LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Lo stupidario leghista è simile a quello fascista: è un problema di rimescolamento degli organi interni

19 commenti

La differenza tra l’essenza della maggior parte dei leghisti e quella dei fascisti è nel minor ambito territoriale in cui si esercita.

I leghisti sono fascisti locali, le mura del loro castello in cui amano  rinchiudersi corrispondono al limite perimetrale delle loro città, paesi e villaggi.

Per il resto sono come i fascisti, hanno il cervello dove in genere è lo stomaco ed il cuore proprio lì in mezzo alle natiche.

Ma andiamo con ordine iniziando dall’alto, voglio dire dal capo…beh, insomma, dal basso .

Una delle cose più meschine sentite  ultimamente da Berlusconi è la battuta sul cancro che riuscirà a sconfiggere in tre  anni. Fa ancora più schifo se pensiamo ai tagli alla ricerca che ha commissionato alla sua infermiera pelvica Gelmini.

Nelle scuole della Gelmini i familiari devono contribuire con fondi propri alle carenze scolastiche aggravate dai tagli.

E poi ti ritrovi con episodi come questi che seguono, sempre meno rari.

Mensa non pagata, bambini fuori dalla scuola

Neanche a pane e acqua, bensì fuori da scuola per due ore. Dove non si sa, non è questione che interessa l’amministrazione leghista di Adro. Siamo in Franciacorta, provincia di Brescia, e la guerra contro i bambini figli di famiglie che non pagano la mensa scolastica vede di nuovo protagonista un sindaco del Carroccio: Oscar Lancini. Le polemiche contro un’analoga iniziativa adottata il mese scorso a Montecchio Maggiore, nel Vicentino, dove gli alunni morosi furono sfamati con panini imbottiti e una bottiglia di acqua, non hanno intaccato i primi cittadini in camicia verde.

Così dall’altro giorno 40 bambini dell’Istituto comprensivo di primo e secondo grado di via del Lazzaretto a Adro non saranno ammessi alla mensa scolastica.

La circolare che è stata recapitata ai genitori – ma tramite bambini, che si sono visti consegnare in classe una busta chiusa di cui tutti i compagni conoscevano già il contenuto, si può immaginare la vergogna – parla chiaro: «L’organizzazione scolastica non ha nessuna possibilità e risorsa strutturale ed economica per garantire agli alunni l’assistenza e soprattutto un pasto alternativo rispetto a quello fornito dall’amministrazione comunale con il servizio della mensa scolastica».

Insomma, scrive il dirigente scolastico Gianluca Cadei, la scuola non sa né come assistere, né cosa dare da mangiare ai bambini se non ci pensa chi ne ha la responsabilità, cioè il Comune.

Lancini è famoso per le sue iniziative contro gli immigrati extracomunitari: anni fa mise una taglia sui clandestini, ad Adro gli extracomunitari sono  sistematicamente esclusi dai bonus per le famiglie bisognose.

In questi giorni si parla molto della chiesa per aspetti vergognosi oppure per le alleanze contro l’aborto e la pillola ru486 che hanno fatto guadagnare voti alle elezioni.

Lasciate che i bambini vengano a me” diceva duemila anni fa un noto agitatore di folle comunista extracomunitario.

Qualche altra notizia di stupidario leghista.

La storia si ripete, ogni anno: Montichiari, il sindaco leghista nega la piazza per il 25 aprile ed il 1 maggio.

A Lesmo in Brianza un assessore della Lega dopo 4 rapine sostiene “che la gente vive nel panico” e propone una taglia sui banditi, ” troppe scarse le forze dell’ordine per garantire la legalità

Ma non era Maroni che aveva promesso più sicurezza e che ora invece taglia i fondi agli agenti?

Lega di Governo e di opposizione contemporaneamente,  i furbetti del separatismo.

Ecco la nuova classe dirigente leghista.

Alcuni dei nuovi governatori regionali rimettono in discussione l’utilizzo della pillola abortiva. Poi si rimangiano tutto ma erano ansiosi di regalare una dichiarazione al vaticano. In conclusione hanno fatto ‘sta bella figura, anche col vaticano.

Sono stupidi ed incapaci anche in questo: mentre la ‘ndrangheta si mangia la “padania”, loro  si concentrano su panchine e kebab

Mentre i furbetti in camicia verde giocano a rimpiattino per tener fede alla massa ( al governo a Roma, all’opposizione in “padania”, finchè dura il gioco…) e spargono norme ridicole e stupidamente razziste , come quelle sulle panchine , le organizzazioni criminali di tipo mafioso si sono installate stabilmente: non si limitano al riciclaggio ma puntano a controllare il territorio, gli appalti, gli enti locali. Nessun politico “padano” parla di emergenza ‘ndrangheta. Il pericolo vero – per i leghisti e i loro imitatori – sono le panchine ed il kebab.

Sono stupidi, lo sapevamo, ora governano e lo dimostreranno.

Letizia Moratti ha chiesto al ministro Maroni un decreto legge per permettere di perquisire le case dei migranti.

Anche senza mandato, per individuare i “clandestini”. Siamo ritornati a un clima da nazifascismo e alle leggi razziali che creano ghetti e schiavi. L’ordinanza “antidegrado” per via Padova

La commissione antimafia presieduta da Francesco Forgione, quella della legislatura del secondo governo Prodi [2006-2008], è riuscita a mappare le famiglie mafiose operanti in Italia e ha prodotto una dettagliata relazione in meno di due anni di lavoro.

Secondo l’ente presieduto da Forgione, dunque, in Lombardia operano, con tutta probabilità, le famiglie De Stefano, Morabito-Bruzzaniti-Palamara, Farao-Marincola, Sergi, Mancuso, Iamonte, Falzea, Arena, Mazzafferro, Facchineri, Bellocco, Mammoliti, Imerti-Condello-Fontana, Paviglianiti, Piromalli, Ursini-Macrì, Papalia-Barbaro, Trovato, Latella, Versace, Morabito-Mollica.

Il paese dove si sono insediati i Papalia-Barbaro – Buccinasco – viene chiamato la Platì del nord. Al sindaco di centro-sinistra, Maurizio Carbonera, è stata incendiata la macchina tre volte, tra il marzo del 2003 e il novembre 2005, mentre era impegnato nell’approvazione del nuovo piano regolatore, non gradito alla cosca.

Per tutta risposta, la regione Lombardia ha promulgato una legge che impedisce di cucinare kebab nei centri storici.

Questa classe dirigente essenzialmente stupida e piuttosto ignorante ora governa: governano male, si rendono ridicoli ma finchè dall’altra parte ci sono solo salottini e masturbazioni mentali e piccoli e squallidi signori delle tessere, vinceranno questi stupidi razzisti.

Crazyhorse70

Advertisements

19 thoughts on “Lo stupidario leghista è simile a quello fascista: è un problema di rimescolamento degli organi interni

  1. Si, indubbiamente il fenomeno Lega è più complesso …

    Anche se vorrei pure ricordare che molti fascisti del 1922 provenivano, a vario titolo, da esperienza di sinistra, tra questi lo stesso Mussolini e pure Italo Balbo ….

    Comunque, anche se per certi versi presenta elementi persino più nazisti che fascisti, il fenomeno Lega non può essere liquidato in maniera così semplicistica ….

    E’ fondamentale, ad esempio, il ruolo di “sindacato generale territoriale e comunitario” che in forma del tutto interclassista la Lega esercita in alcuni territori lombardi e soprattutto veneti ….

    Cosa che col fascismo classico non c’entra un tubo ….

    Insomma, è facile sbertucciare le intemerate razziste di Borghezio o Calderoli, ma c’è certamente dell’altro …. oltretutto il carattere razzista e xenofobo, se si è accentuato strumentalmente nell’ultimo decennio, non era elemento principale alle origini del fenomeno Lega ….

    Io credo che conti molto il parlare “colorito” ma CHIARO …. e comunque la presenza militante nel territorio, vicino anche fisicamente alla “gente in carne ed ossa”, coprendo un vuoto lasciato dalle organizzazioni politiche e sociali della sinistra … poi certo il contenuto dei messaggi è spesso quello che è ….. ma fermarsi a questo non aiuta a comprendere il problema …

    Radisol

  2. sarà che sono un operaio e non mi stupisco come tanti del comportamente di tanti colleghi (il termine compagni lo tengo buono per altro…). L’essere “operai” ed “iscritti alla cgil” non è di per sé garanzia di un bel nulla… Era operaio anche walesa… scusatemi la battuta. Cmq, l’operaio “è in potenza” colui che non avendo nulla da perdere opta per liberarsi dalle catene… ma nel frattempo… tra una presa di coscienza e l’altra… non disdegna di fare la sua parte e magari vedere il nemico nell’ultimo arrivato… Ho l’impressione (non mi riferisco tanto al post precedente) che in generale in tanti parlano di “operai” ma non conoscono l’attualità della fabbrica, i desideri e l’immaginario della composizione di classe REALE di questo paese di m. FORSE tanti stupori nascono da questa mancanza di conoscenza.
    e siccome oltre che operaio sono pure un “terrone”… io ricordo bene quando la lega “non era razzista” ed il nemico al nord eravamo “noi terroni” sfaticati, ladri e furboni… tanto che in assenza dei “marocchini verii” con eravamo noi ad essere definiti “marocchini” (o africani). Detto ciò è vero che vi è stata una svolta maggiormente razzista ma questa ha cavalcato il razzismo che si percepisce ANCHE IN FABBRICA, per l’appunto. ciao

  3. Si, ma non è solo razzismo, xenofobo o antimeridionale che sia ….

    C’è una chiara origine nei movimenti “antifiscali” degli anni ottanta, nelle logiche di difesa, discutibile fin che volete, del territorio ….. ma che prima della Lega era stato spesso patrimonio della sinistra ….

    Significativo il caso della Tav in Piemonte … non che la Lega, a parte qualche sindaco della bassa Valle, nemmeno direttamente interessata ai lavori, si sia dissociata più che tanto dal progetto … ma alla fine, a quelle popolazioni, è apparsa più irriducibile ed inaccettabile la posizione sulla Tav del PD che non quella, assai più sfumata nella forma se non nella sostanza, della Lega ….

    Ed immagino qualcosa di simile in futuro anche rispetto alla individuazione dei siti per le centrali nucleari … scommettiamo che alla fine non ce ne sarà nessuna in zone controllate dalla Lega ?

    Lo stesso sulla questione ricorrente dei tagli alle pensioni di anzianità o alla questione del Tfr nei fondi pensione … la Lega, in questo caso soprattutto in Lombardia, ha giocato molto sul “doppio binario”, spesso allineata al governo nei fatti ma spesso “dissidente” sul territorio …. quando poi certe puttanate su pensioni e Tfr sono avvenute coi governi di centrosinistra, ha avuto gioco facilissimo ….

    Insomma la Lega non è fascismo “classico”, centralista ed a suo modo statalista e patriottardo, ma non è nemmeno la riedizione “padana” del Ku Klux Klan, anche se a volte innegabilmente può sembrarlo …

    E ridurla a caricatura provincialotta del Ku Klux Klan non è utile a combatterla ….

    Radisol

  4. la sopravvalutazione della lega è il fenimeno del momento

    ed io più che altro ho fatto la caricatura di chi nei media continua ogni giorno a ripetere la mitologia lega nord che non corrisponde ai fatti

    è la mancata sinistra a vedere nelle lega cose che la lega non ha mai avuto ma che dovrebbe avere la sinistra stessa
    a cui piace inventarsi fenomeni altrui per non parlare di se stessa.
    Lo star dalla parte del popolo che dovrebbe essere distintivo della sinistra non ha nulla a che vedere col populismo della lega
    nulla…

  5. Due considerazioni.
    A) La lega è razzista da sempre, solo che prima ce l’aveva coi meridionali, ora coi musulmani.
    B) Ridurla solo a questo non è utile a combatterla, è vero. Ma non c’è dubbio che è per questo che è pericolosa. Oltre che per certe pulsioni anti-civiche (l’atteggiamento antitasse ne è solo la punta dell’iceberg).
    C) La lega è anzitutto populista. Ovvero opportunista. Lo dimostra proprio l’atteggiamento che ha avuto verso i problemi ambientali. Prendete la Malpensa. Se ve lo ricordate, fu la Lega, nel ’98, a cavalcare il malcontento dei residenti del Varesotto, che si lamentavano per l’inquinamento acustico degli aerei in transito nel nuovo Hub. Passata la festa, andati al potere loro, sono divenuti i più strenui difensori campanilistici di tutti gli aeroporti del nord (fottendosene del fatto che avere un aeroporto internazionale per ogni città di medie dimensioni, tipo Verona o Bergamo o Brescia, rende inutile il ruolo di Malpensa, figurarsi di Linate). Analogo discorso va fatto per il proliferare di provincie inutili come Monza, che hanno l’unico scopo di moltiplicare le amministrazioni a maggiornanza leghista, proprio mentre tutti si dichiarano d’accordo nel fare le supercittà, le aree metropolitane…

  6. anche il fascismo era radicato
    ragionare per corporazioni o per realtà locali contrapposte
    che poi trovano una sintesi nazionale nel volere del capo
    è proprio una delle basi del fascismo
    il populismo della lega non è il sentimento popolare che la sinistra deve riconquistare
    liberarsi dal bisogno
    non è seguire e solleticare le paure e lo stomaco
    il fenomeno è fascistoide e cialtrone fin dalla nascita nel 1992

  7. Bah, ho sempre detto che la Lega è riuscita comunque a perdere, dalle europee dell’anno scorso, qualcosa come 150.000 voti e se si tiene conto dei voti presi quest’anno in Emilia e Toscana, dove alle europee non si era presentata, nelle tre regioni canoniche “padane” ha alla fine perso anche molto di più.

    Quindi, lungi da me qualunque sopravvalutazione del fenomeno dal punto di vista numerico …. alle regionali ha semplicemente perso meno consensi degli altri ….

    Rimane il fatto che non credo che una corretta analisi, per poter combattere meglio “il mostro”, la possa ridurre ad un patetico Ku Klux Klan di Provincia ….

    E’ ormai dal lontanissimo 1992 che la Lega è una realtà nazionale della politica italiana, non si può dipingerla solo come un fenomeno da baraccone, anche se spesso ne ha tutte le sembianze …. o paragonarla, come in questi giorni mi è capitato di sentire, all’ Uomo Qualunque dell’immediato dopoguerra che durò, come fenomeno serio, non più di due – tre anni …

    La differenza sostanziale, dal fascismo classico ed anche da altri fenomeni destrorsi pittoreschi e momentanei, è il radicamento territoriale ed un certo senso di “comunità” … vogliamo fare finta che tutto questo non ci sia ?

    Radisol

    • il populismo della lega messi in evidenza nel post non è un ritrattino del kkk, ma l’autentico sentimento popolare razzista ed antisociale ( vedi dati e fatti sulle tasse ) vera espressione di questi anni di egemonia della destra, che approfittando del lutto post’89 in cui versa la sinistra confusa e debole, ha trovato un campione antipolitico ( uno che non ha svolto un ruolo di mediazione tra interessi contrapposti, ma uno che forza le istituzioni per gli esclusivi interessi dei suoi riferimenti e solo di questi) con cui attaccare il potere e piegarlo, un vero delinquente tra l’altro…
      il sentimento popolare della sinistra di diover riscoprire lo stare vicino ai bisogni non è l’atteggiamento populista basato sulla paura e sull’egoismo sociale
      inseguire ciò è uno dei motivi per cui non ci rialziamo da decenni

  8. Avanti così! Non vi sono bastate le ultime elezioni. Continuare con questi argomenti è un suicidio. La Lega continuerà a crescere grazie a questa sinistra lontana dal popolo. Che gli operai votano Lega è un dato di fatto. Andate in fabbrica a vedere. Anche i tesserati Fiom votano Lega.

  9. Si vede che i tesserati FIOM hanno avuto qualche miglioramento della loro miserrima condizione negli ultimi 15 anni in cui la Lega si è alternata al Governo o ha dominato al Nord.

  10. molto interessante e divertente

  11. Pingback: Do you remember antifascismo militante? « Le terre della gramigna

  12. noi meridionali non abbiama niente contro il federalismo, purchè sia fatto quando avremo la meta’ dei Km di autostrada e la metà dei Km di linea ferroviaria che sono presenti al nord. Della TAV possiamo anche farne a meno, al NORD serve perchè devono portare i loro prodotti, i loro grassi corpi e i loro utili all’estero il più velocemente possibile; non fa niente se NOI per andare da Reggio a Roma impieghiamo una giornata.
    giuseppe di virgilio

  13. Pingback: Notizie dai blog su A CHI?   I modi autoritari, da fine del mondo, catastrofistici di ques

    • E tu sei un idiota locale,da blog.Fascismo non c’entra nulla.Come il Nazionalsocialismo tendeva a unire non a creare federalismo.Caro il mio idiota la prima cosa che Hitler fece fu quella di eliminare i lander cioè le regioni.La Lega le vuole potenziare e creare stati come gli usa,il brasile o il messico.Informati prima di blaterare e poi se vogliamo vedere i controsensi pensa al comunismo e alla sua menzogna globale.

      • @ debby

        tu sei un/una deficiente assoluta su scala internazionale se pensi di riuscire a nascondere i sentimenti razzisti e fascisti del leghismo con le tue chiacchieruccie sconclusionate

        accostare il fascismo ed il nazismo al comunismo è come paragonare un guerrigliero o finanche un terrorista politico col canaro, con un seriql killer o con quelli di avetrana

        debby studiare ancora molto…

  14. i legaioli con la scusa di romaladrona si stanno spolpando i poco che ci rimane. Peggio del crassi da cui devono avere mutuato lo spirito corruttelare e truffaldino. Che schifo. Il bossino non è ancora sazio dopo aver mangiato di tutto di più. Attento patronfione dal sigaro pendente, gli ictus, a chi mangia troppo, sono più facili ad insorgere.

  15. UN VECCHIO ARTICOLO DELLA PADANIA

    <<Fu Craxi a spingere Berlusconi a muoversi in politica, per creare un movimento al Nord, pensando che al Sud avrebbero avuto successo le liste <> con gli ex Dc e Psi>>: a tracciare questa ricostruzione di eventi e’ stato Ezio Cartotto, ex dirigente Dc a Milano, ma anche ex consulente Fininvest. Lo ha detto deponendo al processo al deputato di Forza Italia Marcello Dell’Utri, accusato di concorso in associazione mafiosa, e al presunto mafioso Gaetano Cina’. La sua testimonianza ha animato l’udienza ed ha spinto Dell’Utri, per la prima volta in sei mesi, a parlare in processo. Cartotto ha raccontato che quando si occupava di Enti locali per la Dc, aiuto’ Berlusconi a perfezionare licenze ed adempimenti per la costruzione di “Milano due”. Negli anni ’80 tenne lezioni di storia della politica per i dirigenti di Publitalia. Nel ’92 un <> gli commissiono’ uno studio sulla crisi politica italiana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...