LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Il compagno Fini e le menzogne della sinistra

11 commenti

Un ‘Italia piena di poveri piange la sinistra , peccato che sia tutto falso.

Il numero di auto circolanti in Italia è cresciuto di mezzo milione di unità, arrivando a 35.200.000, in pratica una vettura ogni 1,7 abitanti, un record in Europa. Lo rivela l’Automobile Club d’Italia nel suo rapporto statistico annuale, che indica in 1,7 milioni le radiazioni, a fronte di 2,2 milioni di immatricolazioni.

L’Istat indica una crescita della produzione industriale nell’agosto 2010 del 9,5%, rispetto allo stesso mese dello scorso anno, che rappresenta il miglior risultato tendenziale dal dicembre del 1997.

Se sei di destra sei di sicuro un servo, se sei di sinistra sei certamente libero ed indipendente…

Sallusti sarebbe un servo di Berlusconi, la direttrice dell’Unità invece è libera ed indipendente. L’altra sera in televisione Concita De Gregorio ha ammesso  che il suo editore, tal Soru Renato, non è uno sconosciuto, è vero, «è l’imprenditore che ha inventato Tiscali», e giura: macché Pd, io sono indipendente. Omette di dire, la De Gregorio, che Soru è stato governatore della Sardegna: non da indipendente, ma col Pd. E mica ci passava per caso, nel Pd, visto che dal 2007 è nel «Comitato dei 45» che riunisce i leader democratici. Omette di dire la gallina rossa che il quotidiano ha preso 6.500.000,00 euro di finanziamento pubblico e che versa in difficoltà perché è in calo di vendite.

Tremonti taglia i fondi a questi piagnoni che usano i soldi del governo per attaccarlo: che ricominciassero a vendere salciccie alle feste invece di cacare col culo degli altri…

Dietro Fini ci sono quelli che erano dietro la D’Addario

Riporto una conversazione telefonica tra Porro e Arpisella, ormai diventata celebre. Trascrivo il brano che risponde, anche se oscuramente, al quesito: Chi c’è dietro Fini?:

Arpisella: «Dai secondo te chi c’è dietro Fini?». Porro dice di non saperlo, Arpisella chiarisce senza chiarire: «Ci son quelli che c’erano dietro la D’Addario dai su!», rinviando ulteriori spiegazioni ad un incontro.

Nessuno indaga su questo? Sono battute buttate lì? Ma se sono battute queste di Arpisella perché invece sono intimidazioni le cose dette cazzeggiando da Porro?

Chi sa quali promesse sono state fatte al presidente della Camera, affinché aiuti costoro ad abbattere Berlusconi. Chi sono costoro? Tutto il marcio della prima Repubblica, una brigata di mostruosi zombi che si stanno sfregando le mani, sghignazzando nelle retrovie di Gianfranco Fini e compagni.

Credo che sia anche per questo che le indagini sullo scandalo Fini vanno a rilento e che la procura di Napoli invece mandi in fretta e furia venti agenti a perquisire tutto e tutti al Giornale..

Il vento di destra in europa è sempre robusto: basta con gli immigrati

L’estrema destra sfonda anche a Vienna L’Fpoe raddoppia i propri voti, i socialdemocratici perdono la maggioranza assoluta.Elezioni Vienna 2010. Anche il baluardo “rosso” della capitale austriaca si sta sgretolando. Il vincitore della tornata elettorale è l’Fpoe che ottiene il 27% dei voti.

Potete affannarvi come volete a disquisire di governi tecnici e tradimenti vari, ma il vento che spira nel mondo va contro di voi.

Vai Silvio e vai Umberto, finiamo il lavoro iniziato…

Mediolungo

Annunci

Autore: mediolungo

piccolo imprenditore di Rimini

11 thoughts on “Il compagno Fini e le menzogne della sinistra

  1. non condivido gran parte del post , nè gli insulti alla de gregorio, ma la domanda sullle intercettazioni Porro-Arpisella è corretta: perchè uno viemn preso sul serio se intimidisce e nella stessa conversazione l’altro viene considerato un cazzeggione ?

    la mia risposta è che i poteri che contano sono stufi del premier e vogliono far ridiventare normale questo paese, dopo aver appoggiato silvio, ora lo mollano e usano fini casini e montezemolo

  2. al netto della mi aantipatia per concita, resta il fatto che anche medio indulge ad insulti facili con le donne…gallina sarà tua sorella, deficiente!!!

    Per il resto la penso come lorenzo e non vedo dove sia lo scandalo

  3. intanto la mia sorellina Franca va forte…leggete qui

  4. siete ridicoli, avete sempre fatto il tifo per Fini ed ora ammettete di avere gli stessi miei dubbi

    la coerenza non è la vostra casa, se Fini proviene da certi poteri come puo’ essere credibile che sia lui la destra moderna e democratica di cui cianciate?

  5. ma con chi ce l’hai? tifo per Fini? aspetta la sera tardi per sbronzarti

  6. Fini lo abbiamo sempre considerato un avversario, e il nostro “tifo” di oggi non è tanto per lui, ma per chiunque faccia lo sgambetto a Berlusconi.
    Compresi i famosi poteri forti che – finalmente – pare lo stiano scaricando.
    Fini o non Fini.

    • lo stanno scaricando? E quando di grazia se lo sarebbero caricato?
      Tutto si può dire di Berlusconi meno che abbia goduto delle grazie dei salotti finanziari e dele banche o delle istituzioni europee

      è stato sempre trattato come un parvenue e come tale del resto si è comportato infilando – appena ha potuto – la figlia nel salotto buono di mediobanca: che provinciale!!!

      • Il Vaticano lo ha caricato, eccome, e da sempre – del resto ne ha avuto in cambio parecchi sporchi favori e non poche leggi liberticide.
        La finanza e la confindustria hanno sempre visto con favore il fatto che lui, un parvenue finché si vuole ma pur sempre un loro “collega”, facesse i loro interessi (o promettesse di farli).
        Basta leggere i giornali e andarsi a vedere gli amorosi sensi che intercorevano tra B. e la Confindustria di Abete (ricordate Vicenza?).

        • allora erano la miriade di piccoli imprenditori a spingere per Berlusconi, contro la dirigenza della Confind. e le grandi imprese

          e che mi dici delle banche?

          • La miriade di piccoli imprenditori all’epoca aveva espresso addirittura la presidenza di Confindustria, nella persona di Abete.
            Mi risulta che le banche non hanno battuto ciglio al suo ingresso in Mediobanca, senza contare – oltre allo IOR – tutta la galassia delle banche cattoliche e cooperative “bianche”.
            Poi io non ho mai detto che “tutti” i poteri forti fossero “all’unanimità” pro Berlusconi.
            Ma è un fatto che in Italia, se hai dalla tua Vaticano e Confindustria, e la finanza almeno in posizione di neutralità, beh, sei messo bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...