LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Di Pietro ammette la sconfitta

3 commenti

“Quando il centrodestra vince in Piemonte, Calabria, Campania e Lazio nonostante non avesse la lista e fosse menomato smettiamo di giocare, di dire cose come ’sette a quattro’: questa tornata se l’aggiudica il centrodestra, questo vuol dire avere onestà intellettuale”. Il leader dell’Idv Antonio Di Pietro, smentisce il “buonumore” del segretario Pd, Pierluigi Bersani, che aveva inneggiato all’inversione di rotta. “Vincere in Umbria e vincere in Lombardia non è la stessa cosa”, ha sottolineato l’ex pm.”

questo dice il leader maximo Antonio Di Pietro.

Non serve infierire ulteriormente….

questo è il resto dell’intervista a Di Pietro:

Roma – “Quando il centrodestra vince in Piemonte, Calabria, Campania e Lazio nonostante non avesse la lista e fosse menomato smettiamo di giocare, di dire cose come ‘sette a quattro’: questa tornata se l’aggiudica il centrodestra, questo vuol dire avere onestà intellettuale”. Il leader dell’Idv Antonio Di Pietro, smentisce il “buonumore” del segretario Pd, Pierluigi Bersani, che aveva inneggiato all’inversione di rotta. “Vincere in Umbria e vincere in Lombardia non è la stessa cosa”, ha sottolineato l’ex pm.

Le critiche alla Bonino Secondo l’ex pm, “la candidatura della Bonino non è piaciuta ai laziali e alle componenti moderate”. “Era una candidatura che andava bene per fare protesta ma non per governare – ha puntualizzato Di Pietro – un’auto candidatura scaturita dal Pd invertebrato laziale”. Il leader Idv ha, quindi, sottolineato che l’Idv “nel Lazio ha preso il 10%, rispetto all’1,5 delle ultime elezioni regionali, quindi ha fatto molto di più”. Il Lazio come in tutta Italia. Secondo Di Pietro, infatti, “Casini che tanto se la tirava e se la menava, alla fine ha preso molto meno voti dell’Idv. Oggi l’Idv è il partito del futuro perchè protesta ma allo stesso tempo propone ed è questa la politica che bisogna fare”.

L’Idv chiede maggiore spazio Ora Di Pietro si augura che “il Pd si renda conto che deve affidarsi all’Idv, ormai in grado di ricostruire una coalizione per l’alternativa di governo”. “Non possiamo più permetterci – ha aggiunto – di andare al traino del Pd. Noi oggi abbiamo la responsabilità di essere il punto di riferimento per tutto il centrosinistra”. I giornalisti hanno chiesto all’ex pm se si aspettava un risultato migliore alle regionali: “Questo – è stata la risposta – bisogna chiederlo a Bersani. L’Idv ha fatto il suo dovere ed è stato premiato dall’elettorato. Purtroppo i nostri alleati spesso hanno fatto scelte che potevano essere migliori rispetto alle qualità delle candidature”.

CHI LO CONOSCE LO EVITA….

MONTENERO DI BISACCIA (CAMPOBASSO) – “Il frequentatore di delinquenti calabro-bulgari perde pure a casa sua. Montenero di Bisaccia ha scelto il centro destra. Chi lo conosce lo evita”. Non va per il sottile il presidente del gruppo Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, a proposito della sconfitta della candidata dipietrista Margherita Rosati per il Comune di Montenero di Bisaccia, paese natale di Tonino Di Pietro. Per una coincidenza diabolica, il nuovo sindaco si chiama Nicola Travaglini, avvocato 36enne, capolista della formazione civica di centrodestra “Uniti per Montenero”, cognome che porta in mente il giornalista, ospite fisso di Santoro, vicino alle posizioni dell’ex magistrato.
Montenero di Bisaccia, città natale di Antonio Di Pietro (e del figlio Cristiano, candidato a consigliere), volta quindi le spalle al suo illustre concittadino. La signora Margherita Rosati, imposta da Tonino dopo un braccio di ferro con il Pd, non ce l’ha fatta. Sconfitta non da poco: il giovane pupillo del centrodestra diventa sindaco con il 49% dei suffragi, 350 voti di scarto, un’enormità per i tremila votanti del paese molisano. Una vittoria “storica” per il centro della costa molisana: erano venticinque anni che i socialcomunisti prima, e i dipietristi poi, costringevano lui e i suoi predecessori all’opposizione.
Terzo posto per Giuseppe Chiappini, che guidava una lista sostenuta da una parte del Pd.
A livello locale una sconfitta anche per Nicola D’Ascanio, presidente della Provincia di Campobasso, ultima roccaforte della sinistra dopo che Campobasso città è passata lo scorso anno al centrodestra tra le fratture interne del centrosinistra.
“È come se Mussolini avesse perso a Predappio – scherza il neosindaco. “Lo stesso Di Pietro – continua Travaglini – ha fatto letteralmente il matto negli ultimi giorni qui a Montenero. Ha chiesto voti porta a porta, casa per casa, regalava i suoi libri, telefonava agli amici, faceva riunioni, cene elettorali. E che dire dei suoi: si sono contraddistinti per una campagna d’odio incomprensibile, atteggiamenti al limite dello squadrismo, mentre la gente ha premiato la politica del fare contro quella delle chiacchiere”. Nemo profeta in patria.

Con la solita ipocrisia, oggi sono stato sgridato perchè ho detto che due redattori, persone esimie e squisite, gridando alla vittoria del centro sinistra facevano abuso di droghe pesanti ed alcolici. Chiaramente questa è una offesa mortale, vilipendio, lesa maestà, etc etc etc. Stasera, una di queste squisite persone, manda a farsi fottere tutti quelli che hanno votato centro destra. Tra cui mia mamma che ha 71 anni. Questo chiaramente non è offensivo. Questo è un commento politico. Sapete un pò cosa c’è? C’è che la sconfitta elettorale da alla testa, e quindi i soliti atteggiamenti comunisti del cazzo saltano alla testa, e con il solito modo di ragionare stalinista, quello che dicono questi esimi personaggi è sempre corretto, io sono l’orco, brutto sporco e cattivo.

Annunci

3 thoughts on “Di Pietro ammette la sconfitta

  1. ho tolto qualsiasi commento personale e riferimento, è istigazione alla rissa anche l’articolo del quotidiano di oggi?

  2. no anzi è interessante…
    cosa vuoi che mi freghi quel che dice strumentalmente uno che fa dichiarazioni con lo scopo di aprire una discussione nel pd che premi l’idv e non il resto robaccia nioisa e tattica
    e direi un po’ bambinesca da aprte tua
    te l’abbiam già detto che hai vinto le elezioni ed hai person le previsioni
    per il resto il risultato è complesso e comunque deludente per il pd
    anche questo ti è stato detto…
    sbadigli per te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...