LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Zaccai , fascista e moschetto, la croce sul petto, culetto perfetto!!!

8 commenti

Ricevo da Sandro questo bel post e lo pubblico volentieri.

Rosy

Almeno Marrazzo non menava il torrone tutti i giorni contro trans, froci capelloni e drogati.

Pier Paolo Zaccai, 42 anni, invece sì, campione della italica ipocrisia clericale e fascista.

Il fasciotrans è stato ricoverato in stato confusionale all’alba di qualche giorno fa, dopo che si era affacciato al balcone della casa di una transessuale nella quale si stava svolgendo il festino, improvvisando un comizio. Una volta fermato ha dichiarato : «Stavo indagando, mi hanno incastrato» Piccoli mezzucci da delinquentello di borgata, subito caduti dopo le prime domande.

Il festino era a base di coca e trans come quello a cui partecipò Piero Marrazzo e che lo portò alle dimissioni da governatore. Solo che questa volta il protagonista è un consigliere provinciale del Pdl, Pier Paolo Zaccai, 42 anni, ricoverato in ospedale perché colto da un malore dopo aver assunto della cocaina. Una carriera dall’Msi al Pdl, tutta politica, e a testimonianza foto che lo ritraggono anche col sindaco Gianni Alemanno.

Dopo il festino ha dato in escandescenze ed avrebbe opposto resistenza alla polizia ed ai primi soccorsi, tanto che è stato anche sedato dala guardia medica psichiatrica che ha disposto poi il ricovero nell’ospedale Grassi ad Ostia, dove il consigliere risiede. La trans Morgana e il consigliere del Pdl sono stati ascoltati dagli investigatori. Ma le versioni non collimano. Secondo la brasiliana il politico girava con una pistola in auto e la sera del festino avrebbe tentato di picchiarla. I due si frequentavano da quattro mesi

Un episodio che ha portato il Pdl Lazio a sospendere cautelativamente Zaccai dal partito “in attesa di comprendere meglio le dinamiche che hanno portato al ricovero in ospedale del consigliere provinciale“, ha spiegato il coordinatore regionale Pdl del Lazio Vincenzo Piso.

Dopo la vicenda che ha per protagonista il consigliere provinciale il sottosegretario con delega alle tossicodipendenze, Carlo Giovanardi, ha ribadito la necessità di norme sul non uso delle droghe da parte di chi ricopre ruoli pubblici. “Chiediamo alla magistratura di fare chiarezza. E’ un bruttissimo episodio – ha commentato il sindaco di Roma Gianni Alemanno che ricorda quello, purtroppo, che ha coinvolto l’ex presidente Marrazzo“.

La sua scheda è quella del classico fascista e moschetto con la croce sul petto.

Laureato in Psicologia all’Università La Sapienza con tesi di laurea in psichiatria sul tema del suicidio in adolescenza, si è poi abilitato alla professione di Consulente del Lavoro, specializzandosi in Igiene e Sicurezza negli ambienti di lavoro. Zaccai è anche socio fondatore de ‘I Cavalieri di Anco Marzio’, una fondazione che opera in ambito cattolico. Pratica nuoto, pallanuoto e pugilato: per quest’ultimo ha conseguito il brevetto da insegnante.

Di Pier Paolo Zaccai, il consigliere provinciale che ha sclarato quella notte ,  esistono in rete fotografie esemplari:

Zaccai col "pecora" - ovvero il camerata Teodoro Buontempo - e con Papa Ratzinger

insieme a Benedetto XVI,  mentre bacia la mano a Giovanni Paolo II, di fianco a un sacerdote benedicente. E poi in tuta mimetica, perchè naturalmente il fasciotrans non aveva mancato di prendersi la delega per le politiche di sicurezza nella sua circoscrizione. Ricordo peraltro che il delegato alle politiche dell’infanzia dell’allora candidato sindaco Alemanno si trova oggi detenuto, sotto processo per accuse di pedofilia. La coerenza va forte nell’amministrazione della destra romana!

Insomma una vita diurna a dimostrare di essere un “vero maschio italiano”, un fascista del Fronte della Gioventù, del Movimento Sociale Italiano, istruttore di  pugilato, cattolicissimo.
Guardate una delle numerose gallerie di foto che sono sulla rete e vedrete come è vera la canzone di Gaber che diceva “Il tutto è falso, il falso è tutto.

Perchè Zaccai è un campione del conformismo clericale, dei vizi privati e delle pubbliche false virtù…

Eccolo là con gli ultimi due Papi Romani, con Cardinali&Porporati, con militari e carabinieri, handicappati, bambini, pompieri, ambulanze, elicotteri che salvano i cani.

Eccolo là l’uomo tutto d’un pezzo, che lotterà contro i capelloni che si fanno le canne, i gay, gli immigrati e chiaramente contro i comunisti (magistrati e giornalisti), per la Patria, l’Onore e la Famiglia.

Eccolo là in mutande, ad urlare all’alba da un balcone, parole senza senso, completamente sconvolto dalla coca e dalla serata a luci rosse con 4/5 trans.

Dopo questa figura di merda e questa notte brava, il Sig. Zaccai io dico che di rosso non c’avrà solo la faccia per la vergogna.

Le ultime? Spremuto dagli sbirri ha già ammesso piangendo molte cose e gli hanno ritirato il porto d’armi.

Come Brancher ha avuto Berlusca e Dell’Utri che giravano in macchina per ore attorno al carcere per non farlo sentire solo, anche Zaccai ha diritto ad un paio di giri intorno alla galera del “pecora” ed Alemannoi: è il minimo dopo tanta fedele militanza fascista e trans…

Pare che la Santanchè e Bondi abbiano addirittura iniziato un lungo digiuno finchè il loro camerata idiota non verrà rilasciato…magari era lui che portava la coca alle feste, i due suddetti ne han molto bisogno ed è difficile fidarsi in giro per lavoretti come quello di spacciare coca …

Sandro

Advertisements

Autore: rosellina970

ricercatrice univeritaria-ufficio contratti

8 thoughts on “Zaccai , fascista e moschetto, la croce sul petto, culetto perfetto!!!

  1. Spettacolo… a momenti venivo! 😉 😛

  2. bel post

    i fascisti in gran parte sono omosessuali travestiti che fanno finta di non saperlo

    del resto dove c’é la repressione, l’oscurantismo, il falso perbenismo, il finto machismo di questi minus habens arrivati al potere per sbaglio

    c’é sempre una realtà che scotta nascosta e clandestina

    camerati fate outing, ah ah ah ah ah

  3. è anche un problema di dissociazione: a furia di fingere rispettabilità e praticare il vizietto poi si sclera…

  4. Questi personaggi come Zaccai clericalfascisti, ipocriti conformisti, perbenisti… non bisogna considerarli per niente e non c’è da aggiungere nient’altro…

  5. Certo è che se anche chi c’è stato prima avesse fatto qualcosa di utile per sto Paese, non saremmo forse arrivati a tanta indecenza oggi. Piu’ guardo al futuro piu’ vedo incertezze ormai.

  6. Ho sempre pensato che i veri machi non abbiano bisogno di urlarlo ai 4 venti, che in fondo all’anima di questi perbenisti, clericali, omofobi ci sia l’oscurità. Un’oscurità che cercano di tenere sotto controllo senza immagire che più cercano di soffocarla più si fa strada in loro.Magari Zaccai, come tutti i drogati, pensava di essere tanto forte da essere lui a controllare il vizio e non il vizio a controllare lui. Magari pensava che un trans è una quasi donna e che andare con una quasi donna era come andare a donne. Forse pensava che se ci andavano in tanti( non penserete che sia l’unico fascista che va a trans?) non c’era niente di male. Chissà!!Il mio sogno però è che venga scoperto Berlusconi a trans!!!!!!!!!!

  7. ZACCAI PRATICAMENTE AVREBBE PRESO PARTE AL FESTINO A BASE DI COCA E TRANS A SUA INSAPUTA..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...