteo verso la tangenziale est. Auto in fila che strombazzano, gente dai balconi che saluta.

Gasparri e Scilipoti tristi figuri rinchiusi nella zona rossa. La casta perpetua se stessa nel potere chiuso dei palazzi, mentre sale l’opposizione sociale, prende piede la protesta per la disperazione della generazione  no future.

La zona rossa dicevamo. Piu’ che altro nera.

Al Senato il governo dà prova di sè con l’isteria della badante di Bossi, con le lacrime di coccodrillo della Prestigiacomo, con le doti artistiche da pianista di Bondi, che vota al posto del ministro Sacconi allungando indebitamente le paffute mani pie e religiose.

Alla fine nonostante l’opposizione – ma quanti fra loro sono soddisfatti della controriforma Gelmini e non lo dicono? – il provvedimento passa definitivamente.

Ma gli studenti hanno vinto lo stesso. Li hanno lasciati rinchiusi e circondati dalle truppe antisommossa e se ne sono andati a manifestare dappertutto per la città.

Certo ci sono stati incidenti a Palermo e Milano ma è poca cosa:  i roghi e le uccisioni paventate da meschine figure come Gasparri e camerati vari non sono avvenuti. E loro ci scornano. Aspettavano solo che accadesse qualcosa, ma non è accaduto.

Questo è un grande risultato di saggezza e di levatura politica dei giovani, aumentato dalla considerazione che questa generazione, a differenza di molte altre che hanno contestato in passato, è quella messa peggio, con meno prospettive e con un futuro in gran parte già scritto a carateri cubitali : PRECARIETA’.

Grande risultato, quindi;  buona notizia politica in mezzo a tanto miserie del governo sciliputi.

Molti in queste ore si appassionano alla opposizione rosa in casa Berlusconi, ma preferirei piuttosto occuparmi del campionato mondiale di corsa al sacco piuttosto che spendere due parole serie sul punto.

E’ un po’ che non ho voglia di scrivere seriamente del contesto politico attuale:  solo un po’ di prese per il culo, se riescono , altrimenti preferisco il silenzio.

Non posso però evitare di raccontare quel che ho provato ieri sera quando per sbaglio ho visto l’inizio di Matrix in tv.  Quel zerbinotto di Alessio Vinci che diceva: “…a portare un po’ di luce in questo studio è venuto, e lo ringrazio, Silvio Berlusconi.Questo è uin regalo che ci fa e lo ringrazio davvero” ed  io che cercavo di scrutarne il volto per carpirne qualcosa. Non c’era niente, il nulla.

Il nulla è avanzato, il nulla si è esteso sempre più e ci sommerge negli istanti finali di questa repubblichina di Salò che Pasolini bene ha saputo dipingere e che io immagino con i visi ed i corpi di Santanchè, Gasparri, La Russa, Cicchitto ecc. tutti nudi ed infoiati in un orgia pre morte.

Qualche ministro velina più delicata, qualche signorina di buona famiglia e con la puzza sotto il naso vorrebbe esimersi dall’orgia finale, ma niente,  loro la rigettano con la forza nel mucchio orgiastico. Tutti a mangiare la merda finale, nessuno puo’ autoescludersi.

Meno male solo che manca poco.

Buone feste.

Crazyhorse70

Annunci

Autore: rosellina970

ricercatrice univeritaria-ufficio contratti

4 thoughts on “ZONA ROSSA

  1. grande cavallo come sempre
    sintetico e preciso: la notte buia sta per finire

  2. la santanchè che prende per i capelli la carfagna e la prestigiacomo e le rigetta nella mischia è una immagine molto azzeccata dell’aria da fine regime di salo’ che si respira…

  3. ciao cavallo, buone feste a te.
    Speriamo…

  4. Camera e Senato,on.e sen.ciucci e presuntuosi.Fanno come il padrone a deciso senza sentire niente e nessuno.Questa Dittatura non ha eguali,è subdola,strisciante,meschina e difficile da stanare ed abbattere.Le dittature armate,come i mafiosi,sono un pò più oneste,si dichiarano e ti impongono le loro malefatte altrimenti sei contro di loro:sai da dove non devi passare.Questi sono traditori per ideologia,ti fanno capire che sono con te e per te(moltissimi ci cascono)e poi ti prendono a manganellate con spietatezza.Qualche cosa emerge dalle dichiarazioni,quando hanno l’acqua alla gola,dei più fessi(leggi La Russa,Gasparri)per il resto sono abbottonati e…patetici.Ma il Popolo Italiano ha sempre trovato la soluzione a tutto e a tanti problemi,ci vuole ben altro che un impomatato e cafone di arricchito dell’ultimo momento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...