LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

3° – settimana della controinformazione: il bilancio di un anno di governo Berlusconi

27 commenti

giustiziamalataAvrei dovuto mettermi con dati e fatti alla mano , come fà sempre un bravo commentatore di questo blog  , e spiegarvi come questo governo non abbia fatto nulla nel merito dei veri problemi della giustizia .

A parte il Lodo Alfano che si commenta da sé , le  altre amenità minacciate dal governo ( dalle intercettazioni vietate alle restrinzioni promesse sull’attività dei magistrati e sulla loro carriera , in definitiva sulla loro autonomia ) sono per ora solo minaccie e non provvedimenti esecutivi quindi tralascio di approfondirle , avendolo peraltro in parte già fatto ( Prima l’impunità poi l’oblio -3° e ultima parte )

Dal momento che trattasi del settore dove svolgo anch’io il mio lavoro mi permetto invece qualche divagazione , di inseguire  un po’ il mio stato    d’animo …

Qualche mese fa’ per motivi di lavoro ho assistito ad un convegno a Monza in cui  l’ex pm di mani pulite Piercamillo Davigo ha espresso il proprio pensiero sullo stato della giustizia in Italia affrontandolo da un punto di vista tecnico, direi da operatore interno al sistema, senza divagazioni.

Mi ha particolarmente colpito , oltre che per le dotte argomentazioni ( me ne ricordo una azzeccatissima per Calamandrei ) per il fatto che , come ha ricordato egli stesso , Davigo ha avuto modo di rivestire tutti i ruoli del processo anche l’imputato, sempre assolto peraltro.

La enorme esperienza  , la grande stagione di tangentopoli  e  molti altri importanti processi  ,   le sue idee politiche peraltro note ma mai sbandierate ( è un uomo di destra , un conservatore ) , la grande perizia tecnico giuridica da tutti riconosciuta fanno di Davigo uno dei personaggi più interessanti del mondo della giustizia.

Non mi soffermo sul resto della “lezione” ,  ricordo solo che se fosse passata  la proposta del governo di vietare la partecipazione di giudici a convegni anche larvatamente politici probabilmente non avrei mai potuto sentirla ,  per il resto vi rimando ad un riassunto trovato sul web ( Lo stato della Giustizia secondo Piercamillo Davigo ) che mi pare abbastanza fedele .

Rammento benissimo come egli insistesse sul dato dell’eccessivo numero di cause aggiungendo un elemento sorprendente  –  a parte i milioni di fascicoli pendenti , cosa già arcinota – e cioè che nel solo processo civile è coinvolto un numero di cittadini ( tra testi e parti ) pari ai due terzi ( 2/3) della popolazione italiana.

Un DNA da litigiosi, insomma.

Ma è un altro il motivo, devo confessarlo, per cui ieri mi è venuto in mente quel convegno sentendo le  motivazioni della sentenza contro Mills.

E cioè che fra le cause  endemiche , “italiane “ della mala giustizia  , l’ex pm di mani pulite ha denunciato proprio la circostanza che nel nostro paese vi è una tendenza a delinquere dei ricchi e dei potenti superiore alla media , già alta fin dalla notte dei tempi  ( “ è più facile che un cammello passi dalla cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli “)

Mi ricordo che si citava il caso di un consigliere provinciale di FI condannato a due anni per tentata concussione , tale  Claudio Fanchin . Quando il  prefetto ne ha chiesto la decadenza dal Consiglio , la maggioranza di centrodestra  ha risposto picche  “perché non ha concusso nessuno: ci ha solo provato”.

Insomma niente processo alle intenzioni , sì insomma voleva rubare ma non c’e’ mica riuscito!

E comunque diamogli un’altra possibilità!

Mentre pensavo cio’  ascoltavo la solita stanca pletora  televisiva di dichiarazioni pro e contro Berlusconi e  le sua repliche urlanti  a telegiornali unificati.

Ad un certo punto invece che la solita indignazione  mi ha assalito un senso di stanco e vago stupore , sempre meno stupore e sempre piu’ stanco .

Una sensazione che da qualche tempo prende  noi cittadini non del tutto lobotomizzati quando ascoltiamo tali e tante amenità e ci rendiamo conto di avere ormai il cervello , il sedere ed altri organi e parti del corpo sempre piu’ efficacemente  anestetizzati .

E’ una strana e triste sensazione.

Provo a distrarmi  pensando alla battuta per cui l’unico grande miracolo italiano di Berlusconi  in questo quindicennio è stato proprio  l’ aver anestetizzato tutti , come minimo a livello “locale” .

Ma non mi fa’ più tanto ridere ed anzi  mi accorgo che anche ad altezza cuore arrivano i primi segnali di desinsibilizzazione.

Cosi’ alla fine devo ricorrere  , sperando che passi presto la nottata , alla famosa frase di Abramo Lincoln che dice “ potete ingannare una persona per sempre oppure tante persone per un certo tempo, ma non potete ingannare tutti per sempre

Ebbene quanto dura un certo tempo ?

Avrà una scadenza temporale, o no?

Proprio io , uno dei piu’ famosi capi Sioux che cito il grande padre bianco , che Manitù mi perdoni !

Crazyhorse70

Annunci

27 thoughts on “3° – settimana della controinformazione: il bilancio di un anno di governo Berlusconi

  1. Riguardo agli ultimi avvenimenti sul blog.
    Ho un pò la sensazione di aver visto una frana cadere e il polverone sollevato comincia a svanire. Gli impulsi di reagire alle provocazioni si attenuano e si riprende a ragionare con calma cercando equilibri, nuove strategie, obiettivi più realizzabili.

    A casa fai veloci panoramiche su veline e velone, spettacoli per lo più indecenti a cui non si fa più caso; anche l’indignazione è un sentimento attenuato che forse sta scomparendo.

    Quanta rassegnazione in tanti di noi!
    Quante sconfitte più o meno disastrose.
    Ma poi il cervello riprende a rimuginare e ripassi quei valori di “varia umanità” per i quali hai vissuto una vita intera, aspettando, cercando, provando a incidere su una società smarrita. E intanto rivedi, rinvigoriti, certi sussulti antistorici che sembravano vinti.

    Esseri umani trattati peggio delle bestie che diventano obiettivo dei luogotenenti del potere trionfante, ma non fa un grande effetto, neppure la chiesa si scompone più di tanto.
    E poi senti di giudici che hanno avuto il compito storico-strategico di tutelare il potere trattati da pericolosi sovversivi.
    Dopo Piazza Fontana imparammo una regola fondamentale di interpretazione della realtà: A CHI GIOVA? E allora dico se ha ragone Lui, i giudici preparano il colpo di stato. E siccome Lui non può che avere ragione (per ora è al 75% e continua a salire), a questo punto ragazzi sveglia la democrazia sta per cadere, i giudici stanno per prendere il potere.
    Ma io ho visto anche “Zeta, l’orgia del potere”: che confusione non capisco più nulla.
    Ma adesso Medio Lungo mi spiegherà tutto, che fortuna!
    marios

  2. blog:
    avete paura di confrontarvi?
    prima offrite collaborazione poi sparite
    decidetevi

    post:
    solita storia
    é provato che dal 1993 una certa magistratura rossa ( m.d. a cui appartiene anche il giudice di questo processo Mills )vuole rovesciare Berlusconi
    il quale ha subìto una ventina di processi ed é stato SEMPRE assolto o il reato prescritto .

    Anche stavolta andrà cosi’ con lo scorno di tutti coloro che attendono la scorciatoia giudiziaria al potere : rimarranno fregati.

    Per il resto ho già detto: quel che per voi son cose di regime
    per me sono necessarie prove di rapporto fiduciario fecondo ed utile per l’Italia.

    La giustizia ha bisogno di soldi?
    ve ne siete accorti ora?
    Con la più grande crisi mondiale in atto ORA bisognerebbe trovar soldi per ogni cosa
    durante le vacche grasse del
    MORTADELLONE
    i soldi dove li avete fatti sparire ?

    Quanto a cavallo pazzo:
    il tono pensoso romantico di povero sottoposto al regime
    non ti si addice
    é ridicolo
    come anche le citazioni libertarie
    ma piantala
    e pensa a lavorare

    • Mediolungo
      con calma e per piacere.

      Il clima è stato molto teso e pesante ultimamente.
      Oltretutto qui sono l’unica donna in quello che sembrava diventato un club per soli uomini.. 😉

      un attimo di sbandamento, ma riprendo le redini
      Ho scritto i motivi nel post qui sopra

      Forse non ti saranno chiari, lo comprendo, ma ti bastino per sapere che troverò il tempo che non ho
      Questo blog ha una storia,iniziative promosse che non possono essere mandate al macero
      CIao

  3. basta leggere mediolungo per farti passare ogni tentazione di sconforto…

    Non preoccuparti medio
    com vedi non partecipo allo SCANDALO continuo quotidiano di chi ogni volta casca dalle nuvole,
    non ci casco

    E’ inutile perdere tempo ad inseguire il berlusca sulle polemiche del caso Mills…

    Il nostro non é un paese normale, la gente é sempre più anestetizzata e quel poco di sensibilità che rimane é meglio non sprecarlo con le solite litanie ed utilizzarlo per dire le cose come stanno

    Prendiamo atto che
    oggi nel 2009 non và dato nulla per scontato, neanche lo stupore o l’indignazione.
    E’ come se dovessimo ricominciare dagli albori della democrazia, dall’abc delle regole, tutto da capo.
    Continuiamo a controinformare parlando dei veri problemi del popolo italiano che é evidentemente cosa diversa dalla gens berlusconica.
    Esistono due italie ( come minimo ) , una delle quali ha a che fare ogni giorno con la giustizia.
    2/3 della popolazione é stata o é parte o testimone in processi civili…

    se hai qualcosa da dire dilla su questo
    e non preoccuparti di fare l’avvocato d’ufficio del tuo boss
    ti riesce meglio
    esprimere la magia del “rapporto fiduciario”
    che difendere il silvio da se stesso

  4. “Una sensazione che da qualche tempo prende noi cittadini non del tutto lobotomizzati quando ascoltiamo tali e tante amenità e ci rendiamo conto di avere ormai il cervello , il sedere ed altri organi e parti del corpo sempre piu’ efficacemente anestetizzati .”

    Zygmunt Bauman ha trattato l’argomento profondamente.
    Lo consiglio a tutti.

    E XXXXXXXXXX (scusate ma la Franca stasera mi ha fatto arrabbiare)
    anzi giacchè ci sono: mediolungo xxx xx xxxxx xx xxxxx.
    Quando ci vuole ci vuole

  5. Mediolungo dice cose di una certa gravita°:

    “é provato che dal 1993 una certa magistratura rossa ( m.d. a cui appartiene anche il giudice di questo processo Mills )vuole rovesciare Berlusconi”

    ma si guarda bene dal portare le “prove” di questo complotto. Soprattutto, dovrebbe provare che anche la magistratura inglese vi è coinvolta, visto che Mills è stato incastrato da prove raccolte dagli inquirenti britannici che indagavano su tutt’altro (evasione fiscale di Mills).

    Mediolungo è ineffabile quando dice che Berlusconi “ha subìto una ventina di processi ed é stato SEMPRE assolto o il reato prescritto.”

    Ciò che non dice, è che spesso le sue assoluzioni sono state determinate dal fatto che nel frattempo LUI si era depenalizzato i fatti ascrittigli.
    Ciò che non rimarca, è che se uno viene giudicato non perseguibile “per prescrizione del reato”, significa che è stato riconosciuto colpevole di un reato, altrimenti verrebbe assolto con formula piena.

    Mediolungo insinua: “durante le vacche grasse del
    MORTADELLONE i soldi dove li avete fatti sparire?”
    A parte il fatto che di vacche grasse è ridicolo parlare, a vedere i dati dell’economia italiana lasciati in eredità a Prodi dal governo precedente, e a parte il fatto che i conti dello stato sono regolarmente migliorati con Prodi e peggiorati con Berlusconi, cerchi Mediolungo di specificare accuse, di circostanziarle, di dimostrarle.
    Altrimenti è fumo.

  6. ma porca miseria ladra!
    la militante di estrema sinistra Nicoletta Gandus ha scritto decine di articoli e commenti contro Berlusconi dimostrando inimicizia per lo stesso presidente PRIMA DEL processo.

    Nonostante fosse un caso classico di giusta RICUSAZIONE la casta dei suoi amichetti bolscevichi l’ha salvata ed ha permesso che a pag. 359 delle motivazioni in un processo in cui lui non era imputato si scrivesse che l’avrebbero praticamente condannato volentieri.
    VERGOGNA!
    E contro queste gravissime affermazioni il premier non puo’ neanche fare appello perché comunque non imputato.

    Un modo misero trasversale vigliacco per infangarne comunque l’immagine , tipiCo della scuola leninista a cui appartiene la toga superossa di magistratura Democratica, una potente lobby marxista dentro la magistratura.
    IL RESTO é PROPAGANDA

  7. Ennò, signori, la propaganda la sta facendo questo buffo personaggio.
    Punto primo. Se Brelusconi non è imputato è solo perché si è fatto la solita legge ad personam. Quindi di che ci si lamenta? Se l’è voluto lui.
    Punto secondo. A pag. 359 c’è scritto che l’avrebbero condannato? E ti credo, ci sono le prove della sua colpevolezza… Senza citare lui nella sentenza, senza dire che Mills ha scritto una lettera in cui confessava per iscritto di aver predo i soldi da lui, la sentenza sarebbe monac, se non incomprensibile.
    Punto terzo. Che la Gandus sia una militante di estrema sinistra è tutto da dimostrare. Militante? Ha la tessera di qualche movimento? Fuori le prove.
    Punto quarto. La Gandus ha scritto decine di commenti e articoli contro Berlusconi, o ha espresso più volte la propria legittima contrarietà alle leggi che il suo governo ha proposto e fatto approvare? C’è una bella differenza, tra un legittimo parere e una inimicizia.
    Punto quinto. Non mi risulta che gli altri magistrati (quelli che lui chiama la casta dei bolscevichi), avesse il potere di impedirle di scrivere le motivazioni della sentenza come le pareva.

  8. La propaganda la trovi guardando i telegiornali o i “varietà” di quella scatolina chiamata TELEVISIONE, la tua PORTATRICE SANA DI LIBERTA’.

  9. PS per rimanere ai fatti, il mediolungo sorvola con eleganza sul fatto che nei molti processi prescritti ci sono le prove della sua colpevolezza, così come ci sono nel caso Mills, e sorvola altresì sul fatto che gli inquirenti inglesi hanno portate tali prove perchè le hanno trovate, mica per inimicizia.

  10. Per dovere di cronaca, a pag. 359 l’unico riferimento a S.Berlusconi è il seguente:

    “l’importo di quasi sei miliardi di lire sarebbe potuto restare nella disponibilità di Mills
    a condizione che la giustizia italiana non lo bloccasse, quale illecito profitto da sequestrare.
    Questa la promessa di colui che Mills ha dichiarato essere il reale, originario proprietario della
    somma, Silvio Berlusconi. Soggetto che era comunque certamente l’interessato al buon esito dei
    procedimenti; che era ed è al vertice del Gruppo di cui le società offshore facevano parte; alla cui
    volontà era subordinata qualsiasi decisione quanto a Century One e Universal One; in nome e per
    conto del quale agivano tutti i dirigenti Fininvest con cui Mills entrava in contatto e collaborava; il
    cui consenso esplicito, infine, aveva consentito il passaggio del dividendo nella disponibilità di Mills.”

  11. per Mediolungo:
    con tutto il rispetto per le tue opinioni, ma pensi davvero che Berlusconi sia un perseguitato, un imprenditore sempre innocente, che sia continuamente oggetto di complotti di politici e giudici di sinistra? Secondo te se al suo posto ci fosse stato un Fini qualsiasi, che di professione fa solo il politico, ci sarebbe stato lo stesso casino?
    O è forse proprio la posizione che Berlusconi riveste, di imprenditore e politico, che genera un conflitto, una perenne querelle tra lui e la magistratura? Non esiste niente di simile in altri Stati, una tale concentrazione di poteri che non può non generare un’attenzione continua sulle attività e sui comportamenti del personaggio.
    Ed io, sinceramente, mi auguro che questa attenzione non venga mai meno perchè quando si raggiunge una tale superiorità (numerica) politica, credo che la tentazione di liberarsi dei “piccoli nemici” sia forte. Con tutto ciò che ne potrebbe conseguire.
    Ciao

  12. io mi sento garantito dal fatto che berlusconi sia quel che é.
    Voi siete fanatici del formalismo e vi sentite garantiti da una casta di piccoli politicanti alla ricerca di guadagno e potere che vivono nel politicamente corretto e sono solo opportunisti.
    Il premier ha potere e soldi e ne ha tanti di entrambi e quindi é più LIBERO.

    Sono garantito DA QUESTO E dal suo entusiasmo di voler raggiungere vette più alte e lasciare il segno cambiando l’Italia e facendo ciò che serve.

    Come ad esempio la separazione delle carriere o come RIMETTERE i giudici nell’alveo che gli spetta ( parlino con le sentenze non coi blog )impedendogli di fare i pagliacci in tv o partecipare a convegni come quello SANTIFICATO dal suo collega (o sbirro , non si é ancora capito ,magari un cancelliere ? )cavallo pazzo.

    Una volta il giudice era un persona stimata seria e distante dalle pagliacciate e da certi linguaggi da tribuno della plebe.

    Io mi sento garantito proprio da quel che a voi spaventa, perché non avete l’intelligenza di capire che proprio uno com e lui puo’permettersi di governare bene , anzi lo stà già facendo…

    il suo essere visionario ed un po’ folle come solo i geni sono talvolta ha creato un rapporto di fiducia indissolubile con la gente che gli permetterà di andare avanti e cambiare l’Italia.
    Contro tutte le caste le burocrazie e le incrostazioni corrotte e di potere che legano questo grande paese e lo imbrigliano.

    • “Io mi sento garantito proprio da quel che a voi spaventa, perché non avete l’intelligenza di capire….”

      “Il premier ha potere e soldi e ne ha tanti di entrambi e quindi é più LIBERO.”

      Parlane col tuo medico.
      Magari non è grave….
      ti abbracciamo forte
      guarisci presto

  13. E dopo questa tirata, oltretutto zeppa di ragionamenti illogici, di mediolungo, sarebbero gli altri, qui, a fare propaganda e chiacchiere???
    Dopo aver detto a tutti noi che siamo meno intelligenti, questo qui ha perso il diritto di lamentarsi per gli insulti che – non da me – riceve.

  14. Chiedere che il nostro capo del governo sia onesto e non corrompa giudici e testimoni, che non abbia intrallazzi strani con mafiosi, che paghi le tasse, sarebbe formalismo???
    Stento a credere a quello che leggo.

  15. Che ci sia uno che si sente garantito da fatto che un solo uomo al comando abbia una concentrazione di potere mai vista, e conemporaneamente una montagna di soldi sufficiente da potersi comperare una nazione, questo mi lascia senza parole. Che poi uno che vota Berlusconi dica, candido candido, che sono gli altri, i suoi aversari politici, quelli che cercano il guadagno e il potere, fa cadere le braccia.
    Mediolungo continua a non cogliere il segno, sulla giustizia. Il punto non è se i giudici esternano o no, perché anche se non lo facessero, avrebbero comunque le loro opinioni. Il punto non è nemmeno la separazione delle carriere, il punto è che per “rimettere i giudici al loro posto”, il suo idolo vorrebbe trasformarli in dipendenti del ministro della giustizia (cioè in definitiva del capo del governo).

    A quanto vedo, quando un popolo perde la testa, si mette alla ricerca di un capo. E il brutto è che lo trova. Sempre.

    • Caro Dati e Fatti

      visto che sei l’unico che non mi insulta, ti spiego perchè le persone votano il Silvio, spassionatamente (prego gli altri frequentatori del blog di ignorarmi, apprezzo il tentativo di Franca di un blog senza risse e quindi commento senza cercare liti).

      Io ho letto Orwell, Marx, Keynes, Hitler, leggo ogni giorno Il Sole 24 Ore e guardo quando posso il TG 3, poi il TG 5 ed il TG 1.

      Conosco tutte le vicende processuali del Silvio (l’ultima è risibile ma sorvoliamo) e nonostante sia inondato di informazioni, voto Lega Nord.

      Perchè?

      Perchè valuto innanzitutto l’alternativa.

      Dal mio punto di vista, è impensabile dare lo Stato in mano a politici di professione, gente come D’Alema o Franceschini che NON HANNO MAI LAVORATO e non possono avere idea, a nessun livello, di cosa vuol dire TIRARE LA LIMA (per i non milanesi significa farsi il culo lavorando).

      L’esimio prof. Prodi è stato un super consulente strapagato alla Mc Kinsey (insieme a Profumo), per poi finire sparato come superdirigente all’IRI, e coronare la vita in una superba carriera universitaria.

      In buona sostanza, non ha idea della vita reale delle persone reali, dal dipendente all’imprenditore medio.

      Tutti i politici più rappresentativi di Sinistra sono così, senza basi reali perchè la vita reale non la conoscono e nessuno di loro ha mai creato posti di lavoro.

      E tutti sono ricchi nella media, e questo vuol dire che può esserci qualcuno più ricco di loro che può offrirgli denaro per avere favori.

      Il Silvio ha fatto probabilmente molte delle malefatte che gli imputano, ma pur con tutto il culo nel burro che ha avuto (suo padre non era certo un operaio della fiat…) ha creato aziende, posti di lavoro, e gente che paga il mutuo grazie a lui.

      Ha le aziende, sa cosa vuol dire combattere con una burocrazia ed uno Stato che sono OSTILI agli imprenditori.

      E quindi, a pelle e di pancia, è sicuramente più vicino al sentire del professionista e dell’ìmprenditore di qualsiasi politico di Sinistra.

      Se analizziamo quella poi che una volta veniva chiamata la classe operaia, e che adesso vota Lega Nord (giustamente), non ha alternative.

      Una volta il PCI pensava ai loro interessi,adesso sentono Ferrero parlare sempre degli immigrati, della questione palestinese,di cose delle quali a loro giustamente NON FREGA UN CAZZO. E sai perchè?

      Perchè non essendo ricchi non vivono ai Parioli ma in quartieri a volte normali ma spesso purtroppo degradati, e vivono in prima persona la microcriminalità, e tutti quei fenomeni che solo la Lega puntualizza e sente vicini.

      Non a caso molti parlamentari della Lega sono operai.

      Questo dovrebbe far pensare la Sinistra.

      Ma non lo fa, e tu senza offenderti ti prego, ne sei un esempio.

      Tu parli di Lodo Alfano, di malefatte del Silvio, di conflitto di interesse, di emergenza democratica, tutte cose (esagerate e drammatizzate) di cui alla gente NON FREGA UN CAZZO.

      Perchè non abbiamo le SS per strada, la gente continua a fare quel cazzo che vuole e quindi pensa giustamente siano vaccate le grida dell’emergenza democratica, e di fronte a problemi REALI sente voi soltanto parlare di cose distantissime dal sentire comune.

      E’ per questo che io voto Lega Nord e la gente vota il Silvio, e voi alle prossime elezioni subirete una legnata tremenda, non perchè il Silvio sia onesto o la Lega perfetta, ma perchè voi siete peggio.

      Senza offesa.

  16. voi chi.

    VOI CHI ?
    Legnata ….ma come parli ?
    Le parole sono importanti (diceva qualcuno)

    Anche la CREDIEURONORD era vicino alla realtà delle persone reali?

    Roma Ladrona
    pero’ alla Lega…gli piace la poltrona!

    Adesso vado a menare qulche rumeno ubriaco prima che mi stupri la figlia.

  17. Finalmente un discorso civile.
    Ne devo dare atto a Panattoni, il quale si merita una risposta.
    Vedi Marco, io non lesino alla sinistra molte delle critiche che tu le fai.
    E’ innegabile, Berlusconi e la Lega hanno saputo parlare di problemai reali, per il popolo (per semplicità: piccoli imprenditori e la massa dei lavoratori) assai più efficacemente di quanto sia stato fatto dai loro avversari. E questo spiega molto del perché godano di un largo consenso.
    Nulla da eccepire su questo.
    Ma quello che facciamo fatica a spiegare a gente come voi (lo dico senza alcun intento dispregiativo), è che non è vero che parlare dei problemi della gente significhi sic-et-simpliciter indicare le contromisure adeguate.
    La nostra critica al programma della destra è qui. Ed è su questo terreno che siamo radicalmente all’opposizione.
    A fronte di problemi reali (anche se spesso ingigantiti ad arte, come la criminalità), si indicano strade puramente demagogiche. Soluzioni semplicistiche, e dannose alla lunga, per problemi complessi. Con l’unico scopo evidente della conquista e mantenimento del potere.
    Per i resto, si continua a rimanere esterrefatti, a sentire che considerate la sinistra peggio di Berlusconi, nonostante ammettiate a denti stretti che lui, quelle nefandezze di cui è accusato, le ha commesse per davvero.
    La democrazia? Sarebbe un discorso molto lungo, ma è facile ricordare che non è necessario, per avere uno Stato autoritario e illiberale, avere per le strade manganelli e carri armati.
    Anzi, spessissimo nella storia i regimi sono stati legittimati dal voto popolare. Il popolo: una massa di persone che di economia e politica non sa una mazza, non legge giornali seri, non legge libri, spesso perde la testa e quando la perde cerca un Capo, e come ho già detto, purtroppo per il popolo, lo trova pure.
    E’ snobismo il nostro?
    Chiamalo come vuoi, ma quando vedo la gente dare di matto, io preferisco il caro vecchio buon senso.
    Era snob Montanelli, negli anni settanta, quando si opponeva agli eccessi della sinistra di allora? Non direi proprio, era solo un uomo che era rimasto lucido in un gran marasma.
    Allo stesso modo, ci si sforza, di qua, di non perdere la bussola sui valori fondamentali, e sulla verità delle cose.
    Compreso il fatto che nessuno si nasconde che il malaffare sia trasversale, ma che (mi si passi la metafora, che spero sia trasparente) c’è una bella differenza tra un ladro di polli e un trafficante di droga, e che ce ne corre, tra certo conformismo acquiescente verso il malaffare e l’esserne proprio complici.

  18. PS dimenticavo: il fatto che uno sia stato bravo nel suo mestiere, che so io, il farmacista o l’avvocato, l’imprenditore o l’artigiano, non significa automaticamente che sia bravo altrettanto in un mestiere completamente diverso, quello della politica.
    A parte il fatto che se Berlusconi avesse fatto davvero l’imprenditore e basta, senza scorciatoie censurabili (come fanno quasi tutti gli imprenditori onesti), col cavolo che costruiva l’impero che ha messo in piedi.
    Per una ragione molto semplice: non è un imprenditore vero, è solo un affarista.
    La dimostrazione? Prima di enrare in politica, la Fininvest era sull’orlo del fallimento.
    Tutte le sue aziende, alla lunga, hanno rischiato di chiudere (Lacinq, Telecinco, Telepiù, Standa, eccetera), e se non le avesse poi rivendute, o se non avesse avuto (chiamiamoli così) dei favori dall’alto, ci ricorderemmo di lui come di un altro Tanzi qualsiasi.

  19. Da molti anni Berlusconi è accusato di molte e gravi violazioni del codice penale e di altre leggi penali. Ha subito numerosi processi da alcuni dei quali è uscito in modo poco commendevole: alcune volte per prescrizione, altre per assoluzioni motivate con l’art. 530 del codice di procedura (la c.d. insufficienza di prove), altre ancora a seguito di leggi fatte appositamente per consentirgli l’assoluzione con la formula il fatto non è più (prima lo era, adesso non più) previsto dalla legge come reato, altre infine per via di quei monumenti giuridici e costituzionali che sono stati il lodo Schifani e il lodo Alfano, le due leggi costruite apposta per garantirgli l’impunità. Non solo: personaggi a lui molto vicini (Dell’Utri per primo e Previti per ultimo, ma ve ne sono stati altri) sono stati condannati per gravi reati (frode fiscale e corruzione) in contesti in cui è emerso con chiarezza l’interesse economico e politico di Berlusconi stesso. E ancora: alcune frequentazioni (penso al famoso stalliere Mangano) del Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana sono state tali da ingenerare sconcerto e preoccupazione. Perfino alcune assoluzioni (il processo Saccà) sono state motivate con argomenti che avrebbero fatto vergognare qualsiasi piccolo, medio o grande servitore dello Stato: un rapporto di totale sudditanza tra pubblici funzionari (e Berlusconi lo è, al massimo livello) squalifica il suddito, ovviamente, ma non depone a favore del padrone, proprio perché non sono questi i rapporti che dovrebbero caratterizzare il pubblico impiego. Insomma, un alto funzionario pubblico non dovrebbe comportarsi come Fantozzi; e il Presidente del Consiglio dovrebbe guardarsi bene dall’assumere ruolo e atteggiamenti da ipermegadirettore.

    Bruno Tinti

  20. dice dati e fatti :

    E’ innegabile, Berlusconi e la Lega hanno saputo parlare di problemai reali, per il popolo (per semplicità: piccoli imprenditori e la massa dei lavoratori) assai più efficacemente di quanto sia stato fatto dai loro avversari. E questo spiega molto del perché godano di un largo consenso.
    Nulla da eccepire su questo.
    Ma quello che facciamo fatica a spiegare a gente come voi (lo dico senza alcun intento dispregiativo), è che non è vero che parlare dei problemi della gente significhi sic-et-simpliciter indicare le contromisure adeguate

    e’ qui che sbagli ,
    capire i problemi della gente
    significa aver fatto bene l’analisi politica
    cioé aver risolto piu’ della metà del problema

    essere in sintonia , aver rapporto di fiducia
    voler far fruttare tutto ciò per
    FIMALMENTE decidere a favore della gente é molto più della metà del problema
    é quasi la soluzione

    senza perder troppo tempo con chiacchiere inutili e DUPLICATE DI un assemblearismo bicamerale
    PARLAMENTARE frutto dell’antifascismo di maniera del dopoguerra

    é molto vicino alla soluzione del problema

    se non fosse costretto a ripararsi la testa dalle grandinate dei giudici
    il bilancio di questo primo anno sarenne ancor più florido
    ed é comunque positivo

    mi sembrate cechi e sordi nel non voler vedere e sentire

  21. Signori miei, il fatto che agli occhi di uno come mediolungo io – come voi – appaia sordo e cieco, non mi fa nè caldo né freddo.

    Sul perché questo primo anno di governo (primo? negli ultimi nove anni ha governato lui per la bellezza di sette, non so se mi spiego…) sarebbe positivo, il mediolungo tace. E ti credo. Dove li trova dati attendibili sui presuntisuccessi del capo?

    Nè val la pena spiegare a costui la differenza che intercorre tra condizione necessaria e condizione sufficiente: essendo necessario, per risolvere i problemi, capirli, ma tutt’altro che sufficiente.
    Sarebbe troppo.

    Mi basta sottolineare che il suo idolo non ha capito i problemi: si limita a descriverli come molta gente vorrebbe sentirseli descrivere. Il che è ben diverso.

  22. —– Alitalia —-
    resta in Italia e vive finalmente nel mercato senza più PROTEZIONI ED INEFFICIENZE DA BARACCONE SINDACAL STATALISTA.
    Risanata ,riparte nel MERCATO con Fiumicino hub centrale del mediterraneo ,i Francesi dentro ma non con poteri decisivi ,sfoltimento del personale abnorme per numero ED INEFFICIENTE PER QUALITA’ Frutto del consociativismo burocratico statalista. RIPORTATO A NUMERI E REGOLE DI MERCATO tutto il baraccone , Malpensa STARA’nel mercato SENZA RETI DI PROTEZIONE del vettore principe , a tirar fuori le palle e lottare con allenze magari con altri vettori come la Lufthansa

    ————- RIFIUTI NAPOLI ———-
    DOPO LE FIGURACCIE PRODIANE é stato risolto il problema , in più apertura Acerra e prossima di altri tre termovalorizzatori
    mentre voi eravate ancora alle discussione e chiacchiere e veti dei VARI pecorari scani

    ———— Finanziaria con DPEF ————–
    nell’estate 2008 ,35 miliardi senza metter mano NEI PORTAFOGLI , primo caso nella storia d’Italia ( moralità economica )sottratta all’assalto della diligenza di centrosinistra memoria,la prima finanziaria con un’orizzonte temporale di 3 anni e si propone di arrivare al pareggio del deficit del 2011.
    Una cosa è certa. Approvare la finanziaria con mesi d’anticipo e in pochi minuti ci HA salvaTO dall’estenuante assalto alla diligenza a cui assistiamo ogni anno da settembre a dicembre se non gennaio.
    HA FATTO UNA gran bella impressione, ci HA DATO l’idea che il governo finalmente agisca con una sola voce.

    – ) Abolizione ICI e sgravi sugli straordinari

    – ) trasformazione in fondazioni delle università – – ) tagli agli sprechi nell scuola ed univerità
    – ) social card

    ———- BANCHE ———–
    prima la robin hood tax nell’ottica di previsioni ottimistiche
    poi dopo il cataclisma imprevedibile
    i tremonti bond per costringere le banche ad investire nel mercato imprenditoriale
    NON CAPISCO DOVE SIA LO SCANDALO CHE DICE CAVALLO PAZZO
    Inoltre si possono rinegoziare i mutui senza obbligo di presenza del notaio ,é prevista la surrooga DEL MUTUO SENZA SPESE, é previsto il riconoscimento della DETRAZIONE degli INTERESSI FISCALI IRPEF al 19% .
    E che mi dite della SOSPENSIONE DEL PAGAMENTO DELLE RATE DEL MUTUO ?
    Se un cittadino si trova realmente in difficoltà nel pagamento delle rate del mutuo GLI PUO’ ESSERE SOSPESO a patto che il mutuo acceso sia prima casa e che egli possa dimostrare realmente il suo periodo di difficoltà.

    Continuo alla prossima……….

  23. Ma che noia, con questo qui, sempre ci tocca ripetere le stesse cose.
    Dunque.
    Capirai che portenti, eccerto che, governa, governa, ogni tanto pure lui si distrae, il duetto arcoriano, e corre il rischio di azzeccare mezza di qua e mezza di là. Anche a Stalin e Hitler capitava, qualche volta, di farne una giusta.
    Persino a Silvio è capitato di fare un legge giusta, penso a quella che vieta il fumo negli uffici.
    E allora? Questo ci obbliga ad accettare tutto il resto? Nessuno può costringermi a mangiare tre chili di cacca, solo perché vi ha deposto una ciliegina candita nel mezzo.
    Comunque:

    ALITALIA: panzane. Altialia è tutt’altro che risanata. E’ stata svenduta agli amici del quartierino di Berlusconi, mentre i suoi debiti sono stati rincollati a Pantalone, cioè al contribuente. Mentre lo straniero, cacciato dalla porta principale, sta rientrandovi dalla finestra come socio di maggioranza relativa. Il tutto con più di diecimila esuberi. Avesse lasciato far a Pordi, Airfrance avrebbe comperato Alitalia e avrebbe pagato lei i debiti, circa 400 milioni di Euro, ed era disposta a contenere gli esuberi in duemila unità.

    RIFIUTI: altre panzane. Il problema dello smaltimento è stato risolto solo in apparenza. A parte il fatto che la discarica di Acerra era già quasi pronta quando B. ha ripreso il potere, lui non ha fatto altro che sgomberare le strade di Napoli (il resto della Campania, ch’io sappia, continua ad affogare nella cacca). Una domanda: visto che è notorio come il problema dei rifiuti fosse endemico da decenni, come mai nei cinque precedenti anni di governo B. non ha fatto assolutamente nulla al riguardo? Altra domanda: essendo altrettanto noto che il problema era determinato dal lucro che la camorra imbastiva sulla questione, com’è che improvvisamente il problema è risolto? O non è affatto risolto, e la camorra seguita a fare il bello e cattivo tempo sui rifiuti (solo che in TV non si può dire perché ora al potere c’è lui), oppure verrebbe voglia di sapere se per caso i camorristi si siano improvvisamente e misteriosamente redenti. Illuminati sulla via di Damasco per un’improvvisa apparizione del Dio di Arcore? Oppure comperati, e se sì a quale prezzo?

    FINANZIARIA: altre balle. 35 miliardi senza altre tasse, questo sì. Tagliando ancora i servizi però, e questo ovviamente a scapito della redistribuzione del reddito (cioè a carico dei più poveri come al solito). Giusto il piano triennale, una delle poche cose assennate fatte da Tremonti. Ma gli assalti alla diligenza sono di democristiana e craxiana memoria, non solo di sinistra. E non mancavano affatto nel periodo 2001-2005. Che poi il tifoso di un delinquente che ha preso il potere osi parlare di moralità, indica di qual pasta sia fatto (il tifoso o il delinquente? Boh, fate voi).

    La social card? Ma non facciamo ridere i polli, una miserevole e ridicola elemosina, inutile per il pensionato e costosa per lo Stato, oltretutto mal funzionante. Il nulla, a paragone del faraonico programma elettorale (ricordate? Le pensioni minime a ottocento euro. Bum!)
    La robin hood tax era il solito specchietto per le allodole, dato che i petrolieri avrebbero subito alzato i prezzi per compensarla.
    Abolizione dell’ICI: veramente, quella lì l’aveva abolita, per i redditi bassi e medi, il centrosinistra.
    Il centrodestra l’ha tolta per quelli a cui era rimasta, i redditi alti.
    Sgravi per gli straordinari? A che servono di grazia, in un Paese in cui gli straordinari non son più pagati quasi da nessuna azienda, e in cui siamo in crisi di domanda e quindi non c’è lavoro abbastanza nemmeno per riempire le quaranta ore?

    PS: Le università sono state trasformate in fondazioni? Questa mi è nuova, da dove arriva ‘sta novità? L’università statale di Milano, la Sapienza di Roma, sono diventate fondazioni? Ma è vero? Qualcuno mi conferma la notizia? Soprattutto, qualcuno mi spiega dove sarebbe il vantaggio?

  24. ERRATA CORRIGE

    Sorry, avevo scambiato l’ICI per la tassa di successione, chiedo scusa sono un po’ stanco.
    Per l’ICI, dunque, il problema è il solito: meno tasse centrali, ma finanze locali in crisi. Risultato? O i comuni tagliano sui servizi oppure s’inventano qualche balzello locale; o lo STato centrale s’inventa altri tagli per rifinanziare gli enti locali.
    Ragazzi, il discorso è il solito: lo STato Italiano di soldi non ne ha. Quindi ogni bla bla sull’abolizione di qualche tassa o sulla riduzione delle medesime, è puro fumo negli occhi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...