LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Sfiduciamo il Presidente del Consiglio: sottoscrivete la mozione

7 commenti

Fin dall’infanzia un essere umano sa che un’azione lesiva verso la collettività ha sempre delle conseguenze, se non altro formali, che deve essere pronto a fronteggiare. Se a scuola non prepari la lezione e sei interrogato arriva un brutto voto, anche se non sarai bocciato.

Se diffami …il prossimo finisci in tribunale, anche se non in prigione.

Se guidi di notte a fari spenti,puoi essere sanzionato pur salvando la patente.

Se un presidente del Consiglio, intercettato, finisce sotto processo per concussione, deve essere sfiduciato anche se poi rimarrà dov’è.

Questo è il dovere dei politici tutti, indistintamente, un dovere a cui la maggioranza può sottrarsi per sudditanza, ma l’opposizione ha il dovere di presentare la mozione di sfiducia. I sapientoni della real politik dicono “non si può presentarla se non si è certi del buon fine”.

Se l’insegnante, il giudice, il vigile non facessero il loro dovere che Paese sarebbe questo? L’opposizione, che spesso in passato ha rivendicato il diritto a non sottoscrivere le mozioni dell’Italia dei Valori, si è comunque sottratta ad un atto formale che sanciva il richiamo al rispetto delle regole.

Le notizie apparse in questi giorni su alcuni quotidiani sono gravissime: Berlusconi ha ordinato ai suoi sodali di zittire l’opposizione e imbavagliare l’informazione libera ed avvantaggiarsi nell’opera di propaganda mediatica che conduce in una situazione di assoluto monopolio. Cos’è questo comportamento ignobile e coercitivo se non una turbativa degli equilibri democratici di un Paese? Quanto accade in questi giorni è la conferma di ciò che l’Italia dei Valori ha da sempre denunciato: Berlusconi è al Governo per salvaguardare i propri interessi e quelli delle sue aziende e, pur di raggiungere questo obiettivo, è disposto ad ignorare regole e leggi che regolano gli equilibri della democrazia.

L’Italia dei Valori in Parlamento ha deciso di presentare una mozione sfiducia nei confronti del Presidente del Consiglio in quanto: mortifica le istituzioni, piegandole a proprio uso e consumo; calpesta lo stato di diritto e i principi sanciti dalla Carta costituzionale; non si occupa dei problemi reali che attanagliano il Paese. Come ben sapete, la mozione di sfiducia, per essere

presentata – come recita l’articolo 115 (comma 1) del regolamento della Camera – “deve essere motivata e sottoscritta da almeno un decimo dei componenti della Camera”. In pratica, la mozione ha bisogno del sostegno di 63 deputati.

Noi  dell’Italia dei Valori, alla Camera, abbiamo già sottoscritto l’atto, ma siamo solo 24 deputati.

Dunque, le nostre firme non bastano.

Per questo, ci auguriamo che anche gli altri partiti dell’opposizione abbiano il coraggio e la determinazione di apporre la loro firma alla mozione. Ma le firme di 63 deputati servono a compiere un atto formale, gettano le basi di un’iniziativa che questa maggioranza farebbe apparire come frutto di una ritorsione politica. Qui non si tratta di una ritorsione politica, non può essere ricondotta ad una scaramuccia parlamentare.

Questa mozione è un cartellino rosso di espulsione dal campo per reiterato non rispetto delle regole più basilari che garantiscono l’esistenza

dello Stato di diritto, è una dichiarazione che vuole demarcare una linea netta   tra chi accetta e non accetta un comportamento spregevole da parte di larga parte del governo Berlusconi.

Invito i cittadini a firmare simbolicamente in Rete l’atto affinché diventi propria di tutti quegli italiani, e non di 63     parlamentari (per ora 24), che vogliono liberarsi di un Presidente del Consiglio, e di un governo, sordo alle istanze del Paese.

Bisogna provare e chiedo ad ognuno di voi di fare la sua parte per diffondere la sottoscrizione:

i partigiani cominciarono in pochi, ma riuscirono a far trionfare la democrazia.

( appello di Antonio di Pietro )


Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

7 thoughts on “Sfiduciamo il Presidente del Consiglio: sottoscrivete la mozione

  1. Dal momento che l’Italia è uno dei Paesi con la più alta presenza di criminalità organizzata del mondo la stessa giustifica questo dittatorello a capo del Governo.

  2. sfiduciamo il cervello di Di Pietro…

    ah no, ci ha pensato da solo.

    Chiaramente l’appello l’ha scritto un ghost writer, non ci sono errori di ortografia e non c’è scritto “è vero o non è vero?”…

    battute a parte, voi dell’IDV dite queste minchiate, i vostri degni compari del PD sulla manifestazione di oggi del centro destra (che ritengo assolutamente inutile personalmente) dicono che la piazza dovrà MODERARE I TONI…

    MODERARE I TONI?

    dalle piazze (mezze vuote) dell’opposizione ci sono stati insulti, accuse di dittatura e adesso voi parlare di moderare i toni?

    Siete come quei mariti che trovando la moglie a letto con un altro dicono che in realtà a loro le donne non piacciono?

    Ma per favore, l’unica opposizione seria la sta facendo Casini ma tanto alle prossime elezioni rientra all’ovile.

    Dopo 20 anni di Bassolino, in Campania cambiate sicofante pensando che questo inganni i cittadini?

    Siete RIDICOLI.

    • Moderare i toni…
      dillo a La Russa,pensa che è parso persino eccessivo a Forza Nuova, che non mi sembra proprio un associazione benefica…..

      Non vuoi proprio capire che nessuno difende la sinistra, anzi..
      Ma contento te !

  3. franca
    costui è come quello che strila sbava e dà calci negli stinchi e poi piange perchè uno gli dice “la pianti?”
    insomma uno dei tanti piagnoni

  4. e tu sei invece l’unico coglione che piange, il coglione sudato
    panattoni tutti insulti e niente argomenti

  5. Ma proprio a nessuno viene in mente che uno come Al Cafone non esiste in nessuna democrazia occidentale, che nessuno ha collezionato tanti processi che non si sono potuti celebrare per le leggi carogne ad personam che s’è fatto votare dai suoi servi parlamentari che sono disposti, pur di rimanere in carica, di mangiare nel water closed dove l’amico di Putin, Gheddafi,Dell’Utri, Mangano ed altri mafiosi, caca?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...