LA CONOSCENZA RENDE LIBERI

per favorire l'incontro di idee anche diverse


Lascia un commento

Dal diario ( immaginario ma non troppo ) di una prostituta….

P**** v**** che pioggia stasera !!

Gli stivali sono molli d’acqua, accidenti.

Pochi clienti stasera.

Un lampeggiante,oh noooooo.. speriamo che non mi becchino.

250 meno 200 di multa… fa 50 e che gli racconto a quell’animale ?

Ho ancora una costola rotta dall’ultima volta che sono tornata a casa a mani vuote….

Il livido sullo zigomo mi si vede verso mattina quando il fondotinta squaglia…

P******* t**** ma non aveva meglio da pensare quella.

Come se ci divertissimo a stare qui a rischiare con questi assatanati,a buscarle dopo e……….e…..

Come se non sapesse che i soldi li fanno quelle che in strada non ci vanno mai, e si fanno di coca impellicciate e profumate come p°°°°°°°e.. ma che dico ?

…..il freddo non mi ragionare !

E quella creatura….la lascio sola tutte le notti, meglio non pensarci.

Un altro goccetto, così mi scaldo.

P**** v**** la multa  fatela  sì,sì, va bene ma fatela  al cliente….e datela  a me.

Così giro i tacchi, subito … al volo !

…ops attenta  scema che non sono altro , senza scivolare ,.. guarda qui  mi entra esce l’acqua dai buchi delle suole…..

così me ne torno a casa da quella piccolina….chissà forse a lei toccherà una vita migliore della mia.

ma v°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°!!!! era un’ambulanza.

Meglio, forse stasera non le prendo.

liberamente ideato da Franca Corradini