LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

I soliti democristiani e D’alemiani aiutano il nano maledetto ad affossare la giustizia

22 commenti

lapidazioneDall’agenzia ANSA delle 11.07 del 12 giugno 2009 , due ore fà

Il  voto segreto sul ddl intercettazioni non spacca la maggioranza, ma l’opposizione.

Il testo, contestato in Aula dal centrosinistra, ottiene 17 voti in più di quelli a disposizione di Pdl, Lega e Mpa e cioé passa alla Camera con 318 sì, 224 no e un astenuto, mentre i deputati del centrodestra che hanno partecipato al voto e che avevano annunciato il proprio sì dovevano essere 301.

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano esce trionfante dall’Aula di Montecitorio aumentando addirittura il risultato dei ‘franchi tiratori’: “Abbiamo avuto una ventina di voti in più della maggioranza – gongola – il voto segreto continua a premiare le nostre tesi che sono condivise anche da alcuni settori dell’opposizione”.

E nel centrosinistra si apre la resa dei conti su chi siano stati i ‘traditori’. E qui le ipotesi divergono: c’é chi dà tutta la colpa ai centristi e chi invece parla di un nuovo capitolo del duello nel Pd in vista del congresso. Ma tant’é: il voto segreto invece di sparigliare in casa della maggioranza, colpisce l’opposizione. “C’é confusione – ironizza Umberto Bossi – dicono una cosa e ne fanno un’altra…”.

ANM – La riforma delle intercettazioni unita a quella del processo segnano nei fatti “la morte della giustizia penale in Italia”. A insorgere contro le nuove norme é l’Associazione nazionale magistrati, che parla di scelte legislative “che rappresentano un oggettivo favore ai peggiori delinquenti”. In particolare, le norme sulle intercettazioni “impediranno alle forze di polizia e alla magistratura inquirente di individuare i responsabili di gravissimi reati”. In sostanza è come se”Governo e Parlamento chiedono alle forze dell’ ordine e alla magistratura inquirente di tutelare la sicurezza dei cittadini uscendo per strada disarmati e con un braccio legato dietro la schiena”. Sarebbe allora “più serio e coerente – sostiene la giunta dell’Anm – assumersi la responsabilità politica di abrogare l’istituto delle intercettazioni piuttosto che trasformarle in uno strumento non più utilizzabile”.

***

Forse il linguaggio é esasperato ma al netto delle esagerazioni sindacali siamo veramente alla frutta.

Giudici che si portano la risma di carta A4  da casa , cancellieri  col vasetto con le penne ed i timbri in giro per la città, giudici di pace sul piede di guerra che saltano due udienze su tre, pubblici ministeri insufficienti con processi rinviati alle calende greche e che poi saltano con le prescrizioni, e quando non saltano sono costretti a leggersi i  loro fascicoli all’inizio delle udienze…per non parlare di strutture e posti mancanti.

Se a ciò aggiungete che tutte le ultime leggi e leggine di Berlusconi hanno aggravato la questione ( basti pensare alle prescrizioni più brevi per molti reati , ad esempio) togliendo e tagliando soldi e diritti ecco che stiamo al punto di stare per chiudere

Ma gli scopi del nano maledetto sono noti, ora con le intercettazioni “ristrette” e quasi vietate i famosi reati d’allarme sociale non verranno perseguiti  come si deve e Lui é già pronto a dar la colpa ai giudici.

Questo mega stronzo che manda in rovina l’Italia per farsi i fatti propri. Ripeto : questo é già noto a tutti anche se a molti non frega nulla.

RutelliCICCIOBELLOInvece Rutelli , Fioroni, Marini ,Letta e quant’altro :  siete il peggio del peggio di quella tradizione democristiana che nelle camere oscure del Palazzo ordiva i suoi complotti nascondendo i coltelli sotto le loro lercie tonache.

Per non parlare di D’Alema questo bell’esemplare di furbetto del quartierino politico che si crede uno sveglio ma che fino ad ora é famoso per una cosa sola : aver raccolto da terra un Berlusconi sconfitto dopo il 1996 ed a suo tempo con la Bicamerale averlo fatto rinascere rilegittimandolo quando era allo stremo…

proprio uno stratega di quelli fini, ed ora non passa giorno che complotta contro i suoi vertici …e quel codardo di Veltroni che scappa nel Tamil a curarsi.

Quando se ne andrà questa gente , forse , dico , forse la sinistra comincerà ad aver un futuro.

Per ora hanno definitivamente affossato la giustizia che già agonizzava di per sé.

Anche molti giudici non sono esenti da responsabilità , talvolta sembra che ci si chiuda a riccio a difendere interessi e privilegi di casta, ed il csm non spinge mai fino in fondo sull’accelleratore delle responsabilità dei giudici quando vengono chiamate in causa per errori o altro…DALEMA

pero’ vi assicuro che la maggior parte dell’ambiente fà il proprio mestiere con dignità ed entusiasmo e questi stronzetti del quartierino democrat hanno veramente rotto le palle di giocare con la pelle di tutti con le loro manovrette di potere da frustrati.

Nel merito delle intercettazioni ho già scritto tre pezzi di recente  (l’ultimo é  Prima l’impunità poi l’oblio -3° e ultima parte ) e non vale la pena di aggiungere altro essendo le cose esattamente come previste .

Né me la prendo con la PDL : RIPETO fanno il loro mestiere di servi del padrone ed almeno sono coerenti . Mentre questi traditori della volontà popolare devono veramente essere processati politicamente dal loro elettorato e messi alla gogna.

Pubblicamente presi a sassate ,  o almeno quelle belle e pesanti monetine contro Craxi dell’Hotel Raphael di Roma…

Annunci

22 thoughts on “I soliti democristiani e D’alemiani aiutano il nano maledetto ad affossare la giustizia

  1. curiosamente oggi ITALIA OGGI cita che dati CSM, ci sono 37 posti scoperti al Sud che con incentivi di 4.000 euro al mese, nessun magistrato vuole andare a fare….

  2. mi dispiace cavallo ma su questo non ti seguo
    la giustizia faceva schifo anche prima del berlusca ed era come é ora una giustizia di classe

    né mi sembra che esistano nella storia d’Italia esempi o modelli di dirigenti politici riformisti
    migliori di questi sul fronte Giustizia

    quando la giustizia italiana sarà uguale per tutti
    come dice l’art. 3 della costituzione comma 2 – uguaglianza sostanziale – ?

    quando le leggi sul gratuito patrocinio saranno eseguite alla lettera con avvocati bravi scelti dall’albo col sistema delle casualità random e senza affidare i poveracci a dei bambinelli appena usciti dal tirocinio ?

    quando verranno depenalizzati reati minori di tipo sociale che opprimono le classi “meno abbienti “e verra’ usata l’attenuante generica prevalente per tutti i poveri che delinquono per necessità ?

    quando verrà legalizzata la cannabis ed autorizzata con controllo medico la somministrazione di altre droghe ” pesanti” ?

    allora parleremo di problemi della giustizia
    altrimenti tu difendi i privilegi di classe ed a me di far funzioanre bene uno strumento di oppressione politica non mi interessa …

    certo so’ anch’io che questi hanno messo le cose ancor peggio come per esempio il reato di immigrazione clandestina ma
    quegli altri non facessero i sepolcri imbiancati

    perché la loro giustizia
    è ingiusta per definizione

    insomma in sintesi se non ho capiro male
    cavallo pazzo sei un oppressore
    simpatico ma sempre oppressore

    io sono rimasto al signor giudice visto da De André
    che ci vuoi fare?

    • pensa che sulla liberalizzazione delle droghe sono d’accordo anche io, il proibizionismo acuisce solo l’abuso, la lezione degli anni’30 in america non l’abbiamo ancora capita.

      • Certo, che se le vendesse lo Stato, sotto controllo medico, al prezzo di costo o poco più, la mafia avrebbe un colpo tremendo.

        • sono STRAD’ACCORDO! (che schifo di italiano ho usato…)

          Se tutte le droghe fossero in vendita liberamente, i calabresi crollerebbero nel fatturato, e quindi cessando la loro fonte di liquidità non avrebbero la possibilità, come fanno adesso, di reinvestire in attività legali e di comperare tutto quello che stanno comprando adesso, visto che con la crisi tutto è in saldo e la mafia e la camorra sono gli investitori + liquidi del mercato, altro che fondi pensione e fondi di private equity…

          Anche Milton Friedman la pensava così, quindi la destra dovrebbe smetterla di avere posizioni etiche date dal vaticano e ragionare un pò di più concretamente, Lega compresa.

  3. i democristiani sono sempre i soliti a tutte le latitudini
    grassi ipocriti e senza ritegno
    senza di noi patrioti ed anticomunisti
    l’Italia sarebbe ora in mano a gente come Tito

    comunque era anche ora di dare una stretta alle intercettazioni

  4. Stà un po’ a vedere che adesso salta fuori che la democrazia in Italia l’han salvata i neofascisti.
    Mediolungo si conferma un comico senza pari.
    Quanto alle interettazioni, questo decreto è un favore grosso come una casa alla delinquenza, alla corruzione e alla criminalità organizzata, altro che “sicurezza” e “tolleranza zero”.

    • non puoi negare che
      la resistenza dei comunisti durante la guerra non fosse orientata a riportare la democrazia ma a stabilire la dittatura del proletariato in Italia ( così si spiegano molti eventi luttuosi avvenuti dalle mie parti nel biennio di sangue dopo la fine della guerra od in precedenza con le foibe titine )

      nel PCI é sempre stata presente una struttura “coperta” pronta ala rivoluzione armata ,monitorata e nel caso “anticipata” dalla CIA con gladio e stay behind

      fino ai primi anni ’80 il PCI prendeva soldi ed ordini da Mosca NONOSTANTE le apparenze distanti di berlinguer

      sulle intercettazioni
      se ragionate senza il prosciutto sugli occhi
      questo é un provvedimento liberale che salva la dignità dei cittadini dall’invasione del circo mediatico giudiziario
      é un discorso di civiltà tant’é che anche alcuni liberali veri del centrosinistra col loro voto segreto lo hanno confermato

      Quando le telefonate di Fassino e D’Alema finirono sui giornali, la sinistra, non a torto, si risentì, gridando al complotto destabilizzante. Coloro che oggi adorano De Magistris fecero, allora, del gip Forleo un’eroina, mentre le forze liberaldemocratiche di sinistra e di destra protestarono contro la barbarie della giustizia-spettacolo.

      Certo, questa stessa legge, se firmata da Prodi, avrebbe guadagnato quanto meno il silenzio-assenso dell’Anm ed una spruzzata di incenso benedetto da parte del Csm.

      Questi son fatti non pugnette

      • Queste son pugnette, non fatti.
        I fatti sono che se abbiamo la democrazia in Italia è anche grazia al sangue dei partigiani. I fatti sono che se abbiamo sconfitto le BR è anche grazie all’isolamento creato loro attorno dal PCI. I fatti sono che al di là dei proclami (e delle illazioni di mediolungo) mai il PCI ha ordito colpi di stato, mentre la destra sì (vedi gen. De Lorenzo)e che si è sempre schierato a favore della demicrazia, cosa che non si può dire della destra italiana; i fatti sono che appena ha potuto il PCI è stato il primo partito comunista occidentale a mandare Mosca a quel paese, e a rinunciare ufficialmente al rovesciamento del capitalismo.
        I fatti sono che questo balilla da balera si atteggia ora a difensore delle libertà democratiche, ma solo pochi commenti addietro si augurava un regime autoritario in Italia.
        I fatti sono che questa legge non è stata né firmata né pensata da Prodi. I fatti sono che la sinistra ha protestato nel caso Unipol (ma sbagliava a protestare) tuttavia non ha fatto nessuna legge di tal genere. I fatti sono che con questa legge sarà di fatto impossibile incastrare un mafioso con le intercettazioni. I fatti sono che non questa legge cala il siipario sulla libertà di cronaca giudiziaria.
        Questi sono i fatti.

        • “Quando le telefonate di Fassino e D’Alema finirono sui giornali, la sinistra, non a torto, si risentì, gridando al complotto destabilizzante.”

          Mediolungo.
          Destabilizzante è la tua arroganza ed ignoranza (delle leggi).
          E’ GIA’ vietato pubblicare intercettazioni private e non rilevanti per le indagini.
          Si utilizza lo stesso IDENTICO metodo della legge contro i LAVAVETRI:si giustificava questa puttanata dicendo che si volevano difendere gli “onesti” automobilisti da eventuali comportamenti violenti o aggressivi.
          Peccato che questo tipo di comportamenti vengono già giudicati da una legge (tranne in famiglia,tra le ONESTISSIME mura domestiche,dove la moglie puo’ continuare a denunciare e violenze del partner, finchè il poveretto non si stufa di trovarsi i carabinieri in casa ogni sera, e sarà costretta ad AMMAZZARLA di botte….la pazienza ha un limite).

          Ps:De Magistris e la Forleo sono stati trasferiti SENZA MOTIVI anzi sono state riconosciute VALIDE le loro inchieste e indagini, quelle stesse inchieste che ora risultano INSABBIATE dai loro successori.

        • balilla da balera sarai te

          io ho solo detto
          come te avrai fatto coi tuoi compagnucci decine di volte dicendo:
          “adda venì baffone”
          che la democrazia sarebbe rivitalizzata
          da un periodo di
          dittatura in senso
          romano del termine

          se hai studiato come sembra
          dovresti sapere cosa intendevano i romani quando pensavano a periodi di giusta dittaura

          i fatti sono che sulle intercettazioni
          tu scambi previsioni ed illazioni per fatti

          ma quale “dati e fatti”
          tu sei illazioni e pregiudizi

          • L’aspirante avanguardista insiste, intrepido, anche se il vento gli manda il ciuffo del fez sugli occhi.
            Neppure sfiorato dal sospetto che ilsottoscritto possa non essere, né esser stato mai, komunista né kattoliko, prosegue nei suoi barbosi teoremi (chi non è con noi è komunista).

            So benissimo cosa intendevano i Romani (maiuscolo ragazzi, maiuscolo!) per dittatura (Coriolano docet), ma proprio la loro storia ci dice che la dittatura temporanea si trasforma volentieri in perpetua (Caesar docet).

            Tralascia di dire che anche Marx pensava a una temporaneità simile, quando immaginava la “dittatura del proletariato”, ma io nemmeno di quella mi fiderei (Stalin docet).

            Sulle intercettazioni, forse gli piacerebbe, se venissero qui trascritti i testi di alcune intercettazioni che riguardano il ducetto di Arcore.

            I fatti sono che questi vorrebbero impedire le intercettazioni: come si fa a autorizzare le intercettazioni stesse, solo se è già “evidente” la colpevolezza? Vuol dire che a quel punto sono inutili.
            Questa è pura logica, mica illazioni.

          • PS: “sarai te”
            “come te avrai fatto”
            Il pronome soggetto, della seconda persona singolare, è “tu”, non “te” (che è pronome complemento).

  5. Molto DIVERTENTE limitare le intercettazioni ai reati di Mafia.
    Che bella poi la barzelletta di intercettare solo se esistono GRAVI indizi di colpevolezza.
    Sentite quest’altra:

    TOC TOC
    CHI E’ ?
    LA MAFIA. (Battuta di Dell’Utri)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...