LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

La satira con questi non funziona, anzi gli dà forza

9 commenti

6a00d83451654569e200e54f81fab98834-800wiCi sono tanti esempi di satira carina , che fa ridere di cuore o fa pensare.
Corrado Guzzanti in primis.
Le sparate informative moralisticheggianti del vecchio Grillo.
Certe tirate spontanee di Benigni.
Ed anche le ultime contestatissime vignette di Vauro sul terremoto, non erano affatto male.
Il punto è che ridiamo molto ma ciò non produce l’effetto che dovrebbe , non si riversa una valanga dirompente sul satireggiato , non ridicolizza veramente ed infine non sputtana realmente il soggetto che ne è sottoposto.
I motivi .
Un po’ perché alcuni votanti non votano per convinzione ma per eliminazione, non ne parlano mai né appaiono negli exit pool , ma pensano di assicurarsi così facendo una continuità del loro spazietto relativo di garanzia e di impunità , un orticello da coltivare . Altri perché lo vogliono proprio così come viene dipinto , un po’ pagliaccio un po’ ducetto.
In parte accadeva anche coi democristiani , per strada , nei conciliaboli non li difendeva nessuno, poi li votavano in massa, vergognandosi di ammetterlo.
Un po’ è così , ma solo un po’.
In gran parte il motivo è un altro.
La satira per funzionare deve avere come presupposto un primo passaggio: il fatto di prendere molto sul serio chi è al potere.
Il secondo passaggio è combattere quel potere preso sul serio tentando di ridicolizzarlo.
Oggigiorno manca il primo passaggio.
Quando guardiamo in tv certi personaggi ( il premier , Schifani , Gasparri , Maroni o Belpietro , ad esempio) dentro di noi pensiamo che il Lombroso tutto sommato avesse ragione poiché al loro apparire in tv ci compare naturale ed irrefrenabile un sorriso sarcastico sul volto.
Il punto è proprio questo , la mancanza di credibilità : credibile come potente era ad esempio belzebù – Andreotti ; chi lo odiava lo prendeva sul serio…per non dire di De Mita o Kossiga col cappa…lapide-satira
Questi no, con loro la satira non funziona , manca la sostanza su cui far leva per spingere verso l’efficacia , la satira così è stanca , spesso forzata , spesso inferiore alla realtà e qualche volta volgare.
Insomma non serve ed anzi aiuta il soggetto , lo nutre , gli dà paradossalmente linfa vitale , perché una parte dei suoi votanti ( diciamo i meno attrezzati a capire ed accettare la satira in quanto tale ) lo considerano perciò stesso un martire delle libertà , vittima di bugie ed insolenze gratuite.

Cavallo Pazzo

Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

9 thoughts on “La satira con questi non funziona, anzi gli dà forza

  1. il problema , che in perte hai solo sfiorato , è che la satira é in crisi come lo é la sinistra stessa e tutta la cultura ufficiale di questo paese ingessato da 50 anni di egemonia catto comunista.

    La sinistra é in crisi vera , di popolo e di idee, forse ha finito la sua missione, nel senso che i lavoratori hanno ottenuto anche troppo nel corso degli ultimi decenni.

    Ora é il momento dell’individuo e dei suoi sogni e fra questi c’e’ la legittima voglia di migliorare , valida in se’ e per se’ al di fuori delle logica che massifica ed equipara tutto e tutti.

    Darsi da fare , rischiare prendersi le responsabilità e competere col simile lottando per sconfiggerlo: homo homini lupus.

    Questa é l’essenza del berlusconismo ed e’ per questo che vince , la gente é stanca di una idea ammuffita in crisi vecchia e da buttare…
    nuovi stimoli per il nuovo millennio

    Viva il rischio e la responsabilità individuale.

  2. Pingback: Daily News About Blog : A few links about Blog - Tuesday, 28 April 2009 19:27

  3. Le argomentazioni di Cavallo Pazzo,come la replica di mediolungo66 sono senz’altro interessanti e danno un buon contributo: però il discorso non mi pare ancora adeguato, convincente.
    Che poi la satira abbia perso di efficacia e sia carente di analisi è un fatto che penso debba essere spiegato all’interno dell’esame dei contenuti di questa nostra società.
    E su questo si nota la insufficienza di queste analisi. Tant’è che il dibattito sembra stentato forse perchè un pò tutti ci stiamo pensando e cerchiamo soluzioni, vie nuove che ci consentano di uscire dal guado.
    Intanto consiglio a chi non lo avesse visto “vilipendio” di Sabina Guzzanti. Mi è sebrato un ottimo contributo e meno di parte di quanto non si possa pensare.
    marios

    Il mese scorso ho visto con interesse lo spettacolo “vilipendio” di sabina guzzanti e

  4. La satira è un vero e proprio strumento d’informazione e critica, argomenti che spesso non vanno a braccetto in italia. L’ìnformazione nostrana è subordinata al messaggio politico, per questo non è connessa alla critica. Con la satira invece si porta chi ne usufruisce alla riflessione, ma gli italiani, soprattutto a livello collettivo, non sono abituati a questa pratica. Da qui nasce la difficoltà nel rapportarsi alla satira e il cerchare di eliminarla dalla tv. Ormai è rimasto solo il “Quasi Tg” di Rocco Tanica (posto un link d’esempio per chi non lo conoscesse), ma speriamo che si possa ridare alla satira lo spazio di cui ha bisogno, perché noi abbiamo bisogno di lei.

  5. per mediolungo:
    non ti pare di essere un pò in ritardo?
    L’elogio del liberismo sfrenato si é già infranto contro la crisi dei derivati U.S.A. ed ora tutti si accorgono che il buon Keynes aveva ragione e non si puo’ abolire la politica economica dei governi altrimenti la fanno e male altri centri di interesse personale…
    ti ricordi che diceva Tremonti?
    Oggi anche lui é diventato statalista ma su quante fregature ha dato a tutti ora sorvola…
    direi che il tuo quadro é altrettanto utopico della dittatura del proletariato e come questa puo’ fare molti danni…

    per marios:
    mi piacerebbe che svolgessi le tue argomentazioni fino in fondo cosi’ le capisco meglio.
    Che vuol dire che l’analisi non é convincente ?
    Che significa :” Che poi la satira abbia perso di efficacia e sia carente di analisi è un fatto che penso debba essere spiegato all’interno dell’esame dei contenuti di questa nostra società.”?

  6. puoi dire quel che ti pare, ma se voi rappresentate il vecchio , la casta , l’indecisione , l’incoerenza , i compromessi ed il debito pubblico
    ci sarà un motivo o é sempre colpa di Berlusconi?

    Spesso sembrate pensare che il Premier abbia creato italiani creduloni ed ignoranti, dimenticando che egli ha invece solo risposto ad una chiamata che durava da tempo e che veniva dall’anima popolare : la voglia di modernizzare l’Italia e farla uscire dalle vostre paludi e specialmente di farla sognare di darle una speranza.
    E ci stà riuscendo!

  7. nonostante voi ed anche in parte grazie a voi che siete completamente fuori registro, nel senso che non avete ancora capito cosa fare né come iniziare a farlo.
    Ebbene mentre voi vi rimirate l’ombelico nei vostri salotti con bertinotti noi facciamo i fatti, quindi: continuate così!

  8. veramente invece che l’ombelico rimiriamo le macerie sociali delle vostre iniziative passate
    A sentirvi parlare sembra che non abbiate governato mai questo paese eppure siete stati al comando per metà degli ultimi 15 anni non combinando nulla di buono, attaccando le istituzioni dividendo l’Italia in due , noi e voi, ricchi e poveri, delinquenti politici e toghe “rosse” , chi lavora per il boss e chi ci lavorerà prima o poi, un condono quà una legge per se stesso là…
    E poi dov’e’ la modernità in uno che é cresciuto fregando il prossimo e lo stato ( cioé noi) all’ombra di un uomo modernissimo come il latitante Craxi?
    Vediamo se sei in grado di andare oltre gli slogan e le banalità sui sogni e le speranze ecc. ecc.

  9. Cazzate….la satira arriva anche a chi non si interessa della politica. (una risata vi seppellirà)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...