LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Si spengono le luci, tacciono le voci e dal buio si sente sussurrar : é finita!

12 commenti

L’atmosfera intorno al governo ed a Berlusconi  è satura di scintille e si notano i movimenti scomposti e frenetici delle fasi che precedo in genere i cambiamenti.

Sotto il profilo economico continua l’inazione di Tremonti che scontenta sia i fautori di una politica di forte intervento nell’economia quanto i seguaci del liberismo. Semplicemente sotto il vestito di  condoni e di  scudi fiscali, niente.

Tutto ciò che aveva a che fare con le necessità ed i bisogni degli italiani è fuori dalla finanziaria licenziata dal senato.

Niente Cedolare secca  del 20% sugli affitti, niente credito di imposta, niente fondi per la ricerca, niente taglio dell’IRAP, niente quoziente familiare per le tasse, niente investimenti sul lavoro e nemmeno gli 80 milioni promessi dalla Gelminiper i precari, niente Banca del mezzogiorno, niente investimenti sulla banda larga, con queste ultime due questioni secondo alcuni solo prorogate per il passaggio alla camera.

Dopo aver tagliato in due anni 1, 5 miliardi nel comparto sicurezza, ora ce ne rimettono 100 milioni, ma con un trucchetto per il quale vengono prelevati da un fondo dove erano già destinanti a tale scopo. Se anche fossero soldi veri sarebbero un insulto dopo quel genere di tagli.

I servi berlsuconici dai loro tg delle 5 reti di raiset spacciano per taglio alle tasse la proroga del versamento del 20% dell’acconto IRPEF di novembre alla prossima primavera: due lire in più per le piccole partite iva sotto natale, due lire in meno a Pasqua quando gli stessi “fortunati” dovranno restituire.

Non è passato al Senato l’emendamento che prevedeva lo stanziamento di 100 milioni di euro per far fronte alle esigenze delle popolazioni di Messina e di Scaletta Zanclea, colpite dalla recente alluvione.

Il governo è dilaniato da uno scontro interno del genere : liti furibonde prima della fine

Dopo un anno e mezzo dall’inizio della legislatura, la maggioranza più forte che sia mai uscita dalle urne in Italia appare davvero divisa su tutto. La strategia di Fini ormai è chiara: da una parte, il presidente della Camera fa sì sì con la testa a Berlusconi, poi continua ad aprire continui  fronti di sottecchi.

Continua più acerrimo che mai lo scontro tra Tremonti ed il gruppo intorno a Baldassarre: in senato  si è risolto a vantaggio del primo ma solo per un soffio. Astensioni incrociate, liti furibonde del ministro economico con Brunetta( ” ti prendo a calci in culo se solo ti avvicini” ) e con la Presigicamo («Cara Stefania, questo modo siciliano che hai di ragionare... »ed in risposta volano carte ed improperi «A me certe battute non le fai»).

Sempre più gente del pdl si smarca da berlusconi facendo delle precisazioni e dei distinguo che un tempo sarebbero stati impossibili – dall’avv. Bongiorno a Pecorella , da Taormina per finire a Baldassarre , da Granata a Bocchino, da Ronchi a Poli Bortone a diversi altri deputati di A.N. mentre l’affaire Cosentino rischia di esplodere in mano al berlusca se continua a maneggiarlo come fa in questi giorni.

Anzi non credo di esagerare se penso che la pentola della campania esploderà molto presto e travolgerà sia il pezzo di sinistra dalemiano ancora a guardia del bidone  Bassolino che l’ ampio fronte del centrodestra ed il motivo scatenante saranno proprio l’intreccio camorra – rifiuti-termovalorizzatore.

Berlusconi in crisi personale e di isolamento interno

Berlusconi sempre più ossessionato dal chiodo fisso di sfuggire ai giudici  è ormai assente  completamente dalla vita politica  dimostrandosi disinteressato ad ogni altro aspetto : vaga depresso e pensieroso ed alla fine lo stress senza via d’uscite l ‘addormenta, nelle riunioni è spesso sonnacchioso. Ha  cominciato l’altro giorno a Berlino  a dormire mentre parlavano i suoi colleghi europei e pare che anche ieri al CdM continuasse ancora. Dal giorno del redde rationem con Fini è caduto in un baratro sconsolato ,  aggravato dalla definitiva iniziativa giudiziaria della moglie che ne richiede la separazione per colpa. Inoltre è  ormai consapevole che a colpi di invenzioni di mavalà Ghedini finisce per prenderle sui muso senza anestesia come col Lodo Alfano.

Ancora sulla giustizia sfatiamo la legenda dei 5 telegiornali di RAISET: i successi quotidiani degli inquirenti nella lotte alla mafia sono avvenuti non grazie al governo, ma nonostante il governo.

I buoni  risultati sul fronte della cattura dei mafiosi latitanti e della confisca dei beni sono dovuti  all’impegno costante e spesso eroico degli inquirenti , cioè di quei poliziotti panzoni lasciati senza macchina, soldi e benzina da questo governo che gli ha tolto 1,5 miliardi in un anno e mezzo e di quei giudici assassini e toghe rosse che berlusconi combatte da anni e contro i quali si ascalgia con leggi e con dichiarazioni mediatche roboanti un giorno sì ed un giorno pure.

Nel  frattempo si apprestano a varare la “riforma della giustizia”  che dalle anticipazioni ufficiali del ministro Alfano, consisterebbe nel far finire i processi dopo due anni dal decreto di rinvio a giudizio, “riforma” valida per i processi in corso e solo per gli incensurati.

Anche un laureato in giurisprudenza della università di paperopoli capirebbe che tutto ciò è anticostituzionale ed infatti fra i tanti anche un giurista socio da sempre del premier, Baldassarri , ha riconosciuto essere una vera schifezza anticostituzionale.

Schifezza perchè in tal modo si travolgerebbero decine forse centinaia di migliaia di processi di grande allarme sociale, per salvare il premier da un paio di processi che lo riguardano.

Chicca finale i beni confiscati alla mafia non avranno più quell’utilizzo sociale che hanno avuto finora, ma saranno venduti a i privati, con buone ottime chance per la mafia , quindi , di ricomprarseli tutti.

Penso alla associazione LIBERA  ed al bel lavoro fatto per i terreni dei corleonesi di Riina ed immagino già il figlio del boss  già prionto a riprendersi la roba del padre.

Anche a questo progetto  manca solo il nome ed il cognome dello sventurato destrico che sarà costretto ad intestarselo, per  aggiungersi agli altri cognomi famosi ( ex Cirielli, Cerami, Pecorella ecc. ) alle leggi vergogna del passato.

Crazyhorse70 banner silvia

Annunci

12 thoughts on “Si spengono le luci, tacciono le voci e dal buio si sente sussurrar : é finita!

  1. non dare i soldi per l’alluvione di Messina è solo l’ultima bastardata di un governo tra i più infami e corrotti della storia

  2. ciao CP…
    perchè non metti il loghetto viola per solidarietà !

  3. Ricordate Italiani, ricordate!
    Quando sarete chiamati alle urne per compiere il vostro dovere, dal momento che di esercitare un sacrosanto diritto non si può più parlare, ricordatevi di questi mirabili giorni di governo, nei quali regna il nostro beneamato ceppa di premier.
    Non dimenticatevi di lui e dei suoi sodali, non tralasciate di tenere in debita considerazione anche i sodali nascosti in quella che chiamano opposizione e regolatevi di conseguenza.
    Non dimenticate il senso d’impotenza e di frustrazione che state provando oggi, dinanzi allo scempio della cosa pubblica. Non fatevi convincere un’altra volta a votare per questi sedicenti santoni della politica nostrana, da questi imbonitori televisivi degni epigoni di Vanna Marchi.
    Bisognerebbe disertare le urne, non andare a votare, finché non presentano qualcuno che, a ragione, abbia il diritto di definirsi candidato, finché non cambiano le modalità per l’espressione del voto, finché non diventiamo un paese civile.
    Vorrei vederli schiumare di rabbia ‘sti farabutti! Dovrebbero capire che è giunta l’ora di togliersi dalle scatole e che sono stati loro stessi la causa della loro rovina.
    Mai vista una classe politica così ostinatamente incompetente e dannosa per il paese!
    Mi fanno i teatrini ‘sti buffoni!

  4. il cinghialone – come lo chiamate qui – vuole usare l’arma delle elezioni anticipate come ricatto contro Fini, ma ho l’impressione che a differenza di prima più nessuno gli dia retta.
    Anche Tremonti e Bossi sono contro le elezioni anticipate e stavolta la bestia è isolata.
    Fatti processare e falla finita!!!

  5. SPENGANO PURE TUTTI I RIFLETTORI DI QUESTO GOVERNO .. CHE CI STA ROVINANDO TUTTI. SAREBBE L’ORA CHE SI DIMETTESSE. …NON NE POSSIAMO .PIU’ TUTTI A CASA . E LASCIATECI COMANDARE A NOI.

  6. Vorrei fare due conti:
    – questo signore governa da 8 anni sugli ultimi dieci
    – comincia ad essere corresponsabile dei guai atavici del nostro paese come e più di altri e non può più cavarsela dicendo ” questo problema l’abbiamo ereditato da Prodi”
    – dal punto di vista economico questo governo dopo aver annunciato tagli alle tasse e smplificazioni burocratiche ha finora tagliato solo nella scuola – non so con quanti benefici – e nel comparto sicurezza – dove , invece, andavan fatti investimenti. Ora vedo solo gli effetti della crisi farsi sempre più neri – anche se dicono che è finita – e ci sono un milione e mezzo di disoccupati in più nell’ultimo anno, senza considerare cococo e cassaintegrati a cui non verrà rinnovata la c.i.g. ed un gran numero di piccole partite iva strozzate come il sottoscritto che son senza paracadute di alcun genere.
    – aumentano i poveri senza alcuno scudo, mentre han fatto condoni e scudi per i grandi patrimoni
    – l’unica cosa che hanno perseguito costringendo un parlamento intero ad occuparsene notte e giorno sono le questioni personali del premier
    Insomma chiunque di destra come di sinistra non può che essere deluso di questo berlusconi che mostra di voler continuare su questa strada

    Comtemporaneamente dal web è nato un movimento di base autonomo di chi , cosciente di quento ho appena detto – crede che un tale signore sia un grave pericolo per tutti
    Man mano che le adesioni aumentavano iniziavano ad aderire i partiti, primi i più piccoli poi gli altri
    Oggi – cosa unica e mai vista da nessuna parte al mondo – il web può ben dire di aver imposto una procedura di pertecipazione popolare a tutta italia
    ora ne parlano tutti
    un mese fa era difficile parlarne senza provocare risate o fastidio
    io sono stupito del miracolo, sono un piccolo commerciante piuttosto concreto e tendenzialmente di destra anche se sono andato a votare solo un paio di volte negli ultimi quindici anni
    una volta ho votato lega ed una , l’ultima, pdl. Bene , verrò anch’io a Roma con mia moglie e mio fratello
    per mandare via questo signore venditore di fumo
    che non possa dire di averci preso in giro per troppo tempo tutti quanti.
    Berlusconi dimettiti!!!

  7. anch’io penso che sia giunta l’ora di spegnere la luce a questo show mediatico che dura da 15 anni e ci ha allontanato dal mondo reale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...