LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

…. la storia di mia figlia, che se passa la legge voluta da Berlusconi non avrà mai giustizia…..

27 commenti

Ricevo da Imma Fiorillo :

Questa lettera ( riportata qui sotto   n.d.r )  l’ho inviata all’Unità che l’ha pubblicata, a Di Pietro, Belisario e Donati, perchè sembrano così attenti a questo tema, ma non ho avuto risposta.
La prossima udienza preliminare è stata fissata per il 15 marzo, se non ci saranno altri ostacoli,che adesso mi sembrano francamente troppi. Non si possono aspettare 4 e più anni per avere un udienza preliminare,  salvo errori ed omissioni.
Spero che qualcuno delle persone a cui la invierò si muova a pietà e ci dia una mano.

Egregio Direttore,
Le invio in breve la storia di mia figlia, che se passasse la legge voluta da Berlusconi non avrà mai giustizia. (Purtroppo passata in Senato)
Mia figlia Valentina il 26 gennaio 2006,aveva 23 anni,mentre svolgeva il Servizio Civile volontario,subì un grave incidente,la gonna che indossava prese fuoco da una stufa a gas,posta nel locale,ove svolgeva il servizio civile e, prima che i soccorsi intervenissero efficacemente,si trasformò in una torcia umana.
Fu trasportata al locale ospedale e da qui inviata al Centro Grandi Ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli,diagnosi di entrata ustioni di 2° e 3° grado sul 25% del corpo(cosce ed addome) con prognosi di 60 gg.
Al Cardarelli Valentina ha trascorso 6 mesi (fino al 1°/08/06),in terapia intensiva ed in costante pericolo di vita,in uno stato di iperpiressia per 185 gg,ha subito 9 interventi chirurgici,5 dei quali completamente falliti,un’infinità di inspiegabili complicanze sino alla setticemia.Hanno manomesso la cartella clinica e trasferito la ragazza in una clinica riabilitativa,dove finalmente sono venuta a conoscenza delle reali condizioni di mia figlia:Le zone ustionate,con diverse aree disepitelizzate
sono deformate perchè le hanno asportato il grasso.Tutto il tronco circolarmente,dorso,fianchi e seno sono tutte piaghe dovute a prelievi autologhi troppo profondi con esposizione dello stato adiposo,le piaghe sono infette,è a rischio setticemia,è debilitata è in uno stato clinico “critico”.ci sono voluti altri 6 mesi di ricovero e cure e 3 interventi chirurgici,presso l’Ospedale S.Eugenio di Roma(sia benedetto il dott.Gaetano Esposito!),per riparare gli errori dei sanitari del Cardarelli.
Mia figlia entrata in ospedale col 25% del corpo ustionato,è uscita dal Cardarelli con il corpo completamente deturpato , tranne viso,mani e piedi.
Perciò abbiamo sporto denuncia nei confronti dei sanitari che l’hanno avuto in cura, dopo una serie di indagini e 2 perizie medico-legali risultano indagati 8 sanitari del Centro Ustioni del Cardarelli : sono trascorsi quasi 4 anni,ma tra rinvii, mancate notifiche,distrazioni del P.M. e trasferimenti della pratica,non abbiamo ottenuto ancora nemmeno il rinvio a Giudizio di questi “medici”.

Ora grazie alla legge sui processi brevi fortemente voluta dal governo, mia figlia NON AVRA’ MAI GIUSTIZIA.
Spero che almeno lei ascolterà la mia richiesta,sono quasi 4 anni che chiediamo giustizia, ma siamo rimasti inascoltati.
Abbiamo scritto più volte a Livia Turco,allora ministro della Salute, a Paolo Ferrero, allora ministro della solidarietà sociale, all’assessore alla sanità campana Montemarano,
al Direttore del servizio civile, tutto inutilmente.

Grazie Imma Fiorillo madre di Valentina Candela

Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

27 thoughts on “…. la storia di mia figlia, che se passa la legge voluta da Berlusconi non avrà mai giustizia…..

  1. scusate ma se in 4 anni i magistrati non hanno nemmeno rinviato a giudizio queste brave persone, la colpa è di Berlusconi?

    Se non c’è stato il rinvio a giudizio, vuol dire che il processo non è iniziato e quindi la legge sul processo breve non si applica.

    Il processo breve va a ridurre i tempi dei processi appunto, quindi ad oggi questa triste vicenda è ancora nella fase delle indagini, e per quelle non c’è limite.

    Mi sembra anzi che questa vicenda dimostri come ha ragione Berlusconi sui magistrati, quando il bersaglio fa notizia come lui o il caso Why Not o Corona le indagini sono velocissime, quando la vittima è una persona normale non frega un cazzo di fare indagini rapide.

    E’ inconcepibile metterci 4 anni e non avere ancora chiuso le indagini.

    • aggiungo, visto che qui di sparate ce ne sono fin troppe e di fatti pochi da parte dei commentatori, il testo di legge relativo:

      “Ai fini del computo del periodo di cui al comma 3, il processo si considera iniziato, in ciascun grado, alla data di deposito del ricorso introduttivo del giudizio o dell’udienza di comparizione indicata nell’atto di citazione, ovvero alla data del deposito dell’istanza di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 5, ove applicabile, e termina con la pubblicazione della decisione che definisce lo stesso grado. Il processo penale si considera iniziato alla data di assunzione della qualità di imputato. Non rilevano, agli stessi fini, i periodi conseguenti ai rinvii del procedimento richiesti o consentiti dalla parte, nel limite di novanta giorni ciascuno.”

      Il processo penale si considera iniziato alla data di assunzione della qualità di imputato OVVERO, nel caso della signora del post, i medici non sono ad oggi IMPUTATI perchè non sono nemmeno stati rinviati a giudizio. Sono INDAGATI, e quindi la norma sul processo breve in questo caso non si applica.

      Questo è l’ennesima volta che pur di pubblicare o dire qualcosa contro il governo non vi informate sulle cose e sparate a zero senza alcun fondamento.

      • Marco, qual è il problema, che non ho capito?
        Certo chre se il processo ancora non c’è, esso non può (ancora) esser né breve né lungo.
        La preoccupazione di questa mamma è che, se ci sono voluti 4 anni per un rinvio a giudizio che ancora non c’è, è facilemnte immaginabile quanto tempo sarebbe necessario per arrivare alla sentenza di Cassazione.
        QUindi la mamma in questione dice: sono cornuta e mazziata, e ha la sua parte di ragione.
        Detto questo, le lungaggini nelle indagini non sono colpa di B.
        Però sono colpa sua e dei suoi Ghedinetti tutti i cavilli e controcavilli che LUI E I SUOI hanno voluto inserire nel procedimento penale, per allungarlo a dismisura in vista delle prescrizioni, salvo adesso aggiungerci la pagliacciata del processo breve.
        Quindi questo che tu dici, Marco, non è affatto la “prova” che qui si scrive qualunque cosa pur di sparlare del governo, tanto meno “l’ennesima”., perché ciò che dice questa mamma è tutt’altro che privo di fondamento.
        Se non si vuole stare a cavillare alla Ghedini.

        • qui c’è poco da cavillare.

          4 anni per un caso evidente è dimostrazione di mancanza di voglia di lavorare.

          • … o di incuria. E su questo siamo d’accordo.
            Ma non c’entra col processo breve, questo.

            • infatti. E nemmeno l’articolo, che è stato ad arte usato contro il processo breve pur non avendo nulla a che fare.

              il vero problema di questa signora e del suo dramma è che questi magistrati, che ci mettono 4 anni a decidere se rinviare a giudizio o meno i medici:

              1) non hanno responsabilità civile in alcun modo
              2) se sbagliano non pagano
              3) se non lavorano, nessuno li può punire
              4) vengono promossi automaticamente dal CSM

              quindi, anche se avessero tutti i mezzi del mondo, perchè dovrebbero lavorare?

              Sia che lo facciano o che non lo facciano, non c’è nessuna conseguenza.

              Ed il CSM difende a spada tratta questa situazione, fottendosene dei cittadini.

              Quindi hai questi risultati:

              1) magistrati non politicizzati che per senso del dovere fanno il loro lavoro e vanno ammirati
              2) magistrati non politicizzati che essendo impunibili e senza obblighi di performance lavorativi fanno il minimo possibile e si portano a casa un lauto stipendio
              3) magistrati politicizzati che ignorano le cause dei comuni cittadini, ma quando c’è da attaccare un politico o usare i media per farsi eleggere (come De Magistris) usano il loro ruolo per vantaggi personali o per combattere battaglie politiche.

              preciso che stranamente quando i giornalisti vengono accusati di diffamare un magistrato PERDONO SEMPRE e stranamente in meno di 2 anni si è già in cassazione con la condanna definitiva…

              che strano che gli interessi di casta vengano protetti…

              Questo è il vero problema della giustizia italiana, che i magistrati non vengono ELETTI come negli Stati Uniti, dove quando il procuratore si presenta agli elettori deve dire quanti casi ha risolto, chi gli è sfuggito e vengono eletti quelli che PRODUCONO RISULTATI.

              Il processo breve, vedremo poi cosa esce dalla camera, è giusto.

              Cazzo, breve durerà minimo 10 anni.

              Negli Stati Uniti dura al massimo 1 anno.

              La riforma della giustizia deve poi proseguire e mettere a budget tutti i magistrati, renderli responsabili civilmente dei loro errori e rendere da nominato a carica elettiva quella di procuratore generale.

              Allora sì che le cose funzioneranno.

          • se fossi così semplice spiegare il perchè
            Non credo che sia sempre una questione soggettiva e lo dico a ragion veduta

  2. ma ancora qualcuno a questo non glielo ha spiegato che non trattasi di processo breve ma di processo interrotto?

    come dire: vai all’ospedale, fatti analizzare curare tutto e poi se servirà operati, insomma vedi di guarire ma….entro 15 giorni da oggi,se non fanno tutto nei termini previsti tutto si interrompe e te ne torni a casa, pure se stavi in sala operatoria con la pancia aperta, cos’ si imparano questi medici privilegiati…
    ed io?
    e tu muori, ma a me che mi frega!

    lo hai capito o no, cancellato
    che questo è il testo passato al senato e che io e tutti quanti abbiamo il diritto di commentarne gli effetti perchè non facciamo i chiromanti ?

    • ma è giusto.

      la giustizia deve funzionare come negli USA.

      PRIMA la magistratura si dota di prove inoppugnabili.

      POI scatta il processo, di modo che con tali prove i tempi sono brevi.

      In Italia esiste il processo INDIZIARIO, vero fascismo.

      Con questa norma, visto che i processi hanno una durata massima, i magistrati dovranno prima avere vere prove, poi far partire il processo.

      Non come DE MAGISTRIS, vostro eroe, che ha fatto TANTO RUMORE PER NULLA e sono stati tutti assolti ed intanto lui si è fatto eleggere.

      O Berlusconi, che ad oggi, E’ SEMPRE STATO ASSOLTO.

      • berlusconi non è stato quasi mai assolto, informati, bugiardo:
        ha cancellato i reati per cui era processato
        ha usato leggi ad personam e settanta avvocati per ottenere prescrizioni
        raramente assolto

        • è stato sempre assolto, citami una sentenza nella quale sia stato condannato, una sola.

          • Occhio Marco, occhio che ci sono tonnellate di dati e fatti al proposito.
            Apprezzo il coraggio, ma la tua è mancanza di prudenza.
            E poi, se fosse vero che è sempre stato assolto, salterebbe tutto il castello di carte sulla persecuzione giudiziaria.

      • Non mi risulta che in Usa abbiano i processi “a scadenza”; lì la giustizia funziona ed è veloce ma non c’è nessun limite.

        “Con questa norma, visto che i processi hanno una durata massima, i magistrati dovranno prima avere vere prove, poi far partire il processo.”

        Sbagliato; con questa norma chi avrà i migliori avvocati (ovvero più soldi) riuscirà, attraverso i mille cavilli burocratici e legislativi che costellano la giustizia italiana, ad andare oltre il tempo di scadenza e farsi cancellare il processo.

        Ricordati che molto spesso la copa della lentezza dei processi e degli avvocati che cercano in tutti i modi di allungare i tempi del processo.
        Per fare un esempio: se non esistesse la prescrizione (un’altra enorme stronzata che esiste solo in Italia) i processi sarebbero molto ma molto più veloci.

        De Magistris ha fatto indagini e processi, poi è stato sostituito da altri che hanno smontato tutto quello che lui aveva fatto.
        http://toghe.blogspot.com/2008/06/gli-interrogativi-irrisolti-del.html

  3. anch’io trovo calzante il paragone con l’ospedale, i medici privilegiati ed il paziente finalmente in sala operatoria che deve tornarsene a casa perchè il tempo è scaduto…
    ti tolgo solo l’insulto pur leggero perchè altrimenti qualcuno mi fa restare qui tutta la sera a censurare e nn ne ho voglia, porta pazienza…
    un appunto però te lo devo fare, non usiamo termini come processo breve imposti da loro, da RAISET, per confondere le acque
    trattasi di processo interrotto…

  4. leggi qui http://it.wikipedia.org/wiki/Procedimenti_giudiziari_a_carico_di_Silvio_Berlusconi, leggi tutto anche dove ti spiegano come ha fatto a farsi condannare in primo grado e poi cambiare legge sulle prescrizioni brevi e farsi assolvere
    oppure farsi condannare in primo grado e cambiare legge sul falso in bilancio e cavarsela?
    ed il giochino delle circostanze attenanti e le prescrizioni brevi?
    ma lo capisci o no che difendere un tale delinquente ti rende pian piano simile a lui?
    ma non avete un po’ di vergogna?
    ma se lo sanno tutti anche i muri che è “entrato in campo” per togliersi debiti e processi
    contando sulla vostra lealtà di cittadini italiani
    suoi sudditi
    ma almeno vi paga?

  5. Per averlo constatato personalmente in più occasioni e in periodi recenti ho visto sulla porta della sala udienze della Pretura della mia città dei calendari di 18 e più udienze di processi da celebrare in una sola mattinata.
    Le udienze iniziano alle 9,30 e terminano alle 14 e possono potrarsi anche fino alle 15 con brevissima pausa pranzo.
    Una media di 15-20 minuti ad udienza, in ciò inclusi sia i non pochi processi che neppure iniziano per vizi procedurali, sia quelli che procedono nelle varie udienze in cui vengono celebrati con rinvii a future udienze dopo 6-12 mesi, sia le udienze con arringhe, camera di consiglio e sentenza che richiedono di media dai 60 ai 90 minuti.
    Circa un 40% dei processi vengono soltanto rinviati per mancanze o difetti procedurali, un 30% avanza faticosamente, un 20% arriva a sentenza, un altro 10% è assegnato ai processi per direttissima, che comunque spesso subiscono anch’essi più rinvii.
    A chi capita in Tribunale in modo occasionale l’insieme appare come una baraonda pazzesca, si fatica tanto a credere che in quei luoghi si amministra la giustizia in nome del popolo sovrano
    Nel Tribunale della mia città,all’ingresso, da diversi mesi, si notano degli strani macchinari ancora imballati. Con un piccolo sforzo si arriva a capire che si tratta dei famosi tornelli del Brunetta. Per il movimento che nelle mattine si può vedere nell’atrio del Tribunale può esseere intuitivo pensare ad una mente malata che decida di installare i tornelli all’entrata della piazza del Duomo di Milano.
    Ecco la sola grande riforma che FI e/o PDL hanno attuato dopo tanti anni di gestione della Giustizia nel Paese è quella dei tornelli.
    La giustizia sommaria sembra essere il criterio dominante della riforma che spetta a noi “poveri” cittadini.
    Giustizia sommaria che non potrà consentire di indagare sui crimini del Sire i cui risvolti sono sempre molto articolati e ben nascosti, per cui non può essere consentito di sperperare i denari pubblici per indagare su “improbabili” crimini di un uomo al di sotto di ogni sospetto.
    in questo

  6. questo post è finito su tocqueville

  7. stiamo pure a vedere chi avrà ragione
    io la mia idea l’ho già

  8. quel panattoni è un grande bugiardo

  9. Una nota sul processo indiziario, che tanto indigna Panattoni.
    Prima, col vecchio codice penale, la giuria doveva solo vagliare le prove raccolte in istruttoria.
    La famosa riforma del “giusto processo”, tanto caldeggiata dal centrodestra proprio perhé ipergarantista, prevede invece che le prove si formino in aula: all’anglosassone, si diceva all’epoca della riforma.

  10. Al di là della discussione su processi lunghi o brevi, trovo molto grave il fatto che si possa giudicare il personale di un Centro Ustioni (il più grande del sud Italia) senza conoscere i fatti ed addirittura parlare di imperizia. Sono un medico ed immagino il lavoro, l’impegno e la dedizione di chi lavora quotidianamente a contatto con la morte e di chi salva quotidianamente vite umane. Tra le altre cose mi pare che il processo sia ancora in corso.Con tutta la comprensione per una mamma che ha avuto la sventura di avere una figlia ustionata, Trovo triste e vergognoso la facilità con cui si attaccano i medici!!!

  11. Sono completamente d’accordo con Nena; non sono un medico, ma mi sembra davvero assurdo dare per scontato che ci siano stati errori o colpe da parte del personale sanitario del cardarelli. Anche la trasmissione di “Mi manda rai tre” non mi è sembrata tanto una trasmissione “di informazione” quanto di “accusa – condanna”.
    Non credo esista un lavoro socialmente più utile e difficile del medico.. allora direi di aspettare prima di sparare sentenze.
    Sapete qual è la cosa che mi rattrista dinanzi a certi avvenimenti? E’ che agli stessi medici che ora sono sotto processo, non credo sia mai stata dedicata una trasmissione per le vite che hanno salvato; per le persone che hanno aiutato o per l’impegno che hanno messo nel loro lavoro. Proviamo a ricordarci anche di questo ognitanto

  12. Da questi commenti sono passti 3 anni,medici e presidente del consorzio erano a quella data già rinviati a giudizio e quindi imputati a tutti gli effetti,ma a tutt’oggi sono sta fatte solo 3 udienze……….quindi mi sembra di avere tutte le ragioni di essere preoccupata ed arrabbiata!

  13. Signora Nena se i medici sono stati rinviati a giudizio credo che qualcosa l’abbiano trovato….e poi mi sa spiegare come mai mia figlia è entrata col 25% d ustioni ed è uscita completamente deturpata dal collo ai piedi?Per favore non difendete la casta a prescindere!Come mai non hanno consegnato le foto di entrata di mia figlia e all’uscita non gliene hanno fatto?Facile parlare e poi se lei avesse letto attentamente si sarebbe accorta che ho scritto che i chirurghi plastici deila Maugeri di telese e del S.Eugenio di Roma sono stati eccezionali!Bravissimi e poichè io sono stata 6 mesi all’interno della terapia intensiva del centro ustioni del cardarelli,saprò bene d cosa parlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...