LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Stanno sostituendo uno eccessivamente ricattabile a cui hanno già fatto fare il lavoro sporco…

18 commenti

In attesa che si compi la profezia del maestro Ligio Gelli il blog si ritira in buon ordine per qualche giorno.

C’è un pletora di pescecani che come nel ’19 con Mussolini, hanno creato, allevato,  sostenuto il novello dittatorello da operetta in chiave antipopolare.

Dopo la caduta del muro di Berlino l’Italia avrebbe dovuto cominciare a funzionare come un paese normale ed invece la spectre in salsa vaticana ha creato le condizioni per un nuovo galleggiamento ventennale che tenesse lontane le orde comuniste dalla fontana del cuppolone ed anzi approfondisse il divario tra un dieci per cento che detiene la metà della ricchezza ed il resto a patire peggio di prima.

Chi meglio del pagliaccio per gli effetti speciali? Chi meglio del nano maledetto per distrarre e concupire un popolo bue di tanti, troppi cialtroni pronti a farsi lobotomizzare?

In cambio Il Silvio ha voluto che fosse riconosciuto impunibile per ogni schifezza compiuta prima e durante la sa reggenza ed oltre a ciò che le sue aziende passassero dallo stato prefallimentare del 1993 ai grandi dividendi attuali.

Gli è stato concesso ma avrebbe dovuto essere più determinato nell’eseguire il Piano di Rinascita, pensando  – un po’ più di quanto non abbia fatto –  all’interesse di quel blocco di potere che lo espimeva più che a se stesso.

Ha peccato di ecceso di ingordigia e goliardia e di poca determinazione fascistoide e quindi fra un po’, come previsto da Gelli, lascerà il posto a gente meno funambolica ed in conflitto di interessi, ma altrettanto prone verso certe esigenze…

Io per conto mio , d’accordo con Franca e gli altri, mi ritiro in buon ordine in attesa degli eventi, per qualche giorno…

Ci rivediamo il 15 p.v.

Rosellina970

Annunci

Autore: rosellina970

ricercatrice univeritaria-ufficio contratti

18 thoughts on “Stanno sostituendo uno eccessivamente ricattabile a cui hanno già fatto fare il lavoro sporco…

  1. ma meno male che tu esisti! E resisti!

  2. quando 15 (?) si quindici anni fa irruppe nella scena politica,bè non mi fece molto effetto… ..Un imprenditore, che per quanto possa essere bravo, non poteva destreggiarsi con abile e tanta maestria, in un mondo a lui estraneo, cmq. Ti confesso che non ho mai nutrito fiducia in questo uomo, molto abile, ma così torbido. Ascese immediate, così veloci mi hanno sempre puzzato di marcio. Nel Nord dell’Italia negli anni 94′ gli imprenditori e molta altra gente lo ha visto come un modello al quale ispirarsi, un uomo che aveva vinto la politica perchè era riuscito ad entrarci così senza avere nessuna ostruzione…..Il perchè è stato scontato strada facendo. Ho sempre ammirato la capacità del Berlusconi di sapersi vendere al miglior offerente come un buon commerciante sa fare, come un buon agente di commercio sa fare…..vendersi si, ma al miglior offerente appunto. Sa catalizzare le attenzioni, ma tutto il resto……è manovra dietro di lui. Ci sono menti e mani dirto di lui che operano in silenzio in anonimato perchè non possono essere viste ne comparire……Un prestanome, il prestanome per eccellenza… Troppo, troppo in fretta, troppo di tutto e senza avere nessun ostacolo….E poi lui era mica un Moratti, Agnelli, Marzotto, Benetton, insomma non era mica figlio di grandi dinastie che hanno fatto grande l’Italia ( non sempre). Lui chi era, se non altro un figlio di direttore( mi sembra) di filiale di banca….un direttore di filiale….poca roba rispetto a ciò che ha creato dopo….e non mi si venga a dire che lui era ricco di suo…e che da imprenditore era ricco….Aveva un passivo parecchio alto…. E’ completamente avvezzo a vizi, ingordigia, lussuria, depravazione di ogni sorta…..è egocentrico, maniacale e avido di ingordigia e lussuria…. Certo è che qualcuno li ce lo ha messo, e non parlo degli italiani con il voto……Berlusconi è la copertura.

  3. Hai ragione, credo che negli anni 90 qui al nord fossero in molti a ritenere che berlusca fosse un modello da prendere ad esempio. Penso che non ci fosse ancora la malizia del pensare che anche da noi la mafia potesse avere un impatto così forte,e che molti ritenessero che davvero si fosse fatto dal niente. Credo di averlo pensato anch’io, se non ricordo male… dico “credo” perchè in effetti in quegli anni era la mentalità che vigeva da queste parti, ed è probabile che a mia volta l’abbia sorbita. Tuttavia mi rendevo conto che il suo strapotere era qualcosa che spaventava, quindi mentre da una parte mi chiedevo se la sua capacità manageriale avrebbe potuto aiutarci in qualche modo, dall’altra mi dicevo che una persona come lui con le mani in pasta ovunque avrebbe potuto portarci anche molti altri problemi.

    La sua capacità piu’ grande ad oggi ritengo sia stata la sua capacità di comunicazione alle masse. Un po’ stile lega se vuoi, ma meno sfacciato e quindi con piu’ possibilità di presa.

    Penso che questo sia stato il motivo che ai tempi l’abbia potuto portare al potere. Ciò che non comprendo è come possa però essere riuscito a riconquistarlo il potere.

    • CREDO SIA UN GRANDE ERRORE, QUELLO DEGLI ITALIANI IN GENERE, CATALOGARE E COLLOCARE E DISTINGUERE, LA DELINQUENZA E PIU’ SPECIFICATAMENTE LA MAFIA IN NOMI COME ” MAFIA” “N’DRANGHETA” “SACRA CORONA UNITA” …….E’ UN GRANDE ERRORE, CHE VIENE COMPIUTO SOPRATUTTO DA UNA MAGGIORANZA DI PERSONE CHE VOGLIONO CIRCOSCRIVERE IL FENOMENO MAFIOSO, PER COLLOCARLO POI NELLE ZONE, POSSIBILMENTE LONTANE …. MAFIA E’ STATO, E LO STATO E’ LA MAFIA…E MAI SONO DUE COSE SEPARATE E DIFFERENTI. NON SI SPIEGHEREBBERO TANTI FATTI ACCADUTI IN ITALIA, POLITICI E NON… IL NORD E MOLTA GENTE DEL NORD E’ CONVINTA CHE LA MAFIA SIA QUELLA CHE OPERA , CHE AMMAZZA, AL SUD…..CHE SPARA, CHE RAPINA, CHE RUBA, CHE SPACCIA, CHE CONTROLLA PROSTITUZIONE…. NO. LA MAFIA QUELLA VERA E’ QUELLA CHE SI NASCONDE NEI PALAZZI, NEGLI APPARATI DELLO STATO, CHE SI IMPOSSESSA DELLO STATO. VIVEVO NEGLI ANNI 90 NEL NORD RICCO E OPULENTO, E IL FENOMENO BERLUSCONI ERA UN ESEMPIO DELLA IDEOLOGIA DEL NORD……DOVE TUTTI PENSAVANO CHE L’IMPRENDITORE BRAVO E ONESTO STA A NORD, COME LA MAFIA STA A SUD…… EQUAZIONE SBAGLIATA. SBAGLIATO IL PRINCIPIO. LA MAFIA….N’DRANGHETA, SACRA CORONA……SONO COME I SOLDI…..I SOLDI NON HANNO PADRONE E PARTITO, NOME E COGNOME….. ECCO LA MAFIA E TUTTI I FENOMENI CRIMINALI NON HANNO COLORE, BANDIERA, NOME, PADRONE……. TUTTE LE ATTIVITA’ CRIMINALI HANNO COME SCOPO, IL CRIMINE STESSO… A NORD HANNO SEMPRE CREDUTO CHE LA MAFIA NON CI FOSSE, E NON SAREBBE MAI ARRIVATA….. …SCHERZO DEL DESTINO…..UN IMPRENDITORE AVREBBE CAPOVOLTO LA SITUAZIONE. LA CORRUZIONE SISTEMATICA, LA CORRUZIONE POLITICA, ECONOMICA….STA NEL PALAZZO E NELLE PIAZZE…. E’ DELINQUENZA SEMPRE E NONOSTANTE TUTTO. IO NON HO MAI AVUTO FIDUCIA NEL SALVATORE, NELL UOMO IMPRENDITORE E MODELLO….TROPPO FACILE……TROPPO BORGHESE E PALAZZINARO PER FARE TUTTO QUELLO…. …VIVEVO IN PIEMONTE IN QUEGLI ANNI…..ASSAPORAVO A DISTANZA QUELL’ARIA, SENTIVO LE VOCI, LE OPINIONI…..SOGNATORI, LA MENTALITA’ SETTENTRIONALE E’ SOGNATRICE. GHETTIZZARE LA MAFIA E GLI ATRI FENOMENI CRIMINALI NON CI PORTERA’ LONTANO. IL CRIMINE E’ UNO SOLO, NELLE SUE SVARIATE FORME, SFUMATURE. RICONOSCERLO ANCOR PRIMA CHE COMBATTERLO.

      • Salve, sono disposto a sottoscrive, a patto che si includa per mafia, anche quella comunista. Che ha vissuto per 50 anni per rendita di posizione. Anche se apparentemente ha sempre cercato di distruggere lo Stato. A cui non dava alcuna importanza. Nei suoi 20 anni e più di satrapia, Stalin non fu mai Capo di Stato. Si accontentò di essere Segretario del Partito Comunista. Credo anche che alpunto in cui siamo oggi, gli appartenenti alla Casta, non si curino nemmeno eccessivamente di essere Segretari, hanno già troppi privilegi.

  4. Ma come tu hai giustamente sottolineato, per anni ed anni si è voluto fare credere che la mafia fosse un’organizzazione criminale di base e non di Stato, e che fosse al sud e non al nord.

    Ora io non credo che al nord non si pensasse che la mafia non ci fosse, ma credo si pensasse che avesse delle connotazioni differenti da quelle che ci sono al sud. Penso che noi tutti si sia sempre saputo di atti mafiosi, e che non li si sia mai sottovalutati; ma credo si pensasse che fossero ad opera di elementi inseriti nei vari enti piu’ che ad un fenomeno mafioso esteso ed identico a livello nazionale, seppur con connotazioni differenti.

    Penso che ad oggi il nord voglia continuare a credere che la mafia esista sì, ma che fino a che rimane a quei vertici e non disturba piu’ di tanto allora… chi se ne frega. Un po’ come dire: non parlo, non vedo e soprattutto non sento. Anche se poi in realtà so e so benissimo. Un modus vivendi diverso da quello del sud perché così si è voluto che fosse. E tutto questo, con tutti i vantaggi e gli svantaggi che questo ha comportato anche per chi al nord vive. Perché come tu ben sai laddove c’è opulenza approda sempre e di tutto, più che ovunque. Perché inutile nascondersi dietro un cespuglio e non riconoscere che ad esempio qui la delinquenza ha assunto connotazioni che hanno preoccupato davvero, come è inutile nasconderci dal dire che a fronte di un allargamento della città per ospitare tutti, e giustamente, ci stiamo privando anche dell’aria che respiriamo. Per contro, se non lo facessimo, saremmo tacciati di razzismo.

    La situazione non è facile da esaminare in tutti i sensi. Credo che in questa Italia noi tutti, ma veramente in modo indistinto, si sia colpevoli. Chi per un verso, chi per un altro. E che nessuno abbia piu’ il diritto di puntare il dito verso il sud o verso il nord indiscriminatamente. Siamo un Paese che sta scontando anche questo scotto dovuto ad anni di razzismo strisciante perpetrato tanto dal nord verso il sud, quanto dal sud verso il nord.

    Avessimo tutti la capacità e la forza di riconoscerci nei nostri comuni errori, potremmo imparare a riconoscere chi ci fotte piu’ facilmente e a combatterlo conseguentemente. Sino ad allora, rimarremo a fare la guerra degli stolti: nord contro sud, sud contro nord. E piu’ ci animeremo in questa sterile battaglia, piu’ i potenti avranno il sopravvento sul popoluccio italico che continua a vivere nella beata ignoranza e sopraffazione del piu’ forte.

    Io spero che prima o poi un risveglio avvenga, ma non sono ottimista nel merito. Laddove ho sentito e sento anche gente di sinistra o che addirittura si proclama comunista ho colto note espresse di razzismo che davvero lasciavano e lasciano intuire quanto si sia lontani dall’avere anche la speranza di una degna rappresentazione di sinistra. Non so dunque a cosa arriveremo, ma temo che al peggio noi si debba ancora arrivare prima di vedere una nuova alba.

  5. CONDIVIDO TUTTO CIO’ CHE DICI. FAREI SOLO UN APPUNTO. LA MAFIA , LA DELINQUENZA – COME SI VOGLIA LA CHIAMIAMO – NON HA CONNOTAZIONE SOCIALE, DI PARTITO, NE COLORE.. L’EVASIONE FISCALE VIENE SISTEMATICAMENTE OPERATA DA PERSONE CHE CONOSCONO BENISSIMO IL FISCO E LE SUE LEGGI, LEGGI CHE COLORO CHE CONOSCONO BENE IL FISCO E LELE LEGGI APPUNTO AGGIRANO, ELUDONO, EVADONO. LATITANTI MAFIOSI VENGONO SEMPRE O QUASI ARRESTATI NELLE LORO TERRE, NELLE LORO CITTA’…..E CARABINIERI E FORZE DI POLIZIA PER ANNI NON SI SONO MAI ACCORTE CHE I LATITANTI ERANO DAVANTI ALORO…..CREDIBILE? NO! NON E’ COSA NUOVA CHE LA PIU’ GRANDE SOCIETA’ DI CALCESTRUZZO SIA AL NORD E SIA CONTROLLATA DALLA MAFIA……DAL MALAFFARE, CHE SI CHIAMI MAFIA O COSA O TIZIO E CAIO…..NON FA DIFFERENZA. NON C’E’ DISTINZIONE, NON CI PUO’ ESSERE QUANDO IL CRIMINE HA LO STESSO FINE: IMPOSSESSARSI SEMPRE PIU’ DI RICCHEZZA, IN GRANDI QUANTITA’, CHE SIANO QUOTE SOCIETARIE, EDIFICI, CONTROLLARE ASTE GIUDIZIARI E APPALTI…… LA DELINQUENZA HA IN QUESTI ANNI CAMBIATO IL MODI DI GESTIRE IL CRIMINE…..NON CHIEDE PIU’ IL PIZZO, MA SI INFILTRA NELLE SOCIETA’ PER RICICLARE DANARO SPORCO ( IL SUO) PER APPROPRIARSI DEGLI UTILI IN MANIERA LEGALE, IMPIEGA LA MANOVALANZA “DELINQUENTE”, APRE PARTITA IVA….VA NEI CANTIERI E STABILISCE CRITERI DI COSTRUZIONE, PREZZI E CARTELLINI…TUTTO… LA DELINQUENZA DI STATO HA IL FINE DI CONTROLLARE NON IL POPOLO, MA QUELLO CHE LO STATO RAPPRESENTA PER IL POPOLO….SOLDI PUBBLICI…..RICCHEZZE….APPALTI……SI APPALTI CHE DIROTTANO ALLA DELINQUENZA….. NON E’ UN CASO SE E’ POI RISAPUTO, CHE LE AZIENDE CHE EVADONO SONO CONCENTRATE AL NORD E QUINDI DICO….E’ VERO O NO CHE LA MAGGIOR PARTE DELLA EVASIONE FISCALE E’ CNCENTRATA AL NORD…..E SE LO STATO STIMA LE EVASIONI SA ANCHE CHI SONO….INSOMMA……POCO CREDIBILE LA STORIA DELLA MAFIA E DELLA DELINQUENZA AL SUD, SOLTANTO AL SUD. POCO CREDIBILE LA DEFINIZIONE DI MAFIA E LE ALTRE DEFINIZIONI FANTASTICHE DI N’DRANGHETA….SEMPRE MALAFFARE E’! IL PESCE PUZZA SEMPRE DALLA TESTA E QUESTO E’ UN DETTO SI POPOLARE MA SEMPRE ATTUALE, VERO. IL RAZZISMO E’ ARMA LETALE DEL NORD, PRIMA SE LA PRENDEVANO CON I MERIDIONALI, ADESSO CON I MIGRANTI. ALLORA LI TENEVANO AFFITTATI TUTTI IN UNA CASA I MERIDIONALI, ORA GLI STRANIERI UGUALE… I LEGHISTI CHE HANNO FATTO CAMPAGNE ELETTORALI CONTRO L’IMMIGRATO, ADESSO CHE FANNO? GLI DANNO CASA….TUTTI IN UNA CASA…SE LA FANNO PAGARE ORO…. LA MAFIA , LA DELINQUENZA HA UNA SUA SCALA GERARCHICA……C’E’ IL DELINQUENTELLO DI STRADA CHE RUBA ……C’E’ IL DELINQUENTE PIU’ FURBO, QUELLO ISTRUITO…..QUELLO BORGHESE, QUELLO RICCO……C’E’ IL DELINQUENTE CHE ARRIVA AL VERTICE DELLO STATO….SEMPRE DELINQUENTE E’….HA FATTO CARRIERA…IL MALAFFARE HA UNA SOLA TESTA……TANTISSIME BOCCHE, SENZA NOME NE DISTINZIONE DI PROVENIENZA….. TUTTO FNIRA’ SOLO SE GLI ITALIANI PRENDERANNO COSCIENZA DELLA DERIVA SOCIALE E ECONOMICA…..NON POLITICA, PERCHE’ LA POLITICA E’ DA RIFONDARE SBATTENDO A CALCI NEL SEDERE DESTRA E SINISTRA, NESSUNO ESLUSO…

  6. Mamma mia! la foto mi ricorda tanto la faccia di Lenin kè ho visto 5 lustri or sono al Mausoleo del Cremlino. Le sensazioni: allora sentivo tanfo di marcio come adesso.
    Sarò pessimista, tuttavia nn vedo ancora una fine a questa cloaca massima.

  7. Ho letto recentemente il Giorno della civetta, del grande – e ingiustamente trascurato – Sciascia: un libro profetico. Oggi assistiamo all’evoluzione di quel sistema. Berlusconi è una creatura del sistema mafioso, della corruzione, delle trame occulte di un potere extranazionale eppur tipicamente italiano, fatto di connivenze, servizi segreti, fondi occulti, vaticano, e oligarchie nell’ombra.
    Anch’io non nutro nessuna fiducia sul futuro. Anche cadesse domani, il Berlusconi, la sua influenza nefasta resterà per decenni, nelle attuali generazioni. Ma soprattutto resterà (intatto) il sistema che sta dietro a tutto questo.
    L’Italia non è un paese da rivoluzioni. Chiedo scusa a tutti coloro che incitano alla resistenza, ma io, sinceramente, non trovo più ne motivazione ne fiducia. Un ritiro monadico è per ora quello che sento.

  8. io preferirei, che Berlusconi pres.consiglio si ritira dalla politica perchè alcuni italiani non hanno capito che se c’era ancora la sinistra in Italia , si tornava a mangiare pane e cipolla!guardate in quale nazione c’è ancora la sinistra e vedete come vivono!forse si stava meglio con on. VISCO? e’ STATO UN VAMPIRO PER GLI OPERAI E TUTTO MA I SOLDI DOVE SONO ANDATI A FINIRE ? CON VELTRONI BASSOLINI MARRAZZO COOP ROSSE , BANCHE , SANITà …

  9. Noto con piacere che alle schifezze che vai scrivendo, hai avuto, per il momento solo 6 chilometriche e logorroiche risposte (come usano fare chi di idee ne ha poche e di odio tanto) da poveri frustrati.
    Ma attenti perchè chi sa seminare solo odio, come solo voi sapete fare, riceverà tempesta in abbondanza.
    Siamo tanti, siamo la maggioranza, e se tirate ancora troppo la corda, questa volta non staremo nè zitti nè fermi.
    Da noi si dice: uomo avvisato, mezzo salvato.
    Auguri, anche se meritate solo un sano disprezzo.

    • guarda che il casino lo state facendo voi: liti, corruzioni, brancher ecc. non sono invenzioni della sinistra, o no?
      Avete 150 deputati e senatori in più e non siete in grado di governare senza minaccie e continui voti di fiducia…
      prodi aveva solo una maggioranza di due voti e voi con 150 state qui a menarvela…
      se siete tanti come dici tu , gopvernate e non rompete le palle
      incapaci!!!

  10. Constato che la vostra regola aurea, non pubblicare commenti a voi contrari è sempre valida.
    La doppiezza e menzogna comunista impera.
    Complimenti, continuate pure così, perchè in tal modo saremmo sempre di più a contrastarvi.
    Saluti.

    • poverino non sa neanche che il suo commento è pubblicato e strepita contro i comunisti…
      siete solo chiacchiere e distintivo

  11. Già come imprenditore era una carogna nata, assurto al potere grazie al sostegno prima ed alle disgrazie dopo di Craxi. Altro buono quello eppure adesso i figlio sono uno a destra ed uno a sinistra! La storia, a cicli, si ripete sempre. Nn vede cambiamenti alla fine del tunnel.

  12. Avete notato? Io mi ricordo che, nel 2006, i berluscones si atteggiavano a liberal-moderati, argomentavano un po’, cercavano di controbattere le idee e i fatti con altre idee (e qualche fattoide).
    Oggi no, rinunciano a priori. Oggi si vantano dell’esser fascistoidi, e si atteggiano invece a chi “non si abbassa” a discutere con noi.
    Evidentemente, le poche cartucce dialettiche e i pochi argomenti, smentiti innumerevoli volte dai fatti e dagli eccessi del loro padrone, li lasciano oramai senza parole.

  13. Io non condivido chi si mette ancora a difendere i politici che pensano solo a se stessi e non certo ai problemi di noi cittadini. Berlusconi poi, si è messo prima nei guai da solo, volendo diventare ricco a tutti i costi, a colpi di corruzione, poi quando il terreno sotto i piedi, che si chiama Craxi, è venuto a mancare, è stato costretto a mettersi in politica. Lo ha dichiarato chiaro e tondo ad una intervista ad Enzo Biagi in televisione quando alle domande del giornalista sul perché sia entrato in politica, lui risponde una volta dicendo “altrimenti vado a fondo” e questo si riferiva alle sue società che erano in via di fallimento, poi ancora che “altrimenti sarei processato e finirei in galera”, il senso è questo anche se le parole non sono proprio queste. Ora, sapendo le motivazioni che lo hanno portato in politica, come fate a parlarne bene difendendolo e attaccando la sinistra, non che io voglio difendere quest’ultima, che non ha fatto un emerito c…o, però non ha nemmeno fatto tutti i danni che sta facendo Berlusconi al popolo italiano, con leggi che cerca di far approvare per salvare lui e la sua cricca, a danno della popolazione civile che non è responsabile di quello che ha fatto lui, ma che ce la fa pagare come se invece saremmo noi i responsabili. E visto che per lui il problema per cui si è messo in politica c’è sempre, non ha alcuna intenzione di uscirne, piuttosto è capace di scatenare una guerra civile, visti che di fessi che gli danno ragione ce ne sono a iosa, piuttosto che finire in galera insieme ai suoi parenti ed amici di merende. Insomma è un uomo determinato e pronto a tutto.Questo per dirvi che non c’è tanto da scherzarci su. Il passo che chi ha votato ha fatto, è quello finale, perchè hanno messo l’Italia in mano ad un disperato, che proprio perché così, è capace di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...