LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Il profumo dei soldi piace a troppi……anche a Santoro

20 commenti

Molti i fans delusi, tante  le critiche sul sito e suoi blog.

Soprattutto gli animatori dell’evento RAI per Una Notte.

Veramente Santoro  non è la prima volta che accetta cifre a troppi zeri..

Al di là dell’utilità della trasmissione, mi sarebbe piaciuto vedere ( dati i tempi ) un ACCORDO CONSENSUALE DI SEPARAZIONE a cifre più basse.

Ma tant’è, rimane pur sempre una signora primadonna dei salotti televisivi.

Salotti, appunto.

Chiacchiere , solo chiacchiere.

Io penso che non avesse mai avuto  la pretesa di essere un “combattente”…l’errore è, come sempre ,di chi lo ha  mitizzato.

In fin dei conti lui, Travaglio  cosa sarebbero senza  Berlusconi…..di cosa parlerebbero ???  Ve lo siete mai chiesti ?

Franca


Santoro soddisfatto, il suo ‘popolo’ no

Sul web la protesta dei sostenitori che gli chiedono spiegazioni dopo la ‘separazione consensuale’ con la Rai

Santoro soddisfatto, il suo 'popolo' no

di Daniela Simonetti

ROMA – Il ‘popolo’ di Santoro non l’ha presa bene: la notizia della ‘separazione consensuale’ tra il conduttore e la Rai getta nello sconforto quanti hanno fatto di Santoro un punto di riferimento televisivo, eleggendolo a simbolo di una tv libera e protagonista della battaglia contro la censura e lo strapotere dei partiti nel servizio pubblico. Lui oggi si dice ‘soddisfatto’ aspettando di firmare l’accordo ma i fan – sul web – esigono soprattutto risposte e chiarimenti su una decisione che non comprendono. Dissenso, sgomento, confusione: sono questi infatti i sentimenti ricorrenti che gli ‘amici di Santoro’ affidano alla Rete lasciando i loro commenti sulla pagina ufficiale di Annozero e su quella di Sandro Ruotolo su Facebook.

continua sull’Ansa

Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

20 thoughts on “Il profumo dei soldi piace a troppi……anche a Santoro

  1. Quando ho letto la notizia sono rimasta per un poco basita pure io, mi è spiaciuto per Marco Travaglio, il quale forse si sente dispiaciuto più di molti altri. Vi dico come l’ho letta io la notizia, quando Berlusconi decise che Santoro se ne doveva andare, lui lo fece, se ne andò e aprii una battaglia legale che lo ha visto ritornare in RAI vittorioso ed il Santoro di sempre, aperto a nuove sfide mediatiche (vedete Annozero subito dopo), come anche quella che propone col suo divorzio…. Allora non fu solo lui a pagare la sua fuoriuscita, ma tutti coloro, come me, che aspettavano il talk show che proponeva in quel momento, quindi, se io fossi al posto di Santoro, oggi con gli ascolti alle stelle, come allora, me ne andrei e li lascerei col culo per terra, proprio come fecero quando toccò a lui, ma sarà lui a farlo e non padron Berlusconi o qualche altro menestrello. Io so che rivedrò Santoro impegnato in altri lavori, (docufiction), l’uomo Santoro si evolve, solo gli italiani tardano a farlo. Se fossimo veramente delusi come dovremmo essere da molto ormai, scenderemmo in piazza ed inizieremmo noi a far parlare i media, ma così non è, però quando saremo sull’orlo del baratro, spero di no, ma non ci vorrà molto, allora sì che muoveremo il culo dalle nostre sedie ed inizieremo a gridare, ma non credo molto neanche a questo, perchè in Italia è sparita la solidarietà, quella che nei momenti di grave difficoltà ci faceva scendere subito in piazza a gridare contro una politica che, rispetto a quella di adesso, era politica, anche se sempre collusa con sporchi giochisti del potere e non. Secondo me dovremmo finirla con i piagnistei e avere le palle per mettersi in gioco, magari proprio con i metodi che usa Berlusconi fare lo stesso anche noi, pensate che non si trovi nessuno che investirebbe su giovani pensanti, non le veline dello psiconano, e li portasse a parlare agli italiani con verità e non con mezze verità od altro come da 60 anni a questa parte? Abbiamo sempre paura che qualcuno possa fregarci la poltroncina e non creiamo nuove leve, ma tutta quella gente che ha perso e che sta perdendo il lavoro pensate che lotterà ancora per molto? Sono tanti quelli che vorrebbero dimostrare a questo governo e ai governi degli altri paesi chi sono, e siccome sono i soldi che fanno girare il mondo, noi potremmo farlo girare, basterebbe poco, bisogna vedere se ci si vuole impegnare o si vuole ancora piangere per l’addio di Santoro dalla RAI.

    • PECUNIA NON OLET….
      SIAMO ITALIANI A QUALUNQUE LATITUDINE POLITICA.
      VERGOGNA… DOPO AVER INTERVISTATO TUTTI I LAVORATORI SENZA STIPENDIO,PAGLIACCIO!!!!!!!!

    • A me fa schifo questo atteggiamento di Santoro. Fa il paladino della giustizia. Fa ed è comunista. Va via dalla Rai per qualche decina di milioni di euro. Se fosse per me lo manderei a calci nel culo da dove è venuto, cioè dal nulla. La bestia come d’altra parte tutti i comunisti dicono e fanno finta di fare politica solo negli interessi di operai, disoccupati, pensionati e proletari. Tutte menzogne. D’altra parte le menzogne fanno parte del loro dna. Gli altri falliscono per loro colpa mentre si arricchiscono sui fallimenti che provocano e hanno provocato da sempre. D’altra parte l’ex URSS insegna. Continuate a dare la vostra fiducia a questi succhiatori di sangue.
      Io propongo a tutti di non pagare più il canone Rai perchè ora come ora è diventata una legittima difesa contro chi per contratto porta a casa 10 milioni di euro. Un operaio dovrà lavorare tutta la vita fino alla 7^ generazione per non guadagnare quello che ha guadagnato Santoro in 3/4 anni di televisione.

  2. chi è in lutto per santoro
    è uno che delega eroi mediatici e miliardari
    affinché facciano quel che lui non ha voglia di fare:
    politica

    per il resto non c’é che dire
    basta aspettare, l’equilibrio del regime si trova da solo,
    per assestamento

    c’é un mercato di “sinistra plaudente salotti politicamente corretti”
    che troverà la sua sistemazione
    secondo la legge della domanda e della offerta
    televisiva

  3. non sono d’accordo
    non credo occorra giudicare già da ora una storia che non si conosce
    e che santoro potrebbe aver voluto chiudere lui
    per sttrarsi alle pressioni ed evidenziarle
    risolverndo il rapporto

    per poi in cambio aver contrattato un comportamento alla bruno vespa
    da autonomo e non più da dipendente

  4. scusa alfonso: non sei d’accordo con cosa?
    Parlo per me , ma credo anche per Franca

    rispetto la tua ammirazione per santoro ma non c’entra con quel che dico io che preferisco a prescindere non avere ammirazione per qualcuno che si muova nel mercato della domanda ed offerta

    ma voglio pretendere solo un servizio una funzione

    io non credo nel mercato, locale o globalizzato, della comunicazione

    quindi non posso credere nel prodotto santoro che nel mercato si muove benissimo

    l’unico prodotto del mercato, il web, che potrebbe sottrarsi a certe regole ancora non ci riesce

    e lo sai qual’é la regola più insulsa ed a loro funzionale? La delega

    in questo senso: anno zero e la rappresentazione che se ne fa al livello comunicativo ha la funzione di esaurire la rabbia delle masse nella diatriba botta e risposta nell’attesa del detto non detto nella libido della vittoria dialettica nella speranza che il “nostro” gliene dica 4 al “loro”

    ci tengono lontani in tutti i modi possibile dalla coscenza di classe e dalla partecipazione diretta

    vale di più un tentativo disperato del popolo viola di darsi autoorganizzazione

    che centomila puntate di anno zero con un travaglio super che gliele canta a quelli lì

    l’unica cosa su cui concordo è che pretensdo che rimanga un servizio , una funzione al di là di chi sia a rappresentarla mediaticamente

  5. scusa ma ti contraddici

    se non credi nel mercato
    e non scegli un prodotto

    perchè poi pretendi un servizio , una funzione

    lascia che diano un servizio qualsiasi
    se la qualità è la stessa

    chiunque ci sia

  6. non credo di contraddirmi
    se non credo nel mercato

    ma pretendo che venga esercitata la funzione , il servizio della informazione, nei termini costituzionali

  7. Santoro fa un accordo. E allora? Potrebbero essere pochi o molti i soldi, ma questo lo decide lui, nessuno di noi può farlo. Così come nessuno di noi (in tal senso parlo da cittadino che vuole essere tale e non suddito) può delegare ad altri l’espressione del proprio pensiero. Peraltro la trasmissioner ANNOZERO era è è trasmissione di informazione. Stimo Santoro professionalmente, è bravo, ma la sua informazione e quella di Travaglio, e come quella di altri, anche di destra, non mi condiziona assolutamente. Non delegherò mai a nessuno la formazione dei miei giudizi, me la faccio lavorando approfondendo, leggendo, confrontandomi. Mi interessa solo, e questo credo l’abbia già detto qualcuno di voi, che rimangano pluralità di voci nel servizio pubblico. Per il resto giudico, sempre sulla base deelle mie capcità, soltanto la professionalità e la buona fede di chi lavora nell’informazione. Lo considero un lavoratore come un altro, quando non è servo: neanche delle sue idee.

    • il problema vero è che Santoro, in nome della Libertà di stampa, utilizza mezzo pubblico, PAGATO CON IL CANONE OBBLIGATORIO RAI, per esprimere idee, pareri e giudizi, nonché fare propaganda di parte. Nessuno potrebbe eccepire granché, se queste cose le facesse in una TV privata ( per esempio come Fede ). Quindi è come se si accanisse contro i più deboli, di cui non ha il minimo rispetto, proprio perchè percepisce lucrosissimi compensi CON IL DENARO PUBBLICO, pagato obbligatoriamente anche dall’ultimo pensionato italiano. Non dimentichiemo che se un abbonato si permette di non pagare il canone, viene perseguito COATTIVAMENTE (cioé con pignoramento dei propri beni)! Quindi lo stipendio di Santoro è vergognosamente IMMORALE, a prescindere dalle idee condoivisibili o meno.

  8. …. è un grande giornalista ………. altro non giudico …….
    adalberto

  9. Ha fatto bene, tanto che senso aveva andare avanti? Alle ultime elezioni, dopo tante “battaglie”, si è visto cosa è cambiato… NULLA!

  10. Santoro ha fatto i suoi conti e ha fatto bene, sfido chiunque a rifiutare di recedere il contratto a cifre del genere e a mio avviso ha fatto un favore al paese in quanto cosa pensate voi cittadini di uno stato che in tempi di crisi e di tagli “butta” via cifre del genere solo per liquidare Santoro ed impedire che la trasmissione vada in onda e i cittadini non sappiano certe storie? Io credo che il vero traditore sia lo Stato che se ne frega dei cittadini e spreca i nostri soldi pur di chiudere una trasmissione fastidiosa a molti!

  11. E tutti i milioni “mangiati” da certi politici o dalla cricca allo stato, cioè a noi? Svegliatevi!! Santoro è stato mandato via e pagherà le tasse su quanto percepisce. Se Berlusconi e la Lega si arricchiscono sulla nostra pelle va bene??. Informatevi prima di sentenziare.

  12. santoro è ua star televisiva pagata profumatamente perchè porta il 20% di share a Rai due e molta pubblicità

    è sottoposto a pressioni politiche continue per cercare di sminuirne ed eliminarne la valenza politica ed informativa

    non ha ancora firmato – vuole vedere le reazioni politiche, gli amici ed i nemici, anche a sinistra – ma se lo facesse prenderebbe i soldi che gli spettano da contratto di lavoro oltre una somma per produrre docufiction, somme elevate e stridenti con l’attuale periodo di crisi,ma somme da mercato ( molto inferiori a quele prese da Vespa, che non ha il valore aggiunto di santoro in termini di share apportato alla rete )

    puo’ essere che la polemica di questi giorni sia una provocazione per rilanciare il proprio ruolo, certo è che così come in queste settimane passate la stopria non regge e lui doveva sparigliare…

    aspetterei prima di tranciare giudizi, a meno che qualcuno faccia finta oggi di non sapere quanto vael una star televisiva come lui, cosa peraltro nota da tempo, come i suoi emolumenti…

    non esistono miti ma esiste buona informazione a cui tutti noi abbiamo diritto

  13. mi sembra il caso di leggere il fondo di oggi di Marco Travaglio…
    per qualcuno l’aspetto principale sembra Santoro, per me conta il fatto che il potere Berlusconiano abbia voluto toglierci di tasca, in tempi di crisi drammatica tanti altri soldi (Donadi parla di 10 milioni di €) per far tacere una voce fuori dal coro
    Santoro non è un militante, ha fatto il suo lavoro con la schiena sempre dritta, mentre tanti cosidetti oppositori si prostituiscono senza alcun ritegno.
    Che, FORSE, si sia stancato è cosa umana e comprensbile.
    E’ risdicolo che tanti pretendono che dovesse andarsene gratis. E’ il colmo dei colmi. Io continuerò a farla fuori dal vaso. Grazie Michele, penso che sentiremo ancora parlare di te.

  14. dovremmo smettere di misurare il guadagno del lavoro in migliaia o milioni ci occorre un altro strumento di misurazione. Un operaio generico guadagna in un anno non più di € 16.000 netti. Allora abbiamo l’unità di misura “uomo di fatica normale”. Con questo strumento di misurazione possiamo dire che l’on. x vale come 12 uomini; il ministro y vale come 25 uomini ecc.. Santoro “uomo di fatica straordinario” pare che in questo momento valga 625 uomini.
    Questo è il miracolo di questa società capitalista da tutti pare accettata.
    francesco zaffuto http://www.lacrisi2009.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...