LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Repetita iuvant

15 commenti

L’analisi fatta ieri sera è stata confermata dal prosieguo degli scrutinii.

Il PDL  si è sgonfiato ( arretrando di sette punti rispetto alle politiche di soli due anni fa) gonfiando la Lega Nord che ha vinto nelle regioni della cosiddetta Padania.

L’astensionismo ha colpito anche a sinistra, non solo berlusconi, la quale sinistra non saputo approfittare della caduta berlusconica in modo apprezzabile, pur vincendo la sfida come numero delle regioni acquisite.

Molti dimenticano furbescamente che proiettando i risultati politici del 2008 nelle elezioni regionali ma “politiche” di oggi, la destra avrebbe vinto in nove regioni su quattro, veramente rinchiudendo la sinistra nel triangolo rosso.

Il Lazio ed il Piemonte sembra, salvo riconteggi ( peraltro legittimi, ricordate il caos che  fece berlusconi per due anni dopo aver perso di poco da Prodi?) in Piemonte, essere passati alla destra per una manciata di voti.

Ribadisco comunque almeno per la Bonino come questa con Vendola siano divenuti ormai due figure di riferimento carismatiche, specie nel contesto della attuale  crisi della struttura partito ( Grillo docet)

Grillo ha avuto buoni risultati in Emilia e Piemonte, come anche L’IDV di Di Pietro, solamente che mentre questa si pone il problema dell’alternativa , il primo sembra fregarsene accomunando tutti nell stesso calderone e così facendo perdere punti alla sinistra, da dove vengono molti suoi fans. Resta sempre vergine  un area del 7 – 8 % , senza una unica direzione politica  nella sinistra cosiddetta antagonista.

Il PD ha arrestato la caduta verticale ma non ha preso il vento che si aspettava, diciamo una lenta ripresa come lenta , più lenta di quanto noi sperassimo, è stata la caduta berlusconica, anche perchè intercettata dalla Lega.

La Lega riesce furbescamente a sembrare popolare ed antipopolare, di governo e di opposizione: non so per quanto tempo durerà questa ambiguità di fondo, prima o poi anche la sua gente vorrà vedere qualche risultato e qui ne vedremo delle belle.

Ribadisco che fuori dal Nord, dove Berlusconi e lega si fondono ormai in un abbraccio strettissimo il partito delle libertà è schiacciato al sud dalle opzioni della criminalità organizzata, da Cosentino a Scopelliti, al mercato di Fondi dei casalesi che ieri sera hanno coi loro voti finali, salvato la Polverini.

L’asse cavaliere carroccio, l’ultima speranza di sopravvivenza per il caudillo di Arcore, verrà osteggiato dall’asse Fini-Sud e ricominceremo a vedere i soliti teatrini e le solite liti tra comari.

Ripeto le domande finali di ieri sera: la caduta del cinghiale ferito sarà ancora lenta o diverrà progressivamente rapida e rovinosa ?

Che ruolo giocherà la Lega : affretterà la caduta del boss di Arcore o sarà la sua stretta alleata fino alla fine, fin dentro la ridotta della valtellina?

Occorre stare attenti alla pericolosità del cinghiale ferito, può trascinarsi appresso  –  e  mandare  in  rovina insieme con lui  –  molte cose e molte persone…

Crazyhorse70

PS. Probabilmente Panattoni aveva prima molto sperato in un cappotto che ci avrebbe ridotto al triangolo rosso, poi nei giorni scorsi aveva avuto paura invece di perdere di brutto perchè il silvio aveva fatto qualche schifezza di troppo ( l’ha ammesso anche lui) : ecco spiegato l’atteggiamanto isterico alla gasparri o la russa tenuto qua dentro.

Parlo di lui perchè lui ha deciso nelle ultime ore di fare post autoreferenziali pieni di insulti ad personam, in preda ad una crisi di nervi. Se fosse così contento dovrebbe festeggiare e non appiccicarsi livoroso alla tastiera. Ma si vede che ha patito molto e temuto una debacle se poi , dopo lo scampato pericolo, ha dato nelle sue solite escandescenze.

Giusto perchè tirato in ballo ricordo allo sprovveduto che dopo averci dato ristretti nell’appennino e poi in ultimo perdenti per 8 a 5 dovrebbe piantarla di spacciarsi per uno che fiuta cosa vuol la gente visto che non ci prende mai.

Io, pur sperando in qualcosa in più per cui quindi non posso festeggiare, avevo previsto proprio un 7 a sei per il cantrosinistra.

E lui sclera invece di far scena muta come sarebbe dignitoso, che faccia di …, il paragone con gasparri è d’obbligo.

Mi sa che è lui a fiutare altro e non cosa pensi la gente.

A questo proposito rammento a tutti che questo nostro blog non è più come una volta un piccolo cesso autoreferenziale dove passare giorni interi a suonarsele tizio contro caio, ma è qualcosa d’altro e da molto tempo ormai.

Non torneremo indietro e quindi le personalizzazioni e gli insulti finiscono qua , ora e per tutti.

Annunci

Autore: rosellina970

ricercatrice univeritaria-ufficio contratti

15 thoughts on “Repetita iuvant

  1. Cavallo Isterico e sconfitto, ti faccio rispondere da Di Pietro…..

    “Quando il centrodestra vince in Piemonte, Calabria, Campania e Lazio nonostante non avesse la lista e fosse menomato smettiamo di giocare, di dire cose come ‘sette a quattro’: questa tornata se l’aggiudica il centrodestra, questo vuol dire avere onestà intellettuale”. Il leader dell’Idv Antonio Di Pietro, smentisce il “buonumore” del segretario Pd, Pierluigi Bersani, che aveva inneggiato all’inversione di rotta. “Vincere in Umbria e vincere in Lombardia non è la stessa cosa”, ha sottolineato l’ex pm.”

  2. grazie grillo per l’aiuto, sei la prova di come il qualunquismo aiuti sempre le destre

  3. Panattoni : non pubblicare un articolo ogni ora per favore !
    soprattutto se è una continua istigazione alla rissa : questo non è il bar sport

    Ho messo in bozza l’ultimo, non mi costringere a cancellarlo

  4. Posso…?
    a) il centrodestra ha vinto, non c’è dubbio. Non ha sfondato come era lecito pensare fino solo a qualche mese fa (ed è arretrato pesantemente rispetto alle politiche), però ha vinto. Una vittoria di Pirro, si misura, ma una vittoria;
    b) se il centrodestra ha vinto, è per la concausa di due fattori. Primo il travaso dei voti più estremistici dal PDL alla lega: voti che invece che ingrossare l’astensionismo, sono trasmigrati internamente. Secondo: l’astensionismo che, anziché premiare il centrosinistra, ha colpito entrambi gli schieramenti indifferentemente (ma chi l’ha detto che l’astensionismo penalizza la destra, a me non pare proprio);
    c) Bersani? Brava persona, ma carisma zero, siamo alle solite.
    d) Berlusconi e il PDL hanno rpeso una sonora suonata, è un arretramento notevole, quasi un terzo dei loro elettori gli ha fatto marameo. Credete che Berlusconi faccia autocritica? Nemmen per sogno. Adesso si avvinghierà ancor più alla poltroba, e diventerà ancora più pericoloso, sia perché spaventato, sia perché la Lega lo tiene per le palle, e ora reclamerà a gran voce riforme in senso federal-secessionista. Sarà da ridere: sia perché nessuno lo dice ma il federalismo costa un sacco di soldi e di soldi non ce ne sono (spero che Tremonti faccia resistenza) sia perché voglio proprio vedere cosa faranno i Finiani.
    e) Lo scenario potrebbe cambiare, se Casini farà un’altra delle sue conversioni a U e tornerà all’ovile del centrodestra (non mi sorprenderebbe), ma a quel punto il ducetto arcoriano si ritroverà a dirimere varie questioni. Puoi esser tenuto per le palle dalla Lega, dai Finiani e dai Cattolici, ma non da tutti e tre perché di coglioni ne hai solo due…
    f) Evidentemente l’elettorato di CSX ancora non ha capito il pericolo che Berlusconi e questa destra significa per la democrazia, l’ambiente, l’qeuità sociale, eccetera eccetera. ALtrimenti con tutte le riserve del caso sarebbe andato a votare in massa.
    Credono che sono tutti uguali perché non vedono la differenza sostanziale che c’è tra la mediocrità, il conformismo l’insulsaggine e qualche volta anche il malaffare di sinistra, e la delinquenza, le voglie di mananello, il razzismo, l’autoritarismo, la vocazione allo sfascio sociale ed economico della destra (questa qui di destra, perché di destre serie e non pericolose al mondo ce ne sono e anche in Italia ne abbiamo conosciute in passato, basta pensare a un Ugo La Malfa).

    • ma perchè sei l’unico qui dentro che ragiona?

      non sono d’accordo con te ovviamente sul pericolo democratico e su altro, ma almeno esponi le tue idee in maniera sensata e su Casini hai anche ragione…

  5. Pingback: In poche ore a destra scavano ben 6 buche sotto palazzo grazioli sempre meno stabile… « LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...