LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Non è colpa nostra se siete stati disegnati così: prendetevela con Silvio.

17 commenti

Questi sono i risultati di 20 anni di subliminali messaggi culturali delle televisioni berlusconiche, da Drive In al Grande Fratello. Hanno creato questo popolo di analfabeti fedeli al presentatore , alla valletta, alla Vanna Marchi di turno. I danni di cui il delinquente politico di Arcore dovrà rispondere prima o poi sono devastanti ed incalcolabili.

L’unica nota positiva è che il cainano, che ha un certo fiuto per i cambiamenti di vento ( da pubblicitario più che da politico), si rende certamente conto della situazione attuale di disaffezione e comincia ad aver paura. Ecco perchè sbraita tutti i giorni e non cita più un sondaggio. Ecco perchè ha portato fin sul palco di Roma un vecchio malato come Bossi issandolo come una madonna pellegrina cui poggiarsi, come una stampella.

Fino all’ultimo giorno utile alzerà polveroni e pioveranno molte false promesse, utili solo a scorrere verso i tombini…

Certo dovendo scegliere fra quelli che smerciano saponette per pulire le mani di chi ha toccato gli immigrati, quelli che lasciano a pane  ed acqua nelle scuole i bimbi dei migranti che non possono pagare la retta, dovendo scegliere fra quella feccia lì e questi analfabeti teledipendenti di Vanna Marchi forse scelgo questi ultimi, che almeno hanno sembianze umane.

I primi starebbero bene sulle torrette di Auschwitz…anzi no, dargli una identità, seppur malefica, è troppo.

Il leghisti starebbero bene senza passaporto, senza permesso, senza una lira,  a pulire le baracche ed i cessi degli immigrati tornati a Rosarno a raccogliere pomodori. Tutto il giorno ad occhi bassi però, senza osare alzarli mai.

Crazyhorse70

Annunci

17 thoughts on “Non è colpa nostra se siete stati disegnati così: prendetevela con Silvio.

  1. Aggiungo che, come dice il video in fondo, son presenti tutte le interviste fatte, nessuna è stata tagliata o eliminata.

    Pensa te…

  2. la lega è peggio dei fascisti

  3. e questi intervistati nel video qui sopra sono purtroppo lobotomizzati ed ormai persi alla vita, degli zombies

  4. La Lega è il nuovo che avanza, faremo importanti risultati elettorali ANCHE nelle regioni rosse.

    Offendere la Lega ed i Leghisti è la dimostrazione di quanto abbiate paura di noi.

    • hihihi dimostrerete che ce l’avete duro
      grande marco pugno di ferro e cecchini alle mura..
      magari ti assoldano come guardia del corpo…

      uauauuau

      continua così moschettiere..sei un FICO
      uauauau

      ps: okkio che ero ironico marco, nn prendermi troppo sul serio

      • sembra tornare in auge la parola d’ordine
        VICEREMO!
        ed hanno rilanciato la più recente
        ROMA LADRONA
        anche se i loro capi hanno le mani sporche di miele de roma

  5. La Lega e tutto il suo armamentario, a partire dall’egoismo local-campanilista, e proseguendo con la protesta fiscale e il razzismo, per finire con la voglia di menar le mani e farsi giustizia da soli, è quanto di più vetusto, frusto ed incivile vi sia sulla piazza, in termini di offerta politica, negli ultimi cento anni, superata solo (per violenza) dal nazismo.
    Quanto all’offendere, vogliamo andare a (ri)vedere un bel collage di dichiarazioni e comizi dei leghisti, magari condito da qualche bel titolo del La Padania?

  6. concordo con dati ed aggiungo
    la lega sicuramente farà un ottimo risultato al nord dove raccoglierà gli scontenti del pdl
    ma ragionare in termini padani qui su questo blog ( vinceremo qua vinceremo là) è sintomo di provincialismo

    primo perchè la padania non esiste

    secondo perchè il giudizio sulla destra di governo – essendo queste elezioni politiche tout court per dichiarazioni di tutti i destri, da berlsuconi in giù – è complessivo:
    si conteranno le regioni ed i voti di lista che si misureranno con quelli presi alle scorse politiche ed europee
    Quersto sarà il dato politico vero

    anche se so bene fin da adesso che per non commentaree eventuali sconfitte
    molti disperati peones – da berlusconi in giù – troveranno più “giusto e democratico” rifugiarsi nel confronto con le elezioni regionali di un’altra epoca storica, il 2005, che per loro furono molto negative ( fare peggio di 11 a 2 sarò difficile ) e pertanto diranno di aver vinto comunque.

    Nel mio post io evidenziavo alcune differenza etniche tra il popolo leghista e quello berlsconico
    ma a livello politico generale
    la lega è da anni ormai
    avvinghiata mani e piedi al corpaccione del nano…

  7. bel post , niente da dire. Ed anche giusto commento, parziale ma giusto.Parziale perchè nella lega e nel pdl c’é anche altro, ma giusto perchè putrtroppo un buon numero ( apparentemente) di gente dalle nostre parti è proprio così…
    non è neanche colpa mia il fatto di esser costretto a coabitare con certa gente che non fa onore ai valori della destra, che sono quelli della consapevolezza della libertà individuale come limite all’arbitrio tatowS<
    ma non alle regole ed alle leggi, meno stato ma non più corruzione.
    Io ho sempre adorato Montanelli e sono storicamente un fervente anticomunista.
    Mai e poi mai mi saprei aspettato di dover rimpiangere la prima repubblica. Eppure era meglio, ma molto meglio quando si stava peggio e per un elettore di centro – destra come me doverlo ammettere è dura. Almeno ci si sforzava di vedere la politica e la democrazia come qualcosa di serio, si provava a rispettare parvenze di integrità. Oggi il degrado morale, culturale e personale della classe politica di governo è una vergogna ed emergenza nazionale. Le vicende di Leone, Craxi, Mario Chiesa, della P2 e tangentopoli che allora ci sembravano pattume, oggi sono barzellette da cabaret. Almeno loro hanno avuto il coraggio di affrontare le vicende giudiziarie e personali senza nascondersi dietro il vittimismo di “calimero”. In quegli anni ci lamentavamo di Berlinguer, Spadolini, Fanfani, Moro, Pertini per non parlare di Almirante. Oggi in parlamento abbiamo Dell’Utri, Cosentino, Sgarbi, Di Gerolamo, Berlusconi, …. e una lunga, lunga schiera di servi al servizio del padrone, Alfano, Carfagna, Gelmini, Santanchè, Brambilla, Bondi, Capezzone, Gasparri, Cicchitto, LaRussa, … Per non parlare di Belpietro, Minzolini, Feltri. Chi ricorda “il Giornale” ai tempi di Montanelli oggi ridotto a meno di carta da parati, per non essere volgari? Personaggi prezzolati che ripetono “ad nauseam” le parole del pifferaio. Fuori da questo contesto sarebbero nullità. Vorreste a casa vostra Dell’Utri o Cosentino come cassieri? Di Girolamo come socio? Sgarbi come portavoce? La Carfagna come baby sitter di vostra figlia? Politica alla Vanna Marchi portata avanti da imbonitori, ciarlatani intrisi di delinquente furberia nel dna che attaccano chiunque non la pensi come loro per “distrarre” l’attenzione dalle loro porcherie. In quegli anni ci lamentavamo, ora davvero non ci resta che piangere.

  8. …ti prego Dio, falli morire tutti, leghisti e pidiellini….

  9. cavallo
    il tuo post non mi piace molto, lo trovo un po’ razzista
    quella gente mi fa anche pena oltre che ridere
    mentre il tubo catodico svolgena il suo ruolo di lobotomizzazione
    dove era la sinistra?
    una volta questi erano nel proletario ed avevano coscenza dei prorpi diritti
    doce era la sinistra mentre accadeva ciò in questi anni?
    ecco perchè trovo un po’ troppo severo nei confronti della gente il tuo ritratto
    te la prendi troppo con loro
    sono le prime vittime
    e tu sei un po’ razzista

  10. @ Rosellina: saranno anche le prime vittime, ma intanto in ultima sintesi chi se lo prende nel culo siamo noi tutti.
    Se uno e’ cosi’ idiota da venire risucchiato senza colpo ferire nel meccanismo di rincoglionimento mediatico, da pensare alla politica come ad una partita di calcio o a una puntata di Uomini e Donne, devo forse limitarmi a dire “oh, poverino”?
    Evidentemente, la loro “coscienza dei propri diritti” dei bei tempi andati non era poi cosi’ solida e indossolubile.

  11. Bell’intervento quello di Marco Landi.
    Fa piacere sentire che ancora esiste una destra da rispettare e, per non pochi aspetti importanti, da condividere.
    Posizioni come quelle lette ci danno fiducia e forza nel portare avanti una battaglia a difesa dei valori espressi dalla Costituzione.
    Un pò come quando ebbe inizio il movimento democratico (fronte) che dette vita alla Resistenza. Le differenze vanno tralasciate a quando finirà il pericolo incombente sulle libertà democratiche.
    Il filmato dimostra che la sovrastruttura per ora regge, ma non è difficile far capire alla gente che dietro c’è il nulla.

  12. Ahimè questi non sono i risultati di 20 anni di TV…
    è la TV che si è adattata alle richieste sempre più basse
    diciamo che il terreno era già fertile, e di questo hanno colpa tutti
    Tutti coloro che avevano interesse a che il popolo rimanesse bue.
    Destra, sinistra,teatranti, ballerine e nani.

  13. cara rosy
    costoro era assolutamente insensibili ai diritti ed alla coscenza civile e sociale anche quando c’era il pentapartito
    direi anche ai tempi della lavatrice e del boom economico
    per usare un tuo termine, non sono mai stati proletari, pur avendo alcun di loro solo la prole
    c’e’ una piccola borghesia arraffona, volgare ignorante ed antisociale
    cialtrone e pressappochista che zavorra l’Italia – paese in cui manca da sempre una borghesia produttiva come nel resto d’Europa – da sempre
    non capisco cosa ci trovi di razzista
    o meglio forse capisco
    ma in questo caso, nel senso di evidenziare un differenza etnica molto forte, una differnza sulla coscenza sociale e sulla sensibilità verso l’interesse collettivo, lo rivendico come positivo:
    si sono razzista contro questi colpevoli lobotomizzati
    pur concordando con te con le colpe dei democratici e della sinistra…

  14. Non c’è niente di male a vedere certi programmi spazzatura (ogni tanto c’è anche bisogno di distrarsi senza pensare e, se si lavora 8-10 ore al giorno, di voglia di usare la testa non ce n’è mica tanta), poichè la giornata è lunga e chiunque la può impegnare più proficuamente.
    Queste persone voterebbero qualsiasi altro partito basato sugli slogan. Via Berlusconi e il PDL avanti la Lega, via la Lega avanti un altro. Il problema è che la democrazia lascia candidare tutti: zozzoni, ricconi, criminali, ecc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...