LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Gli impresentabili che ci fanno rimpiangere le veline ( da San Precario )

1 Commento

A pochi giorni dalla sfuriata mediatica di Veronica Lario, che ha mandato in fumo in un sol colpo le candidature delle “escort” del Pdl (ad eccezione di Barbara Matera) c’è da chiedersi se non siano preferibili veline e letteronze alle schiere di “impresentabili” che affollano le liste della prossima tornata elettorale europea. Ciarpame puro al 100%, un quadro un po’ trash e un po’ losco dentro il quale c’è davvero di tutto: dai figli di Casa Savoia ai fans della mortadella. Vediamoli assieme:

Nino Strano. Un condannato dai modi sobri, eleganti. In Senato non si tira indietro quando si tratta di apostrofare i propri rivali politici con locuzioni del tipo “Sei un Cesso Corroso! Sei un Frocio Mafioso! Sei una Checca Squallida! Sei una Merda!”. E’ da poco stato condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione per abuso d’ufficio (assieme al Sindaco Scapagnini, medico personale di Berlusconi, quello che gli prepara intrugli e supposte di lunga vita per farlo arrivare a 120 anni, ricordate?), nonché indagato per la voragine del bilancio catanese. Dite “Impresentabile”? Per lui è un complimento.
Clemente Mastella. A volte ritornano, anzi nel suo caso ritornano sempre. Già , perché la politica italiana non pu fare a meno dell’Homo Corruptus per eccellenza, del testimone di nozze del braccio destro di Provenzano, dell’inventore dell’indulto salva-Previti, dell’Ammazza-De Magistris, delle clientele e del Voltagabbanismo isterico.
Aldo Patriciello. Povero Aldo, uno dei pochi sfigati a cui è stata negata l’immunità Parlamentare (europea), e forse per questo ha deciso di riprovarci. Come si possa votare di questi tempi un imputato per reati urbanistici e violazione di norme ambientali (processo “Piedi D’Argilla”) non è dato sapere ma così è. L’Accusa è Micidiale: aver messo sabbia nel cemento armato utilizzato per la costruzione dei Piloni della Variante. Al Patriciello non piace farsi mancare nulla, e per sedare ogni dubbio può sfoggiare anche una Condanna Definitiva per Finanziamento Illecito. Pregiudicato doc, non poteva che arrivare dalle fila Udc.

Vito Bonsignore. Oh, eccoci ai grandi Classici. Condannato in via definitiva a 2 anni per Tentata Corruzione, e dico tentata, perché non fece in tempo ad incassare la Grana. La Magistratura non glielo permise. Ma non preoccupatevi troppo, ha un conto in Liechtenstein da 5,5 milioni di €. Gli permetteranno di vivere comunque dignitosamente. Democristiano purosangue, anche Don Vito ha optato per passare dall’Udc al Pdl. L’Unione dei Cuffaro non gli dava abbastanza garanzie. D’Impunità.
Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

One thought on “Gli impresentabili che ci fanno rimpiangere le veline ( da San Precario )

  1. basta con questi incompetenti abbiamo bisogno di gente seria come Daniela Melchiorre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...