LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

Oltre ai gruppi pro-mafia anche i simpatizzanti delle Brigate Rosse su Facebook….

7 commenti

In questi giorni i media si sono occupati della presenza su FaceBook di gruppi che inneggiano a capi mafiosi come Totò Riina, Provenzano ed altri loschi personaggi.

Ma di questo argomento  ne scriverò in un ‘altra occasione.

Oggi non avendo niente da fare di particolare, visto il cattivo tempo, ho digitato “Brigate Rosse” nel motore di ricerca interno di FB ed ecco qui sotto  il risultato.

br

Sicuramente, come nel caso dei gruppi presunti “mafiosi” si tratta di ragazzotti che non sanno quel che fanno….( speriamo )

Non credo che le BR siano così ingenue da utilizzare questi mezzi di comunicazione del web per tenere i contatti, con tanto di nomi e cognomi.

Volti , meno.

Alcuni aderenti nel profilo hanno messo l’immagine del Che…o bandiere.

Una cosa è certa, come nel caso dei gruppi fans dei “padrini”,  nessuno fa nulla.

Forze dell’ordine comprese.

Almeno così sembra……….stiamo a avedere

Franca Corradini

Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

7 thoughts on “Oltre ai gruppi pro-mafia anche i simpatizzanti delle Brigate Rosse su Facebook….

  1. ci sarà quel testa di cazzo di De La Serna…

  2. Ho mandato la notizia all’Ansa ed altre agenzie..vediamo che succede
    Possibile che nessuno se ne sia accorto fino ad ora ?
    Come per i fans club mafiosi ?

    Le leggi del mercato ( del dio denaro ) prevalgono su tutto ?

    Se è così è finita, non ci sono speranze !

  3. UPGRADE:

    Abbiamo fondato un gruppo così chiamato :
    NO ALL’IDELOGIA DELLE BRIGATE ROSSE DENTRO E FUORI FACEBOOK
    a questo indirizzo :
    http://www.facebook.com/group.php?gid=46634646103&ref=nf

    Il post è ,ormai da ore, in home page di Current TV.

  4. il problema non sono i coglioni ultra politicizzati che qui su facebook fanno gruppi idioti, esiste la libertà di espressione e quindi anche loro DEVONO poter esprimere il loro pensiero, il problema sono gli ex sessantottini ancora legati a quelle idee, perchè loro, falliti nella vita, possono davvero ancora pensare alla lotta armata.

  5. No non sono d’accordo, la libertà di espressione si ferma ( o meglio si deve fermare ) quando diventa diffusione di ideologie criminali.

    E questa vale sia a sinistra che a destra…..ovviamente.

    Non sono coglioni ultra politicizzati, sono giovinastri che non sanno nemmeno con esattezza ciò che le Br hanno fatto.

    Anche gli altri, i “baciamo le mani”, se segui i dibattiti ti accorgi che non solo non sanno cosa è la mafia, ma nemmeno sanno dirlo, non conoscendo nemmeno le più banali regole grammaticali…..

  6. resto dell’idea che tutti possano esprimersi, persino i bastardi fondamentalisti.

    sarà compito della Digos tenere d’occhio chi lo fa per capire se dalle parole vogliono passare ai fatti.

    a me non fanno paura le parole o le ideologie, mi sono letto il Capitale ma di certo non sono diventato comunista anzi, quindi ritengo opportuno che chiunque dica quello che pensa, la gente lo legge e trae le sue conclusioni.

  7. Non si tratta di aver paura delle parole o delle ideologie.
    Esistono delle regole scritte ( leggi ): in uno stato di diritto vanno rispettate, che ci piaccia o no, pena il caos più totale.

    Poi se non si ritengono giuste si può fare “battaglia”, nei modi consentiti e nei luoghi deputati ,affinchè vengano cambiate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...