LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

La ragazza-pittrice al patibolo in Iran

14 commenti

ragazze-180x140Leggere i rapporti sul numero di esecuzioni di condanne a morte nel mondo, di certo, fa riflettere.

Leggere che ci sono Paesi che trascinano sul patibolo, perfino, minorenni, credo che faccia rabbrividire ed indignare ogni persona umana.

Eppure sono convinto che se il governo di ogni Paese minacciasse di tagliare qualsiasi rapporto -soprattutto commerciale- con quello Stato che preveda la condanna a morte, …. probabilmente, verrebbe eliminata la più grave forma di inciviltà che una Nazione è capace di manifestare mascherandola sotto le sembianze di una sanzione giuridica.

So bene, tuttavia, che la mia convinzione è solo un ingenuo desiderio e ci sono rapporti commerciali che nessun governo ha il coraggio di risolvere facilmente. Ho letto la notizia che riporto di seguito sulla ragazza iraniana di 17 anni che rischia, fra tre giorni, di finire sul patibolo pur essendo innocente.

Su alcuni siti (ad esempio: sul sito dell’associazione Amnesty International; cliccare qui per leggere la storia e firmare sul sito dell’associazione) è possibile sottoscrivere l’appello per tentare di salvarla. Con un gesto di pochi secondi, ognuno può contribuire nel tentativo di salvare una persona: di certo, può unirsi nel grido contro una VERGOGNA!

Roberto Di Napoli

Corriere della Sera.it

Corriere della Sera.it
Delara Darabi (a sinistra nella foto) è una iraniana di 23 anni con la passione per la pittura. Fra tre giorni sarà impiccata: nel 2003 aiutò il fidanzato in una rapina, Delara si dichiarò poi colpevole per difenderlo. Anche Roxana Saberi (a destra nella foto) è in carcere: giornalista americana-iraniana, è accusata di spionaggio. «Sai cosa significa essere prigioniero dei colori? Leggi ancora

Annunci

Autore: laconoscenzarendeliberi

per favorire l'incontro di idee anche diverse

14 thoughts on “La ragazza-pittrice al patibolo in Iran

  1. ma dove stanno le femministe? e quelli dell arcobaleno i pacifisti a senso unico i sinistroidi tutti insieme a braccetto con i mussulmani? questo e gnente in confronto a tutto il resto, fate pepa

  2. Già dove sono ?
    La notizia è circolata pochissimo, nonostante sembra che la pena di morte doveva essere eseguita dal 18 al 20 aprile….
    Ha avuto pochissimo rilievo e molto imbarazzo mi pare.

  3. I FAMILIARI DELLA RAGAZZA CHIEDONO IL SILENZIO STAMPA

    18 aprile da il sole 24 ore.com

    I genitori di Delara Darabi, la ragazza che potrebbe essere impiccata fra due giorni in Iran per un omicidio commesso a 17 anni, hanno chiesto ai mezzi d’informazione stranieri di non occuparsi più del caso della figlia, temendo che ciò possa ostacolare i loro tentativi di salvarla.
    Contemporaneamente, padre e madre di Delara hanno ammesso che la figlia è colpevole e hanno rivolto un appello alla famiglia della vittima perchè conceda il perdono e così risparmi la vita della ragazza.
    «Rispettiamo la legge iraniana e non vogliamo alcuna interferenza straniera», affermano i genitori della ragazza in una lettera aperta pubblicata oggi dal quotidiano Etemad.

  4. a davids
    non capisco il senso della tua critica: perchè chiedi dove stanno…io chiedo a te: tu che fai?, ti copri con la critica agli altri e tu (che fai intuire di essere destroide) chi sei? forse un reazionario certificato e quindi autorizzato SOLO a giudicare ciò che gli altri fanno o non fanno?
    Io vedo confermata la tesi della profonda erosione e smantellamento che è in atto della democrazia da parte del “sultanato” come dice Sartori. I mass media mi pare che abbiano taciuto distrattamente la notizia. Pannella fa gli scioperi della fame per il ritardo della nomina di qualche giudice, Fini si intende solo di “male supremo”, Franceschini parlerà dopo le elezioni europee, Bertinotti ha abdicato, Silvio si è trasferito a l’Aquila per migliorare gli indici di gradimento….

  5. Ai tempi in cui c’erano – le femministe – la destra di allora strepitava perché intervenivano in difesa delle donne

    ai tempi in cui non ci sono più – le femministe – la destra intanto andata al potere strepita perché non intervengono

    la destra strepita comunque e dovunque e pretende che gli aLTRI, gli avversari , facciano sempre qualcosa al posto loro, anche stare zitti

    anche perché oltre lo strepitio non e’ mai andata e non e’ abituata a dover intervenire su alcunché , a proporre un qualcosa che assomigli ad una egemonia culturale, visto che hanno quella sociale e politica.
    Per dirne una
    strepitano contro Santoro ma uno straccio di santoro di destra non riescono a scovarlo

    la destra é solo Silvio ed un sacco di gente che lo segue, il resto si scoglierà come neve al sole

    solo Fini stà cercando strade nuove di tipo europeo ma non lo segue nessuno

  6. non è proprio così, non sono d’accordo

    La destra delle femministe se ne frega, nessuno sta strepitando perchè intervengono o non intervengono.

    Di fatto tacciono ( le presunte femministe) e di fatto tacciono anche le donne.

    Si legge molto poco in giro sulla “questione femminile” nella cultura araba.Molto, molto poco.

    Tranne rarissimi casi la cosa sembra scivolare sulla pelle di tutte.
    Per quanto riguarda le pseudo femministe, in Italia il fenomeno è stato solo di colore : gonnelline a fiori , zoccoletti , mani alzate “l’utero è mio ..” e caxxate del genere.

    Se le cose sono cambiate non lo dobbiamo certo al folklore della piazza.

    A volte son cambiate in peggio, nel senso che si è pensato che la parità fosse uguale a diventare come il peggio degli uomini .

    Per farla breve cercate la notizia sul web e constatate da soli cosa sta avvenendo.

    Pochi se ne occupano, la destra non sta strepitando.

  7. x franca
    mia moglie dice che non hai capito nulla di ciò che è stato realmente il femminismo; sembri riproporre il tema che alla fine le cose erano meglio prima… in pratica il discorso di chi ha guardato e … con la puzza sotto il naso.
    Chi ha vissuto l’esperienza dal di dentro e con onestà è in grado di trarne un bilancio per superarla e andare avanti.
    Le sconfitte sono utili se nel frattempo si costruisce il nuovo fronte per ripartire verso nuove conquiste. Del resto su certi personaggi, (es. Carfagna, a Meloni, a Mussolini) non si possono demolire facedo spallucce bisogna capire e soprattutto far capire
    marios

  8. Marios………
    tua moglie invece ,che fa scrivere te al pc e non lo scrive da sè, con le sue mani..del femminismo ha capito proprio tutto,vero ?

    Che ti sta cucinando di buono oggi per pranzo ???

    Ma fatemi il piacere !!!
    E poi leggete ciò che scrivo, semmai chiedete lumi sulle mie affermazioni….ma io non ho proprio scritto che era meglio prima.
    Dove lo vedi scritto ????

    Buona domenica !

  9. evito con diligenza la provocazione, anche perchè non è il caso di addentrarsi su problematiche personali poco pertinenti (e lascio mia moglie a preparare il pranzo…)
    il “mio” discorso riguarda il riproporsi di cicli storici, mai uguali, che portano,oggi, a serrare le file, ripensare alle esperienze fatte, ripartire -presto- per obiettivi nuovi, più centrati ed attuali, includendo in queste nuove fasi le valutazioni sui “nemici” che di volta in volta ci si presentano siano essi neretti, brunetti, bianchetti, rossicci.
    Il colore è importante perchè le armi di difesa e/o di attacco devono essere adeguate.
    Oggi ci si deve difendere, ma intanto si preparano nuove offensive che ricacceranno molti topi nelle loro tane o fogne di origine.
    Percorsi, non sempre lieari, che disorientano chi osserva con tante riserve.
    Tutto con tanto rispetto per chi “oggi” conduce battaglie importanti
    marios

  10. Marios
    la provocazione ( se si tratta di provocazione ) te la sei cercata tu.
    Pensavi che io stessi zitta dopo avermi detto che non ho capito nulla….
    Non capisco perchè a volte ci capiamo e a volte no.
    Non importa.

    La battaglia femminista ed altre battaglie non hanno bisogno di slogan,di gadget, di folkore…. si praticano anche nella vita di tutti i giorni.

    Secondo me prescindono anche dal colore…o vogliamo cominciare a fare assiomi..

    Non si era detto di non farli più ??

  11. dove stanno le femministe?
    perché non difendono queste donne mussulmane?
    direi che le poche rimaste sono sepolte sotto le macerie ed il loro grido é flebile
    e comunque il discorso é lungo e complesso ed é da fare insieme alla storia del nostro paese e dei movimenti che lo hanno attraversato

    é giusto fare le buccie alla sinistra che non c’e’ , al femminismo scomparso, ecc. ecc.

    anche se talvolta alcuni sbucciatori critici improvvisati – non mi riferisco a Franca Corradini – fanno ridere ed hanno la stessa credibilità che puo’ avere chi ha fatto sempre il boia ed ora decide di occuparsi della difesa legale degli imputati che rischiano la condanna a morte
    INSOMMA
    ogniuno faccia il proprio mestiere e la destra faccia la destra semza strepitare indicando cosa deve fare la sinistra che non c’e’

    dice Franca niente assiomi
    bene ma
    le storie passate ed i percorsi politici non si possono annullare :

    la destra ai tempi delle femministe metteva le bombe nelle piazze o uccideva le giornaliste di radio città futura
    stuprava le donne dicendo poi nei processi che in effetti ci stavano eccome o li avevano provocati e considerava tutti i giovani di allora capelloni drogati froci e antinazionali per capirci
    e nelle interno delle famiglie si comportava PIU’ O MENO come molti intergralisti mussulmani di cui oggi strepita scandalizzata

    la femministe non ci sono piu’?
    Non lo so’ , dicono cosi’ pure dei comunisti…
    spero sia rimasto almeno qualche democratico

    MI VERREBE DA DIRE : é evidente che non ci sono piu’ ,mancano tutti all’appello …

    comunque non sarà lo scomparire né l’arrendersi di molti che dopo l’89 hanno avuto crisi mistiche talmente gravi da far dimenticate loro i FONDAMENTALI
    non saranno queste deficienze , dicevo, a dar agli avversari di ieri credibilità sufficiente per poter solo PARLARE di certe cose
    ecco perché dico che STREPITANO quando parlano di certe cose e dovrebbero limitarsi al loro standard:
    meno tasse , meno negri , piu’ papa e meno comunisti
    fuori lo straniero e pena di morte…
    il resto se ne disinteressassero che e’ meglio

  12. rispondo brevemente,mi scuso per chi non mi ha letto in passato ma è un argomento che ho affrontato ed eviscerato spesso
    Il femminismo ( parlo dell’Italia ) tranne rari casi è stato solo un fenomeno di folklore.
    Il vero femminismo non c’è stato, ecco perchè non risponde all’appello.

    Parlo a ragion veduta: ho frequentato le femministe ( per obbligo- direttiva del partito – non per convinzione ).
    L’atteggiamento anti-maschio che ha sempre contraddistinto i movimenti di quegli anni non mi piaceva.

    Ho sempre pensato che un vero cambiamento culturale non può che avvenire in una battaglia condotta CON gli uomini, non CONTRO gli uomini.

    E,lo ripeterò fino alla nausea, anche nei gesti quotidiani.
    Che ( parlo per le donne ) non POSSONO E NON DEVONO diventare un’imitazione del comportamento maschile.
    Altrimenti finiscono per sfociare nelle creature deformi che si chiamano DONNE IN CARRIERA…

    In questi giorni ho letto commenti allucinanti su FB di donne dichiaratamente di sinistra, su questa vicenda..

    uno per tutti….” ho firmato la petizione ma in fin dei conti è pur sempre una criminale ”

    Il femminismo non può rispondere, non c’è mai stato.

    Viene anche il dubbio che manchi anche il senso del diritto, forse …

  13. franca
    fai affermazioni che farebbero incazzare a morte mia moglie, sempre lei, perciò non le leggerò il contenuto dell’ultimo intervento …che dici la lascio ai fornelli?
    a proposito debbo confessarti -in un orecchio- che anch’io ero e sono ancora femminista
    disperso,sbandato il movimento si ricomporrà quando avrà maturato la critica alla cloaca apertasi negli anni 90 e che ha finito per inquinare tutto, quasi tutto… ma la guerra non è finita, anche se occorrerà forse ancora molto tempo
    marios

  14. Marios
    sì, lasciala ai fornelli perchè sto per fare una affermazione che la farà incazzare ancora di più….
    Il femminismo anche soft italiano è stata una tremenda fregatura per la maggior parte delle donne.

    Facciamo sì , ora anche i lavori da uomo ma continuiamo a fare quelli da “donna”…
    quindi lavoro DOPPIO !!!!
    Che guadagno !
    Ma non è colpa di voi uomini ( in quanto sesso maschile ) , è colpa delle strutture, dei servizi alla famiglia che mancano.

    Mi fa piacere che tu sia femminista…ma tua moglie lo sa ??? 😉
    o non ti fa cucinare solo perchè sporchi troppo quando lo fai ???
    Scherzo ovviamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...