LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Il cinghiale ed i suoi servi : dossier e servilismo

13 commenti

cavallo pazzoLa bella edificante storia  di Berlusconi che avverte Marazzo dell’esistenza di porno video su di lui.

Una antica  e sempre meno premiata tattica per mettersi al riparo dall’eventuale accusa di essere il regista dell’operazione. Una cosa che fanno spesso gli indagati colpevoli per confondere le acque e precostituirsi un falso alibi morale , una ipoteca sui motivi per cui si mettono le mani avanti per non cadere , una specie di autosclusione per i gonzi, insomma.

Del resto ci ha pensato a lungo sul da farsi se è vero che  sono passate ben due settimane di attenta e  lenta meditazione tra il giorno in cui il cinghialone ammette di essere stato avvertito dalla figlietta buona  –  Marina, le altre son già da considearare ingrate e figlie politiche  di Cacciari, poco meno che puttane, direbbe Feltri – ed il giorno in cui ha deciso di chiamare Marrazzo per fare il “gesto nobile”. Come  mai tutto questo tempo?

A  sentire i commenti frizzanti dei berluscloni sul caso Marrazzo sembrava  di assistere ad un coro animale di cinghialegodimento, tipo ricci in calore. Essi notano gaudiosi , come tentò di fare il loro rimpianto Bettino Craxi, che essendo tutti ladri, nessuno era ladro. Tutti porci, quindi nessun porco, vai tranquillo Silvio, grufola sereno.

Altri un pò imprudenti  sono usciti addirittura con improbabili distinguo sulle abitudini sessuali della destra e della sinistra formulando orgogliosamente una prefernza destrica per le donne-donne. Beh le ultime notizie su due parlamentari di destra beccati coi trans nella stessa indagine per cui Marrazzo si è dimesso fa ritenere probabile un’altra bella figura di cacca per i teorici di cui sopra. Ma stiamo a vedere.

Magari qui qualcuno arriva prima dei ROS,  compra tutto e fa sparire.

Per altro verso si avverte nell’aria il fastidio dei servi per quello scandalo di andare a votare in 3 milioni alle primarie. Si  avverte il rodimento di (censura) dei criceti giornalistici del governo che denunciano i “pasticci elettorali” alle primarie del Pd. Qualcuno ha votato più di una volta, stridono i criceti e magari è pure vero. Orrore. Scandalo.

Ma sarebbe interessante sapere quante volte gli iscritti al Pdl abbiano potuto votare per eleggere Berlusconi alla guida del loro democratico movimento. Facciamo zero?

Anche perchè un’acclamazione dentro un capannone al suono melenso e sciropposo di “Meno Male che Silvio C’è” non viene considerata un’elezione popolare neppure in Corea del Nord, dove peraltro usano canzoncine simili per incensare il capo.

Mentre parliamo saranno invece già pronti i dossier per la Operazione Bersani sul neo eletto segretario del PD (che schifo , un leader di partito eletto), da passare ai vari mandamenti tele-radio-giornalistici del Padrone affinchè, in assoluta autonomia e libertà naturalmente, decidano di pubblicarli.

Forse diranno delle sue giacche stazzonate ed un pò retrò, stravaganti simboli di malessere psichico ?

Peraltro la strada è in discesa per i moralisti a pagamento del boss. Difatti pur avendolo addirittura cercato a suo tempo per fargli fare il ministro, oggi Berlusconi lo considera certamente più affidabile di Franceschini – ha dietro D’Alema –  ma comunque poco meno di un bolscevico.

Vladimir_Putin_in_KGB_uniformE’ stato iscritto al Pci, possibile che non abbia un paio di pedalini stravaganti, che non vada mai dal barbiere e che zio Vladimiro, qui ritratto nello splendore della propria gloriosa uniforme, non abbia trovato qualche papello negli archivi del suo caro KGB, giusto per farsi un paio di risate fra amici tra le betulle, durante una visita personale e una vacanza? Forza brigadie’, al lavoro. La fotocopiatrice attende.

Un pensiero rispettoso ad un fascista che fu: Ignazio La Russa.

L’altra sera a Ballarò è stato prima bastonato dall’ironia del duo Bindi-De Gregorio e poverino si sentivano le unghie stridere sullo specchio. Poi per confermare che quando le sere partono male finiscono peggio, appariva talvolta terreo con quella sua  faccia mesta e con gli occhi bassi e spenti mentre Berlusconi imperversava umiliando tutti , ma ancor di più lui ed Alfano, che è di gomma,  con la telefonata riparatrice delle “cattiverie” di Floris.

Il boss urlante al telefono è fuori di testa: attacca i giudici rossi dimenticando che uno di quelli lo aveva assolto sul caso SME (lo smemorato di Cologno) grida come un OSSESSO di mancato contraddittorio così sotterrando la serata inutile del duo di centrodestra…

Che pena La Russa: dalle barricate di Milano allo scodinzolare triste di Ballarò…

Intanto refoli di palazzo dicono di un Tremonti sempre più isolato a difendere un rinvio del taglio dell’IRAP: berlusconi  gli ha scatenato contro il partito della spesa per fargli pagare quel suo agitarsi per la successione…

Bossi lo difenderà ancora o in cambio di una regione al nord lo lascerà nei guai e si ripeterà la sua esclusione di qualche anno fà?

Crazyhorse70

Annunci

13 thoughts on “Il cinghiale ed i suoi servi : dossier e servilismo

  1. repubblica e l’espresso sono mesi che pubblicano dossier spazzatura: chi di spada ferisce…
    quanto alla ricostruzione della telefonata di berlusconi la faziosità di ha dato alla testa: silvio ha fatto solo una gran figura da signore.
    Sulle primarie c’e’ qualcuno di voi che dubita che berlusconi rappresenti il pdl?
    Ed anche sul numero dei votanti, se era così facile come sembra votare più volte, perchè devo prendere per buone le vostre cifre?

  2. bersani sembra un impiegato del catasto in pensione ed un pò sfigato
    non mi risulta che il premier l’abbia mai voluto come ministro
    le vostre primarie sono state un flop ed i votanti non arrivano neanche ad un milione al netto dei doppi e tripli votanti
    comunque a noi non servono democraticismi per scegliere una base che dorme e non si fida più dei propri dirigenti
    tutti noi abbiamo votato silvioberlusconi diverse volte negli ultimi anni: mi dici tu a che servirebbero le primarie o congressi inutili
    c’e’ un programa , c’è un leader e ci sono 5 o dieci anni di governo per cambiare l’italia.
    Quanto a ballarò dell’altra sera son stato orgoglioso di sentire il mio presidente entrare in scena e raderli tutti al suolo, tutti zitti quando parla lui…

  3. anticom
    se non ti offendi mi sembra più appropriato chiamarti lecca lecca alla fine però pulisciti i baffi
    beninteso che se ti offendi ritiro subito tutto

  4. qualcuno rimetta a posto l’orologio
    altrimenti questi due, con l’ora illegale,
    si confondono un pò

    • Mario io farei loro notare che il sig. Marrazzo, beccato con un po’ di cocaina (questo e’ il vero reato legale), si e’ dimesso. Il loro idolo di cera invece ricorre al lodo Alfano per rimanere stretto alla poltrona. Forse sarebbe meglio che si coricassero a una certa ora invece di sparare…

  5. Dopo aver letto questo post riassuntivo dell’italiko valore, mi serve un potente anti-emetico.

    come hai fatto a scriverlo e a sopravvivere, voglio dire, ti sei aggrappato a tutto il tuo coraggio….!

    w l’italia.

    Peccato però per quel povero innocente cinghialetto, confuso con questi loschi figuri.

    uuuh, e quello chi è! Il giovane Putin !!

    Basta così per oggi.

    ciao! 🙂

  6. berlusconi sta facendo i nostri interessi molto meglio delle bande dl buco precedenti che crearono il debito pubblico abnorme o di prodi che seppe solo mettere le mani nelle nostre tasche.
    Raffigurarlo come un animale da cacciare lo trovi democratico o divertente?
    Non mi pare…

    • stober per gli amici Pier Silvio
      capisco che tu sia contento.

      Ma io che sono un piccolo imprenditore vedo i miei conti e ti posso dimostrare che parli come una bigotta di sacrestia: sono i fatti che contano, non le banalità e i luoghi comuni.

      Ovviamente per te i magistrati nel loro complesso
      sono comunisti (di quale parrocchia?) e non dei lavoratori più o meno corretti e/o professionali che TENTANO di fare il loro lavoro. Ragiona, lascia perdere i giudizi precostituiti. Altrimenti sei davvero PIESILVIO.

      • confermato era PIERSILVIO
        e fa piacere saperlo contento, almeno lui.

        Ci vorrebbe Einstain per calcolare l’ipiperbole del patrimonio di papà in questi 15 anni dal quasi fallimento ad oggi.

        Se invece fosse un poveretto come mè, forse come voi, allora c’è da pensare sia solo una minchia che parla. Viva la democrazia!

  7. Propongo un bel commento che ho trovato.

    ” Eccellente. Sono d’accordo.

    In Italia ci sono probabilmente più di 70.000 prostitute e più di 15.000 trans. L’Italia è ai primi posti in Europa per consumo di droga e nei prossimi 3 anni si prevede un aumento del 40% di consumo di cocaina. Nel 2012 i consumatori delle dro­ghe da discoteca arriveranno a un milione (700 mila snifferanno cocaina e 270 mila cercheranno lo sballo con l’ec­stasy e gli anfetaminici), saranno dunque il 3% degli italia­ni tra i 15 e i 54 anni. Intanto, per preparare il mercato futuro, gli spacciatori abbassano i prezzi, già ai mini­mi storici: per una dose di coca nel 2012 si spende­ranno 13 €. Solo 7 per una di eroinabrown . Meno di una serata in pizzeria. Ci saranno 160.00 eroinomani, con dipendenza molto maggiore, superiore a quella della cocaina. Un grammo di coca costa oggi 74 € che nel 2012 scende­ranno a 67. Una dose di coca (0,20 grammi) costerà 13 euro, mentre per l’eroina si scenderà a 7 euro. Costeranno di più solo gli spinelli: nel 2002 ci voleva­no 6 euro, nel 2012 saranno 11. La diffusione di hashish e ma­rijuana si conferma altissima: tra i 5 e i 6 milioni di italiani. E da qui al 2012 sulla piazza si af­facceranno anche le cyber drugs. Inutile sperare che i vizi siani in diminuzione o che non riguardino la classe politica di un colore o di un altro. La casta c’è in pieno con percentuali altissime e, se la stupida legge Fini-Giovanardi finisce per aiutarla, rende ancora più ferreo il distacco tra casta e cittadino comune; il politico infatti in carcere non ci va mai. La polizia non ci pensa nemmeno a fare la prova del capello a un onorevole e tanto meno a uno del Governo. Inutile pensare che l’uso costanze di cocaina o eroina non riduca le capacità mentali di chi le consuma. L’uso di droghe produce minore vitalità sia sul piano dell’iniziativa (politica come economica per non parlare dell’indebolimento etico) che su quello cognitivo e affettivo (instabilità delle relazioni, apertura alle devianze). Mentre i secondini in carcere massacrano a morte i piccoli fumatori di spinelli, la Casta presenta un quadro abnorme di vizi: tossicodipendenza, corruzione, frequentazioni di ambienti criminali…e adesso ci aggiungiamo un alto grado di ricattabailità. A sentire le trans, gli uomini politici che frequentano questi ambienti di puro squallore sono di dx come di sx e non li ferma la paura di essere spiati e ricattati. Il vizio vince su tutto in un inferno senza limiti o remore. On tale quadro difficile pensare che il caso dei 4 carabinieri sia isolato. I ricattatori sono molti di più e, conoscendo i metodi di spionaggio di un certo individuo, e le sue capacità di gestire forze dell’ordine, servizi segreti e media, è facile capire la potenziale forza di ricatto di uno solo. Il che potrebbe finalmente spiegare la deriva di certa opposizione, perché, quando si è sotto ricatto, non si può che obbedire.

    viviana “

  8. continua:

    “(segue) La cannabis diminuisce in tutti i paesi occidentali meno che in Italia. La presenza da noi di tre grandi associazioni criminali di smercio mondiale come mafia, ‘ndrangheta e camorra, tutte e tre immerse nel narcotraffico, rende il caso italiano ancora più tragico. Anche l’ultimo World Drug Report dell’Onu segnala il continuo aumento dell’uso di droghe in Italia, tanto da dedicare un apposito paragrafo al fenomeno italiano del raddoppio nell’uso di cannabis e derivati. La droga più usata nel mondo non diminuisce il suo costo ma lo aumenta pur essendo il trampolino di lancio verso tutte le altre droghe. I governi italiani hanno anche bypassato il continuo aumento di alcool tra giovani. L’Italia è l’unico Stato che mostra dati in crescita per la cannabis e in cui lo Stato non fa nulla per frenare l’uso di droghe pesanti o almeno di regolare i vizi della sua classe politica. In tutti i paesi occidentali l’uso di cannabis sta diminuendo, in Italia aumenta. Negli ultimi anni il tasso di consumo di cannabis dai 16 ai 59 anni è più che raddoppiato. Siamo diventati il maggiore mercato europeo della cannabis, con quasi 6 milioni di utilizzatori nel 2007, su un totale di 30 milioni di utenti dell’intera Europa. L’Unodc dice che nel mondo viene sequestrato il 42% della droga, su una produzione di 845 tonnellate, cioè 300 t sequestrate; in Italia solo il 15% contro le 2000 t prodotte. Lo conferma anche don Ciotti. C’è un partito di governo che sembra preoccuparsi solo di quanti migranti arrivano coi barconi ma non ha ancora detto una parola su queste tonnellate di droga vengono sequestrate e sembra che tra i suoi corrieri annoveri anche una propria segretaria (8 kg di cocaina) ma nessuno ci ha detto se è stata condannata e a quanto. O si tratta della ‘modica’ quantità di un partito? In quanto al premier tra i suoi amici più intimi c’è lo spacciatore Tarantino a cui telefona anche 10 volte al donne, gran mercante di coca e puttane.

    viviana”

  9. Pingback: Il cinghiale ed i suoi servi: dossier e servilismo | Video Folli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...