LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Il predellino 2 di un monarca livoroso e decadente trascina l’Italia nel fango…

69 commenti

Il «vero peccato» di Silvio Berlusconi non ha niente a che vedere con la vicenda Noemi Letizia o con il caso Mills, ma con la sua cattiva gestione dell’economia italiana: lo ha scritto di recente il giornalista Tony Barber sul Financial Times, nel Brussels Blog.
«Nella pubblica opinione – scrive Barber – qualcuno potrà considerare sorprendente che Berlusconi non sia stato condannato per essere il peggior amministratore dell’economia italiana dal 1945. Il suo primo, breve governo nel 1994 non ottenne nulla. La sua permanenza di cinque anni al potere dal 2001 al 2006 è stata notevole soprattutto per aver fallito nell’introduzione di riforme di liberalizzazione di cui l’Italia ha disperato bisogno per essere competitiva nell’Eurozona.
Ora presiede a un declino che l’Fmi ritiene possa fare dell’Italia l’unico paese dell’eurozona a sperimentare tre anni consecutivi di recessione, dal 2008 al 2010
». «E cosa peggiore – aggiunge il giornale – il debito pubblico dell’Italia è destinato a raggiungere il 116% del Pil entro il 2010, secondo la Commissione europea.  In altre parole, l’Italia sarà dov’era alla fine degli anni ’90. Noemi o non Noemi, questo è il vero peccato di Berlusconi»
Secondo questo pericoloso quotidiano bolscevico che spruzza odio per il capitalismo da tutti i pori , solo Mussolini aveva saputo far peggio per l’Italia, non a caso ora i suoi nipotini ideologici siedono nei Ministeri.

Meno male che trattasi di giornaletto dei centri sociali inglesi che nessuno legge e che non ha autorevolezza…

Vogliono l’immunità , vogliono evitare di sottoporsi al giudizio della magistratura, vogliono evitare il sistema di contrappesi previsto dalla costituzione e per far ciò bombardano tutti i giorni giudici, Corte Costituzionale, CSM e Presidente della Repubblica.

Intanto il nostro paese tornerà ad avere il livello di vita precedente alla crisi fra circa 10 anni, se saranno improntate le giuste politiche economiche per tornare a  produrre e consumare.

Il genio creativo che cambia idea sui massimi sistemi ogni tre per due, Tremonti, non capisce che occorre cominciare a spingere la domanda lasciando qualcosa in più in busta paga a chi lavora e paga le tasse .

Intanto la disoccupazione che segue la crisi economica si farà sentire a livelli mai visti nei prossimi mesi, considerando non solo i disoccupati ufficiali ma tutti quelli che non cercano più lavoro per le vie normali nonché l’imponente esercito di contrattisti precari che non avranno nulla quando perderanno, come sta accadendo in queste ore, i loro miseri contratti.

Ed il popolo del predellino che fa? Si adegua entusiasta al volere del proprio monarca di Arcore che non ha intenzione di governare ma solo di fare a spallate coi suoi supposti nemici tutti i giorni, mentre l’Italia va sempre più giù.

Mai vista tanta gente farsi fregare così da un delinquente politico come questo…e ridono pure , gli idioti del predellino!

E già perchè personaggi della levatura simile a questo  raffigurato a sinistra che tempo fa dicevano di berluskaiser peste e corma peggio di Di Pietro ora , in cambio di nulla  – il federalismo è ancora sesso degli angeli e senza altre ben più importanti riforme non si sa neanche se ci sarà mai e quanto ci costerà -,  questi idioti ci stanno facendo trangugiare le schifezze del loro vero capo e sono pure contenti…

Crazyhorse70



Annunci

69 thoughts on “Il predellino 2 di un monarca livoroso e decadente trascina l’Italia nel fango…

  1. purtroppo caro crazyhorse la mamma dei cretini è sempre in cinta
    è quella della persone intelligenti che pare non abbia più voglia di figliare…
    anch’io mi chiedo che peccato abbiamo fatto per meritarci una sciagura simile…
    complimenti per la foto del leghista calderoli: ha proprio l’aria dell’idiota patentato!

  2. Questo è un personaggio davvero indelebile, una figura tragicomica della quale l’Italia non si libererà mai più. Per colpa sua, all’estero ci rideranno dietro per i prox 50-100 anni, come hanno già fatto immortalando (a nostra imperitura memoria) gli altri celebri clown italici Al Capone e Mussolini.

    La sua fine – e quella del suo circo -, quando e se arriverà, arriverà troppo tardi.

  3. Certo che un presidente con “due palle e un … predellino”…

  4. Credo che il vero problema sia lo spostamento della attenzione, dalle cose che contano a quelle inutili. Il caso Noemi e quello delle escort è l’esempio lampante; i giornali scrivono quasi tutti di queste cose invece di martellare i politici riguardo i veri fallimenti, tra cui l’aspetto economico. Solo all’estero si possono trovare articoli come questo, d’altronde quando una persona è in grado di controllare quasi tutto, perchè meravigliarsi; meglio espatriare.

  5. il popolo viola ha dimostrato che ancora si può fare qualcosa
    e non tutti i beoti sono come calderoli…

  6. Silvio? E’ un immenso coglione, il Signore delle Cazzate, l’azzeccagarbugli del popolo bue. Alla festa per i neo-tesseramenti del PdL c’erano, nele prime due-tre file, esponenti di certe cosche e di certi clan… la créme-créme della mafiocrazia italiana (quasi tutti frequentatori dei festini a Palazzo Grazioli e Villa Certosa). Secondo me non c’è speranza. Lo avevano già dimostrato, a fine 2008, le elezioni in Sardegna e in Abruzzo, vinte dallo Psiconano con la sua sola giullaresca presenza. E poi via via tutte quelle che hanno seguito, con la sua vittoria anche dopo lo scandalo Noemi Letizia e l’appello disperato della moglie… La gente è proprio stupida a votarlo!

  7. non sapete vedere oltra il vostro naso: vi siete costruiti il nemico ed ora pur di andargli contro non vedete la realtà di un paese che solo Silvio Berlusconi ha la libertà, la volontà ed il carisma di cambiare:
    volete tornare ai governi del pentapartito e della spesa pubblica?
    Noi, la magioranza degli italiani non ve lo permetteremo!

  8. che brave persone che siete.

    Berlusconi è stato colpito al volto da un contestatore, labbro spaccato da un pugno.

    e voi siete i democratici, l’alternativa, etc etc?

    dare un pugno in faccia ad un uomo di 70 anni?

    che duri, eh…

    bravi, almeno dimostrate quello che siete davvero, fascisti rossi!

    • ecco qui uno di quei cancellato di cui si parla nel post che strumentaliza una statuina tirata al premier
      ehi cancellato come corri in aiuto del tuo cialtrone, eh?
      e poi se la prende col web
      che fai di cognome calderoli?
      ora s.b. farà un po’ di simulazione per qualche ora e poi dirà che ha il fisico ed è guarito,
      comunque noi siamo brave persone tu sei un
      misero topolino CHE va APPRESSO AL PIFFERAIO
      facci sapere che siamo preocupati per la salute del tuo padrone
      schivo…
      primo avviso: gli insulti qui sono vietati

  9. ti sfugge un piccolo particolare:
    l’uomo con le palle è stato al potere per 5 anni interi prima, ed ora per altri 2 anni (lasciando perdere gli altri spezzoni) e questa volta con una maggioranza che non ha precedenti nella storia della democrazia italiana.
    In questo periodo la situazione della giustizia è precipitata arrivando al collasso.
    Dimenticavo adesso nei tribunali si stanno mettendo i tornelli …..

  10. Per parte mia, nutro qualche dubbio.
    Non dimentico la cimice che B. si è fatto installare in casa sua, i falsi dossier etc etc.
    Tuttavia, se chi gli ha spaccato il labbro è davvero uno di sinistra, è un coglione e un violento, e ha sbagliato.
    Inutile strumentalizzarlo come tu fai, marco, di coglioni ce n’è dovunque.
    E di violenti, ce ne sono tanti, ma tanti, anche a destra.
    E non hai il diritto di estenderer il giudizio a tutti quelli che si oppongono a B.

    Mediolungo come sempre delira e non merita risposta.

    • qualche dubbio?

      hai visto la faccia insanguinata a RAI 3 al TG?

      secondo te è di destra chi gli ha spaccato il labbro?

      Adesso, dopo vagonate di articoli incitanti all’odio succede l’ovvio, e tutti voi a dissociarvi?

      troppo semplice, tu hai avuto articoli di critica politica e senza incitazione all’odio ma qui troppa gente ha scritto articoli di odio puro, e chi cerca trova…

      O no?

      • se Berlusconi non va al Duomo è il Duomo ad andare da Berlusconi

      • che bella figura del cazzo che hai fatto, tutta la sera a parlare di un pugno in faccia di un contestatore contro un povero vecchio
        e poi si scopre che era una statuina del duomo lanciata sul muso da un povero demente in cura psichiatrica
        chiedi scusa a tutti
        hai perso ogni credibilità…
        vergognati per aver insultato tutti qua dentro e chiedi scusa…

  11. state buoni non cadete nelle evidenti provocazioni e non insultate che certe strimentalizzazioni rabbiose si commentano da sole…

  12. Giusto Crazy, credo che Panovideo abbia esagerato.
    Lo censuri tu?

    • già fatto ma non ho intenzione di stare qui a cancellare tutta la sera
      piantatela qui tutti e due
      vale anche per panattoni:ho già cancellato gli insulti di panovideo quindi finisce qui

      • cosa vuoi da me?

        misure preventive?

        mollami, che non ti conviene.

        sei uno degli ispiratori morali dell’aggressione fisica ad un settantenne, con i tuoi articolo incitanti all’odio e con il tuo idolo Di Pietro che parla di scontri di piazza.

        quindi mollami, che a prendersela con un vecchio sono i tuoi compari.

        • Marco, non esagerare. Non mi pare proprio che Crazy horse abbia ai inneggiato alla violenza.

          • no, mai… i suoi articoli inneggiano all’amore…

            • Può darsi che mi sbagli, a memoria. Se è così, citami una qualche sua frase che inneggi o istighi alla violenza. Intanto io guardo per Mediolungo.

              • pensi che possa perdere tutta la sera, visto le tonnellate di articoli che ha scritto, a farlo?

                lui lo sa, ed anche tu, che articoli infarciti di odio e livore sono incitazioni alle frange più estremiste della vostra parte….

                E Di Pietro, che CP ha votato per sua ammissione, ha inneggiato agli scontri di piazza pochi giorni fa, quindi non fare la vergine.

                E’ dalla vostra parte che ci sono stati gli ultimi terroristi, ed è dalla vostra parte che un tizio aggredisce un vecchio.

                Perchè è nel DNA della tua parte, nel profondo, passare dalle parole ai fatti e sono ben pochi quelli che non hanno sorriso intimamente dei tuoi alla notizia del Silvio coperto di sangue.

                • Non c’è bisogno di perdere tutta la sera, me ne bastano un paio… Se ne ha dette così tante, la ricerca non sarà poi così difficile 🙂
                  Se Berlusconi di fa odiare, non è colpa nostra, ma sua.
                  Di Pietro? Non mi pare porprio che abbi ainneggiato alla violenza, se lo ha fatto citalo.
                  Ribadisco che i terroristi NON sono dalla mia parte.
                  Quanto al DNA, non mi pare che Brescia, Piazza Fntana, l’Italicus, eccetera, siano episodi da nulla, o di sinistra.
                  E non bisogna dimenticare il quotidiano stillicidio di aggressioni fasciste che prosegue nel paese.
                  Che siano ben pochi quelli che, eccetera, vorrei sapere: ma tu sei fisicamente nella loro testa? Hai letto i commenti? Il giudizio più gentile verso l’aggressore è “coglione”.

                  • lascia perdere, giustifichi l’aggressione dicendo che se si fa odiare è colpa sua, quindi ti mollo.

                    guardati il video qui sotto, se non ti indigna non so che farci, io faccio a pugni 3 sere a settimana ma non metterei mai le mani addosso ad un vecchio, uno della tua parte lo ha fatto e questo è un dato che non puoi cambiare.

                    visto che comunque fai finta di non capire, lascio perdere e non perdo altro tempo.

                    • No marco, non fare il furbo. Io non giustifico l’aggressione. Dico solo dell’odio. L’odio non è detto che sfoci in violenza.
                      Quanto a te, se ritieni di perder tempo, a parlare ocn me, sai che dolore.

        • ora che si è scoperto che un demente ha lanciato una statuina del duomo a quanti pazienti visitatori devi chiedere scusa
          vergognati fascista bresciano

    • Ricevuta dalla mailing list dei Circoli della libertà
      dai CIRCOLI della lIbertà :

      Silvio Berlusconi, Primo Ministro per cui abbiamo votato e Presidente del Popolo della Libertà per cui ci impegniamo quotidianamente con l’obiettivo di migliorare la nostra amata nazione, è stato oggi vittima a Milano di una vile e violenta aggressione da parte di uno squilibrato mentale, che è costata al Premier la rottura del naso, la perforazione di un labbro, l’eradicazione di un dente e la rottura di altri due.

      Proprio il fatto che l’aggressore non sia un né un anarco-insurrezionalista, né un seminatore del terrore, ma un malato mentale in terapia da oltre 10 anni, ci fa ritenere che il gesto sia particolarmente grave e sintomatico, poiché non legato ad obiettivi personali, ma al clima di odio e di violenza di cui Massimo Tartaglia – così il nome dell’aggressore – è stato la prima vittima….

    • il clima d’odio lo fate voi contro di noi che adesso volete reprimere
      anche il web con la scusa della statuina lanciata da un povero squilibrato
      ora usate la faccia sanguinante per fare impressione?
      vergognati strimentalizzatore di bassa lega

  13. ULTIM’ORA
    Pare si sia trattato di uno squilibrato. Era in cura psichiatrica da dieci anni.
    C.V.D.

  14. Come dice Dati il mandante potrebbe essere di casa…
    e non si meraviglierebbe nessuno.
    Quello che conta è l’effetto immediato sull’opinione pubblica. E come si vede anche da queste parti (parole profetiche di RENTI nel primo intervento su questo post) la madre degli idioti è sempre in cinta. Figuriamoci lo sdegno dei piccoli borghesucci, pretesi imprenditori del milanese (ogni riferimento è ovviamente casuale).
    Pensate ad esempio a Fini che dovrà stare zitto per molto tempo.
    E già è possinile che l’episodio serva per cacciarlo dal PDL come fiancheggiattore del Fronte proposto da Casini.
    Ma pensate: gli è caduta la dentiera: che orrore.
    E poi la materia plastica è stata seriamente danneggiata…
    Il Silvio dalla faccia sembra credere che si stia ripetendo Piazzale Loreto.
    Pochi minuti prima ha ripetuto la SOLITA sequela di citiche-insulto alla sinistra, ai giornali, ai magistrati.
    Quelli dei Centri Sociali sono stati mobilitati apposta da chi?
    Intanto l’Emililo Fede promette che mai nel suo TG darà spazio a Di Pietro. Parola di FIDO.
    In sintesi, dimenticavo, a me di quanto è successo non
    me ne frega più di tanto. Chi semina vento raccoglie tempesta e non da oggi.

  15. quando e circondato da ragazze non e vecchio!

  16. io berlusconi lo vorrei rimandare a casa in salute
    o se dovesse meritarselo per sentenza passata in giudicato
    mandarlo in galera per i reati che ha commesso
    ma niente sangue e botte nè violenza
    che serve solo a martirizzarlo e regalargli voti
    oltre ad essere cosa esecrabile sempre e nei confronti di tutti

    molti di voi non c’erano ma chi c’era l’anno scorso – o anche prima – dovrebbe ricordare un tale de la serna estremista di sinistra reale ( intendo nella vita vera con annessi e connessi sui trascorsi ed anche sulle sue intenzioni ) ed in carne ed ossa che inneggiava alla violenza proletaria in modi disgustosi minacciando personalmente anche gli amministratori di questo blog in modo indegno ed anche in altro blog – una decina – fra cui quello di una frequentatrice di questo blog, tale kitiara

    ebbene chiedete a franca e allo stesso panattoni se non ha perso la memoria che cosa ho fatto contro di lui
    e chiedetevi perchè non scriva più il piccolo curcio dell’autonomia romano padovana , perchè non ci sia più traccia di lui né qui né da nessuna altra parte

    quindi le provocazioni dell’emilio fede bresciano sulla violenza le riservasse a se stesso
    non contro chi la combatte veramente e su tutti i fronti

    oggi uno squilibrato ha colpito berlusconi e l’emilio fede dei dintorni
    ha pensato bene di venire a provocare ed insultare tutti
    dandoci dei picchiatori
    oltre che svicolare da quanto ho già detto
    sopra
    egli dimentica:
    – che il suo padrone ed i suoi servi insultano la sinistra da sempre, sia l’elettorato che i dirigenti
    – che lui stesso piccolo fede della bresciana
    provoca continuamente insulti con tutti, insulta donne, fa riferimenti continui a cose personali , agli organi sessuali ( avrà qualche problema…) ed ai parenti delle persone che insulta
    gli piace molto personalizzare
    continuamente
    forse in realtà è in cerca di amicizia con tutte queste personalizazzioni
    ma
    a parte gli scherzi
    non dobbiamo cadere nel suo giochino per questo ho subito censurato panovideo ed avvisato anche il panattun

    al quale ho scelto di non replicare subito
    così ora lui stà contento

    grazie dati e fatti per la difesa
    in mia mancanza
    hai fatto sicuramente meglio di quanto non avrei fatto io
    ma ora sto imparando ad andare a fare un giro…

  17. Dati e Fatti,mentre scrivo mia moglie,la mia compagna
    di quarant’anni di vita,sta per essere divorata da un orco disumano ;il cancro.Non sono in vena di darmi ad
    lnterpretazioni e giudizi di fatti che accadono nella
    sfera politica.Il mio vuole essere un parlare come a
    una persona che sa ascoltarmi.Il video del Panattoni
    riporta oltre il fattaccio del Berluska, il ministro
    La Russa che poche settimane fa,come riportato da
    “Bella ciao”mentre stava seduto in un locale di una
    piazza di Barcelona, intervistato da alcuni giovani
    Italiani rispose ad uno di essi di 26 anni;”..ti venisse un cancro si un cancro.Nel mio dramma ora ti
    chiedo di venirmi in aiuto perchè non so quale possa
    essere lo spettro che possa rivelare l’umanità e la
    decenza di una simile frase.Il mio cane ha connotati
    di umanità ben più evidenti.Ora lungi da me il voler
    appagarmi con la violenza,ma questa volta non posso
    che essere d’accordo con Mario S.”chi semina vento
    raccoglie tempesta”.La pietà si addice alle persone
    semplici che vivono e si esprimono con moderazione
    Per chi si ritiene al di sopra la sorte generalmente
    riserva un altro trattamento.Se ti è possibile rispondimi Dati.In questo momento mi farebbe piacere
    il contatto umano del parlare e della compagnia.

    • ti rispondo io per ora
      e ti capisco perfettamente
      passate le prime ore in cui cercheranno di dire che il tipo della statuina era un comunista
      od uno di di pietro
      se uscirà fuori con forza che invece è come pare uno squilibrato in cura da dieci anni
      vedrai che cambieranno subito notizia ai loro tg di regime
      ed anche i loro sciocchi epigoni nel web perderanno ardore
      ti sono vicino sul dolore per tua moglie che soffre per il cancro
      fai di tutto per non farla soffrire
      mi vien da dirti
      per esserci passato già diverse volte nella tua situazione
      ciao

    • Mi spiace averti letto solo ora. IL caso purtroppo vuole che anche io abbia passato lo stesso calvario, non con lamoglie ma con la sorella, pochi anni fa.
      Quindi ti capisco benissimo.
      Capisco anche la tua rabbia, che – a quanto dicono gli psicologi – è una fase fisiologica dell’elaborazione del dolore psichico.
      Non capisco altrettanto quella di La Russa, che dovrebbe stare attento a come parla, ovviamente.
      Tanto per far vedere che le campagne d’odio e le battute grevi, beh, non sono proprio a sinistra.
      Tieniti in contatto, Tor Brunen, se hai bisogno di parlare.
      Coraggio.

  18. che banda di clown.

    Cavallo Pazzo, un raro coniglio, è stato minacciato da De La Serna (un ex galeotto estremista di sinistra) dopo che lo stesso De La Serna aveva minacciato me dall’inizio della fondazione del blog.

    Io ho dato il mio indirizzo a De La Serna, per chiarircela, Cavallo Pazzo se l’è fatta sotto ed ha minacciato azioni legali.

    Questo qualifica già le persone.

    Detto questo, è ridicolo che dopo mesi di articoli deliranti sul satrapo, sulla fine che deve fare come a piazzale Loreto, adesso che qualcuno agisce come da vostra indicazione, vi indignate.

    Qui non hanno istigato alla violenza solo Dati e Fatti, Lucio Garofalo e Franca Corradini, gli altri esimi commentatori di sinistra hanno:

    Cavallo Pazzo – ondate di spazzatura in articoli deliranti, incitanti all’odio personale

    Rosellina 70 – articoli deliranti che sponsorizzavano i bei tempi andati delle BR e dell’ultra sinistra militante

    Marios – mai articoli, solo commenti provocatori

    Bertoldino – un poveretto, imbevuto di ideologia ed odio verso chiunque sia di destra.

    E sono il l’Emilio Fede bresciano?

    Io sono LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI, quella che si è rotta i coglioni di voi e del vostro modo di agire e di parlare, quella che è indignata perchè una persona, pompato dal vostro odio, ha aggredito un settantenne.

    questo sono.

    e salvo il vostro padrone, l’esimio Di Pietro (cazzo, se il vostro Dio è uno che non sa nemmeno parlare l’italiano questo vi qualifica totalmente…) tutti stanno dicendo quello che dico io.

    Ma voi no, voi fate parte di quelli che su facebook hanno fatto gruppi per festeggiare l’aggressione.

    Maroni ha ragione, è ora di finirla.

    Serve vietare simili cose su facebook e chiudere blog che inneggiano a Nassyria o alla violenza (e blindare chi li scrive), comunque avete voluto la guerra, adesso ce l’avete, spero che Maroni rispetti la parola e che vi faccia capire che è cambiato il vento.

    • Marco stai attento, che sei al limite della diffamazione. Io non ho incitato proprio a nulla.
      Occhio eh.

      • “Qui non hanno istigato alla violenza solo Dati e Fatti, Lucio Garofalo e Franca Corradini”

        ho scritto che NON hai istigato alla violenza, tu assieme a Franca e Lucio Garofalo, rileggiti la frase, l’italiano è chiarissimo. Tanto è vero che escludendo te, franca e garofalo ho scritto come e quando gli altri abbiano istigato alla violenza.

    • 1) io non ho minacciato azioni legali io le ho fatte
      ed ora quel cretino non inneggia più
      tu sei solo un chiacchierone che al momento in cui il blog ha avuto bisogno si è tirato indietro più volte lasciando sola la tua ex socia
      ad affrontare un matto delirante
      io ho risolto il problema
      2) dopo insieme ad altri abbiamo ridato dignità ad un blog che era una tana di nazistoidi – pochi e deliranti, peraltro – ed ora è un posto di discussione dignitoso e molto seguito con migliaia di accessi e commenti e gente che fa a gara per scriverci , non per scappare via come quando lo gestivi tu.
      3) la tua invidia ed il tuo rosicare hanno raggiunto punti limite e neanche ti accorgi che si vede benissimo perchè sei così nervoso
      4) qui padroni e miti politici non ne abbiamo e non certo in di pietro che non diventa un mito solo perchè l’ho votato
      mentre tu hai miti e padroni come bossi che diceva di berlusca peggio di di pietro solo pochi anni fa
      rispondi : come mai avete cambiato idea?
      Uno che minaccia secessionie e sangue, che voleva andare a prendere i fascisti uno ad uno nelle case, che si pulisce il culo col tricolore, che dice di avre 300.000 fucili pronti a sparare
      panattun sei ridicolo tu ed i tuoi padroni site eversori ed istigate odio!!!

      • che clown.

        1) le azioni legali ci mettono ANNI per funzionare, DLS era un bluff cancellato
        2) il blog era dignitosissimo ed era plurale come voci, ora è solo scritto da gentaglia come te.

        che pluralismo, eh?

        3) io non ho bisogno di rosicare perchè non sono un nessuno che diventa qualcuno perchè scrive su un blog, cancellato

        4) tu hai miti e padroni, ed hai istigato odio. E chiaramente essendo ipocrita, nemmeno hai il coraggio di rivendicarlo.

        Ma continua così, vai avanti.

        la prossima volta faranno un attentato o spareranno ma tu farai i distinguo e dirai che forse se lo sono meritato, rinnegando ovviamente quello che avevi scritto un secondo prima…

  19. Avevo capito male. Credevo che il senso fosse: “qui non hanno istigato alla violenza solo franca, D&F e e LG, (ma anche)Cavallo Pazzo e Rosellina”.
    Chiarito l’equivoco, il punto non si sposta. Lo dici di loro, non di me.
    Sempre vicini alla diffamazione siamo.

  20. Dati e crazyhorse più che ringraziarvi penso ad un
    abbraccio.Non ho più la testa per il momento di sentirci,ma ci sarò con voi ogni volta che servirà.Mi
    sento di sprecare due paroline per PANATTONI,un manicheo di infimo grado farneticante.Se odia tanto
    quelli che, non essendo diversamente abili,cercano di
    vedere il mondo secondo la propria conoscenza ed intelligenza senza padroni assoluti allora sappia che
    sono disponibile se volesse sfogare la sua volgare
    violenza.Mi aspettavo che dicesse qualcosa su LA RUSSA.Ma dovranno prima o poi chiedere scusa a molte
    persone per questa condotta vergognosa senza eguali
    nel governo della Repubblica che sopratutto la sn
    autentica gli ha permesso di godere.Vi saluto e grazie
    del vostro consiglio.Salvatore FONTANA

    • cosa vuoi da me?

      mia madre ha avuto un tumore all’intestino ma non sono andato a sbandierare i cazzi miei su internet, mi spiace per tua moglie ma se è fortunata (come mia madre) ne esce.

      detto questo, La Russa ha detto una cosa infelice e di cattivo gusto.

      E quindi ti ripeto, cosa vuoi ancora da me?

      io avrei “volgare violenza”, quelli che su facebook dicono che Tartaglia santo subito sono anime pie? quelli che dicono che sparare al Silvio è il gesto dell’anno cosa sono?

      Per me sei un perfetto estraneo ed io non ho nessuna violenza da sfogare, se hai qualcosa contro il sottoscritto vienimi a trovare in palestra, ti presto i guantoni ed in 10 secondi ti faccio capire come gira la vita, diversamente visto che non ti ho nè offeso nè citato prima del tuo intervento nei miei confronti, mollami che ti conviene.

    • senti non ti rivolgere cosi’ a Panattoni
      che lui è LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI !

      un abbraccio forte.
      una parolina su La Russa:
      non ce la fa piu’, non reggerà molto.
      Si nota bene che le sue reazioni sono sempre piu’ violente, inspiegabili e irritate.
      Anche per avere la faccia da culo, bisogna impegnarsi ed avere fantasia.
      Per adesso, quello che traspare da Larussa è solo nervosismo e INETTITUDINE.

      • che due coglioni.

        La Russa ha detto una cosa sgradevole, e chi come il sottoscritto ha vissuto il cancro in famiglia lo percepisce di più, ma visto che non siamo a CARRAMBA o da Maria De Filippi e certe cose mi sembrano private, non ho commentato subito.

        Adesso che cazzo è questo, un reato?

  21. ecco qui chi siete, la Bindi vi rappresenta degnamente, e poi non istighereste alla violenza…

    “Rosy Bindi fuori dal coro. La presidente del Pd ha inviato la sua solidarietà a Berlusconi e condannato l’aggressione, tuttavia, ha aggiunto in un’intervista a La Stampa, “resta il fatto che tra gli artefici di questo clima c’è anche Berlusconi, non può sentirsi la vittima”. “Questi gesti – ha detto – vanno sempre condannati. Qualche volta però sono spiegabili”. Poi la nota: “Nessuna ombra sulla mia solidarietà al premier”.”

    • Non vedo in questa frase della Bindi alcuna istigazione.
      Ha detto solo che B. è l’artefice del clima di violenza verbale creatosi. Ma ha anche aggiunto che l’atto in sé resta esecrabile.
      Esatta,emte ciò che ho detto io.
      E di me tu hai detto che non istigo.

      • non la vedi SOLO TU, visto che la Bindi per scusarsi ha fatto già due dichiarazioni dicendo che l’hanno travisata.

        • Sentiamo. Nella prima versione dell’intervista (alla STampa se non sbaglio), cosa avrebbe detto di così grave la Bindi? Prego citare testualmente.

          • che “Berlusconi è responsabile del clima politico” e “che non si lamenti”.

            belle frasi, solidali.

            • Non è vero, Marco. Il “non si lamenti” è solo il titolo de La Stampa. Nel testo dell’intervista c’è questa frase:

              «Ci mancava pure questa. Sia ben chiaro, questa intervista deve aprirsi con la solidarietà a Berlusconi e con la condanna del gesto. Resta il fatto che tra gli artefici di questo clima c’è anche Berlusconi, non può sentirsi la vittima. Questi gesti vanno sempre condannati, mai giustificati. Qualche volta però sono spiegabili. Certo, se si continua a dividere questo paese, alla fine…».

              In altre parole, condanna il gesto. Ma se si parla di responsabilità sul clima politico generale, la colpa, quanto meno, è ANCHE di B.
              E’ esattamente quello che ho detto io.
              Il “non faccia la vittima” è chiaramente riferito al clima, non certo all’aggressione.
              Questo il testo riportato sul giornale. Da qui a dire che la Bindi ha inneggiato o incoraggiato la violenza, ce ne corre.

    • PANATTONI più coglione di cosi non potevi manifestarti
      La mia tragedia me la sto vivendo in privato con i miei figli in maniera devastante perchè nessuno è in
      grado di aiutarmi e mia moglie si sta spegnendo e sento profondamente il peso della mia impotenza.Se parlo è perchè il mio dolore privato e ti assicuro che
      lo sto vivendo con dignità,e perchè so immedesimarmi
      nella tragedia che colpisce tante altre famiglie come
      la mia e non vedo motivo alcuno per non essere disposto ad ascoltare il dolore degli altri.E’ strano
      per quelli come te che in questo Paese stanno svuotando di significato il vocabolo della solidarietà
      L’istigazione alla violenza non può essere che stia
      galloppando da quando con smisurato narcisismo
      qualcuno a te caro ,ad uso proprio,sta demolendo tutti
      i caposaldi della Repubblica?O sono i comunisti?
      Adesso chiudo perchè non ho voglia di scassarmi la
      testa con la tua idiozia.Almeno avresti potuto provare
      a fermarti alla violenza verbale.Invece sei sceso più
      in basso e questo è un problema di intelligenza.Al
      momento stai lontano da me .Io intanto tornerò al
      confronto delle mie idee e nella normalità sono pacato
      nel valutare quelle degli altri.Se ti fossi pronunciato al momento giusto al riguardo del deplorevole ministro La Russa sarebbe finita prima. CARRAMBA e dalla De Filippi probabilmente interessa
      agli uomini come te .A me basta la mia storia perchè
      dietro le mie spalle c’è stato sempre e solo Salvatore
      FONTANA.

      • Ton Brunen, ricordo che anche io a suo tempo sentii la voglia di sfogare il mio dolore sul web. Accanto a tanta solidarietà, raccolsi anche qualche commento indelicato. Succede, non te la prendere. Se vuoi scrivimi su splinder, anche in pvt.
        (ti registri su splinder e poi fai una ricerca per “DatieFatti”)

      • Salvatore FONTANA

        forse non ti è chiaro.

        a me spiace per tua moglie, ma come mi spiace quando sento di una disgrazia al telegiornale e sento che qualcuno è morto.

        dico poverino poi vado avanti.

        sei tu che mi hai provocato, se tua moglie sta male non è colpa degli altri.

        Quindi risparmiati queste filippiche o i tuoi insulti al sottoscritto, perchè sei stato tu a venirmi a provocare, io avevo ignorato apposta il tuo commento visto l’argomento.

        Di conseguenza, MOLLAMI, perchè della tua storia non mi frega un cazzo, e di te men che meno, quindi smettila di infastidirmi.

        • Panattoni per ora ti mollo, fin qui hai dimostrato
          che sei un arrogante e spregevole BUFFONE.Sei un bel
          manichino da campi di concentramento.L’Web lo stavo
          usando per distrarmi un pò con persone decenti.Tu sei
          un vigliacco.

          • ma che avete sclerato tutti e due?
            panttoni e crazyhorse andate a fare a botte dove vi pare
            ma non qui
            la gente non deve leggere i vostri appuntamenti
            da maschietti bulletti
            mi stupisco di cavallo
            ora vi devo cancellare entrambi

  22. Aiuto, io non ce la faccio a leggere tutto….volevo intervenire ma è impossibile farlo seriamente in pochi minuti
    Stasera voglio vedere l’infedele dove c’è l’amico che tenta a larghe mani di mettere il CAPPELLO sul popolo viola…
    E pensare che non è nemmeno di partito….

    Ho da controllarlo stretto anche se ne sono uscita dal Comitato Promotore, proprio ieri mattina.

    Sul passato voglio che si dica la verità, non si scherza.

    Ho passato parte del pomeriggio con una Tv francese ed una locale….sono una blogger che non ha più tempo di blogggare ….
    Ora posto al volo una cosa che spiega il mio aver lasciato ( non è mia ma condivisa in pieno )

  23. E POI VOI NON SARESTE I MANDANTI POLITICI? ED IL SOLITO SARDO PARLA DI MANDANTI? SIETE VOI I MANDANTI,LEGGETEVI COSA DICE LA VOSTRA ARMA UMANA, IL TUTTO VOSTRO TARTAGLIA.

    DICE LE STESSE COSE DI CP, DI MARIOS E DI ROSELLINA, PERO’ VOI NO, VOI SIETE DIVERSI….

    IN COSA NON MI RIESCE DI CAPIRLO….

    Milano – «La personale, alta insofferenza che nutro verso Silvio Berlusconi, la sua politica e il suo partito». Così, all’inizio del verbale firmato nella notte di domenica davanti al procuratore aggiunto Armando Spataro, Massimo Tartaglia indica senza mezzi termini il movente del suo attacco contro il capo del governo. Una confessione piena, e non poteva essere altrimenti, in cui Tartaglia non si dichiara affatto pentito, e anzi spiega e ribadisce le ragioni del suo gesto.
    È la sua confessione, da questo punto in avanti, il blocco di partenza dell’inchiesta e del processo. Un’inchiesta e un processo che sarebbe già chiusa e un processo già chiaro nei suoi esiti possibili – con un Tartaglia destinato a scontare un periodo di carcere piuttosto breve – se su tutta la vicenda giudiziaria non pesasse l’incognita dello stato mentale dell’indagato. Che, anche ne corso dell’interrogatorio, appare a chi gli sta davanti assai precario. E che in serata scrive una lettera di scuse al premier «per un atto superficiale, vigliacco ed inconsulto».

    Scena dell’interrogatorio, la stanza – al terzo piano della questura milanese – di Bruno Megale, capo della Digos. A condurre è Armando Spataro, capo del pool antiterrorismo della Procura milanese, con accanto Megale e il comandante del reparto informativo dei carabinieri, Andrea Chittaro. Tartaglia appare frastornato, ma non abbastanza da non capire di essersi ficcato in un guaio dall’eco planetaria. Ma non si rimangia niente. Parla delle sue convinzioni politiche. Racconta qualche dettaglio del suo odio verso il premier, «perché non ci spiega come ha fatto i soldi», affastella confusamente buona parte degli argomenti consueti della polemica anti-Cav.
    Poi si entra nei dettagli del pomeriggio di domenica. E qui si direbbe che lo sfasamento non impedisca a Tartaglia di capire che se vuole limitare i danni deve almeno evitare l’aggravante della premeditazione. In tasca gli hanno trovato un piccolo campionario di oggetti il cui unico senso, in quelle circostanze, è l’utilizzo come armi improprie: un lungo e acuminato pezzo di plexiglas, un pesante posacenere da tavolo, un grosso crocifisso, uno spray urticante. Che voleva farne? «Ero uscito per venire al comizio, avevo letto che nei giorni precedenti c’erano stati degli scontri (si riferisce probabilmente ai tafferugli nei cortei del 12 dicembre) e volevo potermi difendere», mette a verbale.

    Giura di essersi mosso da solo, «non avevo contatti». E quando gli chiedono se quando ha comprato il souvenir aveva già in mente di usarlo come arma contro Berlusconi, la sua risposta è disarmante: «Un po’ sì, un po’ no». Peccato che, intervistati da «Striscia la notizia» saltino fuori due testimoni che raccontano di come, in attesa dell’arrivo del premier, un tizio con l’aria da matto annunciasse pubblicamente con aria minacciosa che «stava aspettando il premier». «Abbiamo avvisato un poliziotto – raccontano i due – ma lui stava telefonando e ci ha detto solo di chiamare il 113».

    Al termine dell’interrogatorio, domenica notte, Tartaglia viene spedito a San Vittore, in isolamento al centro clinico, sotto sorveglianza 24 ore su 24 per evitare che si faccia del male. Ieri mattina Spataro chiede al giudice preliminare la convalida dell’arresto e l’emissione di un ordine di custodia in carcere per il reato di lesioni aggravate. Quali siano i motivi che impediscono la sua scarcerazione appare così ovvio che Spataro non sta neanche a indicarli nel dettaglio. Lo stato di esaltazione ideologica di Tartaglia, ritiene il pm, è tale che potrebbe spingerlo a colpire ancora un altro obiettivo, o darsi alla fuga. Entro oggi un giudice preliminare deciderà se accogliere la richiesta della Procura e tenerlo in carcere. E poi? Paradossalmente, le prospettive più fosche per il 42enne imprenditore di Cesano Boscone potrebbero arrivare se venisse dichiarato infermo di mente, perché rischierebbe di venire inghiottito da un meccanismo di trattamenti sanitari obbligatori e di manicomi giudiziari di durata incalcolabile. Mentre se il processo dovesse seguire il suo corso normale le conseguenze sarebbero relativamente lievi. Qualche settimana di carcere cautelare, poi il processo per lesioni. Per questo reato la legge prevede una pena massima di tre anni di carcere, che salgono a quattro in caso di circostanze aggravanti (e qui ci sono sia la premeditazione che l’aver colpito un pubblico ufficiale).

    Però se Tartaglia sceglie il patteggiamento o il rito abbreviato, si ritorna di nuovo ai tre anni, o anche sotto. Quanto basta al lanciatore di cattedrali per evitare il carcere e restare libero, consegnato ai servizi sociali e ai propri fantasmi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...