LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Giù le mani da Emergency

4 commenti

“Emergency” ,  fondata nel 1994 dal dr. Gino Strada, è una Organizzazione Non Governativa che da anni ha come obiettivo di curare i civili vittime delle guerre . Personale medico e tecnici con esperienze di lavoro specifiche,maturate in situazioni di emergenza,si sono uniti per garantire assistenza medico-chirurgica e riabilitazione nelle zone di guerraRuanda,Cecenia,Nord Iraq,Cambogia,Kurdistan iracheno,Sierra Leone e infine Afghanistan.   emailemergenc@emergency.it

Alla fine sono riusciti a “silurare” Emergency, scomodo testimone degli “errori” delle forze militari Nato ed afghane, errori che causano decine di morti o feriti, ogni giorno, fra la popolazione civile.

Fonti ufficiali afghaneL’ospedale di Emergency a Lashkar-gah è in mano della polizia afgana e del personale locale. Nessun operatore internazionale è operativo nella struttura sanitaria“. “Ieri  mattina il personale internazionale dell’ospedale che ancora si trovava a Lashkar-gah, dopo l’arresto di Dell’Aira, Garatti e Pagani, ha preso un volo per Kabul diretto alle strutture di Emergency della capitale afgana. Si tratta di sei operatori, cinque italiani (di cui quattro donne) ed un indiano“.

Non è poi così difficile da comprendere cosa è successo, anche per coloro che sono rimasti tiepidi e distaccati nelle prime ore dopo il rapimento dei tre volontari.

Le autorità afghana e Nato in singolare combutta coi talebani della regione e con il governo italiano sono riusciti ad eliminare testimoni scomodi in quella regione colpendo  anche l’esempio che in guerra si può far altro oltre che bombardare e sparare.

Dico singolare combutta coi talebani perchè nonostante quel che dicono e scrivono i talebani del governo delle destre, i talebani veri odiano da sempre Gino Strada ed i suoi, sa per i motivi comuni agli altri protagionisti della guerra ( testimoni scomodi ed esempi pericolosi di solidarietà trasversale ) ,  sia per motivi religiosi espressi chiaramente nel 2001, quando gli integralisti miliziani talebani accusarono gli impiegati dell’Ospedale di non rispettare la rigida segregazione sessuale, anche se nella sala da pranzo gli uomini erano divisi dalle donne tramite una tenda ,  ritenuta insufficiente dai rappresentanti del “Ministero per la Prevenzione del Vizio e la Salvaguardia delle Virtù”.

E’ evidente che non piace a nessuno avere nel territorio delle operazioni militari questi di Emergency “perchè curano tutti , aiutano gli ultimi chiunque essi siano” come dice Cecilia Strada

In quell’ospedale i bambini sono i tre quarti dei pazienti, anzi erano perchè da ieri tutto è finito e sono gli afghani ora e tenere l’ospedale in mano loro. Ci sono riusciti.

Giù le mani da Emergency, dunque.

Cinque parole per dire e raccontare la  storia di Matteo Dell’Aira, Marco Garatti e Matteo Pagani, i tre cooperanti dell’ong che sabato 10 aprile sono stati arrestati dalle autorità afghane nell’ospedale di Lashkar Gah.

Poi sono venuti i primi attacchi del ministro degli Esteri Franco Frattini e Maurizio Gasparri contro Gino Strada.

E’ apparsa subito singolare frettolosa ed assai sospetta la dichiarazione di Gasparri ed ancor più di Frattini, data la sua funzione di ministro degli esteri, il primo essendo sostanzialmente un “cazzaro”, uno che le spara grosse sempre e comunque.

Infine, la rabbia di migliaia di internauti che hanno aderito subito alla mobilitazione lanciata dall’Unità su Facebook e che si sono dati appuntamento per sabato 17 aprile in piazza Navona, a Roma. Creato l’evento, «Giù le mani da Emergency», appunto, il loro numero è iniziato a lievitare, tanto da raggiungere 10 mila sostenitori nel giro di 24 ore. Tutti pronti a manifestare indignazione per quanto accaduto e sostenere Emergency.

Ma parliamo di questi due Frattini e Gasparri.

Invece di occuparsi di capire cosa sta succedendo ai tre operatori di Emergency, fanno a gara a chi fa più dichiarazioni senza senso. Quando si tratta di avvisi di garanzia al loro capo, allora i giudici sono dei comunisti, eversivi. Quando si tratta di associazioni laiche che non sono vicini ai loro interessi, allora sono dei terroristi.

Se un loro compagno di merende (vedi Bertolaso e tanti altri) commette un reato, non è colpevole fino all’ultimo grado di giudizio, e semmai gli capita la sfortuna di essere condannato, la responsabilità è sua e solo sua, non di tutta una classe politica; se invece un medico, o un infermiere o un semplice volontario che appartiene a Emergency è sospettato di aver commesso qualcosa, nasce subito la condanna e il rinnegamento di tutto il gruppo.

Sono straconvinto che chi salva la vita di decine di persone ogni giorno, in territori massacrati da guerre ingiuste, e senza mai guardare il colore della pelle o la fede religiosa, non può essere un assassino.

Ma c’é qualcuno che ha capito quel sia la nostra politica estera: meno filoamericani? Più filorussi? Ci vantiamo di aver favorito l’accordo sul disarmo nucleare (bum)? Baciamo le mani a Gheddafi e giuriamo fedeltà a Israele?

Poco m’interessa, in questo momento. Purchè a nessuno venga la tentazione di regolare dei conti indicibili con Gino Strada. Giù le mani da Emergency.

Alfonso

Advertisements

Autore: laconoscenzarendeliberi

per favorire l'incontro di idee anche diverse

4 thoughts on “Giù le mani da Emergency

  1. La RussA e Gasparri sono due porci fascisti pronti per piazzale loreto

  2. Gino Strada é molto ingenuo perchè va dicendo in giro che se fossero stati americani, gli avrebbero già liberati.

    Se fossero stati americani non erano sttai mai arrestati
    e anche se per pura ipotesi fossero stati davvero fiancheggiatori dei talebani sarebbe stato tutto occultato e risolto con trattative segrete ed inconfessabili.
    Essendo invece italiani e per giunta curiosi e ficcanaso ed anche un po’ di sinistra
    hanno volutamente montato un caso per liberarsi una volta per tutte di Emergency e rispedirli tutti a casa.
    E ci sono riusciti comunque!

    MaxVinella

  3. scusate ma è evidente che se fossero stati anche solo tre italiani, ma della folgore
    ora starebbero con La Russa in tv

  4. questi discorsi sui se e sui ma
    sono assoltamente controproducenti
    ed inutili
    ed anche errati
    mi pare che per un certo giornalista di Repubblica ci fu una grande sollevazione ed impegno del governo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...