LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Il federalismo al contrario ed i grandi eventi

22 commenti

Visto che lo schiaffo preso dagli elettori è stato mitigato dalla vittoria della lega e dallo stop della sinistra che non ne ha approfittato, in faccia a berlusconi è arrivato solo un pizzicotto.

E’chiaro che poi i media di regime trasformeranno questo buffetto in una carezza lieve e profumata, ma si sa, è tutto uno scodinzolar di minzolini .

E’ stato utile al cainano non far discutere per un mese intero in televisione di problemi e di programmi, era quel che si voleva ottenere: lui dappertutto, a reti unificate a far la chiamata alle armi e l’opposizione con voce flebile attaccata al miracolo web di Santoro.

C’è quindi aria di mestizia a sinistra, l’occasione era ghiotta ma diversi errori ( Loriero ?!) ed un manciata di voti nel Lazio ed in Piemonte, non hanno permesso la vittoria.

C’é anche qualcosa di buono: Vendola è ormai un riferimento nazionale da giocarsi per il futuro della sinistra.

Occorrre insistere sui guasti alla democrazia del delinquentone di Arcore ma occorre pure gettarsi ventre a terra sui problemi economici riscoprendo e rilanciando le nostre idee ed i nostri valori, misurati nel quotidiano delle persone in carne ed ossa.

Le cose vanno fatte entrambe e con la stessa forza: antiberlusconismo e sinistra economica.

Oggi vi parlerò di come il delinquente impunito voglia estendere la corruzione che c’é dietro la politica dei “grandi eventi”, che come tutti sanno ormai non prevedono controlli.

E’ chiaro il grande evento lo decide il nano a livello centrale ( ed il federalismo?) ed i comuni eseguiranno. E già perchè invece il famoso patto di stabilità, cosa grandemente stupida ed antifederalista ( ma i leghisti tacciono in cambio di prebende), non prevede più un euro da spendere per i comuni.

Ma se è Lui a decidere come,  quando e perché ecco miliardi  senza controlli e senza rendiconti.

Ecco questo è malgoverno, questa è una cosa concreta che nessuno ha potuto dire in televisione in campagna elettorale perchè gli è stato impedito.

Quindi meno strutture ed asili ( a Milano il 15 % delle famiglie non può pagare le mense dei formigoni boys, i ciellini) e più grandi eventi berlusconici.

Andate a farvi fottere leghisti fascisti ed italioti che avete scelto di dare solo un pizzicotto al nano di arcore, quando si sarebbe meritata una tranvata.

ROMA – La politica dei “grandi eventi” fa scuola. Adesso Palazzo Chigi la “esporta” anche ai Comuni. Cerimonie, manifestazioni di un certo prestigio, perfino grandi celebrazioni religiose saranno gestite anche a livello locale con la discrezionalità e l’autonomia finanziaria di cui godono sciagurate emergenze naturali. Unico paletto, la necessità per gli enti locali di concordare il “grande evento” con il governo. Ovvio.

Non un progetto, ma una norma che tra oggi e domani il Senato trasformerà in legge, nell’ultimo passaggio del decreto Enti locali già approvato dalla Camera il 16 marzo. Con il decreto Protezione civile, l’opposizione era riuscita un mese fa a stoppare la trasformazione del dipartimento in spa, con tutto quello che ne conseguiva. Uno stop maturato anche alla luce dell’inchiesta giudiziaria, delle intercettazioni e dello scandalo che ha coinvolto il capo, Guido Bertolaso, e lambito Palazzo Chigi. Sotto accusa, proprio la gestione in libertà delle emergenze e a seguire dei grandi eventi come fossero emergenze.

L’emendamento che ora allarga le maglie a beneficio (condizionato) dei Comuni è stato introdotto dal governo Berlusconi nel decreto sugli Enti locali, proprio nella prima lettura a Montecitorio, quando il testo è arrivato in aula per essere poi blindato con la fiducia. La norma (il quarto comma dell’articolo 4) è molto tecnica, incomprensibile a un profano, coi suoi molteplici rimandi legislativi. Ma introduce un principio importante, una vera svolta per le amministrazioni locali. Esclude infatti dal saldo finanziario dei loro bilanci – rilevante ai fini del patto di stabilità interno (l’equilibrio dei conti che gli enti devono rigorosamente rispettare) – le spese sostenute per i cosiddetti “grandi eventi”. Un modo per aggirare i vincoli ai quali Palazzo Chigi dovrebbe attenersi, dopo il fallimento del progetto Protezione civile spa? Quel che è certo è che i Comuni non potranno spendere in libertà le risorse che lo Stato concederà loro ad hoc. Perché le “iniziative di particolare rilevanza” dovranno essere dichiarate tali con ordinanza della Protezione civile. Come dire, il bandolo della discrezionalità sarà custodito sempre in cima alla piramide.

Sull’affare “grandi eventi” il PD proverà a dar battaglia con qualche chance in più, dato che tra i senatori della Lega serpeggia un certo malcontento. “Quel che non va è che con questa norma viene ripreso lo schema grande evento uguale emergenza – spiega Luigi Zanda, vicecapogruppo dei senatori democratici – È sacrosanto aiutare i Comuni, vessati dai tagli ai loro bilanci e stretti dai vincoli del patto di stabilità. Ma il governo non può approfittare dell’emergenza reale in cui versano gli enti locali per estendere surrettiziamente una prassi più che discutibile, che ha portato a storture evidenti”.

Denunciamo tutti l’utilizzo improprio e reiterato, da parte del governo, dello strumento delle “ordinanze di protezione civile”, adottato ora anche per consentire agli enti locali “spese in deroga al patto di stabilità”.

Rosselina970

Annunci

Autore: rosellina970

ricercatrice univeritaria-ufficio contratti

22 thoughts on “Il federalismo al contrario ed i grandi eventi

  1. le solite sparate deliranti.

    sei in anticipo di 3 anni sulla prossima campagna elettorale, certo è che la sconfitta di queste elezioni non ti ha insegnato nulla visto che sprechi parole ancora una volta per argomenti a cui nessuno crede.

    Vendola ha vinto per la stupidità della Destra, che non ha accettato la Poli Bortone ed ha voluto correre a 3, altrimenti vincevamo anche in Puglia.

    Basta contare le percentuali.

    I Comuni italiani, salvo qualche comune qui al Nord, sono senza soldi, non gli serve la deroga ma la possibilità col federalismo fiscale di tenersi le proprie tasse.

    E’ illuminante per me vedere che 3 sconfitte politiche consecutive non vi hanno insegnato niente.

    Avete un mantra, a morte Berlusconi, e ripetendo quello ossessivamente pensate di vincere.

    Perdete, e mandate a farsi fottere gli Italiani (poi sono io che insulto, la solita ipocrisia di Franca e soci) ma non cambiate una virgola delle vostre idee fallimentari.

    Non potreste mai gestire una azienda, in azienda se sbagli cala il fatturato e chiudi, e stai molto attento a cosa dire e fare.

    Le due persone equilibrate dell’opposizione che ogni tanto compaiono e con risposte serie sono rimaste Dati e Fatti e Lucio Garofalo, il resto è il nulla, vuoto pneumatico.

    • “Non potreste mai gestire una azienda, in azienda se sbagli cala il fatturato e chiudi, e stai molto attento a cosa dire e fare.”

      L’Italia non è una azieda, la ega vin con popolarismo non con l’aziendalismo, berlusconi ja invece eprso 2.500.000 di voti dalle europee proprio perchè ragiona come se l’Italia fosse una sua azienda.

      “Vendola ha vinto per la stupidità della Destra, che non ha accettato la Poli Bortone ed ha voluto correre a 3, altrimenti vincevamo anche in Puglia.”

      In politica 2 piu’ due non fa quattro e men che mai alle elezioni.
      Secondo me Vendola avrebbe vinto anche se avesse avuto solo il tipo del centrodestra, la Poli Bortone è ormai da tempo fuori dalla destra di governo e molti che l’han votata avrebbero vottato vendola, probabilmente. Il fenomeno esiste è scansarlo frettolosamente e liquidarlo fa di lei un cattivo analista, poco obiettivo.

      C’é della ipocrisia nelle sue parole.
      Il fatto che l’opposizione non ha potuto far campagna elettorale alla pari è talmente evidente che se non l’ammette lei è in cattiva fede.
      Come si fa a dire “non parlate dei problemi della gente” se poi censurate la televisione per un mese e permettete ad uno solo di stare in tutti i tg e programmi ?

  2. Ah, Rosellina.

    “Andate a farvi fottere leghisti fascisti ed italioti che avete scelto di dare solo un pizzicotto al nano di arcore, quando si sarebbe meritata una tranvata.”

    hai appena mandato a farsi fottere la maggioranza degli italiani.

    poi sono io che trascendo.

    e visto che hai mandato a farsi fottere anche mia madre, che ha 71 anni ed ha votato centro destra, cancellato perchè insulto personale e gratuito

  3. ma stai sempre qui ogni tre per due a rosicare o esci ogni tanto? hai vinto : festeggia!!!
    Non ti si fila nessuno ma sei cocciuto

  4. @panattoni
    tu puoi fare un ragionamento all’esito del quale mandi a quel paese i leghisti i comunisti ecc. ecc.
    ma non le singole persone o redattori
    questo è quanto dicono le regole che ci siamo dati
    tutto qua

    • una cosa è mandare a quel paese, una cosa è offendere volgarmente come hai fatto tu.

      quello che penso di te è scritto nel marmo, me ne frego di te e della tua censura.

      • la cosa è reciproca: sei tu che hai iniziato mettendo in un post i nomi dei redattori che odi
        e che nonostante dovresti star a festeggiare – come dice gianni -con le camicie verdi
        stai qui a delirare di rabbia
        questi redattori scrivono cose che ti fan imbestialire perchè non la pensano come te
        mentre a noi tutti di te ce ne frega molto poco e non ti calcoliamo
        tu su di noi ci fai i post
        questa è la differenza
        sei subalterno

        • io ho scritto della vittoria della destra, tu le solite stupidaggini.

          non mi calcoli?

          che dispiacere…

          nel paese quelli come te prendono l’1% dei voti, non mi calcola l’allegro circolo rifondarolo / IDV?

          che dispiacere….

          ti mando 100 euro per aiutarti a fine mese se mi mandi l’IBAN, magari poi mordi meno…

      • “me ne frego ecc. ecc.”
        però se riprovi ad insultare qualcuno personalmente sarai cancellato
        punto ed a capo

        • mi fai così tanta paura che ho scritto addirittura un pezzo

          • con la solita ipocrisia, oggi sono stato sgridato perchè ho detto che due redattori, persone esimie e squisite, gridando alla vittoria del centro sinistra facevano abuso di droghe pesanti ed alcolici.

            Chiaramente questa è una offesa mortale, vilipendio, lesa maestà, etc etc etc.

            Stasera, una di queste squisite persone, manda a farsi fottere tutti quelli che hanno votato centro destra.

            Tra cui mia mamma che ha 71 anni.

            Questo chiaramente non è offensivo.

            Questo è un commento politico.

            Sapete un pò cosa c’è?

            C’è che la sconfitta elettorale da alla testa, e quindi i soliti atteggiamenti comunisti del cazzo saltano alla testa, e con il solito modo di ragionare stalinista, quello che dicono questi esimi personaggi è sempre corretto, io sono l’orco, brutto sporco e cattivo.

            cancellato perchè insulto personale e vigliacco in mancanza della insultatai

            • ti avevo avvisato basta insulti ora non commenti nè posti più niente per stasera
              vai a dormire e zitto
              Per la cronaca costui è un’ora che tenta di postare il 4° post di insulti e ripicche personali della giornata, dopo che era stato diffidato dal farlo , anche da Franca.
              20 tentativi di post e commenti con insulti pesantissimi con cose personali anche su Franca salvati su file.

              panattoni hai la laurea del vigliacco del mese
              e per ora puoi andare a dormire

              non ho intenzione di stare tutta la notte a guardia di un bambino scemo
              che vuole inzaccherare il blog
              per pura invidia
              se insisti a rompere
              ti rimuovo da autore del blog
              e poi vai a piangere da chi hai insultato tutta la sera…

          • mi fai così tanta paura che ho scritto addirittura un pezzo
            dov’é che non lo vedo? Dimmi dove l’hai messo, eh eh eh

  5. Allora due cose :
    dopo questa onda anomala c’è sempre un chiaro e notevole riflusso di lettori e commentatori.
    Non ha senso tenere aperto un blog se non è fruibile da tutti.
    Basta un diario privato.
    Quindi basta.
    Parziali provvedimenti sono stati presi, se non basteranno ( poichè veramente ne ho piene le tasche ) posso anche chiudere il blog.
    Ci vogliono 5 minuti per chiuderlo e altri 5 per aprirne uno nuovo con un nome nuovo.

    Ed ora un commento per Rosellina.
    Vedo che hai ancora questa specie di visione strana della classe operaia. ( vedi foto stile bolscevico )
    Svegliati , la classe operaia vota Lega.
    Se su questo vuoi lavorare, penso non ti convenga dargli di ” leghisti fascisti ed italioti “.

    Se poi non ti importa dell’effetto prodotto dalle tue parole perchè sei convinta davvero che tutti gli elettori della Lega, oltre quelli del PDL, siano fascisti … beh allora penso che ti convenga “suicidarti” subito , perchè non c’è speranza alcuna di poter cambiare lo stato delle cose.
    O no ?

    • Non è corretto offendere chi ha fatto scelte di voto diverse dalle tue, oltre che non essere “utile”

    • 1- la responsabilità di averci regalato un delinquente politico come berlusconi, pur in parte dovuta alla inettitudine di una falsa sinistra, è sicuramente in gran parte causata dalla cialtronaggine italiota di coloro che pur di sfuggire alla giustizia sociale ed al progresso si inventarono Mussolini, la P2, le stragi di stato, Craxi ed ora Berlusconi.
      Se coloro che plaudano al direttore scolastico che lascia senza mangiare i bambini poveri a Vicenza io li chiamo per nome è solo un contributo alla chiarezza
      senza chiarezza non si costruisce nulla

      2- non credo che il voto in massa alla lega purifichi, lavi via lo sporco razzista di cui è incrostata
      solo se recupereremo la politica nelle strade insieme a chi soffre potremo convincere i nostri ad andare a votare, non credo potremmo mai convincere gli italioti, non c’é riuscito chi ci ha provato in tempi in cui il vento fischiava, ed anche la piccola boerghesia sembrava attratta dalla sinistra,figuriamoci oggi

      3- non ho detto che tutti gli elettori del pdl siano fascisti o leghisti: ci sono anche gli italioti, cioè minus habens o drogati di televisione o entrambe le cose.

      4- gli operai ed i lavoratori del nord che votano lega vanno aiutati a disintossicarsi ricominciando ad essere sinistra di classe nelle strade, come ho detto, uscendo dai salotti

  6. rosy non dar retta : chiamare i fascisti coi loro nomi è giusto e basta
    a proposito:
    se la sinistra ufficile pensa di far fare il lavoro sporco a berlsuconi sull’art. 18 delegando a Napolitano la timida opposizione la prossima volta sparirà: torniamo nelle piazze nelle strade nelle fabbriche nelle scuole e riprendiamoci le città…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...