LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Borsellino : dalla sua morte il crimine è entrato in politica dalla porta principale…

13 commenti

Palermo – (Adnkronos/Ign) – I giovani della ‘Scorta Civica’ stanno manifestando davanti al palazzo di giustizia per ricordare il giudice antimafia, ucciso nella strage di via D’Amelio 18 anni fa e sostenere il lavoro dei magistrati. Il procuratore Messineo: ”Aperti squarci importanti ma non so se si raggiungerà la verità

Molto difficile che accada. La verità sulle stragi riguarda un periodo in cui i rimasugli della peggiore classe politica del CAF rimasta ancora indenne da Tangentopoli tentavano di placare e gestire i furori del clan di Riina trattando  – più che altro con  Provenzano che poi scaricò il corleonese – senza avere più quel potere contrattuale delle prime scelte del CAF , Craxi Andreotti e Forlani , occupati a quel tempo a difendersi dai guai giudiziari.

Per capirci Scotti, Martelli, Mancino ed Amato non rappresentavano più alcunchè di credibile. Avendo le seconde file politiche perso potere contrattuale la mafia investì nella nascente figura politica di Berlusconi , già avvicinato e protetto negli anni precedenti attraversi i buoni uffici di Dell’Utri.

Poi pian piano accadde la mutazione attualmente conclusa per cui gli interessi economici e finanziari si garantivano direttamente da soli entrando in politica personalmente senza più la mediazione del politico vero di turno.

Voglio dire prima c’era Craxi ed in piccolo Salvo Lima, oggi direttamente Berlusconi ed in piccolo Cosentino, che non a caso,  al massimo , se necessario, viene allontanato dal sito politico per rimandarlo a controllare il territorio.

Per questo oggi si discute politicamente di cronaca giudiziaria, perchè saltate le mediazioni ” andreottiane” il criminale si fa politico e governa direttamente.

E direttamente e personalmente si incontra con l’offerta criminale in un regime liberale perfetto dove domanda ed offerta criminale si incontrano sempre con efficacia. Verrebbe da dire che solo in questo settore il liberismo funziona , eccome!

Ad esempio a Milano il notabile Pietro Pilello, notoriamente vicino alla ‘ndrangheta del clan Barranca, si accomoda spesso e volentieri nelle stanze buone di Palazzo Grazioli. Come quando nel settembre del 2007  il Pilello,  già maestro venerabile della Loggia di Palmi, porta avanti un lavoretto delicato ma fondamentale: aiutare Berlusconi a far cadere il governo Prodi, il tutto su suggerimento di Saccà, ex direttore della RAI, uno degli scendiletto preferiti dal nano di Arcore.

Ebbene il referente milanese dei Barranca manovra, tra gli altri,  il deputato del centrosinistra Randazzo perchè questi tradisca il proprio schieramento in favore del berlusca. E ciò che risulta dealle intercettazioni depositate da Ilda Boccassini e che qualche giorno fa hanno contribuito a mettere al fresco centinaia di appartenenti ai clan calabresi di stanza in Lombardia.

Il governo ha strepitato per il successo degli inquirenti – quando la pianteranno di intestarsi vittorie degli altri, gli invisi magitrati, peralro? – e pochi hanno notato questo caso esemplare.

Mancando la politica ed essendoci solo la mediazione affaristica il potere inevitabilmetne si divide in bande criminali che si spartiscono i traffici leciti ed illeciti ed il PDL, il partito degli affari per eccellenza, è non a caso diviso in 27 correnti che di culturale non hanno nulla, ognuna rappresentando specifici interessi, anche regionali.

Il periodo più buoi della storia d’Italia è in atto: ricorda quella fase del basso medioevo contrassegnata dai capitani di ventura che scorazzavano massacrando e derubando tutto il paese su licenza dei signorotti e dei principi.

Mai come oggi poteri crinminali esplicitamente e direttamente fanno i loro sporchi affari alla luce del sole e senza grande contrasto.

Cì è rimasta una parte della magistratura e delle forze dell’ordine, la parte più indipendente e ligia al dovere , oltre qualche politico dell’opposizione con molto entusiasmo ma poca efficacia. Perchè inefficace? Perchè già sarebbe molto, un buon inizio, essere d’accordo sull’analisi dell’attuale situazione:  molti non sanno neanche dove inizare , storditi, blanditi o corrotti dal potere criminale, non sanno che pesci pigliare

Siamo soli, anche se , come tutti i fenomeni criminali prima che politici, il berlusconismo sta implodendo dall’interno in una guerra tra bande senza quartiere, a cui noi possiamo solo assistere spettatori, senza troppe illusioni…

Crazyhorse70

Advertisements

13 thoughts on “Borsellino : dalla sua morte il crimine è entrato in politica dalla porta principale…

  1. tUTTA FUFFA,FANTAPOLITICA,CAZZAtE!cON QuESTE PD,DI pIETRO,I COSIDDETTI INTELLETTUALI RADICAL-CHIC,I GIORNALI SINISTRORSI,I BLOGGERS,I MAGISTRATI, AMICI DEI ROSSI,PENSANO DI FAR CADERFE BERLUSCONI!aLLORA,tutti questi signori,nonostante lauree e prosopopea,non hanno capito niente,per cui è meglio che smettano di sognare o di leggere libri fantascientifici.

  2. ciao Onofrio Fede dicci cosa sogni tu…

  3. onofrio fede, per dire che è fuffa e fantapolitica, mi sembra fin troppo documentata, purtroppo… documentazione contro? ne hai?

  4. Il sultano e la sua cricca hanno rovinato l’Italia, come pure i suoi gli elettori lecc…li.

  5. Bellissimo articolo: in poche parole, semplici ma straordinariamente efficaci, descrive il cancro italiano, la sua causa e le sue metastasi diffuse. “Il criminale si fa politico e governa direttamente.E direttamente e personalmente si incontra con l’offerta criminale in un regime liberale perfetto dove domanda ed offerta criminale si incontrano sempre con efficacia”.

  6. X onofrio
    L’unica fuffa che vedo, e che ci sta sommergendo, è quella del delinqunta puttaniere che tu voti, difendi, sostieni.

  7. @Onofrio : Fuffa fantapolitica cazzate?

    Sei su internet e non nella tv abusiva di quel delinquente.

    Sentiti questo ….

    E’ per colpa di decelebrati come te che siamo ridotti con le pezze al culo andando appresso a quel delinquente che da quando e’ “sceso in campo” per farsi i cazzi suoi ha distrutto un paese.

    Non c’e piu’ vergogna a vedere lo schifo quotidiano , ma tanto pecoroni come te saranno sempre li a sostenerlo.

  8. bravo onofrio, se continui così ti meriti il posto di Capezzone

  9. bel post come sempre adorabile cavallo matto

  10. Ma non ti vergogni di vantare ancora chi sta rovinando l’Italia ,sta distruggendo quell’immaggine che con fatica si era costruita.

  11. Descrizione lucidissima della situazione da cui la sinistra non riesce a trarre conseguenze operative semplici ed immediate che la gente capirebbe.
    Poi ci sono gli onofri del momento capaci solo di leccare ed offendere chi non la pensa come loro: poveretti quando si sveglieranno, ammesso che gli convenga, sarà troppo tardi, sopratutto per chi pensa con la propria testa

  12. Non ci capisco più niente di dove siamo e dove andremo ma il dove andremo purchè più libero dell’oggi di da consolazione

  13. ci sono due categorie di persone che hanno votato berlusconi una e’ di quelli che lo hanno fatto per opportunismo perche’ sapevano che eleggendo un capo disonesto, anche per loro ci sarebbe stato un tornaconto ( denunciare meno reddito – evadere l’iva – usufruire di appalti truccati ecc. ecc..) la seconda e’ quella di persone oneste che purtroppo non hanno altra informazione che quella monopolizzata da berlusconie quindi hanno avuto una visione distorta sia della situazione che del personaggio. speriamo che i secondi aprano gli occhi e si rendano conto dell’errore fatto perche’ per i primi temo non ci sia nulla da fare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...