LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Mentre ragliano asini fascisti…

8 commenti

Mentre ragliano asini fascisti alzando la tensione, il movimento si organizza e propone manifestazioni imprevedibili e fantasiose. Ecco le ultimissime…

Gli studenti mercoledì tornano in piazza: capitale blindata e Daspo come negli stadi

Zona rossa allargata rispetto al quadrilatero intorno a via del Corso – via del Plebiscito e il Daspo (divieto di accedere alle manifestazioni sportive) esteso anche alle manifestazioni di piazza. Mentre gli studenti annunciano per mercoledì una nuova manifestazione con l’augurio di non trovare una città blindata, i provvedimenti del governo vanno esattamente nella direzione opposta. Ci si appresta insomma a entrare in un’altra settimana di forti tensioni, senza alcun tentativo di dialogo, e con il ministro degli Interni Maroni impegnato in altri giri di vite sull’ordine pubblico, dopo aver criticato con decisione anche ieri le scarcerazioni degli studenti. La proposta di estendere il Daspo alle manifestazioni di piazza è stata formulata dal sottosegretario Mantovano, subito accolta con entusiasmo da Maroni e dai ministri del Pdl.

Il carico da undici lo ha messo anche Gasparri che preme per l’identidicazione e l’arresto preventivo degli studenti facinorosi ed addirittura invoca un processo 7 aprile 1978, tra l’altro sbagliando anno, volendosi riferire al 1979 ed all’arresto di massa nell’area dell’Autonomia Operaia. Lo stesso PM di allora, il famigerato Calogero, smentisce l’asino fascista coprendolo ancor più di ridicolo.

Blocchi decentrati in ogni città.

(AGI) – Palermo, 20 dic. – Dopo aver paralizzato il traffico a Palermo questa mattina con un corteo a sorpresa, gli studenti si preparano a quello che definiscono “blocchiamo tutto day” per mercoledi’, quando il Senato dovrebbe approvare definitivamente la riforma Gelmini dell’univerasita’. Sono in programma due cortei, che partiranno entrambi alle 9, uno da viale delle Scienze, dove la Facolta’ di Lettere occupata e’ una delle centrali del coordinamento studentesco, e l’altro da piazza Politeama, dove confluiranno gli studenti medi. I giovani non rivelano quali saranno i loro obiettivi, ma nelle precedenti tre giornate “blocchiamo” tutto erano state invase la stazione ferroviaria centrale, il porto e perfino le piste dell’aeroporto Falcone-Borsellino. (AGI) .

Studenti a intellettuali, ‘seguiteci’ : Alcuni giovani sono in sciopero della fame gia’ da tre giorni

(ANSA) – ROMA, 19 DIC – Sono in sciopero della fame da 3 giorni, e oggi cinque studenti dell’Istituto italiano di studi orientali lanciano un blog, ‘Abbiamo fame di cultura’. E insieme un appello: ‘Seguiteci, scioperate con noi’. ..Il resto su BLOGOSFERE

Intanto il foglio di famiglia di Berlusconi raglia inisieme a Gasparri cercando il morto ed invocando la STRATEGIA DELLA TENSIONE . Ecco come si prepara la canaglia fascista : Studenti e black bloc sono già armati E Gasparri chiede gli arresti preventivi

ANCHE I LEGHISTI SOFFIANO SUL FUOCO

Se avete tempo e stomaco andate a risentirvi i ragli di questi altri asini padani. E” possibile ascoltare l’audio della puntata natalizia di “L’ora buca”, lo spazio di radio padania libera a cura degli studenti padani.
La puntata è quella del 19 dicembre 2010.
I tre giovani padani si lamentano degli studenti di sinistra che impedirebbero loro di esprimersi al Manzoni di Milano e poi invocano un po’ di repressione da parte della polizia per gli studenti che protestano in questi giorni. Questo pezzo sarebbe perfetto da far sentire in corteo.

I nomi di questi tre ritardati padani che giocano col fuoco sono: Fabio Molinari, Cesare Taddei e Giulio Manca.

Infine si  è scoperto l’aggressore del ragazzino di 15 anni che ha tirato un mandarino contro i blindati : Roma, confessa l’autore dell’aggressione al 15enne

Un violento colpo di casco durante le manifestazioni degli studenti. I suoi genitori hanno scritto alla famiglia.Appartiene a un’organizzazione di sinistra e doveva occuparsi della gestione del corteo

ROMA – Si chiama Manuel De Santis e ha vent’anni, il ragazzo autore della selvaggia aggressione al quindicenne ancora ricoverato in ospedale a Roma. De Santis, che si vede in molti filmati degli incidenti, è in attesa di essere convocato dalla procura della Repubblica. Inizialmente si era sparsa la voce che si fosse già presentato alle autorità accompagnato dai suoi legali, successivamente smentita. Sul ferimento di Cristiano dopo l’esposto presentato dai suoi familiari, la Procura ha aperto un fascicolo autonomo rispetto alla più ampia indagine sugli incidenti.

L’aria che tira non è affatto buona ma occorre non frenare l’entusiasmo facendosi condizionare dagli avvoltoi di regime.

Adelante

Rosellina970


Annunci

Autore: rosellina970

ricercatrice univeritaria-ufficio contratti

8 thoughts on “Mentre ragliano asini fascisti…

  1. Quella faccia di Gasparri nella foto, è molto eloquente e spiega il fatto perchè quando apre la bocca, oltre dire cazzate ha anche un’alito di merda.

  2. il primo che dovrebbe essere arrestato preventivamente è proprio il senatore Gasparri ,se i genitori dovrebbero tenere a casa i figli e non farli andare ai corteui di protesta,perche non sarebbe educativo,vuoldire che i suoi genitori sono stati pessimi educatori andasse il senatore Gasparri a vedere il msuo film di fascista e quando i suoi amici e camerati buttavano bombe a mano e uccidevano polizziotti che lui oggi vergog nosamente difende. purtroppo la sua educazione politica e quella e il lupo perde il pelo ma non il vizio.

  3. Ma voi komunisti, invece continuare a sparare p…..ate, perchè non andate a lavorare ? Troppa fatica, meglio studiare fino a 50 anni fuori corso e poi lamentarsi del fatto che non trovate + lavoro. Per forza, chi darebbe mai un lavoro a chi invece di preoccuparsi di studiare se ne va in giro facendo solo danni e casino ? Vi vedrei bene ai tempi del vostro bene amato Stalin, chissa che fine vi farebbe fare…..

    • ciao, kame-rotto pinco pallino
      è tardi , c’é il coprifuoco, torna nella fogna!

    • Primo: per andare a lavorare, bisogna che il lavoro ci sia. Cosa che anche grazie al tuo governo è sempre più difficile.
      Secondo: l’attività dello studio dura tutto l’anno ed è perfettamente compatibile con la partecipazione a qualche manifestazione, che dura poche ore.
      Terzo: perché mai ti dà tanto fatidio che qualcuno non sia entusiasta delle sedicenti riforme del tuo sedicente governo?
      Quarto: ma siete proprio fissati. Ma è mai possibile che ogniqualvolta troviate un oppositore, costui debba per forza essere un “komunista”?
      Vi siete accorti che tra gli oppositori possiamo annoverare anche Travaglio, Di Pietro, Fini e Granata, Montanelli, Prodi, Casini, Tabacci?

    • @ pinco
      ma tu pensi di essere il solo a lavorare in italia?
      idiota ritardato mentale,stalin era un dittatore che massacrava il suo popolo,mussolini anche,come anche mao e TUTTI GLI STRAMALEDETTI DITTATORI passati e presenti di questo pianeta disgraziato…il vero problema sei tu e quelli come te che si scelgono un dittatore a caso e lo elevano al rango di eroe…

  4. Poco fa

    Roma, 20 dic. (Apcom) – L’assemblea permanente dell’aula magna occupata dell’università della Calabria ha deciso, per il 22 dicembre, giorno in cui è prevista l’approvazione al Senato del ddl Gelmini di riforma dell’università, “di mantenere la mobilitazione sul territorio dell’area urbana cosentina”. Durante la discussione in senato del ddl Gelmini gli studenti annunciano quindi il blocco delle città e l’assedio dei luoghi del potere politico ed economico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...