LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

I nomi dei responsabili della tragedia di Messina

28 commenti

messinalluvioneCosì come per L’Aquila, dove stanno uscendo in questi giorni le prime parziali conclusioni delle indagini, sarà la magistratura locale ad accertare le eventuali responsabilità in termini di violazione delle leggi locali e nazionali sulle costruzioni. E ci vorrà tempo.
Ma i tempi di accertamento delle responsabilità politiche sono per fortuna inferiori essendo sufficiente una piccola analisi legislativa.

Bertolaso dovunque vada ripete che la colpa è dell’abusivismo edilizio, ebbene diamo un nome a chi l’ha favorito ,   del resto  son passati un pò di giorni sufficienti a seppellire le decine di morti e nulla osta a chiamare ore le cose con il loro nome.

Così si copre che i nomi sono facili da individuare basta volerli scrivere.

Bettino Craxi (Presidente del Consiglio nel 1985), Silvio Berlusconi (Presidente del Consiglio nel 1994 e nel 2003), Salvatore Cuffaro (Presidente della Regione Sicilia nel 2003) e Giuseppe Buzzanca (Sindaco di Messina dal 2003) i responsabili più o meno consapevoli del dissesto idrogeologico messinese ed italiano. Il primo responsabile: Bettino Craxi, durante il suo primo mandato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1983 al 1986. Furono il suo governo e la maggioranza parlamentare che vedeva nelle sue file gli attuali Casini, Mastella, Pisanu e Sacconi e Scalfaro ad ideare ed approvare il primo condono edilizio nel 1985.

Il secondo, sulla scia del suo predecessore, in ben due diverse occasioni, fu Silvio Berlusconi. Nel suo primo brevissimo governo ebbe il tempo (a nemmeno un mese dalla sua caduta) di approvare la legge del 23 dicembre 1994 n. 724, che all’articolo 39 riproponeva un nuovo condono per gli abusi commessi dal 1985 al 1993.
Legge pressoché identica nei principi e nelle modalità quella approvata durante il secondo mandato, nel novembre 2003: legge 326/03, articolo 32.

Il principio applicato dalle tre leggi di sanatoria edilizia era lo stasso : richiesta di condono da presentare attraverso una semplice autocertificazione del richiedente, da unire alle ricevute dei pagamenti effettuati a validazione della richiesta. Nient’altro.
I pochi vincoli che vietavano la presentazione della domanda (la costruzione in zone protette o su demanio pubblico e così via) venivano stabiliti in tutti i casi dalla legge. Tutte le richieste di sanatoria non in contrasto dovevano essere ritenute automaticamente accettabili.

Inoltre gli enti preposti alla valutazione delle richiesta dovevano rispondere entro un termine trascosro il quale in base al principio del silenzio-assenso le domanda si consideravano accolte.gli
Le responsabilità degli enti locali in questa vicenda risultano marginali, dal momento che i provvedimenti di Berlusconi imponevano un adeguamento certo e rapido da parte di comuni e regioni sicchè le responsabilità di questi enti locali sono marginali.

Anche in Abruzzo si è scelto di accentrare tutte le responsabilità sul governo-protezione civile: passato l’effetto propagandistico ne vedremo delle belle,  intanto ci sono ancora 6000 persone in tenda al freddo gelido de L’Aquila che non possono tornare nelle loro case inagibili nè allonntanarsi troppo dal posto di lavoro o dai loro cari.’

Gli altri responsabili .

Nell’aprile 2003, il Presidente della Regione Sicilia, Salvatore Cuffaro, attuale senatore UDC, prima dell’entrata in vigore del provvedimento Berlusconiano, redigeva un piano di applicazione del condono fiscale datato 1994, offrendo la possibilità di una perizia giurata sostitutiva alle varie procedure per l’approvazione che garantisse l’assenza di condanne penali per abusivismo del richiedente e gli avvenuti pagamenti.
Una firma e via.

Il 19 dicembre 2008 la giunta comunale di Messina, presieduta dal sindaco Giuseppe Buzzanca (PDL), deliberava la normativa comunale per l’applicazione delle sanatorie sugli abusi edilizi decise nel 1994 e nel 2003 dai due governi Berlusconi. Dallo stesso Comune viene definito come “snellimento delle pratiche per il condono”.
Con un colpevole ritardo di ben 5 anni, il Comune di Messina, a fronte di “una considerevole mole di lavoro” causata dall’ingente numero di domande presentate (frase presente nella delibera stessa) e del rischio di perdere gli oboli pagati dai richiedenti causa mancata approvazione (altra motivazione ufficiale), istituiva la normativa di gestione delle pratiche di condono.

Nell’ultimo anno e mezzo nessuna delibera del Comune di Messina si è occupata del rischio idrogeologico della città ed il massimo della lotta comunale agli abusi è rappresentato dall’istituzione di un controllo a campione del 5% , peraltro in conformità di un obbligo deciso dal governo Amato nel 2000.

Matteo Negri

Annunci

Autore: laconoscenzarendeliberi

per favorire l'incontro di idee anche diverse

28 thoughts on “I nomi dei responsabili della tragedia di Messina

  1. ATTENZIONE ATTENZIONE MESSAGGIO AI NAVIGANTI: non fatevi fregare dalla nuova strategia della tensione e dai servizietti segreti che vogliono far fare la figura del martire al berlusca : il volantino finto delle finte b.r. è opera loro!!! http://oknotizie.virgilio.it/info/71a45a10c0162521/berlusconi_prova_a_fregarci_con_il_finto_volantino_delle_finte_brigate_rosse.html

    • un pò comodo come commento, ad oggi Marco Biagi è stato ucciso dai nuovi brigatisti e le mani sporche di sangue ce le hanno le frange estreme della sinistra, o no?

  2. avvicinare Biagi ed il mondo del lavoro e delle riforme che precarizzano con le dimissioni di Berlusconi significa NON AVER CAPITO NULLA DELLA STORIA DELLE B.R.
    E pensare che la destra repubbicana americana , per fare un esempio, sia brigatista visto che vuole che berlusconi si faccia processare e si dimetta…
    le stesse identiche cose scritte nel “volantini delle B.R.”
    ce lo vedi LUTTWAK a capo delle br?
    PENSI che la CIA abbia gli stessi scopi degli estremisti di sinistra con le mani piene di sangue?
    Ma a chi volete fregare?
    La volete mettere sul piano della tensione perchè siete CHIUSI IN UN ANGOLO e state alla frutta
    FINITI!
    Meno male che come detto c’e’ una destra non anticostituzionale che dice che non è il caso neanche di parlarne LEGGITI Fini e gli inquirenti che non credono alla veridicità di questa storiaccia dei servizi PRO-BERLUSCA…

    • come sempre non rispondi nel merito.

      Tu hai citato la strategia della tensione.

      io ti ho fatto notare che Nadia Desdemona Lioce e soci erano frange estreme del tuo modo di pensare.

      Non avendo modo di confutarlo, hai svicolato e cambiato argomento.

      Non è che ti sono simpatici? Sai, da come la pensi non mi stupirebbe….

  3. mi sono simpatici come potrebbe esserlo un agente delle CIA, li considero altrettanto servi sciocchi del sistema. a cui vanno in aiuto quando il sistema ha bisogno
    come 30 anni fa rapendo ed uccidendo Moro
    hano aiutato voi di destra
    ed ora lo stesso
    io non ho svicolato sei tu che invece di rispondere sul cui prodest
    mi volevi provocare dicendo che la pensavano come me
    sarebbe come dire che tu siccome sei di destra e spesso rivendichi i risultati delle bombe e delle stragi
    per allontanare la sinistra dal potere
    sei responsabile perchè la pensi come i servizi deviati che hanno fatto le stragi di stato negli anni ’70 uccidendo povera gente per esempio con la Strage di Piazza della Loggia che è stato un attentato terroristico compiuto da gruppi neofascisti il 28 maggio 1974 a Brescia

  4. senti io ho posto un problema di uso della strategia della tensione
    e tu hai risposto dicendo che è troppo comodo e che sono quasi una brigatista
    non ti ho mandato subito a quel paese ma ti ho riproposto la questione
    che non ti interessa ( e capisco perchè…)
    e dimostrando che non sai fare altro che provocare
    e poi scappare facendo il finto spiritoso
    ti prendi in giro da solo
    comunque hai detto bene : è colpa tua
    sempre

    • senti un pò, sapientona, io non scappo di fronte ad un avversario sul ring e pensi possa scappare da te?

      Provo ad argomentarti, già sapendo che è INUTILE visto che ascolti solo quello che vuoi ascoltare, e che FAI FINTA DI NON CAPIRE, quindi questo era il senso del mio commento precedente.

      Ritengo che in Italia, oggi 2009, non ci sia una strategia della tensione.

      Perchè non serve.

      Ritengo invece che simpatizzanti amici tuoi, non so quanto, appartenenti a quella sinistra che ora è fortunatamente extra parlamentare, siano in subbuglio.

      Si legge in tanti vostri siti, quelli che inneggiavano agli afgani quando hanno ucciso i nostri soldati.

      Quegli stessi dei centri sociali che ai processi gridano quando vengono condannati i terroristi.

      Quello è IL TUO MONDO, di gente che oggi 2009 parla ancora di COMUNISMO.

      Dinosauri che non accettano che il mondo sia andato avanti, che non accettano di essere fuori dal parlamento e che covano rabbia.

      Cossiga disse giustamente che era un problema che voi foste fuori dal parlamento, perchè avrebbe scaldato gli animi di voi anime pie.

      Quindi, non mi stupirei se quella lettera fosse vera, perchè da anni sono i tuoi affini (non sarai amica loro ma la pensano come te) più convinti che uccidono in Italia per politica, e questo è un fatto.

      Sulla vera strategia della tensione, come al solito non hai VOLUTO capire nulla di come la penso.

      Le stragi nere non le hanno fatte i gruppi neofascisti.

      Le ha fatte lo Stato, usandoli.

      Ed ha fatto una cosa orrenda umanamente ma utile politicamente, perchè in quegli anni era la cosa da fare.

      Come era giusto Gladio, come è evidente che non abbiamo avuto attentati oltre al primo di Fiumicino in Italia perchè Andreotti aveva fatto un accordo con i Palestinesi, di modo che usassero l’Italia come base logistica in cambio di assenza di attentati terroristici.

      Bello?
      Etico?
      No.

      Pratico ed utile?
      Sì.

      Quei tempi sono passati però, e la strategia della tensione non la fa nessuno perchè non è utile.

      Il problema invece resta, e sono i tuoi affini più esagitati, che ogni tanto prendono le armi e sparano, quello è un problema reale e ne sanno qualcosa le vedove di Marco Biagi, di D’Antona e dei poliziotti uccisi.

      Se io pensi che tu sia una brigatista?

      No, però di certo non la pensi in maniera tanto diversa da loro, e nei tuoi pezzi e nei commenti lo si evince chiaramente.

      Adesso, prosegui con il tuo giochetto, fai finta di non capire ed insulta, tanto parlare con te è inutile perchè LA VERITA’ TI FA MALE

  5. Bertolaso non avrà mai il coraggio di dire che Berlusconi è il più colpevole per quel che tu giustamente hai scritto – carta parla – visto che è divenuto una specie di suo maggiordomo

  6. la destra ha nassacrato la mia regione, la mafia impera come non mai e fa affari,i territori sono sventrati e la gente che non è comprata è illusa ed ipnotizzata dal cavaliere.

  7. Non sono d’accordo con il senso dell’articolo.

    L’abusivismo edilizio è un fenomeno che, detto dalla TRASMISSIONE DI ULTRA DESTRA “REPORT” della scorsa domenica, affligge il meridione d’Italia.

    La Gabanelli ha ben chiarito la situazione, ovvero che anche quando non ci sono stati condoni, i Comuni che dovrebbero abbattere immobili NON LO FANNO, non hanno i soldi per ristrutturarli e tutto rimane come prima.

    Una signora intervistata si VANTAVA di essere la presidente di un gruppo di ex abusivi, detto questo, detto tutto.

    Il problema di questi avvenimenti è un altro e più serio, ovvero che molta parte del territorio italiano è a rischio idrogeologico ed è stato fatto pochissimo, DA TUTTI GLI ULTIMI GOVERNI, per mettere a posto l’Italia.

    E Bertolaso lo ha detto chiaramente.

    • bertoloso lo dovrebbe dire chiaramente al governo attuale che lo porta in giro come un salvatore della patria e lo riempie di incarichi ma a quanto pare lo azzittisce con tutto ciò
      e poi devo dire che questo post non ha un “senso” ma cita della leggi e quindi c’é poco da commentare
      i nomi sono quelli
      ed i condoni pure

      • Bertolaso non solo “lo dovrebbe dire” ma lo ha detto, e chiaramente.

        I condoni ci sono stati, ma non sono quelli il problema, perchè l’alternativa era non condonare e lasciare comunque tutto come era, perchè salvo RARISSIME demolizioni, i Comuni non abbattono e lasciano le cose come stanno.

        C’è la legge, non viene applicata.

        Guardi la puntata di Report, ci sarà su Youtube, queste cose le ha ben documentate la Gabanelli (che non penso possa essere mai accusata di essere filogovernativa…)

        • ho trovato il video su Youtube, di seguito i link (hanno diviso la puntata in 6 video)

        • immagino quindi che tu sia stato tra i primi a difendere la gabanelli dai nuovi vertici RAI che le volevano togliere – ed in parte lo han già fatto – la difesa legale dell’azienda…
          dimmi dove l’hai scritto, in quale commento hai attaccato i vertici della RAI, COSì te ne renderemo merito e potrai onestamente ora citarla ad esempio
          ALTRIMENTI SE NON L’HAI FATTO
          APPARTIENI AGLI IPOCRITI
          è inutile che ipocritamente mi citi come brava professionista la gabanelli che volete far fuori togliendole la difesa legale e costringendola a pagarsela da sola di volta in volta

          • io ho citato REPORT come fonte autorevole e come trasmissione da mantenere più volte.

            Temo tu non possa trovare i pezzi perchè li ho cancellati andandomene dagli autori del blog.

            Chiedi a Franca Corradini se non credi a me, visto che qualsiasi cosa io scrivo non entri mai nel merito ma punti solo alla rissa…

  8. primo:
    che tu non scappi sul ring a me me ne può fregare di meno
    non lo so e chissene
    oltretutto non c’entra nulla
    come accade spesso a quel che dici tu.
    Io non dico mai “non indietreggio di fronte alla stecca da biliardo” – anche se sono brava a giocare a biliardo –
    dentro un dicorso politico
    lo trovo bambinesco
    secondo:
    “Le stragi nere non le hanno fatte i gruppi neofascisti.
    Le ha fatte lo Stato, usandoli.”
    potrei dire lo stesso per le B.R. che hanno ammazzato Moro
    terzo:
    tu rivendichi che le stragi di stato sono state utili e vieni a dire ame che il mio pensiero è pericoloso?
    quarto: “la strategia della tensione oggi non c’é non ce ne é bisogno”
    e chi sei il mago otelma? Con quali argomenti lo provi?
    Per concludere sono io che noto come confessi di pensarla in modo identico ai peggiori elementi della storia d’Italia
    io ho il coraggio di rivendicare il mio essere comunista e di essere contro queste finte o “vere” disperate BR ( se esistono oggi sono meri strumenti senza atonomia nelle mani del potere quindi è come se mi parlassi direttamene di servizi…)
    tu sei dalla parte invece degli stragisti per via che erano utili
    se non credessi che sei innocuo ( sei uno di quelli della maggioranza silenziosa reazionaria tipica ed all’italiana) ci sarebbe da credere che sia tu quello che ha pericolosi pensieri grondanti di sangue

    • io non ho pensieri pericolosi grondanti di sangue, sono REALISTA, ma tu non VUOI capirlo. Quindi, come avevo detto prima, RINUNCIO.

      Ho detto come la penso, hai fatto altrettanto, chi legge si farà una opinione

    • è innocuo
      è come un bambinone, lascialo stare…

      • tu sei innocuo, ma mentalmente perchè ogni cosa che dici è inutile.

        come lo è la tua vita in generale.

        • avete visto, il solito bamboccione
          l’italiano vero
          dall’insulto facile e dal pensieruccio debole
          e poi fai ridere: metti un’ora e mezzo di report per rispondere e neanche un piccolo argomentoi tuo, farina del tuo sacco
          come facciamo tutti quando ci sforziamo di discutere con te

          • tu provochi e basta, ominicchio.

            non ho mai letto un tuo commento con un contenuto.

            e poi ti lamenti quando qualcuno reagisce alle tue provocazioni?

            che pena…

  9. io ho solo scritto nomi e cognomi di quelli che hanno fatto e poi eseguito i condoni.
    Che ci sia una cultura della illegalità nel meridione è certo e che sia anche trasversale ai partiti ( per quel che ormai contano, specie nel sud) è ancor più certo.
    Del resto tutti sanno che per esempio in Campania sui rifiuti sia Bassolino che Berlusconi-Bertolaso hanno usufruito di certi appoggi mafiosi: non avete notato in quel tempo anche un certo “accordo” fra Bassolino e Berlusconi? Non avete notato come in campania se la giocheranno alle regionali contro di lui due come la Carfagna e Cosentino entrambi non molto favoriti? E’ un caso? Tutto è trasversale ormai al sud anche se in sicilia la destra ha comunque fatto scempio come loriero in calabria, solo molto ma molto di più…

    • Questa è fantapolitica.

      Credo che Report possa essere accusata di tutto tranne che sostenere Berlusconi, hai guardato i video che ho allegato?

      Se li hai guardati, come giustifichi il senso del tuo commento?

  10. Che voglia addirittura perdere la Campania per un patto con Bassolino mi sembra troppo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...