LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

“Portare l’attacco al cuore dello Stato” questa la strategia delle B.R.

3 commenti

aldo-moro_cadavere_phCorriereMagazine_excAlle 9,15 del 16 marzo 1978 un commando di brigatisti rossi tende un agguato in via Mario Fani ad Aldo Moro, presidente del Consiglio nazionale della Dc, mentre si reca a Montecitorio per il dibattito sulla fiducia al IV governo Andreotti, il primo governo con il sostegno del Pci.

In pochi secondi i brigatisti uccidono i due carabinieri che accompagnano Moro (Domenico Ricci, Oreste Leonardi) e i tre poliziotti dell’auto di scorta (Raffaele Jozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi). L’On. Moro viene caricato a forza su una Fiat 132 blu. Poco dopo, le Brigate rosse rivendicano l’azione con una telefonata all’agenzia Ansa.

55 giorno dopo il suo corpo è fatto rinvenire nel bagagliaio di una Renault rossa dietro la sede del PCI. Una telefonata del brigatista Valerio Morucci ne annuncia la morte.

Portare l’attacco al cuore dello Stato” questa la strategia delle B.R.

In realtà quell’attacco fu portato al cuore della democrazia e dei tentativi di cambiarla e migliorarla .

Da allora invece niente fù come prima ed anzi ebbe inizio ,  all’acme della strategie della tensione , la curva in discesa della storia d’Italia.

Il mio pensiero sul punto l’ho già detto qui :   Berlusconi e quel piombo caldo sparato a freddo ad Aldo Moro

Attendo i vostri contributi.

Cavallo Pazzo

Annunci

3 thoughts on ““Portare l’attacco al cuore dello Stato” questa la strategia delle B.R.

  1. Moro ha fatto molti errori (secondo la “morale” democristiana.)

    Credo che l’apertura nell’ultimo peiodo nei confronti di Berlinguer sia stata la sua condanna.

  2. probabilmente é vero che Moro non piacesse a molti perché voleva fare il compromesso storico ma credo che non avessero torto coloro che lo contrastarono.

    Primo
    comunque é stato ucciso da un commando di comunisti delle B.R. e quindi piantatela sempre di fare dietrologia da 4 soldi

    Secondo
    anche il P.C.I. ( come gran parte della D.C. )non fece nulla per aiutarlo :
    forse perché dal “carcere del popolo” s’era capito che se fosse tornato sarebbe tornato un altro Moro magari pronto a svelare chissà cosa sugli scheletri nell’armadio di Berlinguer oltre che su quelli di Cossiga ed Andreotti ?

    terzo ed ultimo
    meno male che é andata così realisticamente
    avremmo avuto un’altra Italia ancora piu’ influenzata dai comunisti.
    Gladio, Stay behond CIA o kgp chiunque sia puta caso intervenuto
    ci ha fatto un gran favore
    perché da allora la sinistra e tutta una certa cultuta é entrata in crisi
    ed é iniziato al contrario di quel che blatera crazyhorse la rinascita dell’Italia verso la libertà e la fine del’equivoco sessantottino.

  3. medio
    non hai limiti, sei il rag fantozzi aggiornato
    il panettone ti aspetta per approfondire i temi,
    non lo deludere, ti prego
    marios

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...