LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Giorni di lutto per la democrazia offesa a morte

59 commenti

Oggi  è un giorno di  lutto  per  la  nostra  democrazia  e per la società civile

E’ una specie di 8 settembre per la nostra democrazia, una sorta  di spartiacque. Il populismo si è spinto troppo oltre in una prova di forza contro la casa comune democratica che rischia di mandarla in frantumi.

E’ il momento della mobilitazione e della risposta dei cittadini democratici.

Ma è anche il momento dello sdegno e della vergogna. Staremo fermi su questa immagine per il tempo che riterremo opportuno, lasciando qui sotto come un foglio bianco per i vostri commenti.

A noi oggi vien voglia di trattenere la nostra rabbia per ascoltare, valutare, capire dove cazzo è finita quel che un tempo si chiamava opinione pubblica, quanto è basso il livello dell’asticella prima che scatti  l’indignazione.

Cosa altro devono fare questi alieni per farci alzare  in piedi e dire : basta!!!, entrare nelle nostre case ed al grido “voi ci odiate mentre noi vi amiamo” dargli fuoco in allegria dicendo che la colpa è nostra che vogliamo vivere al buio mentre Egli rischiara tutto con la luce dei suoi falò?

Tutta la Conoscenza rende liberi, tranne Mediolungo e Panattoni

Annunci

Autore: laconoscenzarendeliberi

per favorire l'incontro di idee anche diverse

59 thoughts on “Giorni di lutto per la democrazia offesa a morte

  1. Ci scusiamo con Nicola Sorrentino
    ma vista la decisione presa da noi ( quasi) tutti con questo post,
    per non mandare sprecate le sue rifliessioni ho deciso di metterle come commento

    Queste norme così difficili da rispettare

    Prima avevano dato la colpa a un panino, poi a quelli della sinistra che avevano eretto dei muri di cemento armato che non rendeva possibile la consegna delle liste, poi alla burocrazia figlia di un complotto oscuro e diabolico che è così sconsiderata da decretare che l’orario di consegna è passato da un bel pò di tempo. Come se non bastasse si scende in piazza, si aizza la folla fra fumogeni e sventolamento di bandiere a continuare tutti uniti la battaglia. Personaggi politici elevati a eroi, dai quali escono fuori parole forti che rimbombano come delle minacce. “Non ci pieghiamo di fronte ai ladri di voti”; “Vittima di soprusi e colpi di Stato”. Dall’altra i giornali che titolano parole feroci contro la democrazia. Quella stessa democrazia che puntualmente viene messa da parte quotidianamente dai fogli di carta del Governo. Volano paragoni esagerati, parole d’odio contro i nemici, richieste sempre più convinte verso il Capo di Stato e contro i giudici. Sia il primo che i secondi se mai dovessero rifiutare le richieste dei due candidati, si ritroverebbero come minimo a essere perseguitati, etichettati in malo modo e delegittimati. Pardon, ai secondi questo succede già parecchio. Napolitano si è ripromesso di decidere nei prossimi giorni, ma Polverini e Formigoni non si fermano qui. Silvio Berlusconi ha riammesso in serata le due liste, per la serie facciamo quello che ci pare perchè chi rispetta le norme non deve andare avanti, mandiamo avanti chi invece le cambia le norme durante il percorso elettorale, rimediando a gaffe spacciate per attentati. E se le minacce di La Russa suonano indecorose ma perfettamente normali per la pubblicazione, le formalità che tanto vengono odiate verranno inevitabilmente distrutte a proprio favore. Via ad accuse, denunce, querele e l’opposizione pensa a un compromesso, un accordo per evitare chissà quali danni. Ci pensa Papi a limitare i danni. E’ il decreto legge che posticiperebbe la scadenza dei termini per la presentazione delle liste elettorali, senza però spostare la data del voto. A proposito delle norme per la presentaizone delle liste invece si pensa bene di renderle “meno noiose”, infine tocco di classe spostare la consultaizone elettorale di 15 giorni almeno per le due regioni interessate e “sfortunate”. Formigoni annuncia battaglia alle presunte irregolarità e al tentativo, da parte di ignoti, di manomettere le liste con le firme. Le probabilità dunque che tutto si risolva per il meglio, grazie alla reazione “brutale” e esasperante che è in atto da qualche giorno, aumentano sempre di più. Se le norme devono essere allentate (c’è ancora chi riesce a fare tutto secondo le regole) e bisogna scomodare il Capo dello Stato, inveire contro i magistrati perchè troppo fiscali e richiedere l’aiuto degli elettori nelle piazze, firmiamo per l’anarchia e non se ne parli più.
    Nicola Sorrentino

  2. Oggi semplicemente, con una prova di intelligenza e di moderazione da parte del presidente della repubblica, si è dato ai cittadini di centro destra la possibilità di votare per i propri candidati.

    Ora, certamente nel Lazio c’erano colpe gravi nei comportamenti, ma la sostanza è che per colpa di comportamenti da coglioni non si consentiva alla MAGGIORANZA dei cittadini di esprimere i propri candidati.

    Capisco che la logica di eliminare fisicamente gli avversari (le BR sono figlie vostre) e del partito unico faccia parte del vostro DNA, ma da qui a dire le stronzate che ho letto e sentito in questi giorni, ne passa.

    Siete migliori del centro destra?

    Siete una alternativa politica seria?

    Dimostratelo.

    Vincete le elezioni.

    Ma con gli avversari presenti.

    Alle ultime regionali avevamo vinto in Lombardia e Veneto, tutte le altre regioni erano in mano a voi.

    Adesso, se vi va bene vi rimangono le regioni dove si vota a sinistra senza se e senza ma (i miei parenti sono toscani e votano per fede, non ti spiegano neanche perchè ma il nonno votava così e quindi si prosegue…)….

    Quindi se siete davvero il rinnovamento, se davvero l’Italia fa così schifo da quando c’è Berlusconi, venite a vincere qui in Lombardia.

    Dove il centro destra governa da 20 anni, e dove Formigoni verrà rieletto a furor di popolo e la Lega Nord sarà primo partito.

    Venite qui a spiegare che è tutta merda, se siete bravi vi eleggono.

    Ma smettetela di dire stronzate sulla democrazia e puttanate del genere, soprattutto quando Franca Corradini oltre che co fondatrice con me del blog è anche candidata dell’Italia dei Valori, perchè questo blog non è nato per fare propaganda elettorale ai suoi fondatori…

    • “Ora, certamente nel Lazio c’erano colpe gravi nei comportamenti, ma la sostanza è che per colpa di comportamenti da coglioni non si consentiva alla MAGGIORANZA dei cittadini di esprimere i propri candidati.”

      Che siano la MAGGIORANZA lo vedremo dopo le elezioni ma, oggi, è stato solo detto che la legge è “interpretabile”.

      Se a te sembra giusto, non credo ci sia nient’altro da dire perchè si parla delle basi della democrazia (ma se per te sono interpretabili…).

      • e quindi tu, per la burocrazia, impedisci alla MAGGIORANZA dei cittadini di esprimersi?

        siamo la MAGGIORANZA, per quanto vi dia fastidio, e rispetto alle 2 regioni che avevamo, a fine elezioni la parola MAGGIORANZA vi sarà ancora più chiara.

        • Nessuno voleva impedire loro di esprimersi.
          Sono loro che vogliono SEMPRE NON RISPETTARE le REGOLE democratiche, che servono, NELLE DEMOCRAZIE NORMALI, a tutelare le minoranze.
          COntinuate a fingere di non sapere che in democrazia il diritto della maggioranza a governare è SEMPRE temperato da regole che impediscano alla maggioranza di prevaricare le minoranze.

          • ma ti rendi conto che volevano segare Formigoni perchè alcuni timbri erano quadrati e non rotondi?

            E’ questa la gravissima violazione della legge?

            • Infatti Formigoni è stato riammesso; come vedi tutto funziona.

              • @ Granchi e dati e fatti
                non per farmi i fatti vostri ( ognuno parla e discute con chi vuole )
                ma toglietemi una curiosità:
                Vi arricchisce il dibattito con uno come Panattoni?
                Da quando discutete con lui, avete imparato qualcosa?
                Io quelle poche volte che ci son cascato per libidine di confronto-scontro ho sempre pensato di aver perso tempo, perchè è un disco rotto

                uno che chiama “burocrazia”
                i principi e le regole della vita civile
                che mettono tutti sulo stesso piano in modo che nessuno per quanto ricco e potente possa partire avvantaggiato sugli altri

                uno che dice che le stragi impunite degli anni’70
                sono state fatte dallo stato e le giustifica anche, dimenticando SEMPRE di citare i servizi deviati e le organizzazioni fasciste come scritto ormai nella storia

                uno che considera berlusconi un leader credibile e considera cose poche serie le critiche e le indagini sulle sue attività criminose per arricchirsi , prendere il potere e sfuggire ai giudici

                Anche questo squallido attacco a Franca Corradini perché ha osato dire NEL BLOG che si è presentata in politica con l’IDV…

                • @granchi e dati e fatti
                  scusate, sarà che in questi giorni essere preso per il culo da questi prepotenti e vedere che la gente inghiotte tutto senza problemi con un rottino fregandosene
                  mi fa girar le palle…

                  • Giusta domanda, alfonso, ma non hai capito. A me di convincere quelli che voterebbero Berlusconi anche se confessasse di essere mafioso, m’importa una sega.
                    Il fatto è che c’è gente in giro che naviga e legge, e tra loro ci sono gli indecisi e i male informati.
                    Considero un dovere ristabilire la verità, ecco tutto.

                  • Quoto DatieFatti ed aggiungo che è per questo che rispondo sempre ai commenti usando “replica”. Perchè così chiunque capita legge anche un’altra versione.

        • No, non io; ma gli stessi esponenti del tuo beneamato PdL.
          Non ti dimenticare che l’iter burocratico pe presentare delle liste è riuscito persino a dei neofiti volontari (e senza grossi partiti alle spalle) come quelli delle Liste a 5 Stelle di Grillo.
          I tuoi non sono neanche riusciti a presentare delle liste… e quindi, che stiano fuori dalle elezioni (la prossima volta ve li sceglierete meglio).
          La legge è uguale per tutti!
          Ti ricorda qualcosa?

          • non conosco nei dettagli il lazio, in Lombardia Formigoni è stato riammesso A PRESCINDERE dal decreto.

            O anche il TAR è in mano a Berlusconi?

            • Ma figurati… a me se fossero ammessi anche il Lazio non mi farebbe nè caldo nè freddo.
              Perchè per me la Legge è Uguale Per Tutti!

              Chi ha sbagliato paghi!

    • Se è vero ciò che dici tu , perchè non fate un bel repulisti dentro il partito dell’ ammore .
      Normalmente , i coglioni , ” a detta del tuo leader ” siamo noi di sinistra , adesso si scopre che se ne trovano anche a destra .
      Sul caso Formigoni , sarà un caso che anche per fare ricorso si arrivi anche in ritardo ?
      Al sottoscritto invece comincia a venire un piccolo sospetto , cioè , che l’ abbiano fatto apposta nuovamente per ottenere altri consensi , che vuoi farci , povere vittime e questa sinistra che fa di tutto per ostacolarli !

    • leggendo oggi i suoi interventi
      lei pare molto soddisfatto di come sono andate le cose in queste ultime settimane dalle sue parti

      inchieste sulla corruzione, mafia in parlamento, riciclaggio telecom e fastweb, pasticcio- presentazione delle liste, decine di condannati nelle liste( specie nel centrodestra) tutte cose in cui il governo in un modo o nell’altro c’entra eccome…
      i dati economici peggiori dagli anni ’70…

      eppure lei è soddisfatto ed entusiasta e parla di vittoria ecc. ecc.
      ma dove vive? In Caartonia, a Fumettopoli
      non certo in italia comunque…
      ma un po’ di autocrotica e di senso dello schifo, della vergogna
      non lo provate mai?
      La libertà di ammetere la verità è per voi un sentimento sconosciuto
      sembrate i comunisti degli anni ’50 che fingevano di non sapere
      cosa c’era dietro stalin
      cercate di guarire da questo odio da questo livore che vi fa essere così settari
      lei non è un uomo libero, la compiango…

  3. Per il resto, e per l’ennesima volta, se le BR sono di sinistra, l’Italicus, Piazza Fontana, Piazza della Loggia eccetera eccetera, no.
    Le BR sparavano al singolo cittadino.
    Voi li uccidevate a mazzi, con le bombe.
    MA perché ti esponi sempre a confronti di questo tipo?

    • perchè mi sono rotto le palle di sentir parlare di emergenza democratica, di lutto per la democrazia ed altre stronzate simili.

      Pensate che le vostre idee siano migliori?

      Dimostratelo alle persone e vincerete le elezioni.

      Ma fino a quel momento sarebbe più utile una opposizione che parla di cose serie, non di stronzate.

      Voi non lo capite e perdete consenso ma continuate, contenti voi….

      Ah, per inciso, piazza Fontana, l’Italicus, Piazza Loggia, lasciare Moro in mano alle BR non sono “di destra” ma stragi ed omicidi DI STATO, che nella logica della strategia della tensione sono serviti al loro scopo.

      Le BR sono figlie del comunismo dell’epoca e dei centri sociali di oggi, ed alle stronzate di emergenza democratica che dite voi quelli ci credono e sparano.

      Poi cosa fate, se ricominciano ad ammazzare dite “no, noi con loro non c’entriamo niente…”?

      Prima motivate con slogan e frasi deliranti degli squilibrati fanatici e poi tirate indietro la mano?

      Sulla pagina del popolo viola su facebook c’è gente che inneggia alle molotov, tutti pacifisti?

      • Son anni che le elezioni, in Italia, non vengono vinte da chi esprime le idee migliori; vengono vinte da chi viene meglio in tre quarti, chi è più telegenico, chi è più gnocca, chi non ha gli orecchi a dumbo, chi stà meglio a 90°, chi ha più amici, chi ha più soldi, etc…

        No, no, mi dispiace ma le idee non hanno posto nelle campagne elettorali italiane.

        • strano, Prodi ha vinto e governato 5 anni.

          forse ti è sfuggito…

          • no scusa, 2 anni perchè vi siete ammazzati tra di voi ed avete deciso di segarlo, comunque mi risulta che in questi anni ci sia stata L’ALTERNANZA tra Berlusconi e Prodi..

            O no?

            Fate una proposta politica seria, e magari tra 3 anni, quando Berlusconi dovrà andare in pensione e la destra sarà allo sbando visto che è l’unico leader che tiene unito persone diversissime come gli ex FI ed AN, allora potreste persino vincere.

            Ma fintanto che il Silvio non va in pensione, rassegnatevi perchè di leader credibili alla MAGGIORANZA degli italiani non ne avete.

            • Chiami alternanza politica 2 anni di Prodi e 15 di Berlusconi? Curioso…

              E poi abbiamo vinto per un soffio.

              Neanche le proposte politiche serie fanno vincere le elezioni; molto meglio le promesse mai mantenute, le bugie, l’attacco allo straniero stupratore, ai magistrati ed ai giornalisti, lo Scudo Fiscale (che raccoglie i voti di tutti gli evasori fiscali, circa il 70%) e i condoni, etc…

            • Comunque hai ragione… finchè non và in pensione Berlusconi non possiamo vincere perchè gli evasori fiscali, coloro che sperano nei condoni e la mafia non smetteranno mai di votarlo (e lo sappiamo che in Italia sono la MAGGIORANZA, purtroppo).
              Ah, già! Forse c’è anche qualche mosca bianca che crede davvero in Berlusconi… roba da Bagaglino!

      • sei ti sei rotto le palle non ce ne può fregare di meno
        quanto alle stragi di stato sono state eseguite grazie ai servizi deviati in combutta con l’estrema destra: lo dicono decine di sentenze quindi faresti meglio ad imparare la storia
        quindi le br hanno ammazzato singoli
        i fascisti con pezzi di stato hanno fatto STRAGI!!!
        APRI LE ORECCHIE E NON CI PROVARE FURBETTO DA DUE SOLDI…

  4. la battuta più bella dell’anno:
    Claudio Scajola: “Se ad essere stata esclusa fosse stata una lista non nostra? Avremmo fatto la stessa cosa. Noi siamo un partito di moderati, di cattolici, riformisti, laici. Siamo persone di buon senso. Fa parte della nostra storia”.
    ah ah ah ah ah ah ah

  5. ECCO LA PROVA CHE ERA MEGLIO UN DEMOCRISTIANO ALL’ANTICA E TUTTO D’UN PEZZO COME SCALFARO
    CHE UN EX PCI PIENO DI DUBBI E SENSI DI COLPA RISPETTO ALLA PROPRIA STORIA CHE CACA DUBBI OGNI SECONDO SENZA ESSER DOTATO DI SPINA DORSALE

    ROMA – Il clima si fa sempre più rovente in seguito all’approvazione del cosiddetto decreto “salva liste Pdl”. Non si placano, infatti, le polemiche che si sono innescate dopo la firma del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Tuttavia in questa vicenda spunta un altro fatto inquietante che è stato riportato dal quotidiano il Messaggero e che se trovasse dei riscontri tangibili saremo di fronte a un atto di inaudita gravità e violenza nei confronti del Garante della Costituzione.

    Secondo quanto pubblicato stamane dal giornale romano Il Messaggero, il presidente del Consiglio, durante l’incontro avvenuto al Quirinale, avrebbe minacciato il Capo dello Stato Giorgio Napolitano: “Ti scateno la piazza contro” e poi “la tua firma non è indispensabile, vado avanti da solo”. Lo stesso Napolitano ha parlato di un “clima teso” nel primo incontro con Silvio Berlusconi avvenuto giovedì. E poi sempre il Capo dello Stato : “La vicenda è stata molto spinosa, fonte di gravi contrasti e divisioni, e ha messo in evidenza l’acuirsi non solo di tensioni politiche, ma di serie tensioni istituzionali.” Solo il quotidiano della capitale ha rivelato questo presunto retroscena relativo ai colloqui tra Berlusconi e l’inquilino del Quirinale. Al momento il Messaggero non ha dato notizie di alcuna smentita.

  6. Panattoni, non ti preoccupare. Quando la MAGGIORANZA in Parlamento sarà un’altra, la prima legge ad personam (e retroattiva) sarà quella che manderà in galera il nano e la casta.

    Se ne facciamo una anche noi non ti offenderai mica, no?

  7. Alfonso ha posto un problema serio su cui mi pare si voglia sorvolare.
    Sono tempi sempre più cupi, c’è un crescendo impressionante di fatti ogni giorno più gravi.
    La democrazia oggi appare veramente in pericolo. Quelle che erano sensazioni spesso incredule di una deriva reazionaria crescente, si sta concretizzando a tappe forzate.
    Oggi Mario Segni,leader della destra dei riformatori, professore di Diritto Costituzionale scrive:
    “Ancora una volta una legge fatta per interesse di parte,per un caso particolare. Non è una violazione di regole costituzionali, ma nella sostanza è qualcosa di simile, perchè le regole elettorali attengono alla formazione degli organi istituzionali, e un principio fondamentale è che non si possono cambiare quando la corsa è iniziata e, meno che mai con efficacia retroattiva.”
    In questo clima chiedo ai tanti democratici che scrivono su questo blog: c’è qualcosa da discutere col balilla che provoca da queste parti?
    O vogliamo fare la fine dell’antifascista Napolitano che a piccoli passi “collabora” ad aprire il baratro verso il neofascismo.
    Di quale utilità è il …discutere (il termine suona molto ridicolo) col nostro rozzo provocatore, il quale nel suo ruolo riesce a non avere mai dubbi o tentennamenti. Gli va riconosciuta la coerenza di comportamento…da fascista!

  8. @Alfonso

    leggiti qualche libro di storia, aiuta. Le stragi di Stato sono state fatte usando i terroristi neri come marionette, per creare paura dell’invasione dei comunisti e portare l’opinione pubblica totalmente contro le BR.

    Immorale?

    Certamente.

    Funzionale?

    Certamente.

    Se anche gente come te, con il livello culturale di una piattola, oggi può esprimersi in una democrazia e non siamo finiti dall’altro lato del muro di Berlino, è grazie al fatto che lo Stato si è sporcato le mani per un fine superiore.

    I tuoi amati brigatisti hanno colpito persone innocenti, la cosa più stupida che hanno fatto è stata rapire Moro, perchè se non l’avessero fatto voi comunisti finivate al governo e la Storia sarebbe stata diversa.

    E gente come te, con le tue idee deliranti ed i tuoi appelli deliranti, incita i nuovi brigatisti.

    Non è che anche a te prudono le mani e sotto sotto vorresti passare dalle parole ai fatti?

    @ Marios

    tu sei uguale ad Alfonso, per fortuna sei troppo vecchio per nuocere. Sei così vecchio che credi ancora che esista il fascismo, ma per fortuna il tempo farà fuori tutti i dinosauri come te, gente vecchia nelle idee oltre che nel corpo e fuori dal tempo.
    Troppo facile dare del provocatore a chi ti dice sul muso la verità.

    @ Granchi F

    avete governato 7 anni, non 2. Avete avuto una intera legislatura per risolvere il conflitto di interessi e risolvere quella che adesso chiamate emergenza democratica.

    Non l’avete fatto perchè ai tuoi amati leader non interessava.

    In 15 anni per metà c’è stato Prodi e per metà Berlusconi, quindi o sei appena emigrato dal Nepal oppure sei in malafede

    @ Dati e fatti

    io parlo di cose concrete, non di idee. Che la Banda della Magliana fosse collegata ai terroristi neri ed allo Stato era un fatto, ma solo una visione da Novella 2000 mi può far pensare che gente di limitato intelletto e mezzi come i terroristi neri abbia potuto organizzare le stragi, se non fossero stati guidati dallo Stato.

    E se le stragi sono servite a non farci finire dal lato sbagliato del muro di Berlino, il prezzo è stato alto ma da pagare.

    • E dopo una cosa come questa che hai detto, cosa ti aspetti: gli applausi?

    • ehi deficiente se gentaglia come te può parlare nella democrazia lo deve solo al fatto che il fascismo è stato sconfitto nel 1945 da qualcuno dei miei che han preso a calci in culo qualcuno dei tuoi
      e poi : certo che i fascisti erano marionette in mano ai serfvizi ma lo scopo era eversivo e contro la democrazia -lo hanno stabilito le sentenza che evidentemente non conosci – quindi erano fascisti di manovalòanza in mano a fascisti dello stato deviato.

      alfonso basta insulti

      • Già. En passant: i funzionari e ufficiali exfascisti che allignavano nei servizi segreti, nell’esercito nelle forze dell’ordine e nell amagistratura di allora erano in larga parte stati “miracolati” dalla moderazione con la quale Togliatti gestì il perdono nel dopoguerra.
        L’epurazione dei fascisti si ridusse a poco più che nulla, per le pressioni concentriche degli USA, dell’URSS stessa e (non me ne stupirei affatto) del Vaticano.
        L’idea era di abbassare la tensione per scongiurare il prolunarsi della guerra civile, sperando di convertirli alla democrazia…
        Togliatti seppe tener ferma la barra al centro su questo punto, nonostante le proteste del Partito d’Azione e della base del PCI.
        Di questa pasta, erano fatti i comunisti “golpisti” e “antidemocratici”.

        • strano, il fascista Pansa, nel SANGUE DEI VINTI (il libro) non dice esattamente queste cose…

          • Pansa è un venduto.
            A parte questo, dice cose risapute, e cioè che nella guerra civile ci fu violenza da una parte e dall’altra. Bella scoperta…

            • quindi chi racconta della Volante Rossa, degli omicidi per interessi coperti dall’antifascismo, di chi ha fatto fuori l’amante della moglie dicendo che era fascista, è un venduto…?

              L’unico che ha il coraggio di dire che c’è stata la guerra civile in Italia e che la Resistenza non è stata fatta solo da eroi fulgidi e puri ma anche da gente che ne ha approfittato, è un venduto…?

              Ma non siete voi quelli che hanno fatto i conti con il proprio passato?

              O siete ancora allergici alle Foibe, alle stragi fatte da alcuni partigiani per motivi che nulla avevano a che vedere con la guerra, con Pol Pot, Stalin e soci?

              Sai, dire che Pansa è un venduto è davvero grossa, ed è anche un pò comodo quando vengono contestati fatti storici accertati dare del venduto…

              • Prende o no dei soldi da Panorama?
                Io ho mai messo in dubbio ciò che dice? +Ho solo detto “bella scoperta”, che in una guerra civile si facciano zozzerie di qua e di là.
                Sei tu che hai cambiato argomento: io stavo parlando del pericolo comunista in termini di attentato al regime parlamentare democratico, che è una favoletta che cercate di raccontarci dal ’48.

                • il problema era reale eccome, visto che il PCI prendeva i soldi dal KGB, altro fatto storico provato…

                  • Così come è provato che la DC li pigliava dalla CIA ed era spalleggiata in modo poco confessabile dal Vaticano.
                    Era la logica della guerra fredda, e succedeva in tutto il mondo.
                    Ma poi, nei fatti, al momento decisivo, il PCI si è sempre schierato per le istituzioni democratiche e repubblicane, mentre i vostri, a partire da DeLorenzo e Borghese e Gelli, ordinvano colpi di stato.

      • Alfonso,

        probabilmente non dovrei parlare con te ma con il tuo cane perchè probabilmente capirebbe di più.

        Non esistono i fascisti.

        Negli anni di piombo il governo democristiano, alleato degli USA, ha deciso di usare anche i terroristi neri per impedire che l’Italia avesse una svolta a sinistra e potesse passare dall’altra parte del blocco.

        E per sicurezza, avevano anche fatto Gladio.

        Se Moro non fosse stato rapito dalle BR, la cosa più stupida che potessero fare, è probabile che i servizi segreti lo accoppassero comunque per impedire il compromesso storico ed il PCI al governo.

        E per fortuna che è successo quello che è successo, perchè altrimenti finivamo come l’Ungheria, sotto il tacco della Russia.

        Se io sono gentaglia non riesco nemmeno a trovare un termine per definirti, probabilmente al campionato mondiale di ignoranza arriveresti secondo visto che sei troppo ignorante per vincere anche quello…

        certo è che spazzatura come te è da tenere sott’occhio, perchè è da topi di fogna della tua risma che sono nate le BR.

        panattoni basta insulti

    • “Se anche gente come te, con il livello culturale di una piattola, oggi può esprimersi in una democrazia e non siamo finiti dall’altro lato del muro di Berlino, è grazie al fatto che lo Stato si è sporcato le mani per un fine superiore.”

      Ma non ti vergogni?
      Stiamo parlando di innocenti morti ammazzati!
      Fine superiore?
      Il fine superiore c’è solo in quel tuo cervello bacato; vallo a dire ai parenti dei morti; vallo a dire a loro che c’era un fine superiore.
      Vedrai che se c’era qualche tuo parente lo vedevi meno anche te il fine superiore.

      VERGOGNATI!

    • I FASCISTI:
      1) abbiam sbagliato a non farli fuori tutti durante la resistenza
      2) abbiam sbagliato a non farli fuori tutti nei ’70
      3) abbiam sbagliato a farli pian piano rientrare nelle scuole , nelle fabbriche e nei consessi sociali
      svendendo le nostre idee e dando forza a quelle nemiche
      gli sbagli nella vita si pagano
      TUTTI

  9. ma quale lato sbagliato del muro di berlino…
    il PCI GIà DAI PRIMI ANNI ’70 era passato all’eurocomunismo ed era inviso all’URSS PERCHE’ berlinguer credeva esaurita la spinta propulsiva della rivoluzione d’ottobre
    l’IRALIA negli anni ’70 non poteva pasare dall’altra parte, come non ci passò – quando teoricamente era ancora possibile – negli anni ’40 come vollero Togliatti e Stalin
    ecco eprchè l’URSS in base alla pace di Yalta di decenni prima non sarebbe mai intervenuto in Italia che era di competenza USA e piena di basi nato
    L’attacco alla gente , le stragi di centinaia di povere eprsone innocenti non erano per evitare l’occupazione URSS come solo i gonzi ed ignoranti possono credere ma solo per conservare il potere in mano della DC e per tener lontani dal potere le isatnze progressiste ed i cambiamenti culturali che avrebbero potuto modificare in meglio il paese… piano della rinascita di Gelli docet
    Altro che Alfonso sei tu che devi tornare a studiare…

    • prendi droghe pesanti?

      Togliatti era perfettamente a conoscenza delle stragi di Stalin e se le faceva andare bene.

      E l’Italia, fino alla fine degli anni 70, poteva tranquillamente finire dall’altro lato, altrimenti perchè gli americani addirittura crearono Gladio, in previsione di una svolta comunista italiana?

      Ti consiglio IL LIBRO NERO DEL COMUNISMO, scritto da Comunisti dichiarati, fatti un ripasso, probabilmente ti aiuta….

      • per alfonso e panattoni:
        il prossimo insulto vi cancello

      • “prendi droghe pesanti?”

        a te fan male anche quelle leggere
        che il PCI potesse o volesse passare oltre cortina negli anni ’70 – quando non c’erano neanche le condizioni degli anni’40 – è una favola per gonzi raccontata da spacciatori di cazzate dei servizi deviati a cui tu credi
        giustificando centinaia di morti e ciò ti qualifica…
        la realtà è che non volevate perdere i privilegi del potere e volevate resistere ai cambiamenti positivi che la venuta democratica del pci avrebbe proposto.
        Le bufale prima imparale meglio e poi
        spacciale

  10. i vescovi criticano poi ci ripensano…

    Liste regionali, mons. Mogavero: ”Grande scorrettezza cambiare ora le regole del gioco”
    ultimo aggiornamento: 07 marzo, ore 16:33
    Città del Vaticano – (Adnkronos/Ign) – Il responsabile della Conferenza episcopale italiana per gli affari giuridici: ”Se la democrazia dovesse essere diretta dall’arbitrio di qualcuno mancherebbe la certezza del diritto”. poco dopo il Portavoce Cei: ”Questione tecnica, su decreto non ci siamo espressi”.

  11. PURE GLI AUSTRIACI CI PRENDONO PER IL CULO…

    “Il vero talebano è Berlusconi”
    Articolo di Giustizia, pubblicato sabato 27 febbraio 2010 in Austria.

    [Wiener Zeitung]

    Decine di migliaia di persone protestano contro l’imminente riforma della giustizia

    Roma. In decine di migliaia sono scesi in strada sabato per manifestare contro l’imminente riforma della giustizia con la quale il capo del governo Silvio Berlusconi vuole assicurarsi l’impunità durante il suo incarico. “Il vero talebano è Berlusconi che vuole legare le mani ai giudici”, ha detto il capo del partito dei Verdi Angelo Bonelli nel corso della manifestazione. Venerdì il Presidente del Consiglio aveva insultato i giudici dando loro dei “talebani”.

    Molti politici dell’opposizione hanno preso parte alla dimostrazione nel centro della capitale italiana rispondendo alla chiamata dell’associazione “il Popolo viola”. A ottobre gli oppositori di Berlusconi si erano riuniti in questo gruppo tramite la rete internet. “La legge è uguale per tutti”, era scritto sul palco dinanzi al quale si sono radunati, secondo le stime degli organizzatori, circa 200.000 dimostranti. Le stime della polizia, che di solito sono decisamente più basse, non sono state rese disponibili.

    I manifestanti hanno protestato contro due disegni di legge portati avanti da Berlusconi che proprio in questo periodo vengono esaminati in parlamento. Uno assicura al capo del governo il diritto di poter sospendere un processo per 18 mesi, l’altro regolamenta la prescrizione dei processi dopo una loro durata eccessiva.

    Tra i partecipanti alla manifestazione c’erano l’ex magistrato anticorruzione e attuale capo del partito Italia dei Valori Antonio di Pietro e il regista Mario Monicelli. Accompagnato da un applauso scrosciante Monicelli ha esortato gli italiani a “non arrendersi” e a “cacciar via” l’intera classe politica del paese.

    Berlusconi nel corso di una conferenza stampa venerdì a Torino ha detto: “Stiamo lavorando a una riforma della giustizia. Non so se piacerà ai talebani della magistratura”. “La sovranità non appartiene più al popolo, ma ai magistrati”, si è lamentato il capo del governo.

    Rinviata l’udienza per corruzione

    In questo periodo sono in corso un processo per corruzione e uno per frode fiscale contro Berlusconi. Il processo per corruzione del suo ex-avvocato David Mills per aver testimoniato il falso davanti al giudice, sabato è stato nuovamente rimandato. Il Tribunale Penale di Milano ha fissato una nuova udienza per il 26 marzo. Gli avvocati di Berlusconi chiedono l’archiviazione del processo per prescrizione. Con questa motivazione la Corte di Cassazione di Roma giovedì aveva dichiarato archiviato il processo a carico di Mills.

    Berlusconi inizialmente era coimputato nel processo, ma era riuscito a evitare di presentarsi alle udienze grazie a una legge sull’immunità varata nel 2008. Ma a inizio ottobre scorso la legge sull’immunità è stata annullata dalla Corte Costituzionale. Secondo gli esperti con queste sospensioni temporanee dei processi si allungano in realtà i termini di prescrizione delle accuse. Il termine di prescrizione decorrerà quindi a partire dalla primavera del 2011.

    [Articolo originale “”Der wahre Taliban ist Berlusconi””]

  12. Ti ringrazio per aver messo il mio articolo come commento
    Ho letto solo ora la decisione presa dal blog, la rispetto e ci mancherebbe (anche se capita proprio nel momento peggiore visto che ero riuscito a far pubblicità a questo blog grazie a un altro spazio dove scrivo)

    Per il resto, rimango solidale a chi è a lutto per una democrazia, uno spirito democratico, che in Italia non c’è più

  13. E’ la prima volta che capito su questa pagina ed ho letto sommariamente i vari commenti e le repliche. Sono veramente sconcertata ma com’è possibile parlare di democrazia e poi allo stesso tempo insultarsi come ragazzini che tifano per una o un’ altra squadra. Molto spazio è occupato da commenti di due che non fanno altro che dirsi vicendevolmente che l’uno è peggio dell’altro senza dare informazioni senza richiamare ad una riflessione sullo stato generale e reale che viviamo!Se la maggioranza degli italiani pensa che Berlusconi&co incarnino le aspettative di tutto il paese non è certo con gli insulti o con la
    solita solfa delle “condanne non condanne” e via dicendo che si possono convincere gli italiani che prima o poi pagheremo un prezzo molto alto per andare dietro a questo carrozzone fatto solo di affari privati in cui il bene pubblico non conta nulla!Per me è chiaro nelle piccolezze di tutti i giorni che questo paese è uno sfascio non c’è nulla che funzioni e evidentemente a chi vota non frega una mazza se berlusconi è mafioso o no, se bertolaso se ne è approfittato o no, ecc, ecc; a queste persone importa solo cosa possono ricavare dal vincitore sia questo di destra o sinistra ed io penso che la maggioranza degli italiani sia solo una maggioranza di opportunisti che cerca di portarsi qualcosa a casa!Io l’unica cosa che vorrei è che qualcuno la smettesse di fare tante inutili chiacchiere e mi dicesse cosa posso fare per fare in modo che la scuola di mia figlia abbia i soldi per pagare una semplice supplente che dia un pò di continuità, cosa fare per vincere un concorso senza dovere vendere l’anima al diavolo, che mio marito possa lavorare senza avere l’assillo che ogni volta che cambia il governo cambiano i superiori e fa carriera solo chi ha sostenuto il vincitore e per non leccare il culo a qualcuno è sempre quello che se lo prende a quel servizio, qualcuno che mi dica perchè se mio padre malato di tumore accertato deve fare una trafila burocratica assurda ogni maledetto mese per ricevere una siringa salvavita e ce ne sarebbero tantissimi altri di problemi altro che insulti, br, fascisti, mussolini, e vinciamo noi e perdete voi!ma vergognatevi la democrazia è poter pensare di risolvere un problema in modo che tutti ne possano beneficiare deficienti e no, cretini di destra e di sinistra!SCUSATE LO SFOGO non sono una persona di cultura e probabilmente farà anche ridere qualcuno questo commento ma vi assicuro che non fa per niente ridere il senso di impotenza che si prova di fronte ai problemi di tutti i giorni

    • signora Valeria,

      sono uno dei litiganti e nella sua reprimenda devo dire che mi sono sentito un pò imbarazzato, quindi per quello che può servire le faccio le mie scuse.

      • (omissis) ….anche se mi riservo di aggredire presto anche lei appena dovesse dissentire dalle mie democratiche opinioni, come del resto ho già fatto con tutti coloro che si permettono di scrivere sul MIO blog, è quanto di meglio io sappia esprimere e me ne vanto
        (libera interpretazione del pensiero di un uomo forte)

  14. ti capisco
    ma la risposta alle tue domande é questa:
    o ti dai da fare e ti impegni per cambiare le cose che non vanno
    o ti organizzi privatamente alla ricerca di favori ed aiutini.
    Vedi Valeria niente ti viene concesso solo perchè sei una cittadinia onesta che paga le tasse.
    Ogni diritto che abbiamo nasce dalla lotta fatta da altri nel tempo, niente ci è stato regalato.
    La consapevolezza di questo fa venire voglia di impegnarsi – alcuni di noi non scrivono solo su questo blog ma si danno da fare – oltre che constatare che le cose stanno più o meno come dici tu.
    Poi per altri un blog è anche solo uno sfogo, come lo è per te oggi.
    Sfogarsi fa bene ed a me non fa per niente ridere qual che scrivi, magari mi fa un po’ incazzare, ma non ridere…
    ciao

  15. amch’io me la passo male come tutti
    ed al di là della incapcità della sinistra di rappresentarmi
    non penso che tutti siano uguali
    anche perchè come dice Rosy
    niente si ottiene senza combattere
    quindi poche lacrime e rimbocchiamoci le maniche

  16. Sono consapevole del fatto che bisogna impegnarsi in prima persona per cambiare le cose!non vengo mai meno se sono convinta che una cosa vada cambiata e sono pronta a farlo anche ora ma devo fidarmi, devo condividere le idee e per fare questo, visto che qui l’unico mezzo sono le parole, devo poter condividere anche le parole!Se sono capitata quì è proprio perchè sono alla ricerca di qualcosa o qualcuno in cui credere e per il quale non gettare i miei sforzi al vento!grazie dell’attenzione continuerò tenervi d’occhio

  17. valeria, piccola, non farti travolgere, resisti!!!

  18. Ciao a tutti,
    sono casualmente di passaggio, come spesso accade in rete, ma visto che in questo luogo si finge ancora che in italia sia in corso un dibattito libero e democratico, già che sono qui e che il sugo sta ancora cuocendo, aggiungo il mio pensiero ai vostri.

    Il dibattito sull’opportunità o meno di accogliere le liste elettorali giudicate dagli organismi preposti per legge, per un motivo o per l’altro, irricevibili non verte sulla razionalità dei motivi che ne hanno portato all’esclusione dalla competizione elettorale per vizi di forma o di sostanza.

    La grave ferita che è stata fatta all’organizzazione della vita civile e democratica del nostro paese, sta nello stravolgimento della regola fondante le democrazie che è quella del rispetto delle leggi, giuste o sbagliate che siano, che regolano ogni tipo di rapporto sociale.

    non so se la lista formigoni è stata eliminata dalla competizione elettorale per bolli quadrati o tondi. So però che per aver superato di 10 chilometri orari la velocità consentita su una strada a 4 corsie, deserta alle ore 24.00, mi è stata inflitta una ammenda di 250 euro e mi sono stati sottratti 3 punti patente costringendomi a pagare un balzello di altrettanti euro ad una delle solite compiacenti e paraculate scuole di guida. Nulla di tutto ciò riponde al criterio della ragionevolezza: Dura Lex sed Lex. Ne, come cittadino, non potevo avvalermi di alcuna giustificazione o avere diritto ad alcun ricorso. Violazione alle vigenti norme c’era e a questa corrispondeva pena.

    Nel caso poi delle liste polverini del lazio, il problema era il ritardo nella consegna dei documenti. Chiunque abbia fatto un concorso pubblico in vita sua sa che anche solo 5 minuti di ritardo nella consegna elaborati implica la non ammissione al concorso, anche se le cause del ritardo sono di “forza maggiore” e indipendenti dalla volontà del singolo.

    la verità che questi finti liberi dibattiti nascondono è che questa leggina, questa interpretazione unica di governo e presidenza della repubblica, avvalla il comportamento prevaricatore e violento di tanti piccoli amministratori locali, quelli che ritardano la concessione edilizia all’impresario edile che rifiuta di ristrutturare gratis la casetta dell’assessore, che obbligano il vivaista a ricordarsi con gentile omaggio ogni anniversario di famiglia del sindaco e così via.

    questo atteggiamento è bipartisan, certo, ma questa destra cialtrona ora al potere lo ha sdoganato, ne ha fatto un vanto e una bandiera, come l’antesignano e padrino craxi aveva fatto con la corruzione e la tangente.

  19. Cerco di spiegarmi:
    1)non volevo assolutamente piangermi addosso ne tantomeno pretendevo delle scuse (me visto che mi sono state fatte non posso che accettarle!).
    2)Le persone che esprimono con chiarezza e forza le proprie opinioni fanno solo del bene alla collettività e non ho dubbi che chiunque le esprima con tanta determinazione lo faccia al suo meglio possibile.
    Penso, ed era questo il senso del mio post, che se si vuole parlare di Democrazia e difenderla si debba anche avere un “atteggiamento democratico”. Troppo spesso, per non dire sempre, i dibattiti diventano sfide dialettiche ai punti mentre i partiti giocano a Risiko e chi vorrebbe capire e ragionare, per fare qualcosa di concreto, se ne sente nauseato. Per questo tante persone non hanno più voglia di partecipare ai dibattiti, di ascoltare i politici e purtroppo di andare a votare(non è il mio caso e ci tengo a sottilinearlo).Credo che se vogliamo evitare le leggi “ad personam”, e la definitiva morte della Democrazia, dobbiamo in tutti i modi evitare le liti ad personam altrimenti si dà l’impressione che ognuno combatta una battaglia personale e non perchè si è convinti che certe idee possano incidere sul BENE COMUNE che dovrebbe essere l’unica scintilla di qualsiasi azione politico democratica singola o collettiva che sia.
    Sì credo che RESISTERO’…Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...