LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

A proposito di coerenza….

32 commenti

Bastano i primi minuti…...il resto è  horror

Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

32 thoughts on “A proposito di coerenza….

  1. il sapone per lavarsi le mani dopo aver toccato un extracomunitario distribuito ad Arezzo non è niente al confronto..

  2. ….Bossi è persona totalmente inaffidabile..non mi siederò mai più ad un tavolo con lui

    …..neppure Mussolini ha avuto un monopolio televisivo come Berlusconi ( e ci credo : la televisione nasce diversi anni dopo la morte di Mussolini …. )

  3. fanno vomitare
    altro che capire perchè gli operai votano lega…
    con la scusa di capire, comprendere
    la sinistra moderata va appresso queste merde
    e si svende

    • in verità essere operai non significa nulla…
      tu credi ancora a ciò che non esiste, i tempi son cambiati ed anche molto

      e la lega cavalca demagogicamente seri e reali problemi che riguardano soprattutto la sicurezza,il lavoro, il sociale ecc.

      Problemino : per salvare uno liberano tutti ( Processo breve ) anche gli stupratori rumeni, gli albanesi ladri e ubriaconi ecc. ecc contro i cui crimini avevano inveito fino a poco fa.
      La loro campagna elettorale in fumo, chissà se QUALCUNO CI PENSA E RIFLETTE !
      O forse non sa, basta sentire questi comizi ( e gli applausi ovvio ) per capire che molto del consenso è basato e si giova di una profonda ignoranza e di un eloquio falsamente popolare, ma solamente volgare ai limiti della decenza.

      Sulla coerenza ed ipocrisia, le immagini parlano da sole.

      BRUCIARE IL TRICOLORE ?? EBBENE LO BRUCINO,e non accettino i vantaggi portati anche alle loro tasche con lo stipendio da parlamentari, consiglieri , assessori.

      Questo potrebbe essere un gesto coerente, ma non ne hanno le palle.

      • tu sei diventata una macchietta da quando sei candidata.

        io considero una persona PROFONDAMENTE ignorante chi vota l’IDV e mi fa ridere Di Pietro che non sa parlare l’italiano, ma presumo che nell’IDV ci siano anche persone oneste che credono in quello che dicono.

        Apprezzo D’Alema, La Torre e la Finocchiaro nel PD, ed il consigliere Squassina di Rifondazione in Regione Lombardia (perchè lo conosco personalmente ed è una persona per bene).

        Sputare addosso al partito in quanto tale è inutile e dimostra che ne hai solo paura, e dai, non farmi venire da ridere, tu che sputavi addosso a Prodi adesso sei al convegno del PD e lo sbandieri su facebook…

        alla faccia della coerenza, capisco cambiare idea ma fare il salto della quaglia per mera convenienza di portafoglio ha un limite di decenza.

        Ed offendendo gratuitamente ti squalifichi.

        Di solito sono io che offendo gratuitamente, ma almeno l’ho sempre fatto e sono coerente, tu da quando ti sei candidata sei cambiata radicalmente, dimostrando che hai anteposto i vantaggi di un posto pubblico alle tue idee.

        O ti hanno rapito gli alieni e sei un sosia…

        altre spiegazioni non ce ne sono.

        • è inaccettabile questo attacco personale e gratuito a Franca ed a chi ogni volta che ti mostra la realtà che lei per fortuna ha capito in tempo
          ti fa sclerare
          ieri ho seguito il vostro dibattito e quando ti ha parlato del video di Borsellino sei scappato come al solito
          come quando gli altri qui ti inchiodano con dati precisi…
          sei il solito vigliacco

          • io vigliacco.

            anche tu sei diplomato al Cepu.

            Su Borsellino ho scritto che hanno sbagliato a sputtanarlo alla manifestazione del PDL, e sul video ho scritto che Borsellino era convinto di quello che ha detto, c’è da capire se le informazioni in suo possesso fossero esatte o meno.

            Su me e Franca Corradini, visto che INSIEME abbiamo fondato questo blog, fatti un pò i cazzi tuoi visto che è capacissima di difendersi da sola.

  4. Sono veramente ridicoli, se si parla con chi li vota però nessuno ricorda queste cose..lavaggio del cervello???

  5. e basta….

    se intervistiamo dei simpatizzanti di qualsiasi partito abbiamo dichiarazioni estremistiche, voi del Popolo Viola non avete detto cose estremistiche e deliranti nel NOB day e nei vostri gruppi su facebook?

    non ci sono tanti di voi che rimpiangono le BR? Sul profilo di Franca vedo i commenti, soprattutto nel mio pezzo che hanno riportato in un loro gruppo il rimpianto del terrorismo è stato detto da più persone.

    Ma non per questo siete tutti simpatizzanti dei terroristi…

    Dai Franca, smettila con la campagna elettorale, capisco che devi farti eleggere ma che paura hai, persino in Toscana temete la Lega?

    Che piaccia o meno sarà il partito con il più grosso boom elettorale a queste elezioni, e se per voi la Lega è questo non avete capito un cazzo e non capirete perchè avrà un boom di voti ANCHE in Emilia e Toscana.

    • non mi pare proprio , ho appena visto alcuni sondaggi :
      crollo della Lega nel Nord Est

      • PS : ora esco, non posso rispondere

      • hai iniziato anche a drogarti? Zaia farà un botto, trema l’Emilia dove la gente dal PCI è passata alla Lega.

        comperati il satellite, su Rai Storia fanno un programma molto interessante che si chiama IPSE DIXIT, c’è stato un bellissimo servizio (anche se smaccatamente di sinistra) alle radici del PD in Emilia che ti spiega (con tanto di intervista di Bersani) quello che tu rifiuti di capire

    • un momento , Bossi, Calderoli e company non sono simpatizzanti….o sì ?

    • sei ridicolo a minimizzare le vostre schifezze
      e sei ancora più ridicolo a parlare di comunisti e BR A TUTTO SPIANO
      siete voi che demonizzatte chi non la pensa come voi
      e specialmente siete voi a non capire che l’aria sta cambiandoe che avete scelto il cavallo sbagliato
      che non vi porterà nessun federalismo

      • fino a prova contraria, gli ultimi morti in Italia per terrorismo li hanno fatti gli amici tuoi.

        • le stragi di cittadini inermi saltati per le bombe invece li avete fatti voi fascisti eseguendo i piani della P2 edei servizi
          QUESTA è STORIA
          senza copiare ed incollare alcunché

          • cose di tanti anni fa.

            Marco Biagi l’hanno ucciso i tuoi amici, Nadia Desdemona Lioce sempre amica tua.

            • la sai la differenza fra omicidi di disperati senza futuro
              e le stragi di stato mirate dei tuoi amici e sodali fascisti piduisti ecc.?
              Costui ha studiato vedendo Fede in tv…

              strage dell’italicus, strage di brescia, strage di milano, strage di peteano, strage di bologna
              per non parlare dei tentativi di golpe Borghese e del piano Solo
              e di tutta la strategia della tensione che solo un cretino o un propagandista in mala fede può pensare che fosse mirata a non faR abbeverare i cavalli dei cosacchi alla fontana di san pietro ( negli anni ’80 con berlinguer? e l’ Urss già pronta ad implodere?lE DECINE DI BASI nato?)
              ma che in realtà serviva a far arretrare il paese difendendolo non dai cosacchi come pensano le merdacce o i gasparri qualsiasi
              ma dal progresso e la democrazia della sinistra or4mai suoper costituzionalizzata
              secondo i piani dei servizi, di andreotti e Kossiga e della P2
              ripassa quando hai studiato

  6. http://www.termometropolitico.it/index.php/Politica-Interna/la-lega-nord-ai-raggi-x.html

    La Lega Nord si manifesta, sin dalle sue origini, come un movimento composito che racchiude al suo interno posizioni diversificate, che nella tradizionale geografia politica finiscono per coprire tutto l’arco che va da destra a sinistra e dalle posizioni cattoliche a quelle laiche.

    Tutto ciò riesce a convivere, talvolta faticosamente, poiché converge intorno a un solo grande valore: il radicamento territoriale e popolare. La Lega Nord, partendo dalle regioni settentrionali, aspira a rappresentare tutti quei cittadini che richiedono federalismo e autonomia. All’indomani del successo delle elezioni politiche del 2008, Alessandro Amadori, amministratore delegato di Coesis Research, rilasciando un’intervista al quotidiano on-line Affaritaliani affermava:
    “Maroni ha detto chiaramente che la Lega non è né di sinistra né di destra, ma ragiona e opera sul piano del territorio. C’è una consapevolezza di vivere in un determinato territorio e quindi per tutelare gli interessi globali di quella zona, il partito giusto è la Lega. È questo il ragionamento che è scattato. Il Carroccio è quindi fuori dal vecchio schema sinistra – destra, è interclassista proprio come lo è un territorio. Qualcuno deve rappresentare quel luogo e perciò il movimento diventa interclassista. In embrione lo era già la Lega, ora con queste elezioni c’è stato un salto verso un partito globale del territorio.”

    Per tutte le motivazioni fin qui riportate, la Lega tende a essere un partito pragmatico e non ideologico, dentro al quale si possono individuare sensibilità anche distanti tra loro, ma che tuttavia non frantumano l’insieme in quanto non si esprimono in correnti organizzate. In base alla formazione pregressa dei dirigenti leghisti e degli iscritti al movimento, a grandi linee è possibile individuare almeno sette posizioni diverse.

    Le “correnti” della Lega

    L’area socialdemocratica e di sinistra “populista”, molto forte in Lombardia, rappresenta l’originario gruppo fondatore, che concepiva la Lega Nord come una forza politica di centro-sinistra; pur essendo attenta alla giustizia sociale e alla difesa dei salari e pensioni, si erge anche a difesa della piccola e media impresa.

    Risulta talvolta difficoltoso distinguere dal primo gruppo la posizione liberal-centrista costituita da coloro che preferiscono una linea politica maggiormente orientata verso il centro. La terza area citata nell’articolo del professor Gianpiero Gamaleri, pubblicato sulla rivista Club Italia Magazine nell’agosto 2009, è l’area libertaria e liberale, la più liberale e riformista del partito.

    Nel prosieguo dell’analisi emergono, infine, l’area cristiano democratica vicina alla dottrina sociale della Chiesa e all’economia sociale di mercato, l’area conservatrice di centro-destra e l’area indipendentista che si pone in una posizione trasversale e propone fondamentalmente l’indipendenza della Padania.

    In ultimo, la posizione nazionalista rappresenta l’area più a destra del partito con richiami di antiamericanismo e xenofobia, che spesso finiscono per danneggiare l’immagine del movimento.

    Il profilo dell’elettore leghista

    Il successo del Carroccio alle elezioni politiche del 2008 evidenzia la presenza di un segmento di elettorato slegato dalla tradizionale contrapposizione sinistra-destra e dall’appartenenza, spesso “ideologica”, a uno dei due schieramenti.

    La Lega, come nota Mannheimer nelle sue analisi pubblicate sul libro Senza più sinistra, (Edizioni Il Sole 24Ore, giugno 2008) si rivela essere infatti “trasversale”, tanto che la maggioranza dei suoi elettori tende a definirsi di “centro” o, più spesso, a sostenere di non appartenere a nessuna delle collocazioni tradizionali.

    Anche la composizione sociale degli elettori del partito è, in nome degli interessi territoriali, molto eterogenea: comprende dagli operai agli imprenditori, dalle casalinghe ai disoccupati.

    Il partito di Bossi inoltre è quello che registra il valore massimo nel tasso di fedeltà (95 per cento), significa cioè che è stato capace di mantenere quasi tutti gli elettori che aveva acquisito nel 2006.

    La compresenza di due fenomeni, quali la conquista di nuovi elettori e l’elevato tasso di fedeltà di quelli vecchi, suggerisce di evitare un’analisi superficiale delle motivazioni di voto per il partito di Bossi.

    Il voto per la Lega non può essere catalogato come solo voto “di protesta” oppure “secessionista” oppure “razzista”

    Il fenomeno Lega Nord è alquanto composito: nelle motivazioni del suo voto coesistono molteplici fattori, che vanno dalla difesa degli interessi economico-territoriali al timore delle sfide lanciate dalla globalizzazione e dal conseguente arrivo di popolazioni straniere sul nostro territorio nazionale.

    In un contesto competitivo e fortemente polarizzato, la Lega è riuscita a ritagliarsi uno spazio dinamico e aggressivo. Questo è stato possibile grazie al presidio costante del territorio, alle relazioni con la gente e al ruolo svolto dalla rete dei suoi sindaci.

    Per il rapporto quasi osmotico con il suo territorio, la Lega Nord sempre più spesso viene paragonata al Pci dei tempi d’oro. Ogni giorno sulle pagine del quotidiano “La Padania” compaiono due pagine fitte di appuntamenti, comizi e feste del movimento che toccano sia i grandi centri che gli angoli più sperduti dell’Italia centro-settentrionale.

    La militanza e il radicamento territoriale continuano a essere per la Lega formidabili strumenti per lo sviluppo della strategia politica del movimento. I vecchi luoghi della socialità, quali bar, circoli, sale, piazze si rivelano infatti decisivi per la diffusione del movimento.

    Inoltre il Caroccio è stato e continua a essere, nella percezione degli elettori, il partito politico più sensibile alla crescente domanda di sicurezza originata dall’impatto della globalizzazione sulla società.

    Written by :

    fabior85

  7. Passo di corsa.
    2 cose :
    diffido Rosy dal cancellare le offese.
    LASCIALE: hai capito !!! lasciale

    io non ho proprio offeso nessuno : ciò che ho scritto è qui ed è sotto gli occhi di tutti

    noto con stupore quanto caos abbia scatenato un semplice video dove i personaggi si esibiscono da soli, senza censure alcune e senza suggerimenti ….mah !

    Per finire riguardo alla mia campagna elettorale ( che non sto facendo postando video della lega … non sono elezioni politiche ) copio e incollo ciò che ho appena messo sullo status FB :

    la mia è una campagna elettorale controcorrente : mi faccio campagna elettorale NON FACENDOLA….
    Come si fa a inventarsi ciò che non si è in pochissimi giorni ? a promettere mare,monti, lune ?
    i casi sono due o la gente ti conosce già per quello che sei , che rappresenti, per ciò che hai fatto oppure non ti conosce (perchè non ha mai fatto nulla ) e quindi li stai prendendo per i fondelli…

    Saluti

  8. non dar retta franca vive tutto il giorno sulla tastiera per provare emozioni come questa: esser considerato lo scemo del villaggio che fa incazzare…
    gode così…

  9. Preoccupa la semplificazione estrema a cui vengono sottoposte questioni sì importanti, ma certamente più complesse. Che, in questo modo, finiscono per essere stravolte. Tutto per cavalcare la paura e portarsi a casa più voti.

    Complimenti a spazi come questo che incoraggiano il confronto. E anche lo scontro (verbale), a quanto leggo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...