LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Meglio analfabeta che fascista ovvero lanciano bombe a mano, uccidono poliziotti e poi fanno la morale agli studenti…

19 commenti

Giornataccia infame ieri per due ex fascisti della corte del pagliaccio di Arcore.

Ieri il ministro della difesa La Russa si è rimesso la camicia nera ed ha tentato di aggredire e non far parlare un giovane manifestante presente alla puntata di Anno Zero. Gli ha strillato “vigliacco” diverse volte, più ogni genere di intimidazioni.

Lo stesso Di Pietro pur essendo un uomo politicamente moderato se non conservatore e pur avendo fatto il poliziotto e quindi culturalmente e per vita trascorsa lontano dagli ambienti dell’estrema sinistra, non è riuscito a trattenersi producendosi in un sacrosanto cazziatone politico ed umano al sig. Diciamolo, ricordando tra l’altro, i tempi in cui Di Pietro era a Milano  a difendere un Larussa tutt’altro che legalitario , anzi…

Leggete qui.

Altro che “meno vigliacchi” erano  degli assassini.

L’agente Antonio Marino fu ucciso nel 1973 da una bomba a mano lanciata dai cordoni di una manifestazione dell’Msi a cui partecipava anche il giovane Ignazio La Russa.

I fatti. A Milano si svolge una manifestazione (non autorizzata) del Msi. Il corteo, guidato dai dirigenti nazionali Servello e Petronioe vietato dalla questura, si scontra con la polizia. Nel corso degli scontri, violentissimi, vengono lanciate alcune bombe a mano contro le forze dell’ordine, provocando la morte dell’agente di polizia Antonio Marino.

L’immagine legalitaria e di forza d’ordine del Msi è irrimediabilmente incrinata. I dirigenti missini, nel tentativo di recuperare un’immagine rispettabile per il movimento, denunciano i presunti autori dell’attentato (riconosciuti poi colpevoli), sperando di dimostrare, in tal modo, l’estraneità del partito alle violenze. Tuttavia, ciò contribuirà ancor di più a sottolineare i legami tra estremisti violenti e Msi. I colpevoli (Murelli e Loi), infatti, appartengono al gruppo milanese La Fenice, che risulterà avere piena legittimità all’interno del Msi.

Marino fu colpito in petto dalla seconda bomba, che lo uccise sul colpo: al momento della morte aveva ventidue anni. Altri dodici celerini furono travolti dalle schegge, riportando ferite di varia entità…

Inoltre, interrogando i manifestanti arrestati, cominciò ad emergere un disegno criminoso ben preciso: la parata sarebbe stata organizzata e pianificata dettagliatamente attraverso riunioni in bar di Piazza San Babila, punto di ritrovo dei neofascisti milanesi, e non sarebbe stata un atto di violenza spontanea.
Ormai chiamato in causa, l’Msi finanziò i due imputati, offrendo loro 22 milioni di lire per i risarcimenti. Offrì anche alla famiglia di Marino 20 milioni ma questi soldi non vennero mai versati e la famiglia sporse denuncia contro il partito.
La magistratura chiese l’autorizzazione a procedere contro Servello e Petronio: la Camera dei deputati ritenne che non vi fossero gli estremi, e tutelò i due deputati negando il permesso per le indagini. Il 26 maggio 1978 con sentenza del Tribunale di Milano i dirigenti locali missini vennero assolti dalle accuse di aver organizzato deliberatamente gli scontri.

Avete capito da che genere di  fogna viene su il topo La Russa che si permette oggi di aggreddire gli studenti?

Sempre ieri è stata la giornataccia anche per un altro ex camerata, il sindaco di Roma, il genero di Pino Rauti, Alemanno, protagonista in questi giorni del piu’ grande scandalo di parentepoli che mai la capitale abbia conosciuto, con centinaia di chiamate dirette a lavoro per camerati, ex aterroristi, amici, parenti e cubiste varie.

Cionostante, invece di nascondersi e stare in silenzio, la faccia da culo  si è reso protagonista di vari insulti ai giudici che ieri mattina hanno rilasciato i 23 ragazzini presi e fermati nel luoghi delle violenze al posto dei veri autori , peraltro, che certamente più scafati, non sono rimasti certo lì’ a boccheggiare e vagabondare tra i lacrimogeni come vittime sacrificali pronte per essere “pescate”, ma si erano già per tempo dati alla fuga o comunque defilati.

Anche sul prode Alemanno c’é da risistemare un po’ di memoria storica.

Nel novembre 1991 – ricordano le agenzie – Alemanno fu arrestato per aver partecipato insieme ad altri quattro componenti del Fronte della Gioventù all’aggressione di uno studente di 23 anni. Nel 1982 venne fermato per aver lanciato una bomba molotov contro l’ambasciata dell’Unione Sovietica a Roma, scontando poi otto mesi di carcere a Rebibbia. Il 29 maggio 1989 fu arrestato, a Nettuno, per resistenza aggravata a pubblico ufficiale, manifestazione non autorizzata, tentato blocco di corteo ufficilae, lesione ai danni di due poliziotti, in occasione della visita del Presidente degli Stati Uniti d’America Geroge H. W. Bush, al cimitero di guerra americano. Fu scarcerato pochi giorni dopo. Verrà poi prosciolto.

Va bene che voleva distogliere l’attenzione dallo scandalo romano, ma non faceva meglio a stare zitto?

Alfonso

 

Advertisements

Autore: mediolungo

piccolo imprenditore di Rimini

19 thoughts on “Meglio analfabeta che fascista ovvero lanciano bombe a mano, uccidono poliziotti e poi fanno la morale agli studenti…

  1. diciamolo: larussa, gasparri e santanchè sembrano usciti da salo’ e le 100 giornate di sodoma

  2. Questa è gentaglia. La Russa era un frequentatore di unbar in San Babila e noto picchiatore e provocatore fascista. Alemanno ne ha fatte di cotte e di crude. Poi si mettono la maschera della legalità e fanno i moralisti. Ma sono delle merde e nell’animo non cambiano. Violenti erano violenti sono e violenti saranno. Quando vanno in tv i loro interlocutori dovrebbero sempre rinfacciargli queste cose. Così qualcuno potrà capire…

  3. ma secondo voi è normale mettere a ferro e fuoco Roma rischiando il morto e poi essere scarcerati il giorno dopo?
    Per me Alfano fa bene a mandare gli ispettori: è ora di finirla con quesati delinquenti che non pagano mai!
    E poi se è vero quel che dite su La Russa ed Alemanno non vi pare che anche dall’altra parte è pieno di ex lanciatori di molotov?

  4. guarda che quelli che hanno fatto casino non son certo quei poveracci che hanno preso…ma li hai letti i resoconti?
    Alfano è solo un altro dei tanti personaggi servili di cui ama circondarsi il pagliaccio
    quanto a D’Alema chissene frega, quando andrà a sbraitare nei talk show ne parleremo.La verità è che
    Berlusconi questi CEFFI, perché nient’altro che CEFFI sono, li ha ‘sdoganati’, li ha riempiti di titoli, cariche, portafogli, prebende e auto blu…

    …questa GENTAGLIA dovrebbe arricchire la fauna delle patrie galere, altro che stare a insultare chi lotta per i propri diritti e il proprio futuro.

  5. che belle persone.Tutto mondo ha invidia di sti bell ESEMPLARI

  6. questa gentaglia che berlusconi ha preso dalle fogne in cui erano stati gettati sessant’anni fà e li ha fatti diventare addirittura ministri, chi non sarebbe disposto a baciare anche i piedi al nano di Arcore?

  7. ILlupo perde il pelo ma non il vizio .Grazie allo stato degradante di questo paese ,abbiamo permesso apersonaggi come i Larussa Santanche,Gasparrie soci compresi i piduisti e la feccia craxiana di comandare (vocabolo non ha caso perchè quello giusto sarebbe stato governare )questo nostro paese.questi signorinon avrebbero9 avuto neanche i titoli per fare i capi condomini purtoppo il degrado culturale in questo paese ne arrivato ad un livello preoccupante.spero con tutto il cuore che questo movimento studentesco riesca afare capire per bene il loro valore reale ma devono diconoscere ogni forma di violenza e cacciare coloro che vogliono minare le loro buone intenzioni.da quarantenne mi sento di chiedere scusa a loro perchè noi abbiamo permesso a questi signori di arrivare al potere.spero che le prossime manifestazioninon prendano una piega violenta e auguro a loro un sincero futuro con la speranza che siano loro a darci anoi una grande lezzione di democrazia.

  8. CI vuole ben poco coraggio (ma una gran faccia di m***a) a dare del vigliacco a uno che non può reagire (se gli avesse risposto per le rime sarebbe stato passibile di denuncia, mentre La Russa in quanto parlamentare, no).
    Un atteggiamento da vero squadrista. Proprio come i picchiatori cuor di leone che agrgedivano a bande cittadini inermi con i manganelli sotto gli occhi benevoli della polizia dell’epoca.
    La Russa è fascista e orgoglioso di esserlo.
    Come tutti i cretini della sua risma.
    Purtroppo non sono solo cretini, ma anche pericolosi,
    E noi li abbiamo messi al potere.
    Siamo l’unico Paese che, dopo aver avuto bisogno di una guerra mondiale ripiuena di guerra civile per liberarsi dei fascisti, poi li ha fatti gentilmente riaccdomodare nella stanza dei bottoni.

  9. Per non dimenticare Antonio Cipolla, ragazzo di 14 anni che passava per via Bellotti durante gli scontri terminati con il lancio di bombe a mano, che si è trovato in ospedale con una pallottola nel fegato.

  10. ma come si fa a fare un sondaggio per stanilire se è meglio fascisti o ignoranti? Non vi siete accorti che manca l’alternativa tra le due cose?

  11. la mia è solo un osservazione rivolta a coloro che pur essendo liberi di farlo,non vanno a votare.Siamo sicuri che se tutti avessero votato alle ultime elezioni politiche,le cose sarebbero andate cosi?

  12. ma come mai non si arrestano MAI i black bloc? io non ne ho visto nemmeno uno preso, arrestato ed interrogato…bella gentina a fare moralismi (tra l’altro La Russa e Maroni pensino a fornire alle forze dell’ordine benzina e mezzi e li mettano di meno a scortare puttane e papponi a palazzo grazioli o villa certosa e più a presidiare le strade);
    allora: Maroni ha precedenti come resistenza a pubblico ufficiale ed ha perfino morso una gamba ad un poliziotto durante una manifestazione della Lega;
    La Russa sappiamo tutti quali trascorsi abbia sto figlio di papà fascista che ora si permette di dileggiare Di Pietro che poliziotto lo è stato a suo tempo;
    di Gasparri qualcuno gradirà sapere che se la cavò in una brutta faccenda basata su un accoltellamento di stampo neofascista in zona sud est di Roma, lui coi suoi appoggi ne uscì indenne mentre il suo correo si è fatto i suoi begli annetti di galera (sempre in tema di vigliaccherie…), qui in zona dove abito se la ricordano bene la storia;
    sono nient’altro che fecce

  13. sono dei fascisti,dei poveri camerieri del piccolo duce berlusconi.Si dovrebbero vergognare,ma questi topi di fogna non muoiono mai.Fanno veramente schifo.

  14. Pingback: Il vecchio sanbabilino ritrova il gusto per la rissa | Nave Corsara

  15. Punto primo: caro pseudopolitico, prima di aprire bocca controlla i collegamenti, diversamente stai zitto che, sicuramente, non dice le solite idiozie.
    Punto due: abbiamo una cosidetta maggioranza che non e’ tale e non e’ in grado eticamente e politicamente di rappresentare l’ITALIA. PERTANTO UNICA POSSIBILKTA’ : TUTTI A CASA!!!!!!!!!!!!

  16. La Moratti ha accusato ingiustamente Pisapia di un precedente penale che concerneva un reato da cui Pisapia è stato assolto pienamente.
    Se una come lei finora algida e misurata si è ridotta ad infangare col metodo Boffo, vuol dire che la destra ha veramente paura di perdere Milano, o comunque di dover ricorrere ad un penoso ballottaggio, che per la capitale del berlusconismo sarebbe comunque una sconfitta, con conseguenze probabili nell’alleanza con la Lega.
    Speriamo di essere arrivati finalmente agli ultimi giorni di Salo’…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...