LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Prima l’impunità ora l’oblio

4 commenti

Torno dopo molti mesi di assenza ricominciando dove ci eravamo lasciati : dalla giustizia.

Agenzia Ansa 17 marzo 2009 Roma – “Con la riforma voluta dal governo le intercettazioni verranno ridotte al 10% rispetto ai livelli attuali”. Ad assicurarlo e’ il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel suo intervento al Forum di Confcommercio di Cernobbio. Poi, quasi a ribadire il concetto alla platea, il premier aggiunge: ”Chi di voi, alzando il telefono, e’ sicuro di non essere intercettato? Non e’ possibile che in una democrazia ci sia questo timore”.

berlusconi_bandanaCome sempre il cavaliere ci riprova.
Si tratta di far digerire a molti una notevole limitazione dell’uso delle intercettazioni.. Oggetto del contendere sono i reati contro la pubblica amministrazione.

Così numerosi che, teme il Cavaliere, di fatto i pm avrebbero la scusa per intercettare qualunque telefonata.

Dunque vorrebbe correggere il testo Alfano limitando l’ascolto delle conversazioni ai soli delitti di mafia, di terrorismo e a quelli con pene edittali superiori a 15 anni di galera.

Omicidio sì, corruzione no.

Non c’e’ da farci molto caso…
Il capo del governo  ripete sempre lo stesso giochino dei ruoli , per cui prima spara a zero , poi un po’ smentisce ed intanto osserva che effetto fà : se è negativo accusa i media di invenzioni , accendendo così enormi fumogeni che nascondono altri aspetti censurabili di cui è meglio non se ne parli.
In tutto ciò  è aiutato  dai media a Lui asserviti o da Lui condizionati oppure , in pochi casi  – sempre meno, peraltro – solo “svogliati” ed ipnotizzati .

Dico subito che questo progetto , nato enfatizzando un problema reale a  cui  però  non  dà  alcuna soluzione ,  aggrava i problemi della giustizia , impoverisce le indagini e provoca una censura della libertà di cronaca piuttosto ben orchestrata.
Occupandoci per ora del primo aspetto va detto che in effetti occorre riformare l’uso del mezzo investigativo in questione  perché in realtà in un certo grado il problema degli abusi esiste .

Spesso infatti  si ha la spiacevole sensazione che le intercettazioni siano diventate un po’ come le radiografie il cui numero negli anni è cresciuto a dismisura quando in realtà almeno una  su quattro è inutile.
Non so’ dove ho letto questo paragone che mi sembra azzeccato .

Difatti  è noto che le radiazioni assorbite con questo mezzo di indagine clinica sono nocive , ma ciò non toglie che  prescrivere radiografie è semplice e mette al riparo dall’errore diagnostico ed anzi si fa il tutto in nome della prevenzione

Ma a questo punto la capacità del medico conta assai meno : in teoria chiunque potrebbe sostituire un medico che si limitasse in prima battuta a prescrivere radiografie sulle zone del corpo dolenti.

Con le intercettazioni c’è il medesimo rischio: l’intrusività nelle conversazioni private è una specie di radiazione.image004

Se anche la bobina inutile viene poi distrutta è mortificante che qualcuno si sia insinuato nell’intimità della persona ascoltata.

La questione sembrerebbe reale e seria : talvolta le intercettazioni finiscono per  essere  come  le radiografie: un mezzo abusato e quindi inutile.

Ritengo quindi che un buon medico e un buon magistrato sono quelli che non ricorrono a radiografie e intercettazioni come fossero routine. Insomma , che qualche magagna mortificante se la portano appresso, le benedette intercettazioni , è fuor di dubbio : del resto se tutti i telefoni del mondo venissero messi sotto controllo 24 ore si eviterebbero un sacco di reati, eppure ancora nessuno l’ha proposto.
Un motivo ci sarà , o no?

….. continua…..

Cavallo Pazzo ‘70

Annunci

Autore: laconoscenzarendeliberi

per favorire l'incontro di idee anche diverse

4 thoughts on “Prima l’impunità ora l’oblio

  1. Bentornato Cavallo Pazzo, aspettiamo di leggere il seguito…
    L’inizio è promettente.

  2. bentrovata Franca; é un po’ che avevo voglia di tornare qui da voi dopo esserci lasciati un po’ male l’estate scorsa a causa di quel mezzo matto pseudorivoluzioario e di qualche altra reazione un po’ scomposta…
    Finalmente ho trovato un po’ di tempo e voglia in occasione di decisioni delicate che – come puoi immaginare – mi riguardano da vicino.
    Spero di inviarti le altre “puntate” prima possibile. Belle le novità grafiche…

  3. Grazie,
    trovo che la grafica sia minimal, pulita, quasi giornalistica
    A rileggerci ,allora !
    In bocca al lupo per le decisioni che devi prendere…
    Ciao !

  4. Pingback: Ma lo capite o no che sono d’accordo su tutto? « LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...