LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse

A due anni dalla morte di Piero Welby cosa è cambiato ?

Lascia un commento

n34381937636_8839

Oggi ricorrono due anni dalla morte di Piergiorgio Welby.

Cosa è cambiato ? Nulla.

Come al solito tante chiacchiere.

Copio dal gruppo Facebook  In memoria di Piero Welby a cui ho dato l’adesione.

Gruppo per chi vuole lasciare un pensiero per Piero (Piergiorgio) Welby che ha vissuto i suoi ultimi giorni lottando – insieme all’Associazione Luca Coscioni, ai radicali, a Marco Pannella in prima persona e, infine, al dottor Mario Riccio – per il diritto di morire e per il rispetto dell’articolo 32 della Costituzione che afferma: “Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.

“Quando un malato terminale decide di rinunciare agli affetti, ai ricordi, alle amicizie, alla vita e chiede di mettere fine ad una sopravvivenza crudelmente ‘biologica’, io credo che questa sua volontà debba essere rispettata ed accolta con quella pietas che rappresenta la forza e la coerenza del pensiero laico”, scriveva al presidente della Repubblica e a tutti Piero che nei suoi ultimi mesi, sempre più dolorosi, è diventato il portavoce di chi vive costretto dalla medicina. “Cosa c’è di ‘naturale’ in una sala di rianimazione? Che cosa c’ è di naturale in un buco nella pancia e in una pompa che la riempie di grassi e proteine? Che cosa c’è di naturale in uno squarcio nella trachea e in una pompa che soffia l’ aria nei polmoni? Che cosa c’è di naturale in un corpo tenuto biologicamente in funzione con l’ausilio di respiratori artificiali, alimentazione artificiale, idratazione artificiale, svuotamento intestinale artificiale, morte-artificialmente-rimandata? Io credo che si possa, per ragioni di fede o di potere, giocare con le parole, ma non credo che per le stesse ragioni si possa “giocare” con la vita e il dolore altrui”.
Fondamentale nella sua storia personale e politica è stata la moglie Mina, che oggi porta avanti la causa.
(Il sito del Calibano,  è il blog di Piero ora curato da Mina Welby)

Apprendo ora mentre copio la foto di Welby che :

E’ morta poco fa Luciana Cerquetti (88 anni), mamma di Piergiorgio Welby, a due anni esatti di distanza dalla scomparsa del figlio.

Si è spenta nell’abitazione che era anche quella di Piergiorgio e che condivideva con Mina Welby.

Franca Corradini

P.S. : Sono tornata, e non è stato il clima natalizio ad  “intenerirmi “e farmi tornare sui miei passi

Ma sono state  alcune riflessioni, partendo dalla citazione dell’asilo già fatta da Marco, alla considerazione che al di là degli scatti di rabbia a cui sono soggetta ogni tanto, e tutto ciò che altri possono dire questo BLOG  rimane uno spazio VERAMENTE  libero, cosa che non si può dire di altri spazi.

Pertanto non ho intenzione di trascurarlo ulteriormente.

Annunci

Autore: francacorradini

essere pensante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...