Bilancio del governo Berlusconi: 4° parte. Fisime, scherzi, promesse, figuracce

Standard

continua da qui

FONTE: Questo post di Paolo Agnelli

Scandalo Impar-CONDICIO: dopo la chiusura di tutti i talk show RAI, quali Annozero, Ballarò e Porta a Porta, per “rispettare la parcondicio”, misura insolita e quanto meno sospetta, visto il capitolo intercettazioni RAI, in cui Berlusconi sembra abbia fatto pressioni su il direttore generale della RAI, Masi e su i membri dell’Agcom, Berlusconi ha deciso di applicare ancora una volta l’IMPARCONDICIO, intervenendo in tutti le trasmissioni televisive telefonicamente. “Così dopo l’incursione di lunedì a UnoMattina (programma Rai visto soprattutto dagli anziani) il giorno dopo si è fatto ospitare dalla rete ammiraglia di casa, Canale 5, e da una televisione locale molto popolare nel nord, Telelombardia.” (citazione L’espresso)

Misoginia: (dal greco μισεω miseo, io odio e γυνη gyne, donna) è un’esagerata avversione nei confronti delle donne; generalmente da parte di uomini, più raramente da parte di donne (definizione made in wikipedia). Non potremo mai dire con certezza se il premier sia misogino ma dobbiamo sottolineare come abbia un canone di donna preciso, la velina. Veline candidate, veline elette (es. Barbara Matera al Parlamento Europeo) ovunque.

Le altre donne vengono disdegnate: Rosy Bindi viene definita “più bella che intelligente” in diretta a Porta a Porta su RAI1; la candidata alla regione Piemonte per il centrosinistra, Mercedes Bresso, viene invitata a non “guardarsi allo specchio” per evitare di “rovinarsi la giornata.

Promesse

Alitalia: il presidente Berlusconi in campagna elettorale promise la creazione di una “cordata” di imprenditori italiani per salvare Alitalia, soluzione a suo avviso migliore rispetto ad Air France, il risultato è stato la creazione di CAI che ha comprato Alitalia alla fine del 2008. Lo stato nel frattempo ha sborsato 300 milioni di euro per prolungare i tempi della cessione. Nel gennaio 2009 CAI ha venduto il 25% a KLM-Air France, la nazionalità della compagnia ora è in discussione, e in tanto lo stato ha dovuto sborsare l’ennesimo aiuto di stato con i soldi di tutti. Si stima che ogni italiano abbia dato 100€ per Alitalia dalla sua fondazione.

Riduzione delle tasse: “Il «Tax Freedom Day», il giorno della liberazione fiscale (giorno in cui si finisce di pagare le tasse) slitta al 23 giugno, mentre nel 2009 la campanella era suonata il 22 giugno. La corvée fiscale del 2010 durerà, quindi, 173 interminabili giornate, pari a una pressione tributaria che supera il 47%. È quasi un record storico di questa classifica del Corriere. Solo nel 2000 era andata peggio”.(citaz. corriere.it) LE TASSE SONO AUMENTATE!

Crisi economica & ottimismo: La soluzione del governo alla crisi è caratterizzata da un solo atteggiamento: l’OTTIMISMO. E’ sufficiente evitare di parlare di crisi, disoccupazione, cassa integrazione, aziende che chiudono, imprenditori suicidi.

La disoccupazione ha raggiunto uno dei suoi record: 8,6 a gennaio. Il PIL nel 2009 è sceso del 5%. Le richieste per rientrare in cassa integrazione sono ai massimi dal 1993, le aziende in crisi o a rischio chiusura sono ormai una realtà in ogni luogo della penisola.

Il tasso di disoccupazione medio del 2009 è salito al 7,8% dal 6,8% della media del 2008. (fonte)

Nel quarto trimestre 2009 l’occupazione, in termini congiunturali e destagionalizzati, è scesa dello 0,2% (-36mila posti), mentre in termini tendenziali (dati non destagionalizzati) è scesa dell’1,8% (-428mila posti). Il tasso di disoccupazione nel IV trimestre è dell’8,2% in termini congiunturali (dato destagionalizzato, con un + 0,3% – per trovare analogo risultato bisogna risalire al i trimestre 2004) e all’8,6% in termini tendenziali non destagionalizzati (+1,5%): si deve arrivare al quarto trimestre del 2001 per registrare un analogo risultato. (fonte)

i rifiuti a Palermo l’11 dicembre 2009 (corriere.it)

Rifiuti di Napoli: uno dei grandi “successi” del governo è stata la rimozione dei rifiuti dalle strade di Napoli accumulatisi per negligenza della sinistra, qui potete trovare diverse fotografie che dimostrano come l’emergenza esista ancora, solo che non se ne parla. In compenso qui accanto vedete Palermo, governata dal centrodestra.

Case all’aquila: Il giorno stesso del terremoto, mentre gli imprenditori che avrebbero dovuto ricostruire ridevano, Berlusconi promise in breve tempo case per tutti.

Oggi, 19 marzo, dopo la propaganda a reti unificate sulla consegna delle case ai cittadini aquilani, esiste un “movimento delle carriole”, composto da cittadini indignati per come sono stati trattati, in strada o negli hotel, tra le macerie, non ancora raccolte e spostate dal centro. Il primo sciopero in cui si lavora (ogni domenica) . Le istituzioni e le televisioni sono altrove.

G8: è stato disposto il trasferimento del G8 da La Maddalena nonostante fossero già stati spesi 611 milioni di euro per le strutture, che oggi giacciono abbandonate. (precedentemente era stato inserito un documento che esplicava le disposizioni di pubblica decenza in vista del G8 ma si è rivelato un falso, mi scuso per l’errore)

Abolizione delle province: la loro eliminazione significherebbe un risparmo di 10,6 miliardi di euro ma finora risulta NON PERVENUTA.

Dichiarazioni

Barack Obama è «bello, giovane e abbronzato» e quindi «ha tutto per andare d’accordo» con il presidente russo Dmitri Medvedev (corriere.it) (SB)

[Il decreto legge è stato necessario perché Eluana è] una persona viva, che respira in modo autonomo, le cui cellule cerebrali sono vive e mandano anche segnali elettrici. Una persona che potrebbe anche avere un figlio“ (fonte) (SB)

«Vado avanti, queste cose mi fanno un baffo, la Corte Costituzionale è di sinistra e tutti sanno da che parte sta Napolitano» (SB)

“Secondo noi l’Italia deve essere cattolica e degli italiani. La sinistra pensa invece a un’Italia multietnica” (fonte) (SB)

Propongo un controllo psichiatrico per i magistrati, devi essere matto per fare quel mestiere (SB)

Se ci impediscono di correre, siamo pronti a tutto (Min della Difesa, Ignazio La Russa PDL)

Dicono che io faccia come quel dittatore argentino che portava gli oppositori sugli aerei, apriva i portelloni e diceva: andate fuori che c’è una bella giornata di sole (SB)

Mangano è un eroe (Marcello Dell’Utri, senatore PDL)

Vittorio Mangano (Palermo, 18 agosto 1940 – Palermo, 23 luglio 2000) è stato un criminale italiano pluriomicida legato a Cosa Nostra conosciuto – attraverso le cronache giornalistiche che hanno seguito le vicende processuali che lo hanno visto coinvolto – con il soprannome de “lo stalliere di Arcore”, data l’attività che svolgeva presso la villa brianzola di Silvio Berlusconi. (wiki)

Io sono, di gran lunga, il miglior presidente del Consiglio che l’Italia abbia mai avuto in centocinquant’anni di storia. (SB)

Basta immigrati dall’Albania “faremo un’eccezione per chi porta belle ragazze” (SB)

“Potremmo mettere le centrali nucleari nel sud dell’Italia, dove le donne sono alte un metro e sessanta” (Luca Barbareschi, deputato PDL)

“Lo sai che non sei per niente male… Io ho lo ius primae noctis sulle nostre candidate. E’ scritto nello statuto del partito…” (SB a Polverini)

“Dovrebbe cercarsi il figlio di Berlusconi o di  qualcun altro che non avesse di questi problemi” (Berlusconi ad una ragazza precaria)

Il buffone di Corte

Scherzone alla Merkel:

LE MUTANDE: dopo aver lasciato gli italiani in mutande, Berlusconi ha deciso di disegnarle, presenti Brown, Merkel, Sarkozy “ha scarabocchiato disegnini di “mutande femminili nel corso della storia” durante un recente vertice di capi di governo dell’Unione Europa a Bruxelles e poi ha passato i suoi bozzetti agli altri premier affinché potessero apprezzarli.” (repubblica.it)

Chirac, il bidet e i giornaletti hard: a quanto dichiarato dall’ex presidente della republica francese, Jaques Chirac, nel 2009 Berlusconi in occasione di un incontro a Villa Certosa gli avrebbe mostrato il bidet dicendo: “Caro Jacques, vedi questo bidet? Tu neanche immagini quante paia di chiappe ha ospitato!”. Poco dopo ad una richiesta sul perchè ci fossero in giro per casa giornali osè, il premier rispose: “questa ce l’ho, questa pure, questa anche…”. (fonte l’express in francese)

Putin e la giornalista: dopo un incontro con Putin, alla conferenza stampa una giornalista russa ha posto una domanda al presidente del cremlino su una questione personale riguardante un presunto flirt, Berlusconi, incurante delle minacce che ogni giorno subiscono i giornalisti in Russia (ricordiamo anche la morte della Politoskaia), fa il gesto del fucile, immagine poi divenuta celebre. La giornalista, madre di due figli, si scioglie in un pianto, che può solo far riflettere su cosa sia la libertà di stampa in Russia, e su chi sia Berlusconi, un uomo senza scrupoli, abituato a fare battute a tutti i costi, senza minimamente tenere conto della dignità delle persone.

Conclusioni

Le leggi approvate, i disegni di legge vergognosi presentati da deputati e senatori eletti secondo un meccanismo in cui non è possibile esprimere una preferenza, i fatti sconcertanti, gli scandali, le dichiarazioni preoccupanti e le figure sul piano internazionale si ripetono ogni giorno. Facciamo in modo che non accada in futuro, vi invito quindi a votare ma a fare attenzione. Il PdL è marcio, alcuni di voi magari hanno creduto fosse un grande progetto, altri l’hanno votato, altri ancora non l’hanno votato, o vorrebbero fare la X su un partito di centrodestra serio. Oggi non è possibile!

Paolo Agnelli

si ringraziano per la preziosa collaborazione: Marco Asti, Elisa Paolino, Davide Soldi, Jacopo Benatti, Andrea Kata e tutti coloro che hanno dato il loro contributo o consiglio nei commenti a questo post

Impagabile

Standard

è impagabile il risultato elettorale di oggi.

Ho sbagliato le previsioni di 2 regioni, ma chissenefrega.

Me ne frego, come disse qualcuno, perchè sto godendo troppo.

voi comunisti, voi votanti dell’Italia dei Valori, come al solito non avete capito nulla.

Il PDL ha perso una valanga di voti.

Ma non li ha persi per merito vostro.

Li ha persi perchè tutte le persone che conosco che avevano votato PDL, in due anni si sono rotti il cazzo di alcune cose che sono:

  1. FINI
  2. Le varie sparate inopportune del Silvio, tipo dare dell’abbronzato ad Obama, farsi beccare sulla D’Addario e le stronzate sulla lotta al cancro.

Ma non è la fine di tutto.

E’ un litigio tra innamorati.

Gli elettori del PDL hanno dato un segnale chiaro e forte, ovvero che si sono rotti il cazzo di queste cose e dove c’era la Lega i voti sono passati di qui, dove la Lega non c’è sono rimasti a casa e non sono andati a votare.

Chi è davvero di destra non può votare Fini, ed ha votato noi, l’unico partito di destra rimasto in Italia.

Voi cazzari avete conquistato voti solo con l’IDV, perchè essendo votati da fondamentalisti chiaramente ha preso voti.

Poi avete vinto dove era ovvio, io ho parenti in Toscana ed in Umbria e quelli votano a Sinistra A PRESCINDERE.

Ma chi maggiormente ha dimostrato di non essere attraente per gli elettori, è il PD che ha perso voti su basi nazionali.

In Veneto siete stati DOPPIATI, 60% contro 30%.

Vendola è stato eletto per una scelta politica infelice di non allearsi con l’UDC, perchè i voti della Poli Bortone davano la vittoria, scelta stupida e vittoria meritata vostra.

Loiero lo hanno votato 1/3 degli elettori, ben contenti di come voi lottiate contro la ‘ndrangheta.

Qui al Nord, dove si produce la ricchezza del paese, la Lega che ben sa rappresentare gli interessi concreti delle persone abbiamo STRAVINTO, a riprova che tutte le stronzate sulla crisi del Nord Est e la perdita di consenso della destra, che avete scritto per mesi, erano e sono stronzate.

Certo, ci sarà una resa dei conti.

Perchè la Lega così forte peserà a livello nazionale, ed avremo finalmente il federalismo ed anche chi è vissuto sulle spalle nostre dovrà iniziare a rimboccarsi le maniche ed a razionalizzare spese e clientelismo.

E soprattutto il Sud ci guadagnerà, perchè con la responsabilizzazione civile e penale degli amministratori locali, i cittadini del Sud potranno prendere a calci chi li malgestisce.

Perchè voi trogloditi che odiate la Lega a prescindere, non avete capito che i cittadini del Sud sono VITTIME del malgoverno e con il federalismo finalmente anche al Sud ci sarà lavoro e ricchezza.

Avete insultato la Lega, ci avete dato dei nazisti, come al solito non avete capito un cazzo, ed i risultati elettorali lo hanno dimostrato….

Berlusconi si sgonfia e la Lega si gonfia. Il centrosinistra verso la vittoria con Vendola e Bonino sugli scudi

Standard

Alla faccia della prudenza voglio espormi con un ragionamento semplice semplice che molti faranno probabilmente domani.

E’ difficile cercare di capire il significato di una elezione a scrutinio ancora in corso e con il voto in bilico in almeno 4 regioni determinanti ( Puglia, Lazio, Liguria e Piemonte)

Ma il significato politico di quanto sta accadendo può trarsi anche con i dati finora in possesso.

Alle ore 19,56 del lunedì elettorale il centrosinistra è in vantaggio di sette regioni a  quattro, con il Piemonte ed il Lazio per un pelo al centrosinistra.

L’altro dato certo è che il modo di far politica di Berlusconi e, in parte minore, dell’opposizione non è piaciuto ad un italiano su tre che è rimasto a casa.

Gli ultimi dati virtuali, sempre smentibili dal risultato ufficiale , registrano pertanto la vittoria della Bonino nel Lazio su filo di lana.

Il Lazio è la regione scelta per vari motivi da berlusconi e soci per la loro prova di forza.

Nonostante la sinistra partisse con  la zavorra dello scandalo Marrazzo riesce comunque a vincere: ciò  vuol proprio dire che la  Bonino è stata una carta vincente, come anche che i pasticcioni della destra romana l’hanno fatta veramente grossa con la lista pdl e giustamente sono stati puniti.

Dal punto di vista politico generale si registra una buona avanzata della Lega al Nord ( ma non pare che La Russa sarà costretto a mangiare un asino vivo in Lombardia ), la sconfitta del pdl rispetto alle politiche di due anni fa, la rinascita del centrosinistra- non tanto per lo stato di salute ancora incerto del PD, quanto in relazione a due figure carismatiche come la Bonino e Vendola, l’affermazione in alcune regioni ( vedi Emilia ) delle liste di Beppe Grillo, che han portato via diversi punti e qualche chance di vittoria ad esempio alla Bresso in Piemonte, dove pare stia all’ultima scheda col leghista Cota.

La vittoria delle Lega significa qualcosa negli equilibri interni al governo, ma non compensa affatto la sconfitta di Berlusconi, la quale è causata più dai suoi errori/orrori che dalla autonoma forza della opposizione.

Berlusconi aveva cavalcato queste elezioni come fossero la lotta del bene contro il male: ed ha perso in maniera netta ed eclatante nella maggiorparte delle regioni.

La lega diventa lo zoccolo duro del berlusconismo ed il nano diventa il capo della lega, C.L. e poco più.

Al sud se non fosse stato per il suicidio della Campania e della Calabria berlusconi sarebbe solo mafia  – che non è poco – e nient’altro.

Invece i 20 anni del bassolinismo hanno pesato nella voglia di un ricambio ( oltre ai fortissimi rapporti Cosentino- cosche camorriste ) e Loriero era troppo indebolito da fango ed indagini perchè non si preferisse l’originale , Scopelliti, alla copia di un piccolo ras delle tessere. Inoltre laggiù c’era anche un terzo candidato dell’IDV.

Questo gonfiarsi della Lega ed il contemporaneo ridursi del PDL sono risultati evidenti senza bisogno di aspettar scrutinii.

Ora loro proveranno a fare raffronti con le precedenti elezioni del 2005 e diranno di aver vinto anche loro, diranno che han dovuto scontare complotti ed attacchi dei giudici, ma ormai neanche i suoi  credono più a queste lagne.

Del resto tutti possono notare : 1) queste erano elezioni prettamente politiche- 2) le elezioni regionali del 2005 sono in un altra epoca storica.

Queste non son state elezioni amministrative ma un referendum su Silvio Berlusconi; inoltre il governo ha fatto poco e male   , basta leggere il bilancio delle cose fatte  che abbiamo pubblicato in queste ore per capirlo ed è giusto che riceva finalmente uno stop dai cittadini italiani.

L’unica domanda è : la caduta del cinghiale ferito sarà ancora lenta o diverrà progressivamente rapida e rovinosa ?

Che ruolo giocherà la Lega : affretterà la caduta del boss di Arcore o sarà la sua stretta alleata fino alla fine, fin dentro la ridotta della valtellina?

Occorre stare attenti alla pericolosità del cinghiale ferito, può trascinarsi appresso  -  e  mandare  in  rovina insieme con lui  -  molte cose e molte persone…

Crazyhorse70